Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29  
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 168
 

Ultime visite al Blog

monellaccio19e_d_e_l_w_e_i_s_szefiro1931lascrivanadivinacreatura59Vince198mariateresa.savinosofya_mdiavolito2erikapasini1980mariagrazia_campagnabarbe78laipapierrottina7
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« IL MIO "CONTO" LIBEROOCCHIO AL SITO IMBARAZZANTE »

TUTTO PER UN UCCELLO INVADENTE

Post n°3476 pubblicato il 14 Febbraio 2020 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

 

Non lo faccio per emulare Feltri che ha discettato amabilmente e con sottile umorismo, su una fondamentale differenza che contraddistingue il nord e il sud. E' noto che i nordici sono soliti appellare con il sostantivo "uccello" la parte intima dell'uomo, mentre i "sudici", si servono di un altro animale per indicare la stessa parte maschile: pesce. Beh, il direttore non ha perso l'occasione per dissertare sull'argomento visto che non aveva altro di cui scrivere. Io al contrario, sull'uccello ho da riferire e non posso farne a meno, tuttavia e onde evitare equivoci, preciso subito che trattasi di volatile noto a tanti. Il "Gallo Cedrone", un animale molto bello a vedersi e dotato altresì di un caratteraccio, è stato protagonista di un procedimento penale contro un cinquantunenne che ha dovuto difendersi dall'accusa di aggressione violenta contro il gallo che su una pista della Val Gardena (Alto Adige), ha attaccato il figlio dell'uomo mentre sciava e lo ha fatto cadere malamente. L'uomo ha immediatamente raggiunto il volatile e ha cercato di allontanarlo agitando le racchette da sci. Per reazione, il gallo lo ha attaccato e lui non ha potuto fare altro che difendersi, picchiandolo duramente con i bastoni. Chi l'ha visto, la gente in zona ha visto l'animale sulla neve immobile e sanguinante, ha subito soccorso... l'uccello e indi ha proceduto con il denunciare l'uomo per tentato ...omicidio. Il Gallo Cedrone, è specie protetta in Alto Adige, nessuno può permettersi di aggredirlo e quindi il procedimento è stato avviato dopo le indagini delle forze dell'ordine. Ebbene, durante il dibattimento e ascoltati i testimoni (figlio compreso), il giudice ha assolto l'uomo cattivo motivando a suo discarico che si sia trattato di legittima difesa. Oh, raga' ci sta tutto, qua ormai siamo alla realtà del nostro tempo: il gallo cedrone specie in inverno, cerca cibo, si allontana anche dal suo habitat solito e nonostante la presenza dell'uomo che teme, cerca cibo sulle piste innevate. Per cui, siate pronti ad evitare l'uccello aggressivo, cercate di scansarlo mentre scendete lungo la pista e sappiate che la gente si preoccupa più della salute dell'animale che della vostra. Non sempre si può incontrare un giudice benevolo e pronto a riconoscere le intenzioni dell'accusato. Pensate se gli animalisti volessero ricorrere contro la sentenza e magari, dopo anni e anni di processi (tre gradi di giudizio) e Cassazione, la storia si definisse tra venti o trentanni. Per cosa? Per un uccello...protetto?  E al pesce nessuno ci pensa? 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog