Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 173
 

Ultime visite al Blog

surfinia60chiedididario66monellaccio19cassetta2MARGO129ambradistelleg1b9un_uomonormale0licsi35peprolocoserdianalascrivanapuppys1pino646neopensionata
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« FINIRANNO MAI QUESTI ATT...TRA UN BONUS E L'ALTRO.... »

SONO FUORI ORARIO...PORTO GIU' LA SPAZZATURA

Post n°3829 pubblicato il 22 Febbraio 2021 da monellaccio19
 

 

 

 

La foto a sinistra è puramente casuale, c'era e la lascio perché in fondo, fa parte del sacchetto destinato al cassonetto. La foto grande invece, sarebbe il mio cruccio, la mia infinita malattia: sono così affranto e coinvolto da quest'uomo, dalla sua trasmissione e dai contenuti vacui e assolutamente superflui che sono costretto ormai, a rivolgermi al mio psichiatra di fiducia. Ho necessità di fare qualche seduta, non posso andare avanti a queste condizioni: più tento di sgombrare e rimuovere le mie paturnie, le mie pressioni e depressioni, i miei incubi notturni, e più peggioro. Stamane ho aperto come al solito la pagina generale di "Google News", operazione che faccio tutti i giorni, per la prima scorsa ai titoli dei giornali e: 

*Maria Teresa Ruta piange a "Non è la D’Urso": “Goria? Non voglio vederlo”. (da Gossip TV).

*Maria Teresa Ruta a Live non è la D'Urso: «Goria? Ho perdonato i suoi tradimenti, ma ora non voglio vederlo» (da il Messaggero).

*Grande Fratello Vip, "Voglio morire". Crollo emotivo per Dayane Mello: quella impensabile confessione su Rosalinda. (da Libero quotidiano).

*ANDREA ZELLETTA: "HO UN'ALTRA IDEA DI AMICIZIA". Il giovane ammette i suoi dubbi riguardo Dayane Mello a Rosalinda Cannavò (da GFP).

*Grande Fratello Vip", Andrea Zenga a Rosalinda: "Non conosco Adua, mi piaci tu". Tenere confidenze nella notte per la coppia appena nata nella Casa (da TGcom24).

Questi sono i titoli messi in evidenza da Google. Andrò dopo a sfogliare tutto il resto con calma, molta calma e dopo aver assunto i miei medicinali. Ma so già cosa mi aspetta! 

Io non li vado a cercare, non seguo i programmi e li scanserei, se non fossi travolto e sommerso da tutto ciò che improvvisamente mi ritrovo davanti agli occhi sui giornali.   


 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/monellaccio19/trackback.php?msg=15371165

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
divinacreatura59
divinacreatura59 il 22/02/21 alle 09:15 via WEB
Ma di tutti stì cavoli che pubblicano a noi cosa interessa?Io trovo il tutto sfogliando fb per scartare i miei post e mi trovo davanti gente della quale non me ne frega un'emerita mazza!Vuoi o non vuoi te li devi sorbettare con le loro storie insulse delle quali farei a meno perchè tanto mangio lo stesso.Certo c'è chi gli va appresso ma io faccio altre strade:)Buona giornata Carlè e baciuzzi...Divy.
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 22/02/21 alle 10:20 via WEB
Eppure non sono il solo a esprimere critiche feroci contro trasmissioni tossiche e velenose. Grandi critici della tv e molti altri giornalisti, manifestano i loro verbosi anatemi contro questo genere di spettacolo che confrontato con altri virus ed epidemie, procurano seri danni alla salute. Perché le sigarette sì e 'sta robaccia no? Buon giorno cara, un bacione e buona settimana.
(Rispondi)
 
licsi35pe
licsi35pe il 22/02/21 alle 09:16 via WEB
AhAhAhA, Carlo, non mi dire! Ci troviampo semrpe davanti a notizie gossip che ci fanno rivoltare le budella, e non solo "la casa del GF"... ma notizie decisamente cretine sulle figure Vip, di una certa levatura, senza stare a precisare. Io, al GF ci butto l'occhio se mi capita, girando alla ricerca di un qualcosa da vedere, ma scappo...io quella tramissione la chiamerei in altro modo ma lasciamole il "titolo" che ha, la dice tutta da solo. Ridiamoci su e passiamo oltre, caro Carlo! Buona giornata...;))
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 22/02/21 alle 10:27 via WEB
Questi sono veleni tossici, siamo ai controsensi evidenti e sottovalutati: nuocciono alla salute le "terre dei fuochi", i grandi depositi di rifiuti pericolosi che vengono fuori dal terreno all'improvviso e ci spaventiamo per il loro accertato inquinamento. Siamo circondati da tanta di quella robaccia che ci sta rovinando l'esistenza e continuiamo ad assumerla con la più completa indifferenza. Ricordiamoci che i veleni non sono solo "materiali", ma anche virtuali, ovvero, colpiscono la nostra psiche e il nostro raziocinio. Facciano qualcosa, altrimenti questa società sarà duramente colpita dai nostri inspiegabili mutamenti antropologici! Ciao Licietta, una splendida settimana.
(Rispondi)
 
soltanto_unsogno
soltanto_unsogno il 22/02/21 alle 10:16 via WEB
Un consiglio d'amica... non leggere piu' queste stronzate, spegni la TV e leggiti un bel libro, buongiorno carissimo amico, buon inizio settimana! *___*
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 22/02/21 alle 10:35 via WEB
Scusami Fede, ma sarò più chiaro: io non vedo e non mi interesso di tutto questo. Io scorro tanti giornali, riviste e tutto ciò che fornisce informazione. Leggo i titoli uno dietro l'altro. Se mi capita un pezzo che ritengo interessante e utile per il mio sapere e farne quindi argomento per un post, ebbene, procedo. Ma quando scorro questi titoli su quotidiani importanti, su siti generici che raggruppano argomenti diversi, come faccio a saltarli e a non farci caso? C'è gente che ci campa con 'ta roba che nuoce gravemente alla salute e se si va avanti di questo passo, la nostra società sarà sempre più liquida. I mali del nostro tempo non sono soltanto fisici, ma sono essenzialmente psichici e mentali. Buona e piacevole giornata mia cara.
(Rispondi)
 
 
 
soltanto_unsogno
soltanto_unsogno il 23/02/21 alle 10:45 via WEB
Eh lo so..anche questi, chiamiamoli Vip, hanno bisogno di campare..a me fanno pena perche' sono vuoti di cervello! Buongiorno Carlo, un abbraccio virtuale *___*
(Rispondi)
 
 
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 23/02/21 alle 11:04 via WEB
Vero, devono campare tutti!!!! C'è tanta buona terra da...zappare, renderebbero un servizio utile alla società. Grazie cara.
(Rispondi)
 
Vince198
Vince198 il 22/02/21 alle 10:25 via WEB
Nel pieno rispetto delle altrui opinioni, sono talmente lontano da questo genere di talk show o come diavolo si chiamano, che non ti dico! Soprattutto mi scappa da ridere nel guardare alcune pose della quasi coetanea della mia 2/3 ( Maria Carmela ha un anno in meno ), che se dovessi riferiti quello che la mia 2/3 dice, rigorosamente in friulano, ci sarebbe sul serio da sogghignare per un bel pò di tempo. E non è invidia, credimi, tutt'altro!
Mi capita, sfogliando "elettronicamente" qualche rivista/giornale di leggere certi acumi d'ingegno saltar fuori da questro genere di spettacoli, che volto subito pagina.
Quando sono stato ragazzo mi pare ci fossero i romanzi "rosa" in circolazione con attori noti nel periodo, "preda" di donne che sognavano chissà cosa...
Si, non lo dico per criticare quel genere di letture, spettacoli, però sinceramente c'è tanto meglio da guardare. In questi giorni di febbraio mi sono abbuffato di America's Cup anche di notte, di mattino presto e francamente quello spettacolo mi ha pienamente soddisfatto. Vedere quelle barche speciali sfrecciare sul pelo dell'acqua fino a 90 km/h, mi ha fatto una notevole impressione! Questo oltre il costo astronomico di quelle barche iper tecnologiche.
Ciao Carlo, buona giornata ^_____^
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 22/02/21 alle 10:58 via WEB
Purtroppo non posso farcela a passare notti in bianco per seguire la vela. Mi piacerebbe farlo, l'ho fatto un sacco di volte nel passato. Pensa te, quando Benvenuti vinse nel 1967 il titolo di campione del mondo contro Griffith, in cinque seguimmo l'incontro con una radiolina portatile, in una 850 Fiat per strada, ferma davanti al portone di casa mia. Vabbè, anche per altri sport ne abbiamo fatte di pazzie. Tornando a noi, so che nemmeno sotto tortura seguiresti quella robaccia di cui parlo, siamo sintonizzati e come noi, moltissimi altri. Il punto è un altro: nessuno pensa che questo modo di proporre la tv nuoccia gravemente alla salute. Così come ci preoccupiamo dei tanti mali che affliggono le nostre persone fisicamente, vi sono mali che agiscono sulla psiche e sulla mente di molti senza mostrarne i segni nell'immediato!!!! Non possiamo curarci i tumori e tante altre patologia, e non pensare agli effetti nefasti di questi velenosi programmi. Qui è in gioco la società, le sue manifestazioni, le sue espressioni, i suoi mali che diffusi ai livelli raziocinanti di ogni uomo che venga "infettato", non si può che pensare quali effetti devastanti procurino nel lungo tempo!!!!! Troppa gente vive di questo pattume e col tempo sapranno essere degni di una società che punti a valori ben più alti?
(Rispondi)
 
 
 
Vince198
Vince198 il 22/02/21 alle 14:13 via WEB
Allora .. l'incontro Griffith-Benvenuti della primavera del 1967 l'ho seguito in radiocronaca anche io. Quella notte ero nella mia cameretta con la radiolina accesa - a volume basso ovviamente - e alla fine ho gioito per la vittoria del nostro connazionale. La "comica" fu che, un minuto dopo che ascoltai la decretazione della vittoria di Nino Benvenuti, la porta della mia cameretta si aprì piano piano e spuntò .. papa che mi chiese l'esito. Che gli riferii al volo!
Il .. nobil genitore è sempre stato un appassionato di boxe però quella notte ricordo che fu troppo affaticato, stanco dal resistere ed ascoltare quell'incontro epico. abr> Sul secondo punto devo dirti che, sì hai ragione al 200%, però esiste un apparecchio chiamato telecomando e su quello certi produttori basano le loro scelte. Non credo si possano vietare certe trasmissioni che, come hai ben osservato, producono danni a non finire. Nel mio piccolo una cosa mi consola: i miei ragazzi non le guardano mai e già questo per me è un bel sollievo, mi consola non poco! Ciao Carlo, alla prossima ^____^
(Rispondi)
 
 
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 22/02/21 alle 16:43 via WEB
Vince, non siete voi o altri a me vicini che mi preoccupano, sono i patiti del genere, coloro che vivono di questa roba, specie i giovani che emulano, si ispirano ai modelli proposti e assorbano i miasmi di questa robaccia. Sono parte della società e come tali ....futuri...cosa? Buona sera mio caro.
(Rispondi)
 
prolocoserdiana
prolocoserdiana il 22/02/21 alle 11:34 via WEB
Ciao Carlè...Così non va e te lo dice uno che la sua professione presume di conoscerla abbastanza bene. Ma come: non ti vuoi acculturale? Non provi un pò di pietà per questi personaggi che hanno i cuori infranti? E la povera D'Urso e quel bricconcello di Signorini non hanno priorità sulle croci degli altri comuni mortali? E i giornali di cosa dovrebbero parlare? Di femminicidi? Di lavoro che non c'è o di sanità tutta da rivedere? Mi sa, mi sa, mio caro che dovrai seguire la prescrizione che ti propongo: a-prima di sflogiare un giornale 25 gc. di LEVOPRAID; B- prima di accendere il pc: una cp. di Sereupin 250 mg; C- Prima di sbattere la testa contro un muro, sparati in vena una fiala di VALIUM 10 e vedrai che la D'Urso si materializzerà così tanto nella tua fantasia che sarai quasi certo che quel suo VI AMOOOOOO in effetti è dedicato solo a te...Buon pranzo e ai tuoi ospiti giornalieri vedi di trattarli con piatti speciali ( non oso dire quali!!! ) Strasorriso, by sal e sempre e soltanto W Google e i suoi inossidabili notiziari...
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 22/02/21 alle 11:58 via WEB
Sfotti...sfotti....il kakkio del fatto è che...hai una ragione fottuta!!!!! Stamattina poi, al contrario delle altre mattine, il solito spazio dedicato da Google News alle "puttanate" della tv, era più lungo del solito. Pertanto, mentre scorrevo verso il basso e leggevo i titoli delle notizie come faccio al solito, mi sono istintivamente bloccato, mi sono soffermato un po' più del solito: erano in perfetto ordine così che le abbia riportate nel post. Allora e non la faccio lunga: perché dobbiamo preoccuparci della ricerca su malattie importanti e devastanti, sull'ILVA, i miasmi pericolosi, dei veleni in vaste regioni del sud, il fumo, le sigarette ecc.ecc.??????? Tutti mali fisici che contiamo di debellare nel tempo! E i mali psichici procurati dal mezzo televisivo, quella inoculazione giornaliera e velenosa che prende mente e neuroni, non interessa a nessuno? I danni sono rilevanti e prendono tutte quelle persone che a lungo andare, assorbono le radiazioni video e audio che agiscono subdolamente sull'uomo. A noi non interessano costoro singolarmente, interessano perché fanno parte della società e invece di avere cervelli svegli e pronti a emigrare all'estero perché di qualità, i peggiori restano a rompere i coglioni a noi con le loro lezioni imparate in tanti anni di questa lurida tv. Tu che sei un PHD perché non ti preoccupi come me?
(Rispondi)
 
cassetta2
cassetta2 il 22/02/21 alle 12:42 via WEB
La notte dell’uno marzo tra la festa perché è finito sto grande fratello e la festa perché inizia il festival di Sanremo credo che mi ubriacherò
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 22/02/21 alle 16:37 via WEB
Chiamami...ho dell'ottimo vino in cantina!!!!! Se non ti va il vino, ho ben altro di più...corposo. Bye cass.
(Rispondi)
 
chiedididario66
chiedididario66 il 22/02/21 alle 12:45 via WEB
Io passo oltre.
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 22/02/21 alle 16:37 via WEB
Buona sera Dario.
(Rispondi)
 
prolocoserdiana
prolocoserdiana il 22/02/21 alle 16:45 via WEB
Ari, riciao...C'è chi guarda il rotocalco televisivo preferito, chi legge giornali specializzati, chi telefona all'amica per le novità dell'ultima ora, chi accosta l'orecchio al muro di casa per ascoltare i litigi dei vicini. Il motivo? Soddisfare l'innata esigenza di entrare nella vita degli altri, famosi e non, di conoscere i particolari di amori e tragedie, debolezze e virtù. In una parola, di fare gossip. Termine con cui, oggi, non si indica più solo il pettegolezzo VIP, ma il chiacchiericcio generalizzato, «l'arte» di spiare dal buco della serratura, la spifferata da condominio. Senza che il proprio occhio indiscreto venga scoperto. Il tentativo di scovare l'origine della parola gossip, però, non spiega perché il termine abbia acquisito un significato negativo. La ragione potrebbe risiedere nella solidarietà femminile nata in un tempo in cui la donna era del tutto estromessa dalla vita pubblica, e dunque pettegolare in una cerchia di sole donne era il chiaro segno, forse non del tutto consapevole, di una reazione al predominio maschile: un modo per ritagliarsi uno spazio in cui l'opinione e la posizione della donna avessero valore. Con il commérage, che si avvicina all'italiano «comare» (dal latino commater, «madrina»), cioè il pettegolezzo, continua Kapferer, «le donne si riprendevano quel diritto che gli uomini rifiutavano loro, discutendo non solo del sociale, ma anche dei suoi lati occulti. Private di vita pubblica, quindi, le donne rendevano pubblica la vita privata (ivi)». Tutto questo si è poi forse tradotto in un costume duraturo, cioè il pettegolezzo che oggi conosciamo.Al di là delle ricerche in laboratorio, è bene spiegare perché si fa gossip, qual è la ragione che spinge milioni di persone a occuparsi dei fatti degli altri. E una risposta plausibile arriva da Gisèle Freund, una delle prime esponenti del fotogiornalismo femminile, vissuta nell'Europa nazista, che diceva: «leggendo le storie d'amore, i particolari della vita intima di persone celebri e fortunate [le donne] possono sognare e dimenticare la propria esistenza, spesso mediocre. La stampa scandalistica è anche un mezzo per sfogare l'odio che nasce dalla difficoltà della vita» Il gossip è pettegolezzo, cronaca rosa, chiacchiericcio leggero, ma può trasformarsi in un'arma devastante, capace di distruggere la reputazione e persino la vita di una persona. A volte basta un'insinuazione, una foto, una dichiarazione diffusa sui media per far crollare l'immagine di qualcuno. E questo meccanismo vale per la gente comune, ma a maggior ragione per i personaggi pubblici. Lo dimostrano le vicende che periodicamente compaiono sulle pagine dei giornali o nelle televisioni di tutto il mondo: fatti, a volte persino falsi, relativi alla stretta sfera privata dei VIP vengono spiattellati pubblicamente, senza curarsi delle conseguenze. Perché quel che comanda è la copertina, il servizio esclusivo, lo scoop. E pur di ottenerlo si è disposti a tutto. Un caso emblematico è quello della morte, il 31 agosto 1997, di Diana Spencer, inseguita a folle velocità nel cuore di Parigi da un cronista e alcuni fotografi; l'autista se ne accorge e tenta di seminarli, ma l'auto sbanda e si schianta. Per Diana, il suo compagno e l'autista non c'è niente da fare. Il mondo resta sgomento, in molti si chiedono fino a che punto possa o debba arrivare l'occhio indiscreto di fotografi e riviste. La risposta non si fa attendere: la danno i milioni di lettori che, nonostante tutto, tengono in piedi, anzi, finanziano l'industria del gossip, nel Regno Unito come in Italia. Al punto che oggi, a fronte del netto e continuo calo di vendite di quotidiani e periodici di attualità, l'unico segmento a sentire meno la crisi dell'editoria è proprio quello della «stampa rosa». Ma chi c'è dietro l'industria del pettegolezzo? Senz'altro gli imprenditori del settore, ovvero le agenzie fotografiche, gli editori, ma soprattutto le decine, centinaia di vip di basso e medio rango che fanno del gossip una linfa vitale: nascono in TV, durano pochi mesi, il tempo di una stagione, poi comincia la decadenza e, con essa, la caccia alla copertina, alla «gossippata», per tentare di ridare luce alla carriera: si mettono in piazza amore, figli, lavoro. A volte, però, entrati nel fantastico mondo dei flash, si perde il controllo della situazione, e c'è chi trasforma la macchina fotografica in un'arma. È il caso, ad esempio, di «Vallettopoli», in cui, come accertato dalla magistratura (anche se ancora le sentenze di condanna non sono definitive), il noto paparazzo Fabrizio Corona ha ricattato numerosi VIP, chiedendo decine, centinaia di migliaia di euro, per non vendere servizi fotografici compromettenti ai giornali di gossip. È la faccia scura di una medaglia che, certo, stenta a splendere, ma, di sicuro, ha e continuerà ad avere un ruolo fondamentale nella società. Mi scuso per essermi dilungato, ma datosi che nessuno, o quasi di noi, riesce malgrado la propria volontà ad evitare ciò che hai ben descritto, ho volutamente aggirato il tutto riconducendo la tua analisi alla nostra utopia di poter vivere facendoci solo ed unicamente i santi caxxi nostri e fottercene delle cazzate altrui...Buona serata, by sal
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 22/02/21 alle 17:58 via WEB
Scommetto che vorrebbe anche una replica? Ma mi faccia il piacere...ha detto tutto lei!!!! Non c'è da aggiungere altro. Io non faccio elucubrazioni di teorie e argomenti professionali. Comprendo quello che hai scritto e nel campo televisivo, possiamo anche risalire al nome del mandante, ma mi astengo, in fondo se non fosse stato lui, ci sarebbe stato un altro! Comunque, ciò che conta è il risultato finale: seguendo, affezionandosi e recependo tutto questo bombardamento mediatico di così basso livello, siamo convinti che i pessimi modelli ispiratori, le situazioni surreali e poco pertinenti, col tempo, devasteranno la psiche umana, lo formatteranno e la omologheranno come vogliono loro. Questi modelli se aumenteranno, cresceranno e si allargheranno come rivoli invadenti, allora aspettiamoci soprese. Saranno i segni della società di...domani mattina. Bye Sal.
(Rispondi)
 
ambradistelle
ambradistelle il 22/02/21 alle 16:53 via WEB
E' tutto ciarpame...Buon pomeriggio e sera!! Un abbraccio sincero...
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 22/02/21 alle 17:45 via WEB
Che fa molto male alla psiche!!!!! No la mia, no la tua, ma a quella di coloro che si "fanno" di questa roba. Ciao Cara, un bacione.
(Rispondi)
 
g1b9
g1b9 il 22/02/21 alle 18:56 via WEB
Ormai siamo tutti spiazzati. Da un lato costretti ad una vita senza senso dalle restrizioni per la pandemia, che ci sta portando a depressioni, pazzie per non dire peggio; e dall'altra parte siamo sommersi di notizie cretine riguardanti il cosiddetto mondo vip, dello spettacolo, e quant'altro, di cui francamente non se ne può più, non basta non accendere la TV, sono dovunque come i martellamenti sui contagi, varianti, virus...di una cosa almeno ci siamo liberati, della presenza ossessiva di Conte e della sua voce insopportabile quotidianamente! Buona serata Carlo:)
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 22/02/21 alle 19:33 via WEB
I risultati sono nefasti e non visibili. Assorbire per anni e anni tutta questa roba preconfezionata "ad usum delphini", crea modelli impensabili e sorprendenti. Li abbiamo visti questi signori all' opera, sono quelli che si montano la testa, si propongono come fossero padroni del verbo: il mondo creato attorno a loro è frutto di un bombardamento quotidiano che la psiche umana non può e non vuol respingere perché non fa parte dei valori di una società che si deve muovere su altri piani. Qua c'è gente che è già fuori di testa e assumendo piccole dosi quotidiane di questi veleni, si va oltre ogni regola. Sappiamo che molti seguono con esasperante affezione questa roba e non possiamo lasciarli liberi di farsi come vogliono. Sono mode da non seguire e i risultati sono sotto i nostri occhi!!!! Ciao Giovanna, serena notte.
(Rispondi)
 
lascrivana
lascrivana il 22/02/21 alle 22:19 via WEB
La tua critica è sempre esilerante. Diverti sempre, anche quando gli argomenti sono indigesti. Buonanotte Carlo
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 23/02/21 alle 07:54 via WEB
Grazie Laura, bontà tua. Buondì e tanta serenità.
(Rispondi)
 
neopensionata
neopensionata il 23/02/21 alle 02:33 via WEB
"Apri di più il tuo cuore, non sei prigioniero. Sei un uccello che vola nel cielo alla ricerca di sogni." (Haruki Murakami) Klikka
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 23/02/21 alle 07:55 via WEB
Generosa e piacevole giornata mia cara Jole. Grazie.
(Rispondi)
 
prolocoserdiana
prolocoserdiana il 23/02/21 alle 05:59 via WEB
Ciao...Dimentico e per questo non porto rancore. Anche se quello forse dipende più dal dare la giusta importanza a quello che dicono/fanno/pensano gli altri, al peso che dai alle loro opinioni nella tua vita. Io dimentico. Poi magari mi viene la gastrite, ma anche quello è un altro discorso. A volte saper ricordare è un bel vantaggio e una grande dote. Ma datemi retta, a volte anche dimenticare non è poi così male.Sorrisissimo, by sal
(Rispondi)
 
 
monellaccio19
monellaccio19 il 23/02/21 alle 07:56 via WEB
In realtà non decidiamo noi se ricordare o meno. Il ricordare è spontaneo, il perdono è una scelta. Buon giorno Sal.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.