Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19ambradistelledivinacreatura59giussaniservicelunetta_08maandraxprolocoserdianaalbina.maroswoodenshipe_d_e_l_w_e_i_s_slacey_munroJhon_Calessandrini.bianchilottomaxim
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« IL MIO CUORE FA CIOCK!ALLA FACCIA DELLE CODE »

CI SONO MACCHINE E CI SONO SBRUFFONI

Post n°3134 pubblicato il 08 Febbraio 2019 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

Due notizie mi hanno particolarmente colpito ieri mentre scorrevo i giornali. Un tale Alex Belli (per me sconosciuto) attore di "Cento Vetrine", era in ritardo per essere presente al festival di Sanremo, ha sfrecciato per le strade della città a bordo della sua potente Lamborghini, a 110 km all'ora. Era in ritardo per essere in platea come spettatore oppure era in ritardo per partecipare al festival come ospite? Non è importante la mia domanda, lui alla guida e in compagnia della sua fidanzata, ha commesso una bravata e come se non bastasse, l'ha pubblicata su Instagram fiero di esporre il suo "trofeo": una lussuosa macchina e un sgarro alle regole della strada! Selvaggia Lucarelli che vive di queste notizie stando sui social, ha a sua volta criticato l'atteggiamento del Belli e con il suo post, ha informato indirettamente la Questura di Sanremo che ha immediatamente invitato l'attore a presentarsi per spiegare. A Noicattaro, in provincia di Bari, all'uscita della scuola elementare, mentre i piccoli erano accolti dai genitori e altri si apprestavano a salire sullo "Scuolabus", una favolosa "Rolls Royce" si è fermata proprio davanti  all'istituto per prendere a bordo una bimba di otto anni. La scena non è passata inosservata, tutti erano curiosi davanti ad una macchina lunga 5 metri ed elegante come non se ne vedono in giro. La bimba è salita a bordo e la macchina è ripartita. Una mamma in particolare, ha riportato la notizia su Facebook: era piuttosto incazzata per l'orrida sceneggiata e se la prendeva con la Direttrice Didattica della scuola. Ha ricevuto molte condivisioni la signora che lamentava come sia sempre più difficile gestire i figli per tutto ciò che la società odierna oggi faccia per attrarli, ma se cominciano a mettere su teatrini spettacolarizzanti e location da "Beatiful", allora diventa sempre più duro gestire e tenere calmi e sereni i piccoli. Oltre le condivisioni, ci sono state voci contrarie: "Non si può fare una sorpresa ad un figlio che subito lo mettete alla gogna". Un commento che la dice lunga sull'accaduto. E' evidente che le coscienze più sensibili si risentano, mentre altre più dentro al contesto attuale del nostro vissuto, sono meno severe e più permissive. Allora, come dicevo in apertura, due notizie con punti in comune: il possesso di un auto lussuosa e costosa e il mettersi in evidenza violando la legge. Questo per l'attore Alex Belli. Mentre, a Noicattaro, sempre un auto costosa e vistosa, ha irretito le mamme per la sfregiante ed evidente "mostra" voluta a tutti i costi. Il grasso che cola, il lusso mostrato a piene mani in entrambi i casi, sono aberranti e se si potessero evitare in talune circostanze, sarebbe meglio. Poi se per farsi notare si corre oltre i cento all'ora in pieno centro, siamo proprio al delirio della onnipotenza. La mamma non ha poi fatto male a scrivere il post: certo non è avvenuto tutti i giorni e magari, per una particolare circostanza, la bambina è stata prelevata davanti alla scuola da una RR. Alla gogna no, ma un tiratina d'orecchie, l'uomo alla guida chiunque fosse stato, se la meritava. Mantenere la macchina un po' più lontana dall'ingresso, avrebbe magari evitato tutte le occhiate e l'attenzione su di essa, quindi era evidente l'esibizione. In fondo basterebbe poco, per entrambi  i casi riferiti, a mantenere quelle aplomb necessario per essere persone capaci di gestirsi: uno sbaglia, corre e si vanta su FB, l'altro sbaglia, si pone davanti alla scuola e si fa notare da tutti. Allora con chi state? Cosa ne pensate di questi atteggiamenti che ricorrono spesso, dappertutto e comunque, in un società sempre in fermento e viva, attiva e capace di stupirci nel bene e nel male? 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog