Creato da nicole_08 il 14/08/2008
 

UN POSTO NEL MONDO..

..Ma qualcosa mi manca... È sempre stato così, lo sento da come respiro la vita...Sento ke mi manca come se mi fosse già appartenuta e qualcuno me l'avesse portata via.. Non so esattamente cos'è. C'è ki cerca l'altra metà della mela, io sto cercando ancora la mia mezza: sono uno spikkio di me stessa...;)

 

 

le provo tutte...

Post n°35 pubblicato il 13 Agosto 2009 da nicole_08
 

 

.................. vai giù


.................ancora più giù


.............va bene ora leggi!

Image Hosted by ImageShack.usPozione d'AmoreImage Hosted by ImageShack.us


(¯¯¯¯)
|
~~~|
|
~~~|
|
~~~|
|
~~~|
/
~~~
/
~~~~
/
~~~~~
/
~~~~~~~
/
~~~~~~~~~
/
~~~~~~~~~~~
/
~~~~~~~~~~~~~
/
~~~~~~~~~~~~~~~
/
~~~~~~~~~~~~~~~~~
(___________________)

(Segui le istruzioni!)

Glu, glu, glu, gulp

Glu, gulp, glu, glu, gulp



AAAAAAHHHHHHHHHHHHHHHHH !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!



Passo 1) Hai appena ingerito una pozione d'amore virtuale. L'effetto avrà

Luogo

In 15 secondi.

Tic

Tac

Tic

Tac

Tic

Passo 2) Mentre scorri la pagina pensa intensamente alla persona che vuoi

Far Innamorare...

15.....



14.....



13.....



12.....



11.....



10.....



9.....



8.....



7.....



6.....



5.....



4.....



3.....



2.....



1.....

STOP!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Da ora la pozione ha effetto!

Image Hosted by ImageShack.us!!!!!! SARAI AMATO !!!!!!Image Hosted by ImageShack.us

Ora ti trovi sotto l'effetto della POZIONE D'AMORE. Ricorda però che funzionerà Solo se farai COPIA E INCOLLA sul tuo blog e almeno 1 xsona lascerà 1 commento!!!

 

 

 
 
 

rieccomi

Post n°34 pubblicato il 15 Aprile 2009 da nicole_08

Ciao Amicissimi! E' da tantissimo ke non scrivo nel mio blog.. a dir la verita avevo pensato pure di kiuderlo ma mi spiace... Grazie cmq a Max se non smette mai di venirmi a trovare.. kissà.. forse potrei tornare.. 

 
 
 

Post N° 33

Post n°33 pubblicato il 20 Ottobre 2008 da nicole_08

"Proviamo a fare un viaggio insieme. Sarà un viaggio breve, ma intenso. Un viaggio breve, ma indimenticabile. Un viaggio unico nel suo genere.

Nel seguirmi ti kiedo solo di kiudere gli occhi per un istante; ti kiedo di dimenticare per un momento tutto ciò ke adesso ti occupa la mente. Ti kiedo di rilassarti e di non stringere i pugni. Respira tranquillamente e non farti prendere dall’ansia, dagli appuntamenti, dal colloquio di lavoro, dal pensiero di andare a prendere tuo figlio all’asilo, dal fidanzato ke ti aspetta sotto casa… Dimentica tutto questo e preparati a viaggiare insieme a me.

Sono solo cinque passi verso il cielo e poi ritorneremo. E’ un viaggio d’amore; un viaggio ke ti darà l’occasione di scoprire un nuovo mondo: il tuo. Un viaggio in cui apprenderai una nuova lingua: la tua. Un viaggio ke ti darà l’opportunità di incontrare una nuova persona: te stesso.

Ho scelto te per questo viaggio perké, io e te, possediamo l’energia giusta per affrontare il cielo, quindi non deludermi. Tu sei forte, tu sei unico. Ricorda, questo viaggio resterà impresso nel tuo cuore per molto tempo, e ogni volta e vorrai tornarci io ti accompagnerò.

Non perdere tempo a preparare la valigia, dove andiamo troveremo tutto quello di cui hai bisogno. Non stare impalato davanti all’armadio in cerca di un vestito adatto per l’occasione. Non specchiarti a lungo davanti a quello spekkio ingolfato dalle luci della falsità. Non incasinarti alla ricerca del profumo giusto da spruzzarti sul collo. Ho bisogno di te così come sei.

Spegni le luci della camera, stacca la TV e rilassati sul divano. Kiudi gli occhi e buon viaggio.

Esiste un luogo diverso dagli altri dove ogni cosa è xfetta, dove non esiste la tristezza, dove non regna l’invidia, dove tutto splende proprio come desideri. E’ un posto come lo hai sempre sognato sin da bambino. In questo posto ogni singolo desiderio è praticamente realtà. Un sorriso è il governatore di questo paese ke incantato non è.

Quante volte hai provato questa emozione? Quante volte, dì la verità, hai sognato un mondo tutto tuo. E quante volte hai desiderato follemente di oltrepassare il confine del cielo e nasconderti in mezzo alle stelle? Dì la verità, tante volte, lo so!

Lo si fa quando ci viene negato un amore. Lo facciamo tutte le volte ke gli altri “non capiscono ciò ke diciamo”. Lo facciamo tutte le volte che una nostra idea è per gli altri “nullità”.

Ecco perké, secondo te, il cielo di notte è coperto da tante stelle, perké i desideri non fanno parte di questo mondo, ma di un altro a cinque passi da noi. Per te vale la regola di ki sostiene ke ki soffre non può essere felice. Per te vale il concetto ke se il mondo è strangolato dalla malvagità non si può guarirlo.

Ecco perké, per te, il cielo di notte è sazio di stelle, perké i desideri fanno parte del cielo. E ogni volta ke il tuo cuore ti kiede di sognare tu lasci che i desideri volino nell’etere spaesati. A nulla vale l’accontentarti di cercarli tra tanti.

Ke vita è?

Io non posso contare le stelle per te, tanto meno sono capace di scoprire qual è il tuo desiderio. Però, sono certo ke anke tu ami sognare. E ti dico: continua a sognare!

Dimentica coloro ke ti prendono in giro tutte le volte ke provi a raccontare i tuoi progetti impossibili. Allontanati da quanti ripetono ke i sogni sono allucinazioni. Continua a sognare e fallo di giorno quando la vita ti sembra incasinata, insopportabile, nevrotica. Sogna quando un raggio di sole ti abbaglia e ti fa vedere il mondo con colori più caldi. Sogna quando incontri la persona che ami e non riesci a svelargli il tuo bene. Sogna quando la vita passa accanto al tuo destino e lo distrae. Sogna quando x un motivo o per x altro i tuoi occhi si gonfieranno di lacrime. Sogna quando tuo marito, tua moglie ti kiederà di parlare d’amore. Sogna quando i tuoi figli ti faranno venir voglia di abbandonare tutto e tutti. Sogna quando x un giorno, x due o x tanti giorni nessuno ti kiamerà per darti una “bella notizia”. E sogna quando il tuo essere più nascosto ti kiederà un poco di serenità.

Ke cos’è la vita se per una volta non sogniamo? Se per una volta non osserviamo a cinque passi da noi ke cosa c’è? Ke cos’è la vita se riflettiamo sempre e solamente sulle cose tristi ke ci passano accanto?

Guarda, un amore finito non è la fine della tua vita. Una guerra che attanaglia il mondo non è la fine dei tuoi sogni. Anke in quei posti la gente sogna. Anke in quei posti ci sono tante stelle nel cielo di notte. Ecco ke cos’è il successo. Ecco ke cosa io voglio trasmetterti: un sogno ke ti aiuti a guardare a cinque passi da te una persona ke è proprio come te, una persona ke è come tu ami. Una persona ke non ha paura di sognare. Una persona ke di giorno punta tutto su quel sogno e di notte ne migliora le qualità affinché possa diventare realtà.

E’ un peccato, secondo te, sorridere ai sogni?

Lascia ke un po’ di emozione ti faccia dimenticare le avversità della vita. Hai un sogno? E allora credici!

Il viaggio è finito, si ritorna a casa. E quando si torna a casa dopo un viaggio capita sempre di notare qualcosa di diverso intorno a noi. Oggi, rincasando, troverai qualcuno nel tuo cuore ke mette ordine tra le emozioni, i ricordi e i desideri nascosti. Fa in modo che il passato sia chiuso nelle scatole da portare in cantina e lascia che i ricordi piacevoli di un grande amore o di una persona cara ke non c’è più ti aiutino a creare un obiettivo talmente grande ke anche le stelle, guardandolo, siano colte dalla voglia di scendere sulla terra a illuminarti il cammino per giungere prima possibile in vetta.

Ecco il concetto del successo: crea un sogno, amalo fino alla follia, custodiscilo. Fa ke diventi più caldo del sole e più luminoso della luna e rendilo reale.

Allora, sono convinta, ke questo semplice viaggio sarà la tua meta preferita.

Questo viaggio porta il tuo nome perché, questo viaggio, è tuo.

Questo viaggio è la scoperta di te stesso. E’ il viaggio ke ti permette di affrontare la vita con ottimismo e con fiducia".

 
 
 

Post N° 32

Post n°32 pubblicato il 17 Ottobre 2008 da nicole_08

 

Tu Potrai solo Amarlo

 

Scorre veloce il fiume della vita incontro al suo mare, bloccarne il flusso non potrai e neppure modificarne il percorso, tu potrai solo amarlo.

Impara ad amare quel fiume, che non controlli, controlli forse il fluire del tuo sangue nelle vene oppure lo accetti come inconfutabile cosa?

Allora perché freni il tuo procedere nella visione lontana di qualcosa che ancora non tocchi? Accetta il mistero della tua vita, e quando sarà giunto il momento che tanto temi, troverai in te la risposta che tanto hai atteso.

 

Un giorno una giovane foglia, disse all’albero da cui pendeva:

 

Dimmi maestoso albero, quanto sarà lunga la vita di questa piccola foglia?

 

E l’albero rispose:

 

Osserva foglia il cielo azzurro che ti sovrasta. Questa è la vita.

 

Ma la foglia era oltremodo preoccupata per il suo destino, e continuò nel dire:

 

Albero, tocca la paura che rende pesante l’aria che respiro, essa non è portatrice di vita, ma anticipa la mia morte.

 

E l’albero continuò:

 

Osserva foglia i caldi raggi del sole che ti illuminano, questa è la vita.

 

Albero sacro, sei sordo alle mie parole, ma il tuo occhio non sarà allo stesso modo cieco, guarda quante mie sorelle giacciono prive di vita tra le tue molteplici radici.

 

Foglia la tua vita corre via veloce, apprezza l’istante che ora ti illumina e non far sì che scorra via senza averlo vissuto pienamente. Questa è la tua vita. Vivila.

 

La foglia ascoltò l’albero, e alla luce di quel cielo e sotto quel sole trovò la sua felicità, e quando un giorno il suo involucro prese a staccarsi dal suo ramo, la foglia non versò lacrime e non dimostrò paura, ma lasciò che il vento la liberasse dalla sua vecchiaia.

Grande saggezza aveva nel tempo acquisito, la sua vita era stata amore, e aveva compreso d’appartenere e d’essere da sempre appartenuta a quel grande albero. La sua foglia altro non era che l’espressione più alta dell’amore di quel grande albero per la vita stessa.

 

Vivi la tua vita, è essa l’espressione più intensa che l’amore ha per la vita. E sappi…fino a quando quell’albero continuerà a generare foglie, l’amore di Dio per il mondo sarà più vivo che mai.

E’ nella continuità dell’essere che la luce torna a dimorare in terra, è attraverso le nuove vite che il cielo ci rinnova la sua promessa d’amore.

Vivi e quando sentirai nel tuo cuore d’appartenere alla vita, non morirai più, perché sarai in Dio

 
 
 

Post N° 31

Post n°31 pubblicato il 14 Ottobre 2008 da nicole_08

Quando si vedono sempre le stesse persone

alla fine queste cominciano a far parte della nostra vita.

E quando divengono parte della nostra vita

cominciano anche a volerla modificare.

Se non ci comportiamo come loro si aspettano, si irritano.

Sembra che tutti abbiano l'idea esatta

di come dobbiamo vivere la nostra vita.

E non sanno mai come devono vivere la loro.

Paulo Coelho

 
 
 

Post N° 30

Post n°30 pubblicato il 12 Ottobre 2008 da nicole_08

   Image Hosted by ImageShack.us 

 
 
 

Post N° 29

Post n°29 pubblicato il 07 Ottobre 2008 da nicole_08

AMICIZIA 

Una splendida parola.Una scelta, una promessa, un patto...una parola importante che a volte puo xdere, purtroppo valore, può venire tradita, può essere dimenticata e , improvvisamente può passare....come l'amore, portata via da un soffio di vento, da una parola sbagliata...
l'amicizia dovrebbe avere meno pretese, perkè si basa solo sulla felicità di stare insieme,xkè non dovrebbe vivere di gelosie;xkè dovrebbe essere quell'insenatura tranquilla dove rifugiarsi nei momenti di tempesta, in quei giorni sbagliati dove ti senti sola, quando, non importa che ora sia o quanta gente hai intorno...quelle volte le risate non bastano... e di tutto l'amore che ti danno amici e parenti, te ne servirebbe solo 1 goccia..L'amicizia è poter sbagliare senza essere ripreso, è mettersi a dieta di ricordi xkè c'è bisogno di spazio x un nuovo mondo che chiede di entrare, un mondo dove non c'è niente di più bello che non avere penombre.Quella pacca sulla spalla, quell'abbraccio sincero, piangere senza vergognarsene, senza aver paura, sapendo di essere capiti comunque, anke se si ha torto...criticare è facile,molto più difficile mettersi in gioco...l'amicizia va coltivata e ci sono alcuni punti fondamentali:la lealtà è importante (prenditela e regalala), la chiarezza, come quella di un cielo sereno...che non riesce a nascondere una nuvola anke quando non c'è.... é bello poter rinunciare ogni tanto a qualcosa proprio nel nome dell'amicizia. come ad andare a ballare o ad assistere un concerto solo xkè la tua amica, l'unica xsona che quando chiami risponde, non può uscire...come non far pesare mai nessuna differenza, dal peso ai soldi,è bello risolvere qualsiasi problema parlando, arrivando anke alle mani, e qualke volta è capitato,per non portare rancore,per poter andare a cena con il sorriso,e quando hai paura di voler fare qualcosa, c'è sempre lei che dice:"Anke se non 6 sicura, provaci.Cos'hai da xdere?riski solo di farcela" e con quel sorriso ti fa capire ke tutto andrà benissimo....ma c'è sempre qualcuno o qualcosa ke disturba i tuoi sogni...ma se tutto va storto non puoi odiare ki non ti ama abbastanza.Non c'è nulla da fare, ci provi, ti metti in gioco e ci credi...ma alla fine non puoi costringere gli altri a vedere qualcosa di splendido in te, se non ci riescono.Puoi spaccarti le mani contro un muro x sentirti + vivo, puoi correre a 220 con la moto riskiando tutto...e poi?tanto alla fine ciò ke resta siete tu e il tuo dolore, mentre ki l'ha causato è gia altrove...dalle cuffiette esce micheal bubblè con la sua "Can't buy me love"... e ripenso a lui, ke avrebbe voluto comprare il mio amore, cambiandomi...e poi penso a loro ke x non farmi star male mi sono state vicine, mi hanno portato fuori la sera x mangiare, x bere, x kiakkierare proprio di quel ragazzo appena passato, del cameriere ke non capisce l'ordinazione,della ragazza ke nn porta le birre, quelle vacanze fatte, quel libro appena letto, di un piccolo problema,di una grande felicità, del film appena visto al cinema:"love affaire", ke l'unico messaggio ke porta con se è ke il trucco della vita non è ottenere ciò ke vuoi, è volerlo dopo ke l'hai ottenuto...
una cena non tutta scena, una cena vera, sincera, allegra, divertente, dove si ride di cuore...dove si getta la maschera, dove nn ci si nasconde.Dove si è felici x la felicità degli altri, xkè quella felicità è anke la nostra felicità, perchè ci appartiene,xkè abbiamo faticato, abbiamo voluto ke fosse così....una volta su un muro ho letto:" UN FRATELLO PUO' ESSERE UN AMICO, MA UN AMICO SARà SEMPRE UN FRATELLO"...E non c'è niente di più bello che vedere i tuoi amici a quella tavola, con la stessa felicità di quando ci si è conosciuti.ritrovare le risate e le promesse che non abbiamo mai dimenticato, xkè sono ankora scritte li nel nostro parketto sul nostro scivolo, ke non abbiamo mai tradito, la volontà e le fatiche ke non ci sono mai pesate.E poi quel segreto comune,quel paio di jeans comprati in 5, quel patto ke nn ha mai avuto bisogno di parole. guardarsi, e capire subito tutto, guardarsi...e sentire ognuno nel proprio cuore l'eco di quelle parola...AMICIZIA...si la nostra amicizia... e ne andiamo fiere...grazie di cuore amici e amike mie!!!

da web

 
 
 

Post N° 28

Post n°28 pubblicato il 06 Ottobre 2008 da nicole_08
 

 

Ho imparato

 

Che crescere

non significa solo fare l'anniversario

 

Che il silenzio

è la miglior risposta quando si sente una stupidaggine

 

Che lavorare

non significa solo guadagnare soldi

 

Che gli amici

si conquistano mostrando chi realmente siamo

 

Che i veri amici

stanno con noi fino alla fine

 

Che le cose peggiori

spesso si nascondono

attraverso una buona apparenza

 

Che la natura

è la cosa più bella di questa vita

 

Che quando penso di sapere tutto

ancora non so' niente

 

Che un solo giorno

può essere più importante di molti anni

 

Che si può conversare con le stelle

 

Che ci si può confessare alla luna

 

Che si può viaggiare nell'infinito

 

Che è salutare sentire buone parole

 

Che anche ad essere gentili fa bene alla salute

 

Che è necessario sognare

 

Che si può essere bambini tutta la vita

 

Che il nostro essere è libero

 

Che Dio non vieta nulla in nome dell'amore

 

Che giudicarsi non è importante quando realmente importa è la pace interiore

 

E finalmente ho appreso... che non si può morire per imparare a vivere.




(W.Shakespeare)

 
 
 

oceano mare

Post n°27 pubblicato il 29 Settembre 2008 da nicole_08
 

"Posa la penna, piega il foglio, lo infila in una busta. Si alza, prende dal suo baule una scatola di mogano, solleva il coperchio, ci lascia cadere dentro la lettera, aperta e senza indirizzo. Nella scatola ci sono centinaia di buste uguali. Aperte e senza indirizzo. Ha 38 anni, Bartleboom. Lui pensa che da qualche parte, nel mondo, incontrerà un giorno una donna che, da sempre, è la sua donna. Ogni tanto si rammarica che il destino si ostini a farlo attendere con tanta indelicata tenacia, ma col tempo ha imparato a considerare la cosa con grande serenità. Quasi ogni giorno, ormai da anni, prende la penna in mano e scrive. Non ha nomi e non ha indirizzi da mettere sulle buste: ma ha una vita da raccontare. E a chi, se non a lei? Lui pensa che quando si incontreranno sarà bello posarle sul grembo una scatola di mogano piena di lettere e dirle -Ti aspettavo. Lei aprirà la scatola e lentamente, quando vorrà, leggerà le lettere una ad una e risalendo un chilometrico filo di inchiostro blu si prenderà gli anni -i giorni, gli istanti- che quell'uomo, prima ancora di conoscerla, già le aveva regalato. O forse, più semplicemente, capovolgerà la scatola e attonita davanti a quella buffa nevicata di lettere sorriderà dicendo a quell'uomo -Tu sei matto. E per sempre lo amerà."

 
 
 

Adesso lo sai...

Post n°26 pubblicato il 28 Settembre 2008 da nicole_08

Un’altra voce si alza in favore del boicottaggio delle Olimpiadi di Pechino. Filippo Facci, in una nota in prima pagina de “Il Giornale”, coglie l’occasione di attaccare le Olimpiadi riaprendo la raccapricciante questione dell’utilizzo dei feti umani per la produzione di collagene.

L’argomento è stato oggetto nel 2004 di una inchiesta-shock del quotidiano britannico “The Guardian”, in cui oltre al macabro utilizzo dei feti nell’industria cosmetica cinese (in particolare per la produzione di creme antirughe) veniva denunciata anche la pratica di estrarre collagene dalla pelle dei cadaveri dei condannati a morte.

Tale “abitudine”, che i funzionari in Cina considerano “tradizionale”, spiega l’anomalo contenimento del costo del collagene prodotto nella Repubblica “Popolare” (solo il 5% del prezzo di quello estratto in Occidente), nonché la grande quantità di organi umani a disposizione della medicina cinese e del traffico internazionale: dal grembo materno alla tomba - è proprio il caso di dirlo - il corpo dei cittadini cinesi appartiene allo Stato, che ne usufruisce come meglio crede.

Le pratiche disumane derivate dalla politica del “figlio unico” (aborto praticato fino al nono mese, infanticidio, ecc.) e l’altissimo numero di condanne a morte non fanno temere crisi nel settore dell’estetica:

feti e cadaveri provenienti dalla Cina occupano i banconi delle nostre profumerie nell’assoluta ignoranza dei consumatori.

Le autorità cinesi, dal canto loro, raccomandano “riservatezza” ma non condannano.

Ha ragione Facci a scandalizzarsi della condiscendenza italiana verso una Nazione che, macchiandosi di simili nefandezze, si permette anche ingerenze nella nostra agenda diplomatica, che minaccia ritorsioni per l’accoglienza al Dalai Lama e che, in quanto “paese in via di sviluppo”, riceve ogni anno 250.000.000 di Euro di finanziamenti in soldi pubblici.

Fonte

A volte assieme alle creme , “ci scappa” di comprare, più di un prodotto Made in Cina, perchè costa poco…

Giocattoli Killer

  • Fabbriche prive di licenza che imbottiscono gli animali giocattolo con rifiuti infetti - cotone, carta straccia, sabbia e buste di plastica - senza sterilizzarli.
  • Sono stati ritirati dal mercato il “Bindeez” e la sua versione statunitense “Acqua Dots”, accusati di contenere una sostanza tossica. Il gioco “Bindeez” consiste in centinaia di palline colorate che si incollano con l’acqua per fare dei mosaici. Questi grani si trasformano in GHB (gamma idrossibutirato), elemento chimico che compone il principio attivo di molte droghe sintetiche. Da alcuni esami di laboratorio è risultato, inoltre, che i giocattoli incriminati contenevano il butanediolo, che una volta ingerito può causare problemi respiratori, perdita di coscienza, attacchi di panico e perfino coma e morte (4).
  • Un milione e mezzo di giocattoli della Mattel “made in Cina”, con il marchio “Fisher Price”, sono stati ritirati dal commercio in tutto il mondo, perché verniciati con una sostanza illecita, contenente piombo (5). Come sappiamo il piombo è un metallo insidioso, che una volta ingerito, viene immagazzinato nelle ossa, ma che agisce soprattutto sul sistema nervoso centrale, provocando gravi danni cerebrali, come ritardi nell’apprendimento, dislessia, rallentamento dei riflessi (6).
  • Vernici ad alto contenuto di piombo sono state rilevate anche su diversi articoli, come le spirali di alcune rubriche e diari, secchielli e trottole della Locomotiva Thomas.
  • Altri giocattoli (tipo Barbie, Batman, Polly Pocket e molti altri) sono stati ritirati perché pericolosi per il facile distacco di alcuni magneti. Questi ultimi, se ingeriti dai bambini, possono provocare lacerazioni allo stomaco e all’intestino (7).
  • Sono stati analizzati alcuni giocattoli contenenti ftalati, sostanze plastificanti, la cui nocività è stata documentata su fegato, reni e sistema riproduttivo.
  • Alcuni biberon, risultati tossici, sono fatti con plastica di seconda e terza mano, contenente una quantità di una sostanza tossica, l’idrobenzene, in quantità doppia rispetto a quella consentita dalla legge. L’idrobenzene può provocare danni irreparabili al fegato e ai reni (8).
  • Anche nei vestiti per bambini sono stati trovati alti livelli di ammine aromatiche, sostanze cancerogene, che erano dieci volte superiori a quelli consentiti.
  • l’Australia ha ritirato coperte e pigiami per bambini aventi un elevato contenuto di formaldeide, che può causare allergie alla pelle, irritazione agli occhi e gola, problemi respiratori, asma e cancro. Ad aggravare la situazione, due bambini sono stati ustionati dai loro pigiami di flanella che hanno preso fuoco (9).
  • Alcune culle sono state ritirate dal mercato dopo la morte di due bambini. Infatti, sono costruite in modo tale da creare uno spazio nel quale un neonato può restare intrappolato e soffocare.
  • E poi vogliamo parlare degli elastici per capelli fatti con i preservativi usati, degli snack per ragazzi e dei succhi di frutta contenenti pericolosi additivi? Dei telefonini per bambini che danneggiano l’udito e dei televisori che danno la scossa quando si cambia canale? Dei bambini che rischiano di rimanere fulminati dalla “palla Strobo” e di quelli inghiottiti dai loro passeggini? (10)…

(1)-(2)-(3) quotidiano “LA STAMPA” del 19/8/2007
(4) AsiaNews.it 8/11/2007
(5) quotidiano “Repubblica” del 2/8/2007
(6) quotidiano “Corriere della Sera” del 25/11/2007
(7) quotidiano “Corriere della Sera” del 27/8/2007 e del 25/11/2007
(8) “TGCOM” 31/5/2006
(9) AsiaNews.it 22/8/2007
(10) quotidiano “Repubblica” 10/01/2006

Fonte

Adesso lo sai

Grazie.

IL COMITATO TROVIAMO I BAMBINI

Da www.troviamoibambini.it

 
 
 

Post N° 25

Post n°25 pubblicato il 19 Settembre 2008 da nicole_08


Siamo seduti alla nostra scrivania e facciamo di tutto fuorké telefonare alla persona cui sappiamo di dover parlare, quando scriviamo mettiamo tra parentesi ciò ke ci sta più a cuore, andiamo a scuola ma non studiamo, scriviamo un libro e non lo presentiamo a un editore, a volte non scriviamo neanke un libro, non kiediamo scusa neanke quando ci accorgiamo di aver sbagliato, non affrontiamo il datore di lavoro quando esce dalle righe, non facciamo lo sgambetto al ladro ke ci è scappato vicino, non balliamo una danza perké affermiamo che non ci piace, non osiamo cantare in pubblico, non scriviamo un articolo che ci viene richiesto, non acquistiamo un pezzo d’abbigliamento che tanto ci piace, non ci presentiamo per quel lavoro perché ci riteniamo inadeguati, non osiamo parlare la lingua che abbiamo appena studiato, ci tremano le gambe all’esame da dare, ci manca il respiro per rivelare che amiamo.
Eppure abbiamo sogni da quando siamo nati, partoriamo desideri ogni giorno della nostra vita. Sogniamo. Noi stessi, nel migliore dei casi, siamo nati da e per un desiderio, ma neanche questa matrice, che pure è forte, ci viene in aiuto nel vivere il nostro percorso in questa esistenza. Tutta la nostra vita è vissuta a metà, bloccata nel suo flusso entusiastico di un’energia creativa e onnipotente a causa di una forza non identificata, sottile eppure possente, che si insinua densa e appiccicosa nelle trame del nostro agire. All’inizio non si percepisce, è delicata e leggera, ma poi si raddensa, forma come una noce solida alla bocca dello stomaco e da lì dilaga, secernendo una sostanza come pece che copre tutta la superficie del nostro corpo, fino a paralizzarlo.
E’ la paura. Una forza fisica che ha vita propria e che prende possesso del nostro corpo e della nostra anima impedendoci di agire. Ci hanno parlato dell’atavica paura della morte e di quella edipica del sesso, del rispetto delle leggi e del timor di Dio, ma questa è ancora diversa e più terrificante. Non è facilmente riconoscibile perché ha sviluppato una straordinaria abilità a mimetizzarsi in miliardi di anni in cui ha gestito la vita. E in miliardi di anni è riuscita a nascondersi dietro mille scuse e giustificazioni dando al genere umano l’illusione di vivere. Ma chi ha vissuto per tutto questo tempo è lei, figlia immortale di un fallimento primordiale: la paura di vivere.
Quando parla, usa un’unica frase che sa ripetere e parafrasare in più modi: “E’ troppo difficile!” Questo è l’indizio per identificarla, il modo in cui si scopre, l’unico momento in cui è possibile visualizzare il nemico. Non ha importanza comprendere in questa sede da dove e perché nasce, ma comprendere che le si può impedire di crescere. E’ fondamentale capire che nessun essere umano può accettare di essere controllato da un potere occulto così meschino, da una dittatura che non lascia libertà di scelta, da un controllore che ha come unico compito quello di farvi fallire. Ogni essere umano ha il dovere di non accettare che la sua vita sia bloccata da una vomitevole e melliflua codardia. E se non l’avete ancora riconosciuta, osservatela meglio, va sempre a braccetto con la sua sorella gemella, la pigrizia. Quando vi vedete pigri state all’erta, l’avete trovata, è lì vicino a voi, sta prendendo possesso della vostra volontà.
Ora che l’avete scoperta, riconosciuta, finalmente vista e identificata, ribellatevi semplicemente al fatto di vedervi vittima di un’entità così miserabile e bassa. E’ quella reazione al disgusto che la fa scappare, quell’alzarsi dalla poltrona e spintonarla di lato, facendo il primo passo verso la realizzazione di un vostro sogno, che la fa ritirare e indebolire.
E allora sollevate quel telefono, scrivete quel libro, andate a trovare quell’editore, ballate quella danza, dipingete quel quadro, fermate quel ladro, urlate a tutti che avete imparato ad amare nel momento in cui avete imparato a rispettare ed amare voi stessi, e vi renderete conto che per la prima volta nella vostra vita sarete veramente vivi. Perché se siete veramente voi, e non lei, a capire, vedere e decidere, chi vi può fermare? Se il nostro Dio sapesse (e lo sa!) che siamo disposti a continuare a vivere come abbiamo vissuto finora, dovremmo allora veramente averne il timore.- dal web

 
 
 

Sarà capitato anke a te..

Post n°24 pubblicato il 17 Settembre 2008 da nicole_08

Sarà capitato anche a te di aver atteso per ore, giorni, mesi o addirittura
anni un momento, un evento che ti avrebbe fatto riempire il cuore di gioia
tanto da non sentir più tutto ciò che prima ti rendeva triste e ti pesava
sulle spalle… Un battito di ciglio e via tutto era sparito perché il tuo
cuore, il tuo corpo, il tuo spirito ora vivevano solo per quel singolo momento …

… Ma c’è un attimo, un istante prima che tutto ciò accada, in cui senti in
tutto il corpo un’eccitazione inspiegabile, un misto di sentimenti e una
tensione tale da svuotarti completamente, creandoti un vuoto però pronto ad
accogliere ed a riempirsi di quell’unico momento tanto atteso.

 

 
 
 

Post N° 23

Post n°23 pubblicato il 14 Settembre 2008 da nicole_08
 

 
 
 

Post N° 22

Post n°22 pubblicato il 12 Settembre 2008 da nicole_08



ALLA VITA

di Nazim Hikmet

La vita non è uno scherzo.
Prendila sul serio
come fa lo scoiattolo, ad esempio,
senza aspettarti nulla
dal di fuori o nell'al di là.
Non avrai altro da fare che vivere.

La vita non é uno scherzo.
Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto
che messo contro un muro, ad esempio, le mani legate,
o dentro un laboratorio
col camice bianco e grandi occhiali,
tu muoia affinché vivano gli uomini
gli uomini di cui non conoscerai la faccia,
e morrai sapendo
che nulla é più bello, più vero della vita.

Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto
che a settant'anni, ad esempio, pianterai degli ulivi
non perché restino ai tuoi figli
ma perché non crederai alla morte
pur temendola,
e la vita peserà di più sulla bilancia.

 
 
 

Post N° 21

Post n°21 pubblicato il 11 Settembre 2008 da nicole_08

"L'amore dura tre anni" di Frédéric Beigbeder

La nostra generazione è troppo superficiale per il matrimonio. Ci si sposa come si va al McDonald's. Poi, si fa zapping. Come vorreste che si restasse tutta la vita con la stessa persona nella società dello zapping generalizzato? In tempi in cui le star, gli uomini politici, le arti, i sessi, le religioni sono più intercambiabili che mai, perché il sentimento amoroso dovrebbe fare eccezione alla schizofrenia generale?

E poi prima di tutto da dove ci viene questa strana ossessione di ingeniarci ad ogni costo per essere felici con una sola persona?

Su 558 tipi di società umane solo il 24% è monogama, la maggior parte della specie animale è poligama.

Il matrimonio è caviale a ogni pasto: un'indigestione di ciò che adorate, fino alla nausea. "Su, prendetene ancora un po'... Come? Non ne potete più? Ma se lo trovavate delizioso poco fa, che vi succede, si può sapere?".
La potenza dell'amore, il suo incredibile potere, doveva terrorizzare la società occidentale a tal punto da farle creare questo sistema mirato a disgustarvi di ciò che amate.

Un ricercatore americano ha recentemente dimostrato che l’infedeltà’ è biologica. L’infedeltà’ secondo questo celebre scienziato e’ una strategia genetica atta a favorire la sopravvivenza della specie.

Immaginatevi la scena. “Amore, non ti ho tradito per un mio piacere personale, l’ho fatto per la sopravvivenza della specie. Tu puoi anche fregartene ma qualcuno deve pur farsi carico di questa sopravvivenza della specie, se credi che io mi diverta..”

Non sono mai soddisfatto, quando una ragazza mi piace voglio innamorarmene, quando ne sono innamorato voglio baciarla, quando l’ho baciata voglio andarci a letto e quando ci sono andato a letto voglio vivere con lei in un appartamento ammobiliato, quando vivo con lei in un appartamento ammobiliato voglio sposarla, quando l’ho sposata incontro un’altra ragazza che mi piace.

L’uomo e’ un animale insoddisfatto, esitante tra diverse frustrazioni, se le donne volessero giocare d’astuzia li negherebbero per farsi correre dietro tutta la vita. L’unica domanda in amore e’: A partire da quando si comincia a mentire? Siete sempre così felici di rientrare a casa e trovare la stessa persona che vi aspetta? Quando dite ti amo lo pensate sempre? Ci sara’ per forza è fatale un momento in cui per voi sarà uno sforzo, in cui i vostri ti amo non avranno più lo stesso sapore. Per me lo scatto è stata la rasatura, mi rasavo tutte le sere per non pungere Annie baciandola di notte e poi una sera lei dormiva già, ero uscito senza di lei fino all’alba, tipico genere di comportamento ignobile che ci si permette con la scusa del matrimonio, non mi sono rasato, pensavo che non fosse grave perché lei non se ne sarebbe accorta, invece significava semplicemente che non l’amavo più.

 
 
 

FELICEMENTE

Post n°20 pubblicato il 10 Settembre 2008 da nicole_08
 
Tag: Vita

Xkè nel mondo ci sono troppe xsone ke soffrono
xkè le ingiustizie sono infinite
xkè non tutti hanno avuto la fortuna
di essere protetti da braccia materne
xkè ci sono ragazzi ke non conoscono sorriso
e x meritarsi tutto questo non hanno fatto altro ke nascere
è x tutto questo amico mio ke,
immenso in un pianto sincero,
continuo a ripeterti ke SONO FELICE!
*valverine* PoetiDiStrada

 
 
 

Post N° 19

Post n°19 pubblicato il 08 Settembre 2008 da nicole_08

Buongiorno!! Ke sia x tutti

una giornata supercalifragilistikespiralidosa.....

 
 
 

Post N° 18

Post n°18 pubblicato il 06 Settembre 2008 da nicole_08

“Senti… ti volevo dire, ma a te non capita ogni tanto di

sentirti strana, sola, di parlare con certa gente e accorgerti

ke parlano un’altra lingua, di guardare x esempio la televisione

 e capire ke il tuo mondo è decisamente diverso,

di sentirti come un extraterrestre. Parlo di quei giorni in cui vorresti andare così lontano da non aver voglia nemmeno di alzarti da letto...”

 

-ESCO A FARE DUE PASSI- Fabio Volo

 
 
 

Post N° 17

Post n°17 pubblicato il 02 Settembre 2008 da nicole_08

...  è molto bella l'immagine di un proiettile in
corsa:è la metafora esatta del destino.
Il proiettile corre e non sa se ammazzerà
qualcuno o finirà nel nulla, ma intanto corre e
nella sua corsa è già scritto se finirà a
spappolare il cuore di un uomo o a skeggiare
un muro qualunque. Lo vede il destino ?
Tutto è già scritto eppure niente si può leggere ...
Alessandro Barrico

 
 
 

Post N° 16

Post n°16 pubblicato il 01 Settembre 2008 da nicole_08

Buongiorno, buon inizio settimana e buon mese di settembre..

In questi gg non ho avuto un attimo di respiro.. spero di godermi
i prox gg con più calma...

 
 
 
Successivi »
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Flavia.gizzi.88tommasomodestogiorgia.rotellimavi0906marinamarino04npdgl0marcella.ostunical520vale.neveunicellstefaniacassiopeaJessicaTamiazzoalbacesaroniproposteediliziapsicherme
 
IMPOSSIBILE è solo una PAROLA
detta da piccoli uomini che trovano più facile
lasciare il mondo così com'è che TENTARE di CAMBIARLO. .
IMPOSSIBILE non è un dato di fatto, è UN OPINIONE. .
IMPOSSIBILE non è una regola, è UNA SCELTA. .
IMPOSSIBILE non è una lotta, è UNA SFIDA.
IMPOSSIBILE non è per tutti,

IMPOSSIBILE non è per SEMPRE!!!

 

PREMI DAI BLOG AMICI


Ricevuta da blackwolf71.... ;)

 

I MIEI LINK PREFERITI

- PoetiDiStrada
 

"...il mondo è strano:si allarga, si restringe e poi si riallarga, e tu non puoi
mai essere sicuro di riuscire a starci dentro...
Ma quando riesci a stare dentro,
devi rubare tutta la vita che puoi.
E metterne un po' da parte
Ke magari, un giorno, quando avrai bisogno di ricordi, ti servirà quella manciata
di vita...
E ti metterai lì, ad accarezzare il tuo cuore e a lasciarlo parlare..."
Ma le stelle quante sono
- G.Cercasi

 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001.Alcune immagini e  testi contenuti sono presi dal web, pertanto il COPIRIGHT appartiene ai rispettivi autori. Per qualsiasi problema contattatemi e saranno  rimossi.


 
 
 

NON RINUNCIAMO AI PIACERI DELLA VITA....

Ariel's Graphic
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20