Creato da fianna.mb il 22/06/2007

Passare Il Tempo!!!!

Parlare un po' di tutto ...

CANZONE

Poi fuggi, ti vesti,

mi confondi


non sai dirmi quando torni
e

piangi,

non rispondi,

sparisci


e ogni quattro mesi torni


Sei pazza di me come

io lo son di te


 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: fianna.mb
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età: 48
Prov: NA
 

ULTIME VISITE AL BLOG

KingsGambitsiamoliberidigirarefianna.mbRosenkreuzerdivinacreatura59junder61chiedididario66Costanzabeforesunsetgianor1mikele1965un.LupoCattivol_in_fi_ni_tomanu_el1970sonoquisempreperte
 

 
 
 

 

dimenticare |

Post n°1143 pubblicato il 20 Maggio 2022 da fianna.mb

Dimenticare significa smarrire o perdere la memoria delle cose. 

Nessuno vorrebbe dimenticarsi le esperienze vissute perché dimenticare

è sintomo di invecchiamento,

però molti vorrebbero dimenticare le persone

che ci hanno fatto soffrire perché fanno ormai parte del

passato e non vorrebbero pensarle in questo presente.

Tuttavia dimenticare è difficile,

anche più di ricordare,

infatti anche se riuscissimo a lasciarci un ricordo alle spalle,

questo tornerà ugualmente più avanti,

e più prepotentemente di prima anche se non lo vogliamo.

 

             Ciò che l'occhio ha visto il cuore non dimentica.

                          (Proverbio africana)

                    Ricordare è facile per chi ha memoria.

                Dimenticare è difficile per chi ha un cuore.

                      (Gabriel Garcia Marquez)

  

 
 
 

mika

Post n°1142 pubblicato il 15 Maggio 2022 da fianna.mb

Happy Ending

Questo è il modo in cui mi hai lasciato 

non sto fingendo, 
senza speranza, senza amore, senza gloria 
senza lieto fine. 

Mi sono svegliato al mattino, inciampando nella mia vita 
non si può ottenere amore senza sacrificio 
se qualcosa dovesse accadere,

immagino che ti augurerò il meglio

attimi di Paradiso ma con un pò di Inferno 


Questa è la storia più difficile che abbia mai raccontato 
senza speranza, senza amore, senza gloria 
un lieto fine che si è protratto 

Mi sento come se avessi sprecato tempo 
e come se mi fossi sprecato io ogni giorno 

Questo è il modo in cui mi hai lasciato 
non sto fingendo, 
senza speranza, senza amore, senza gloria 
senza lieto fine. 
questo è il modo in cui amiamo 
come se fosse per sempre

poi viviamo il resto della nostra vita 
ma non assieme. Due del mattino, ho qualcosa in mente 

non riesco a riposare, cammino in giro 
se faccio finta che niente sia andato male, posso tornare a dormire 
potrei pensare che abbiamo voltato pagina 

Questa è la storia più difficile che abbia mai raccontato 
senza speranza,

senza amore,

senza gloria un lieto fine che si è protratto 


Mi sento come se avessi sprecato tempo 
e come se mi fossi sprecato io ogni giorno 

Questo è il modo in cui mi hai lasciato 
non sto fingendo, 
senza speranza, senza amore, senza gloria 
senza lieto fine. 
questo è il modo in cui amiamo 
come se fosse per sempre 
poi viviamo il resto della nostra vita 
ma non assieme. 

Un pò d'amore 
Un pò d'amore, Un pò d'amore 
Un pò d'amore, Un pò d'amore 
Un pò d'amore, Un pò d'amore 
Un pò d'amore, Un pò d'amore 
Un pò d'amore, Un pò d'amore 

Un pò d'amore, Un pò d'amore 
Un pò d'amore, Un pò d'amore 
Un pò d'amore, Un pò d'amore 
Un pò d'amore, Un pò d'amore 
Un pò d'amore, Un pò d'amore 

Mi sento come se avessi sprecato tempo 
e come se mi fossi sprecato io ogni giorno 

Questo è il modo in cui mi hai lasciato 
non sto fingendo, 
senza speranza, senza amore, senza gloria 
senza lieto fine. 
questo è il modo in cui amiamo 
come se fosse per sempre 
poi viviamo il resto della nostra vita 
ma non assieme. 

Questo è il modo in cui mi hai lasciato 
non sto fingendo, 
senza speranza, senza amore, senza gloria 
senza lieto fine.


 
 
 

Notte

Post n°1141 pubblicato il 12 Maggio 2022 da fianna.mb

È la notte che ti frega.

Troppo silenzio,

e i pensieri si sentono di più.

Non sei sola,

ti fanno compagnia i ricordi.

Silenzio, pensieri e ricordi.

E non dormi più.

 

(Federi Manelli)

 
 
 

ill. Claudia Tremblay

Post n°1140 pubblicato il 11 Maggio 2022 da fianna.mb

Se dovessi rinascere, sceglierei di essere la madre di mia madre.
Se potessi scegliere chi essere sceglierei sicuramente
di essere la madre di mia madre.
Perché?!
Beh, le darei tutti i baci che le mancavano da bambina. L
e leggerei tutte le favole che nessuno le ha mai letto.
Le rimboccherei le coperte di notte e le direi con tutto il mio amore
quanto le voglio bene.
Le insegnerei che la vita è bella tra le braccia di chi ti ama.
Le comprerei una mela caramella.
Le canterei canzoni.
Giocheremmo per terra.
La pettinerei ogni mattina prima di mandarla a scuola.
Non avrebbe dovuto lavorare così piccola.
Non avrebbe dovuto piangere così tanto.
Non sarebbe cresciuta cucendo il suo cuore con tristezza e
sarebbe una bambina felice. Se potessi essere qualcun altro,
sarei sua madre senza esitazione,
le insegnerei che l'amore non è dolore e quanto è meraviglioso
svegliarsi ogni mattina al suo fianco.
Perché se la amo così tanto come sua figlia...
pensate quanto la amerei tenendola tra le mie braccia appena nata!
Rosen Jaden
ill. Claudia Tremblay

 
 
 

cuore

Post n°1139 pubblicato il 21 Aprile 2022 da fianna.mb

 

E poi ci sono le persone che ti sorprendono per la loro semplicità. 
Sono quelle che piacciono a me,
umili e sincere. Mai superficiali.
Quelle che affrontano questo meraviglioso viaggio che è la vita
senza inutili bagagli. 
Sempre col CUORE 

 

 
 
 

- Silvana Stremiz

Post n°1138 pubblicato il 20 Aprile 2022 da fianna.mb

Ho chiesto al tempo
di restituirmi dei momenti.
Mi ha detto che non può.
E di frugare tra i ricordi,
tra le pagine della memoria
e i battiti del cuore
dove tutto quello che È,
resta indelebile.
Ho detto al tempo
che ho parole da cancellare,
dolori da strappare
attimi da rivivere
abbracci dimenticati,
un bacio da dare.
Il tempo mi ha risposto
che nel tempo
tutto può ancora accadere.
E con il presente,
il passato lo si riscrive.
A volte più bello, a volte più brutto,
ma nulla è rimpianto finché un solo granello di tempo,
ci darà un'altra occasione per raccontare,
per rivivere.
Per sperare.

 
 
 

Elena Bernabè

Post n°1137 pubblicato il 19 Aprile 2022 da fianna.mb

Non è facile trovare abbracci in cui piangere.
Quegli spazi magici dove tutto si ferma.
Anche la mente.
E ci si può abbandonare completamente.
Al pianto.
Disperato, rumoroso, vero.
In quel luogo così lontano dal mondo vince chi si arrende.
Chi piange più forte.
Chi fa cantare la propria fragilità.
E' un posto incantato fatto apposta per riceverci.
Così come siamo.
Da soli non potremo versare tutto quell'amore liquido.
Ma in quel cerchio di pura tenerezza ci sentiamo
finalmente liberi di essere noi stessi.
E di piangere tutto quello che siamo.
Non è facile trovare abbracci in cui piangere.
Perché il primo ostacolo siamo noi stessi.
Che non vogliamo mollare, non vogliamo arrenderci,
non vogliamo apparire deboli.
Ma è proprio in quella stretta speciale che avviene il più importante
degli appuntamenti.
Quello con la nostra interiorità.
Andiamo a ricercarli questi abbracci esclusivi.
Arrivano dalle persone che non hanno paura della fragilità.
Che sanno guardare negli occhi la verità.
Che hanno delle braccia forti.
Fatte d'amore.

 
 
 

Marina Maiell

Post n°1136 pubblicato il 18 Aprile 2022 da fianna.mb

"Mi piace pensare che in cielo ci siano più stelle questa notte
e che il nostro dolore non le sfiori nemmeno.
Mi piace pensare che siamo solo stelle cadute su questa terra.
Mi piace pensare che siamo nati solo per tornare un giorno a brillare di nuovo.

 
 
 

__Michele Rondoni__

Post n°1135 pubblicato il 15 Aprile 2022 da fianna.mb

Per l'anima non esiste il tempo, 

come non esiste lo spazio. 

Sapere ascoltare il silenzio tra le pieghe della

rumorosa vita fa di noi persone speciali perché sensibili

alla profonda essenza dell'anima.

 

 

 
 
 

UN IERI CHE STA SEMPRE QU

Post n°1134 pubblicato il 07 Aprile 2022 da fianna.mb

Senz’acqua
Senza luce
Senza… senza casa.
Fuggi
Scappa
Tra bombe… tra morti.
Respira
L’inferno
Tra gli uomini… tra noi.
Senza tempo
Senza speranza
Senza brezza di primavera.
Non nell’andato
Non ieri… oggi.
Fuggi
Scappa
Tra brandelli di generazioni.
Senza Pace
Senza Vita
Senza più Civiltà…
Senza più Umanità
Senza più viole, pansé e lillà.
Fuggi uomo
Fuggi
La guerra è solo crudeltà
Un passato non passato
Un incubo divenuto realtà.
Un ieri che sta sempre qua.
Luana Longo
POI .........SASHA
UNO DI TANTI BAMBINI KE MUOINO PER COLPA DELLA GUERRA  !!!! 
Sasha, morto a 4 anni mentre scappava dalla guerra in Ucraina.
La mamma: “È già in paradiso”
Il dolore della mamma del piccolo Sasha, comparso e
poi trovato morto a 4 anni dopo aver tentato
di fuggire dalla guerra in Ucraina insieme alla nonna:
“Il nostro piccolo angelo è già in paradiso.
Oggi la sua anima ha trovato pace”.

 
 
 

Elena Bernabè

Post n°1133 pubblicato il 03 Aprile 2022 da fianna.mb

Mamma, dobbiamo stare qua sotto ancora tanto?
~Fino a quando non ci sarà più rumore, bambino mio!
E' il silenzio che porta la pace?
~Proprio così... La pace nasce solo dal silenzio.
E la guerra invece? Da cosa nasce?
~Dal rumore delle parole, bambino mio.
Quando le parole fanno troppo rumore si è già in guerra. P
erché non si riesce più a sentire la voce silenziosa ma saggia del nostro cuore.
Voglio sentire ancora il sole sulla mia pelle, mamma!
~Ti prometto che usciremo presto e staremo a lungo a scaldarci sotto il sole.
In silenzio. Ad ascoltare i nostri cuori che parleranno in continuazione...
Solo d'amore!

 
 
 

Massimo Lo Pilato

Post n°1132 pubblicato il 01 Aprile 2022 da fianna.mb

I cuori
delicati e fragili
finiscono spesso in mille pezzi
ma non smettono mai di splendere...
come i cristalli.

 

 

 
 
 

Agostino Degas

Post n°1131 pubblicato il 28 Marzo 2022 da fianna.mb

Mi piacciono le persone che si tengono per mano. 

Per cercarsi, per proteggersi, 

per trasmettersi sentimenti,

emozioni. 

Per dirsi semplicemente “Sono qui, non ti lascio.

Mi piacciono le persone che attraversano la vita insieme,

semplicemente tenendosi per mano. 

È forse il gesto d'amore più tenero e rassicurante che ci sia,

tenersi per mano.

 

 
 
 

Gianni Rodari

Post n°1130 pubblicato il 23 Marzo 2022 da fianna.mb

Leggiamo insieme: Filastrocca di primavera 

Filastrocca di primavera

più lungo è il giorno, più dolce la sera.

Domani forse tra l’erbetta

spunterà la prima violetta.


O prima viola fresca e nuova

beato il primo che ti trova,

il tuo profumo gli dirà,

la primavera è giunta, è qua.


Gli altri signori non lo sanno

e ancora in inverno si crederanno:

magari persone di riguardo,

ma il loro calendario va in ritardo

 
 
 

Schhhhhhh

Post n°1129 pubblicato il 22 Marzo 2022 da fianna.mb

 ieri come oggi,

avere coraggio significa

per una donna pensare e scegliere

con la propria testa,

anche attraverso un silenzio nutrito di idee.

 
 
 

Andrew Faber

Post n°1128 pubblicato il 11 Marzo 2022 da fianna.mb

Vorrei che una preghiera arrivasse
a chi è in grado di fermare questo sterminio.
Questo mondo ha bisogno di pace.
Noi, tutti...
ne abbiamo bisogno.

 
 
 

Maria Rosaria Montesarchio

Post n°1127 pubblicato il 10 Marzo 2022 da fianna.mb

La sensibilità

è un grande pregio

chi è sensibile sente

tutto prima e guarda sempre oltre le parole.

 
 
 

Paola Felice

Post n°1126 pubblicato il 07 Marzo 2022 da fianna.mb

È questa sensibilità che mi condanna a sentire anche le cose che non voglio.

È non riuscire a fare finta di nulla.

È l’esigenza di andare a fondo piuttosto che galleggiarci sopra.

Ci sono giorni che mi piacerebbe non sentire.

E invece sento, anche tappandomi le orecchie.

 

 
 
 

Gigi Proietti "Ninna nanna della guerra" di Trilussa

Post n°1125 pubblicato il 06 Marzo 2022 da fianna.mb

Ninna nanna, nanna ninna,

er pupetto vò la zinna,

dormi dormi, cocco bello, se no chiamo Farfarello,

Farfarello e Gujermone che se mette a pecorone

Gujermone e Cecco Peppe che s'aregge co' le zeppe:

co' le zeppe de un impero mezzo giallo e mezzo nero;

ninna nanna, pija sonno, che se dormi nun vedrai tante infamie

e tanti guai che succedeno ner monno, fra le spade

e li fucili de li popoli civili. Ninna nanna,

tu nun senti li sospiri e li lamenti de la gente

che se scanna per un matto che comanna, che se scanna

e che s'ammazza a vantaggio de la razza, o a vantaggio de una fede,

per un Dio che nun se vede,

ma che serve da riparo ar sovrano macellaro;

che quer covo d'assassini che c'insanguina

la tera sa benone che la guera è un gran giro de quatrini

che prepara le risorse pe li ladri de le borse. Fa la ninna,

cocco bello, finché dura 'sto macello, fa la ninna,

che domani rivedremo li sovrani che se scambieno la stima,

boni amichi come prima; so' cuggini,

e fra parenti nun se fanno complimenti!

Torneranno più cordiali li rapporti personali e,

riuniti infra de loro, senza l'ombra de un rimorso,

ce faranno un ber discorso su la pace

e sur lavoro pe' quer popolo cojone risparmiato dar cannone.

 
 
 

Agostino Degas

Post n°1124 pubblicato il 03 Marzo 2022 da fianna.mb

"Buonanotte alle persone che hanno bisogno di tenerezza,
di uno sguardo, un abbraccio, di essere amate,
ma non vogliono elemosinare amore da nessuno,
perché al primo posto mettono sempre la loro dignità.
Buonanotte a chi ama osservare le stelle,
che ci conoscono, forse sanno il nostro futuro,
ci parlano e ci aiutano a sognare.
Buonanotte alle stelle che ci aiutano a credere
che i sogni si possono realizzare,
se ci crediamo veramente!
Buonanotte a tutti, ma proprio a tutti, nessuno escluso.
Con un sorriso...

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

ULTIMI COMMENTI

RELAX

 
Citazioni nei Blog Amici: 23