Creato da: massimocoppa il 22/08/2006
"Ci sedemmo dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano occupati"


"There is no dark side
of the moon, really.
Matter of fact,
it's all dark"

Pink Floyd

 

 

 

I MIEI LIBRI
(dal più recente
al più datato)

 

 

 

 

 

DOVE SCRIVERMI

Puoi scrivermi su: massimocoppa@gmail.com

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

"Conosceremo una grande quantità di persone sole e dolenti nei prossimi giorni, nei mesi e negli anni a venire. E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: ricordiamo".

Ray Bradbury, "Fahrenheit 451"

 

Area personale

 

 

"And all this science,
I don't understand:
it's just my job,
five days a week...
A rocket man"

Elton John

 

Un uomo può perdonare
a un altro uomo
qualunque cosa, eccetto
una cattiva prosa

                     Winston
                        Churchill

 
 

Presto /
anche noi (…) saremo /
perduti in fondo a questo fresco /
pezzo di terra: ma non sarà una quiete /
la nostra, ché si mescola in essa /
troppo una vita che non ha avuto meta. /
Avremo un silenzio stento e povero, /
un sonno doloroso, che non reca /
dolcezza e pace,
ma nostalgia
e rimprovero
PIER PAOLO PASOLINI
 

 

 

 

 

Cazzarola!

 

 

 
« "Achtung! Banditen"L'errore di un corriere... »

Perché Mario Draghi non mi fa impazzire

Post n°2101 pubblicato il 15 Febbraio 2021 da massimocoppa
 

PERCHE' MARIO DRAGHI NON MI FA


IMPAZZIRE

Tutta l’Italia sembra impazzita per Mario Draghi. È la superstar del momento. Da un recente sondaggio risulta che il 65 % degli italiani è molto soddisfatto del nuovo capo del governo: un fan club che è maggioranza perfino tra gli elettori del partito della Meloni, unica a schierarsi all’opposizione.

Premesso che quando assisto a pubblici deliri di soddisfazione e di appoggio verso una persona o un’idea, automaticamente porto la mano alla pistola (per parafrasare Goebbels), tutto questo entusiasmo mi sembra veramente eccessivo.

A parte il fatto che, più ci si entusiasma per qualcuno e più si dovrà successivamente restare delusi (ormai sono al pessimismo cosmico leopardiano), domandiamoci: chi è Mario Draghi e cosa rappresenta?

Draghi è un oggetto misterioso, questa è la verità. Nessuno può dire di aver compreso totalmente il personaggio. La mia sfiducia verso di lui deriva innanzitutto da una considerazione tecnica: egli è stato allievo del grande economista Federico Caffè, e di formazione è, dunque, un keynesiano: crede, cioè, nella dottrina di John Maynard Keynes, secondo cui per uscire stabilmente da una crisi economica bisogna promuovere la spesa pubblica, rivolta all’irrobustimento della domanda (per consumi e per investimenti). Per i keynesiani (anch’io lo sono, per formazione universitaria) il deficit pubblico non è un dramma, se rivolto al sostegno dell’economia ed al conseguimento della piena occupazione. Il bilancio in pareggio è, insomma, un feticcio che non ha alcuna vera importanza ma, anzi, può diventare dannoso, specie se l’economia è al collasso e la disoccupazione è elevata. Eppure, è proprio questa dittatura del pareggio di bilancio che caratterizza l’Unione Europea da molti anni.

Un vero keynesiano potrebbe fare carriera in un blocco di potere rivolto al liberalismo economico, come quello europeo a trazione tedesca? No. Eppure Draghi è stato ai massimi vertici della politica finanziaria del vecchio continente.

Quindi, come minimo, è uno pronto continuamente a cambiare idea: ma verso il peggio.

Detto questo, cosa può venire di buono da un governo dove TUTTI i partiti, tranne Fratelli d’Italia, sono saltati sul carro della maggioranza?! È una grande ammucchiata, non un governo.

Era veramente necessario? L’obiettiva emergenza dovuta alla necessità di aderire ai piani di aiuto dell’Unione Europea, improvvisamente diventata keynesiana e fautrice della spesa pubblica, necessitava davvero di quest’abbraccio mortale tra tutte le forze politiche e dell’ascesa al vertice del secondo capo di governo consecutivo MAI VOTATO dagli elettori?

Con la sua immeritata aura di santità e le eccessive aspettative caricategli addosso, Draghi è il nuovo salvatore della patria. L’ennesimo. È forte il timore che fallirà, come tutti gli altri.

Inspiegabile il comportamento di Salvini. Chi mi segue sa che non ho alcuna stima del leader della Lega: quantomeno, però, bisognava riconoscergli una certa coerenza da duro e puro. Invece, pur di tornare al governo, si è fatto umiliare su tutta la linea: nessuno, veramente, ha capito perché.

Sembra incredibile, ma a questo punto devo dire che la migliore del mazzo è la Meloni. Insensibile alle sirene del potere, coriacea verso le lusinghe della poltrona, la minuta leader di Fratelli d’Italia continua a dire che bisogna andare alle elezioni. Dovremmo essere tutti d’accordo con lei, comunque la si pensi, perché in Italia assistiamo ad un grave vulnus democratico: il popolo viene trattato da essere informe, ottuso, ebete ed ignorante, viene messo in un angolo chiedendogli di non disturbare e viene affermato che ha bisogno dell’ennesima guida calata dall’alto e dell’ennesimo governo rimpinzato di tecnici: di una classe di “ottimati”, cioè, che sa sempre cosa sia meglio per noi.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/massimocoppa/trackback.php?msg=15359627

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
elyrav
elyrav il 15/02/21 alle 13:12 via WEB
Nemmeno a me piace Draghi. E appunto si è tirato su dei "signori" che poteva fare a meno di recuperare. Magari ci facessero votare. Magari!!!
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 15/02/21 alle 13:41 via WEB
capisco che il momento è critico, ma onestamente andare al voto mi sembrerebbe il male minore
(Rispondi)
 
 
 
elyrav
elyrav il 16/02/21 alle 10:49 via WEB
Anche per me ... :/ ma non ce lo vogliono far fare.
(Rispondi)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Renzo il 15/02/21 alle 21:34 via WEB
Questo dovrebbe far capire a tutti in che situazione politica ci troviamo. Basta che si presenti un signore con la benedizione della EU per calare tutti le braghe. Eppure, nonostante questo, di migliori non riesco pensarne. Saluti
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 16/02/21 alle 12:50 via WEB
il panorama è desolante, ma è vero che ormai siamo ostaggio della UE
(Rispondi)
 
paperino61to
paperino61to il 16/02/21 alle 08:28 via WEB
Sarebbe stato meglio il voto, ma in questo momento un pò di perplessità l'avrei. Quello che noto è sempre la stessa cosa, ovvero i devoti della lega che non si pongano mai domande del tipo: Ma se Salvini l'aveva a morte con Draghi( fino a due giorni prima era sprezzante), se l'aveva con l'UE tanto da far stampare soldi leghisti? Se l'ha morte con il Movimento, cosa ha fatto cambiare idea?...fatti una domanda e datti una risposta come direbbe Marzullo :-) ciao. Ps. Draghi è come Monti, stesso paralllelismo da parte dei mass media.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 16/02/21 alle 12:50 via WEB
Speriamo che non si comporti come Monti...
(Rispondi)
 
MARGO129
MARGO129 il 16/02/21 alle 18:21 via WEB
In quel 65 per cento ci sono anch'io.. ma dopo aver ascoltato la nomina di alcuni ministri le mie certezze sono diventate incertezze.. non nego che sono rimasta molto delusa da queste scelte.. ma anche se questo futuro governo rimane lontano dalle mie aspettative.. la mia fiducia su Draghi per un'infinità di motivi rimane immutata... Non in tutto ma su molte cose concordo con te...
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 17/02/21 alle 10:52 via WEB
tra l'altro sta diventando più chiara la scelta di Salvini di entrare a qualunque posto: così può ricominciare a destabilizzare, in puro stile Renzi...
(Rispondi)
 
 
 
MARGO129
MARGO129 il 17/02/21 alle 20:32 via WEB
Lo penso anch'io! ...
(Rispondi)
 
cassetta2
cassetta2 il 18/02/21 alle 12:50 via WEB
Più gli intellettuali ci dicono che con Draghi possiamo dormire tranquillamente contando le pecore, più mi sento a pecora.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 19/02/21 alle 10:27 via WEB
capisco perfettamente la sottile metafora...
(Rispondi)
 
maresogno67
maresogno67 il 18/02/21 alle 22:12 via WEB
sembra che in questo drammatico periodo pandemico abbiamo tutti bisogno di un padre. E il fatto che Draghi sia visto come la persone delle "banche" per eccellenza, darebbe sicurezza.... ciao, gi
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 19/02/21 alle 10:27 via WEB
ma perché, secondo te le persone hanno fiducia nelle banche?!
(Rispondi)
 
 
 
maresogno67
maresogno67 il 21/02/21 alle 18:26 via WEB
certamente no. Spero solo che riesca a trovare qualche via d'uscita meno complicata per i vaccini. ciao, gi
(Rispondi)
 
jigendaisuke
jigendaisuke il 19/02/21 alle 12:40 via WEB
Aspetta, aspetta. Fra qualche settimana l'idilio finirà e Salvini tornerà quello di prima.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 20/02/21 alle 11:42 via WEB
forse sta già accadendo
(Rispondi)
 
rteo1
rteo1 il 20/02/21 alle 10:25 via WEB
Anzitutto, complimenti. Come al solito una riflessione ampia e completa e pienamente condivisibile. Stamattina, comunque, avverto l'esigenza di osservare quella che appare la realtà da un altro punto di vista. E ossia "antropologico", anzichè socio-politico. Tu ti dissoci, e giustamente, dagli osanna verso Draghi. Questi certamente non "salverà" la "Patria". Ma il "popolo" ci crede (o lo spera). Dal punto di vista "antropologico" è tutto coerente. In natura il branco ha bisogno di un capo, e fintanto che questi non sarà scalzato da un nuovo capo (il capo branco) egli avrà la possibilità di esercitare la sua sovranità (potere e diritti) sul suo branco. Quest'ultimo - il branco - viene denominato "Popolo" dagli essere umani ma è una pura definizione politica, e forse anche "politamente corretta". Ma la natura va per la sua strada e non si cura di ciò che secondo gli uomini deve dirsi in un certo modo anzichè in un altro. In ordine, poi, al keinesismo di Draghi, va detto che non c'è nulla di straordinario. Questa sua visione economico-sociale è una parte della politica economica più generale. Per questo le sue scelte, quando hanno avuto successo e quando no, sono state soltanto legate all'andamento del tempo. Tutto, infatti, muta, si trasforma. E' impensabile, perciò, che una idea di ieri debba andare per forza bene anche per oggi e per domani. Come vedi il discorso ci porta ben oltre le prime riflessioni. Altre ancora ne andrebbero fatte. Ma sarebbe disastroso per il tuo blog, che pure affonda negli abissi delle tematiche di attualità. E' perciò doveroso per me concludere, seppur ex abrupto, richiamando Pascal, il quale, consapevole di essere stra-noto agli esseri umani, si rivolgeva al firmamento e chiedeva: perché nessun astro mi riconosce ? Ciao.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 20/02/21 alle 11:45 via WEB
grazie per i complimenti; alla tua riflessione antropologica (e zoologica) aggiungo che in Italia abbiamo sempre subito il fascino del capo. Per il resto, la dottrina keynesiana va bene anche oggi, e del resto è stata ampiamente testata, con successo, sin dalla crisi del 1929. Solo che ci sono forti resistenze ad applicarla. Ma Keynes è tornato, perché UE e USA stanno stanziando migliaia di miliardi di euro/dollari dalla spesa pubblica per sostenere l'economia... Non è keynesismo, questo?
(Rispondi)
 
Cherrysl
Cherrysl il 20/02/21 alle 19:20 via WEB
A mio parere Salvini ha agito strategicamente. Si sta portando avanti per la futura campagna elettorale. Ha fatto capire agli italiani che non ha fretta di andare al voto, ma è più importante ora che non si perda altro tempo per risolvere i problemi italiani più scottanti. Lui si muove concretamente per il bene dell' Italia, questo è il messaggio. A patto che il nuovo governo risponda altrettanto concretamente con soluzioni giuste e immediate. E comunque è una scelta matura...
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 22/02/21 alle 10:22 via WEB
Salvini di lotta e di governo...
(Rispondi)
 
ITALIANOinATTESA
ITALIANOinATTESA il 21/02/21 alle 12:16 via WEB
Rispetto alle tre problematiche considerate dal Presidente della Repubblica, che lo hanno indotto ad assumere questa scelta, (quasi come ultima chance) penso che non si possa escludere, a cavallo dell'estate, che emerga qualche sorpresa. Considerato gli attori in campo portatori di insane incongruenze sociali. Un saluto, M@.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 22/02/21 alle 10:22 via WEB
"portatori di insane incongruenze sociali": bellissima, me la voglio segnare!
(Rispondi)
 
mauriziocamagna
mauriziocamagna il 22/02/21 alle 09:16 via WEB
Draghi non ti fa impazzire perché è arrivato troppo tardi... ci ha pensato Conte a mandarti al manicomio solo per interpretare i dpcm.
(Rispondi)
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 22/02/21 alle 10:21 via WEB
il ritorno del Camagna! Grande! Camagna for president!
(Rispondi)
 
 
 
mauriziocamagna
mauriziocamagna il 22/02/21 alle 11:16 via WEB
Per president non sono ancora pronto ma mi sto preparando per diventare assessore.....alla prossima tornata elettorale. Ciao
(Rispondi)
 
 
 
 
massimocoppa
massimocoppa il 23/02/21 alle 10:51 via WEB
allora, rimodulo: "Camagna for mayor!". Almeno sindaco!
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.