Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

Suggerisco il mio sito:

httpps://blog.libero.it/wp/paccottiglia/

 

 


 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi  produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

MaedySrldenisamariutei97fraga_nicolaamecafnicosupersicroktaghlascrivanaprolocoserdianamonellaccio19occhi_digattaNuvola_volaellida.savorettiwoodenshipmariateresa.savinosurfinia60
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« MA GRETA...CI FA O CI E'?SONO SOLO PARTITE DI CALCIO »

E DI ESAGERATA COMPULSIONE NE VOGLIAMO PARLARE?

Post n°3166 pubblicato il 19 Marzo 2019 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

Non è il primo, non è l'ultimo e non è l'unico. Li vediamo, specie nelle stagioni più fredde "addobbati con abiti umani", scarpette e quanto altro possa renderli carini da vedere e da ammirare. Sono purtroppo manie e compulsioni che circuiscono i padroni dei cani in particolare: li vestono, li adornano e li rendono ridicoli conciati in tal guisa. Tutto questo con buona pace della Vittoria Brambilla, ha un termine preciso che definisce puntualmente tale tentativo di umanizzare gli animali: antropomorfizzazione. Se prima vi erano tentativi di coprire un cane solo per difenderlo dal freddo pungente o dalla pioggia battente, oggi rileviamo come si tenda all'esagerazione del fenomeno e addirittura, a forzature fuori da ogni logica. Gli animali non hanno bisogno di tutto questo, il troppo amore verso di loro, molto spesso si riversa per effetto di una strana empatia, in un amore verso se stessi: cioè, rendere bello e grazioso l'animale perché chi lo ammirasse, fosse preso da ammirazione e benevolenza verso il proprietario/a. Varie sono le forme di antropomorfizzazione e lo notiamo dal coinvolgimento totale dell'animale: dal pigiamino per dormire alla dieta salutista ed esasperata, riservata all'amico a quattro zampe. A volte ci chiediamo difronte a certe "mise", che cosa passi per la testa dei padroni. Non comprendere la funzione, l'aspetto, le modalità d'abbigliamento, che nulla hanno a che vedere con un animale, significa negare la conoscenza dell'animale stesso e trattarlo come non dovrebbe essere mai trattato. E' innaturale, è un modo che mette a disagio la bestia: se potesse si strapperebbe le vesti di dosso per essere al naturale...un semplicissimo, bellissimo cane. E' un fatale errore metterli al pari con noi umani, è contro natura comportarsi così, serve ben altro al fidato amico dell'uomo, per interagire e comprendersi con il suo proprietario. Certamente non è l'abbigliamento griffato e curioso da vedere indossato da un cane che fa moda e manifesta amore da dimostrare alla gente, e no all'animale. Lui, il cane, se ne strafrega se indossa qualcosa  o meno. Se non ha niente addosso, campa lo stesso e bene pure. Ditelo ai fuori di testa. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog