Creato da mantica_occulti il 10/03/2010

Mantica

Un piccolo spazio dove postare i miei appunti.

 

 

« L' attimoUna speranza: oggi cosa porterà? »

Quando prenderò tempo per me

Post n°132 pubblicato il 20 Febbraio 2012 da mantica_occulti

Mi son deciso, cambio. Esteriormente, anche.

Abuso di potere, cambio quel che voglio come voglio. Come? Stando al mondo. Tiro fuori la parte di me incosciente fino al punto che troverò chi non avrò da poter solo che amare, senza contestare. Complice d' una vita, la mia quanto la tua, il mio prossimo lettore. Cambierò ogni punto di vista, tornerò su tutti i miei passi perché ognuno è maturo. È in lista d' attesa.

Cazzate, che si va solo avanti, di chi poi ti spiega che ha lasciato una porta aperta senza prima darti la sua lezione di vita. È difficile non volersi conoscere nel fondo, tra il tuo profondo. Pensa un po' invece solo una volta, se magari è capitato anche per un solo istante che tu non capissi, oltre ad esser capito. È l' impatto della nuova Era, dove ti poni nell' amplesso del confronto. E senti parlare dell' esperienza. Mi ritrovo ad essere andato oltre, molto oltre rispetto all' età che ho, 27 anni tra 2 mesi. A stento vorrei riconoscermi, e difatto torno a scrivere come ho sempre fatto, ma nell' anima: con vergogna.

Una vergogna nata dall' esperienza, simbolo d' una nudità che pochi sentono portare, l' accortezza.

Gentili e sinceri con sé stessi, ecco il punto.

Dentro sono arrabbiato, fuori son stronzo e cinico di tanta perversione in conflitto. Vorrei sapere come vi sentite voi, con la vostra coscienza, se per telefono, per lettere, o faccia a faccia. Io gradirei usare ogni mezzo, senza tempo.

Già, penso pure io che il rancore ed il timore di prenderlo là fanno di gran lunga un bel baffo alla speranza.

Ecco, io di speranza vivo: quella sicura, che qualcuno anche una parola leggerà, e sicuro la toccherà.

Io sono Mantica Occulti, Colui che E', e non mi fermerò alle chiacchiere. Le mie parole son principi, i miei principi son valori, i miei valori non hanno credo nella cultura dell' uomo. Sono insultate dalle parole di chi non osserva.

Occhio per occhio, dente per dente.

Non ci credo che sei cosciente, saresti accorto.

Non ci credo manco che sei incosciente, perché non mi noteresti nemmeno.

Sei sensibile tanto quanto me, e la tocco la tua sensibilità, anzi, la urto. Così forte che solo se non hai un appiglio reggi botta, perché la questione l' hai compresa, ma soprattutto esperita.

Un principio non ha scopo. E quando s' incarna uno o più principi, diventano il problema. Nel mondo, del mondo, della società, degli altri, grava così atrocemente che urta, per il suo peso, la coscienza, anzi l' ego, che prende paura perché vede che non può legarsi a qualcosa che non ha radice né corpo, e scappa, o meglio, s' allontana e fa scappare, anzi mi correggo di nuovo, scappa e cerca d' allontanare ciò di cui ha paura.

Non vuole comunicarti qualcosa, vuole comunicare con te, e condividere con te, per paura di trascinarsi proprio dove stai andando, lontano da te, o da me, poco importa.

L' impersonalità è il suo tempo, preferisco il fuori-tempo, io sono fuori-tempo in effetti, perché non ho un mio riferimento che mi permetta di farmi accordare con l' Universo.

Giustizia, non causa o critiche voglio.

Non capisco perché la gente si ostini alla mentalità conservatrice, per preservare cosa, l' integrità, la perfezione, la castità, la santità... tanto santo ancora non mi faranno, sarebbe la loro condanna a crocifiggere la vecchia Era per mettere all' asta la bandiera del Nuovo Vento, nel Samsara di chi si prende cura ed osservazione del mondo. Poco probabile ora, non c' è quella forza chiamata coraggio, per infrangere se stessi, non c' è oltre ad una, al massimo 2 volte, qualcosa che ti spinge oltre le tue forze, non si è capaci di provare a sbagliare ed allo stesso tempo decidere oltre corrente, oltre cultura, oltre esperienza, oltre principi.

Godo di follia, amarezza, e pianto, nel ricordarmi che posso tutto questo. Odio, con furore, sapere d' andare oltre un limite che è la pesantezza del Cuore.

Proprio perché sale quella rabbia poi mi fa smettere di scrivere, anzi di pensare,e  di parlare.

Dissociazione, dualità, divisione, indipendenza.

Quattro parole che vogliono esprimere i miei problemi al passo e di fronte a questo modello di cultura, società e principi.

E allora non sono delle qualità o principi, sono Essere ad intersecazione con Essere, violento e puro nel contesto dove mi cali.

Al contrario di aggressivo e pericoloso, violento e puro perché coi piedi per terra, istintivo, amorevole, riservato, timido, e forse più di tutto impulsivo.

 

Hare Krishna

Hare Krishna

Hare Krishna

 

 

 

Mantica Occulti

 

 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: mantica_occulti
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 122
Prov: EE
 

DIALOGHI

Sei dubbioso, titubante, indeciso, c' è qualcosa che non ti torna, qualche discorso che ti sembra essere nascosto, qualche atteggiamento che non riesci a capire? Hai bisogno di parlare con qualcuno, hai un dubbio e vuoi un parere?

Scrivimi pure nella mail cliccando nel box contatta l' autore. Ti risponderò appena controllo, di norma cerco quotidianamente od ogni 2/3 giorni controllo.

Non chiedo nessun ricompenso in denaro, al contrario di chi offre anche solo 2 chiacchiere come un servizio a pagamento, io metto a Vostra disposizione il mio tempo per leggere, pensare e rispondervi. A volte poche parole bastano per esprimere anche infiniti pensieri.

Sta a te poi saper usare la comunicazione nel migliore dei modi.

 

KHEPER

 

 

AMARE SE STESSO PER AMARE GLI ALTRI

A chi è duro, sciogligli il cuore

A chi è insensibile, donagli l' affetto

A chi è in balia del vento, fallo fermare ad ascoltare

A chi è a testa bassa, sfioragli il mento e vedrai che sorriderà

A chi tiene il cuore in mano, aiutalo a rimetterlo al suo posto

A chi piange, fagli trovare l' amore ovunque

A chi guarda gli altri, fallo guardare dentro a se stesso

A chi sta già guardando dentro a se stesso, fallo aprire come un fiore

A chi è aperto come un fiore, salvalo dalle intemperie

A chi scappa una lacrima quando sente qualcosa che gli ricorda l' Amore, donagli unità e pace

A chi riesce a stare in mezzo alla gente e regalare un sorriso col cuore, donagli la forza per sorridere nuovamente

A chi ama, e a chi non sa più se ama, amali

Perché il loro amore è tutto ciò che può dare vita anche a te stesso

Ama, sappi cos' è l' amore dentro te, perché quando ti verrà donato saprai riconoscerlo ed amarlo.

Ama il cuore, ama l' amore, ama la vita e tutto ciò che ti circonda

Una cosa sola c' è dentro di te, donala incondizionatamente e verrai riempito subito e costantemente dello stesso Amore che saprai dare.

 

MANTICA OCCULTI

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CONTATORE VISITE ESTERNO

 

CANTO DIFONICO - CANTO DEGLI ANGELI