Creato da lafarmaciadepoca il 13/10/2010

La farmacia d'epoca

Raccolta di scatole e flaconi di farmaci di ieri - di Giulia Bovone

 

« NiveaPiccola curiosità »

La Pasticca del Re Sole

Post n°5 pubblicato il 21 Ottobre 2010 da lafarmaciadepoca
 

Anche oggi, un prodotto noto: la Mitica, la Magnifica, sua Maestà, Colei che tutto vede e tutto puote... sì, la Pasticca del Re Sole! (che sinceramente non mi piace molto, ma conosco dei veri e propri "impasticcati" di questa roba).

La Pasticca del Re Sole, solo dal nome del prodotto, parrebbe il classico parto intellettuale dei francesi, i quali, per rendere onore al più spendaccione dei loro monarchi, pensarono ben di dedicargli una caramella. Invece, la Pasticca è italianissima.
Nel 1918, un imprenditore italiano, tal Arturo Gazzoni, bolognese, che molti ricorderanno come uno tra i primi teorici della pubblicità italiana, lanciò sul mercato una caramella alla liquirizia contro la tosse,  da sempre flagello delle località settentrionali.
Per il nome del prodotto, si era ispirato ad una ricetta che aveva rinvenuto in un ricettario del bisnonno, il quale riportava gli ingredienti di una caramella contro la tosse firmata da Fra Giacomo il Portoghese, farmacista alla corte del Re Sole.
All'epoca, l'industria Gazzoni era una tra le più importanti sul mercato italiano, con l'Antinevrotico De Giovanni, del 1907, e la polvere Idrolitina, per far annegare i francesi nella loro acqua Vichì. Non a caso, l'industria conobbe il suo massimo splendore durante il fascismo, proprio perchè forniva un'alternativa italiana a medicinali o altri composti chimici, che altrimenti non sarebbe stato possibile reperire.
Fu anche uno tra i primi prodotti ad avere una campagna di lancio "firmata" da un personaggio di spicco. Il testimonial fu Carlo Alberto Salustri, in arte Trilussa, famoso per i componimenti in dialetto romanesco, che compose appositamente il sonetto "Il pappagallo raffreddato", che  qui riporto:

Loreto è un pappagallo ammaestrato.
Se quanno parlo co’ Ninetta mia
s’accorge ch’entra in camera la zia
tosse e fa finta d’esse raffreddato:
e noi che lo sapemo, appena tosse
se damo l’aria come gnente fosse.

Però la zia, ch’è furbe e che capisce,
jeri se ne sortì co’ ste parole:
- Je darò le Pasticche der Re Sole,
perché co’ quelle è certo che guarisce;
ma se per caso seguita a sta’ male
è segno ch’è una tosse artificiale.

Finita la guerra, la società darà la nascita, in tutti i sensi, alle caramelle Dietorelle e al Dietor, in quanto il Sig. Arturo Gazzoni è il nonno dell'odierno Gazzoni - Frascara, proprietario del brand.

Veniamo a noi, ecco la scatola della mia collezione:

 Pasticca Re Sole

Databile intorno agli anni 50, di dimensioni 7,5x5,5 cm, è una tra le scatole di latta più comuni che si possono trovare ai mercatini dell'antiquariato, acquistabili per due o tre euro al massimo. Le scatole più recenti, anni sessanta e più, recano il prezzo sul fronte, sotto l'immagine du Roi Soleil.
Sul retro è presente la descrizione del prodotto: La Pasticca del Re Sole contro la tosse. Indicata nelle affezioni catarrali delle prime vie respiratorie, nella raucedine, afonia, tosse spasmodica e laringite stridula ( che sanno solo loro che cos'è!).
Le dosi sono: per gli adulti 12 pasticche, per i ragazzi 6.
Sotto il coperchio c'è anche il consiglio: nei casi di tosse ostinata raddoppiare la dose. (a scapito della vostra pressione sanguigna!).
Ora la composizione: succo di regolizia, estratto di ipecacuana, estratto di belladonna, menta piperita, anice di Malta, glicirrizia, gomma del Kordofan, zucchero e Efedrina cloridrato.

Non credo che siano gli stessi ingredienti che vengono utilizzati oggi, comunque, se qualcuno ne ha qualche confezione sottomano e volesse postare nei commenti gli ingredienti, gliene sarei grata.

Grazie mille per l'attenzione.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/lfde/trackback.php?msg=9412283

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
arancia_irritante
arancia_irritante il 21/10/10 alle 11:04 via WEB
Niente pasticche!!! Meglio un' aranciata.
 
 
arancia_irritante
arancia_irritante il 21/10/10 alle 11:04 via WEB
Anche se per me è quasi un suicidio.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Giorgio il 09/10/11 alle 14:48 via WEB
Salve, volevo un 'informazione. ho a casa una scatolina de " La pasticca del re sole" con scritto L.3.80 sotto l'immagine del re. sul retro in basso scritto molto piccolo c'è: " metalgraf milano 28", è la data di produzione di questa scatolina? e poi date queste informazioni che vi ho dato, quanto può valere? grazie in anticipo.
 
 
lafarmaciadepoca
lafarmaciadepoca il 09/10/11 alle 16:17 via WEB
E' difficile valutare una scatola senza una fotografia, soprattutto in caso di scatole comunissime come quelle della Pasticca del Re Sole. In linea di massima, dalle informazioni che mi ha dato posso dedurre che la scatola risale agli anni 30 - 40, non al 1928. Nel caso di scatole comuni, il valore finale è dato dallo stato di conservazione: una scatola di Pasticche del Re Sole degli anni 30 -40, non arrugginita e con la litografia integra si aggira intorno agli 8 - 10 euro. Un saluto!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Nick il 24/11/11 alle 01:34 via WEB
Salve... non ho trovato altro modo di contattare, indi posto codesto commento che -se riterrà opportuno- potrà cancellare senza remore. Son giunto in questo blog (BELLO!!!) cercando notizie sull'Idrolitina, che bevevo a volte da ragazzino. La curiosità s'è risvegliata solo ora perché ho miracolosamente trovato, tra gl'umidi rottami che tengo accatastati nel garage, quel che resta d'una vecchia confezione di Idrolitina. Vorrei sapere se può datarmela, dato che ad ora non sono riuscito a trovare una foto identica sul web. Può contattarmi all'e-mail che dovrebbe avere nei dati riservati per comunicarmi la Sua, così Le invio la scansione della parte frontale. La ringrazio in anticipo... N
 
gancherro
gancherro il 17/12/12 alle 17:22 via WEB
Ho sottomano una busta di Pasticche del Re Sole, senza zucchero, che contraddice la sua introduzione. Leggo: "Dalla passione di Luigi XIV, nasce lapasticca del Re Sole, ecc....Eh! Ingredienti: sciroppo di maltitolo; gomma arabica; estratto molle di liquirizia (13%); acqua; aromi; glicerolo; mentolo;acesulfame K e neoesperidina DC.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
maria beltrano il 13/03/15 alle 14:08 via WEB
Ricordo scatolina in cartone contenente piccole palline di liquirizia. Sul retro una piccola poesia. Sento in bocca un pizzicore, un piacere mai provato e il bacio dell'amore è più caldo e profumato A te debbo ogni ristoro, tu fai dolce ogni sospiro RE SOL D'ORO, o sole d'oro Ah come respiro
 
frufruokoko
frufruokoko il 27/06/19 alle 10:02 via WEB
Nelle pasticche attuali mancano quegli ingredienti che lo rendevano medicinale antitosse (estratti di ipecaquanea e belladonna, efedrina), per cui si è passati dal medicinale alla caramella, che però è senza zucchero. Guardando alla ricetta vecchia mi chiedo perché hanno usato due nomi diversi per la liquirizia (regolizia e glicirriza) ma non "liquirizia"; forse per rendere il tutto più misterioso e attraente. Confezione che ho in mano de La pasticca del Re Sole Liquirizia classica (confezione bianca) Ingredienti: edulcoranti(sciroppo di maltitolo, acesulfame K, neoesperidina DC), gomma arabilca, acqua, estaratto di liquirizia, glicerolo, aromi naturali di menta e anice, oli vegetali (cocco, palmisto), agente di rivestimento: cera d'api.
 
 
lafarmaciadepoca
lafarmaciadepoca il 27/06/19 alle 21:44 via WEB
Grazie mille per aver riportato la composizione del prodotto moderno. Penso che in passato abbiano utilizzato "regolizia" o "glicirrizia" al posto di liquirizia probabilmente per ispirazione al nome botanico o popolare. Cordiali saluti! Dott.ssa Giulia Bovone
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Maria Cristina Rosse il 18/02/21 alle 18:30 via WEB
Non so se qualcuno lo ha già fatto, ma nel dubbio riporto l'elenco degli ingredienti presente sotto la dicitura 'Ogni pasticca contiene': Regolizia gr. 0,15; Ipercacuana gr. 0,0005; Belladonna gr. 0,001; Estratto Meconio gr. 0,0006; Menta peperita gr. 0,001; Anice di Malta gr. 0,001; Glicirrizina gr. 0.010; Ed altre sostanze emollienti. Non so datare la scatola, ma il costo è £3,90 o 3,30. Grazie e un saluto!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

TO ALL NON ITALIAN SPEAKERS

Do you need help with your old chemist tins?
Do you want to know more about Italian pharmaceutical history?
Do you have informations about Italian medical history that you want to share with other people?
Feel free to email me! I speak English, French and Latin ( you don't know when an ancient Roman could show up), so not speaking Italian is no more a problem.

Welcome to La Farmacia d'Epoca!

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

COLLABORAZIONI

Deliri Progressivi

 

Spazio Salute

 

ULTIME VISITE AL BLOG

campingraffaello65lafarmaciadepocamarinovincenzo1958mik67154sublime63entu1acer.250dr.fediundergroundsky1ugoappiertomariavittoria1963g.ferrauremondallegri.fr
 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom