Creato da: massimocoppa il 22/08/2006
"Ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati"


"There is no dark side
of the moon, really.
Matter of fact,
it's all dark"

Pink Floyd

 

 

 

I MIEI LIBRI
(in ordine discendente cronologico
di pubblicazione)

 

 

 

 

DOVE SCRIVERMI

Puoi scrivermi su: massimocoppa@gmail.com

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

"Conosceremo una grande quantità di persone sole e dolenti nei prossimi giorni, nei mesi e negli anni a venire. E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: ricordiamo".

Ray Bradbury, "Fahrenheit 451"

 

Area personale

 

 

"And all this science,
I don't understand:
it's just my job,
five days a week...
A rocket man"

Elton John

 

Un uomo può perdonare
a un altro uomo
qualunque cosa, eccetto
una cattiva prosa

                     Winston
                        Churchill

 
 

Presto /
anche noi (…) saremo /
perduti in fondo a questo fresco /
pezzo di terra: ma non sarà una quiete /
la nostra, ché si mescola in essa /
troppo una vita che non ha avuto meta. /
Avremo un silenzio stento e povero, /
un sonno doloroso, che non reca /
dolcezza e pace,
ma nostalgia
e rimprovero
PIER PAOLO PASOLINI
 

 

 

 

 

Cazzarola!

 

 

 

Trump ha deciso che devo buttare il mio cellulare Huawei…

Post n°2065 pubblicato il 21 Maggio 2019 da massimocoppa
 

TRUMP HA DECISO CHE DEVO BUTTARE IL MIO CELLULARE HUAWEI…

La guerra economica che gli Stati Uniti hanno dichiarato alla Cina sta uscendo dal quadro delle schermaglie propagandistiche e sta diventando qualcosa di molto grosso e di maledettamente serio.

È notorio che il presidente Trump sembra avere un conto aperto con Pechino e, di recente, ha inaugurato una salva di dazi che penalizza enormemente una gran quantità di merci di produzione cinese, rendendole di fatto non più concorrenziali sul territorio americano.

C’è poi la guerra contro Huawei.

Qualche giorno fa, Trump ha vietato la commercializzazione, sul territorio americano, non solo di impianti Huawei (reti, router, server ecc.), ma anche di telefoni cellulari.

Ma la cosa ancora più grave è che ieri Google, mostrandosi più realista del re, ha annunciato che ritirerà ai cinesi la licenza per il sistema operativo Android, utilizzato anche dagli smartphone Huawei.

In realtà Android, praticamente usato su tutti i telefonini che non siano iPhone, è un “open source”, cioè un sistema gratuito aperto, da tutti modificabile. A sua volta Huawei l’ha già modificato, perché usa un sistema che si chiama Emui.

Ma Google si fa pagare l’utilizzo delle app più importanti, come Gmail, Maps, Youtube, Chrome ed altri.

In pratica, nel giro di qualche tempo non solo il sistema operativo montato sugli smartphone Huawei rischia di non potersi aggiornare più, creando problemi di sicurezza, oltre che di funzionalità, quanto bisognerà rinunciare ad applicazioni che sono oramai indispensabili.

Io ho un Huawei, detto per inciso, e questa cosa mi sta provocando una grandissima irritazione.

In pratica Trump ha deciso che dovrò spendere molto di più per un cellulare, perché Apple e Samsung sono molto più costosi, specie nei modelli di punta. Huawei è invece un ottimo compromesso tra qualità e prezzo: ma evidentemente questo dà fastidio a qualcuno. Maledetto capitalismo di merda.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Incredibile: Salvini era comunista!

Post n°2064 pubblicato il 17 Maggio 2019 da massimocoppa
 

 

INCREDIBILE: SALVINI ERA COMUNISTA!

Un giorno sì e l’altro pure il ministro dell’Interno e leader della Lega, Matteo Salvini, si scaglia contro i “comunisti”, accusandoli di ogni nefandezza e, soprattutto, di contestarlo ai comizi. Fa niente che ci siano tra loro professionisti, imprenditori, mamme con i figli piccoli: tutti “comunisti”. Peggio ancora: verrebbero tutti dagli odiati “centri sociali”…

Pensavo che i “comunisti” esistessero ormai solo nella fantasia di Berlusconi; ma a questi si è aggiunto un degno erede: Salvini, appunto.

Potrete dunque immaginare con quale sorpresa ho appreso, dal “Corriere della Sera” di oggi, che Salvini, in gioventù, è stato… comunista!

Gian Antonio Stella ha dato notizia dell’uscita di un nuovo libro che indaga sulle inquietanti vicinanze tra la Lega ed il neofascismo (Claudio Gatti, “I demoni di Salvini”, edito da Chiarelettere).

Gatti (o Stella?) ha fatto una semplice ricerca nell’archivio degli articoli del quotidiano milanese (una cosa che possiamo fare tutti stando comodamente al computer, ma che in effetti nessuno aveva fatto) ed ha scoperto una cronaca del 1994, quando Salvini era un giovane consigliere comunale di Milano. In un intervento in consiglio, il futuro “uomo di ferro” d’Italia difendeva i ragazzi di uno dei centri sociali di estrema sinistra più famosi della storia, il “Leoncavallo” di Milano, affermando di “avere per anni frequentato” quella struttura, dicendo di conoscere “quei ragazzi; i violenti sono pochi” e spiegando che lì “ci si trova per discutere, confrontarsi, bere una birra e divertirsi”.

Grande Matteo, uomo di lotta e di governo!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La criminalità imperversa e Salvini pensa agli immigrati: ma finalmente gli italiani lo stanno capendo

Post n°2063 pubblicato il 13 Maggio 2019 da massimocoppa
 

 

LA CRIMINALITÀ IMPERVERSA E SALVINI PENSA AGLI IMMIGRATI: MA FINALMENTE
GLI ITALIANI LO STANNO CAPENDO

Qualcuno mi accuserà di aver preso un po’ di fissazione su Salvini; inoltre, un vecchio insegnamento del giornalismo americano dice “nessun articolo puzzi mai di ‘io l’avevo detto’ ”.

Ma, scusate, come posso non sottolineare che si è rivelata estremamente fondata la mia critica su di un ministro degli Interni che, per motivi elettorali, insegue la lotta al “negro” che arriva sui barconi, montando un’emergenza immigrati inesistente (sono appena l’8 % della popolazione italiana, a fronte di cifre molto più alte all’estero) e “cecando” sull’arroganza ed il potere della criminalità organizzata?

Ed infatti, nel giro di poche settimane, abbiamo avuto un agguato mafioso a Milano (Milano!) ed un regolamento di conti a Napoli che ha visto, come vittima incolpevole, una bambina piccola.

Queste sono le emergenze, non quattro sfigati su un gommone!

Ed infatti pare che lo stiano capendo anche gli italiani: per la prima volta dall’insediamento del governo Conte la Lega è scesa nei sondaggi. Sono solo due punti, ma è un’inversione di tendenza rispetto alla travolgente scalata registratasi finora. Inoltre, i fischi e le contestazioni ai comizi del ministro diventano sempre più forti. Persino la Campania, finora inspiegabilmente presa da innamoramento per Salvini, sta riportando le cose nell’ordine della logica, ricordando che la Lega era razzista anche verso il Sud. Ma il ministro ha reagito scompostamente: a Salerno la Polizia ha fatto togliere uno striscione con scritto “Questa Lega è una vergogna” che, oltretutto, è un verso di una vecchia canzone di Pino Daniele. Niente da fare, non si può: evidentemente in Italia il diritto di critica sta morendo. Non ne parliamo di alcuni provocatori che si sono messi in posa per i selfie, salvo poi rivolgere domande scomode al ministro, ribaltando la strategia da social network tanto cara al leader leghista: spintonati, insultati (non si capisce se da personale e simpatizzanti della Lega o da esponenti delle forze dell’ordine), con l’imposizione di cancellare dai cellulari i video. Ma con quale diritto? Con quale giustificazione, se non la lesa maestà?

Giustamente il PD ha presentato delle interrogazioni parlamentari su questi episodi, anche se una è partita addirittura da… Renzi, che non può onestamente dare lezioni di democrazia a nessuno.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

L’azienda piu’ redditizia del mondo...

Post n°2062 pubblicato il 02 Aprile 2019 da massimocoppa
 

 

L’AZIENDA PIU’ REDDITIZIA DEL MONDO...

Finora si credeva che la Apple fosse l’azienda più redditizia del mondo, dall’alto dei suoi 60 miliardi di dollari di introiti annuali; ma ora la compagnia petrolifera di Stato saudita, l’Aramco, ha reso noto il suo bilancio, cosa che non faceva dagli anni Settanta: è emerso che nel 2018 ha realizzato utili per 111 miliardi di dollari!

Ha così relegato al secondo posto, quasi doppiandola, l’azienda fondata da Steve Jobs.

Questo ci deve far riflettere su quanto siamo ancora dipendenti, come sistema-pianeta, dai combustibili fossili, con tutte le conseguenze che ne derivano a livello di inquinamento…

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La camorra spara sui turisti, ma Salvini pensa solo agli immigrati!

Post n°2061 pubblicato il 20 Marzo 2019 da massimocoppa
 

 

LA CAMORRA SPARA SUI TURISTI, MA SALVINI PENSA SOLO AGLI IMMIGRATI!

Qualcuno potrà pensare che io abbia maturato una specie di pregiudizio compulsivo verso il vicepremier, nonché ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

Tuttavia come si fa a non rilevare criticamente l’assurda lista di priorità del leader della Lega?

Salvini passa gran parte del suo tempo ad occupare i media sbraitando contro quattro poveri sfigati africani che vogliono venire in Italia.

Nello stesso tempo, in piazza Plebiscito, vetrina di Napoli, a pochi metri dalla Prefettura, diramazione territoriale del governo, una gang di delinquenti ha sparato contro un boss che chiacchierava fuori ad un bar: non l’hanno colpito, ma i proiettili si sono conficcati ad altezza d’uomo nelle vetrine di due bar e per un pelo non c’è scappato qualche morto innocente tra turisti ed avventori.

La criminalità organizzata si fa sempre più sfacciata ed arrogante e Salvini pensa a qualche immigrato miserabile!

Vergogna! Dimissioni!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »