Creato da raccontami.unastoria il 18/09/2010

Raccontami

e io racconto a te

 

 

Sinallagma perfetto

Post n°989 pubblicato il 07 Aprile 2021 da raccontami.unastoria

Facciamo che ti incontro per caso e tu, per caso , proprio in quel momento, cercavi me , volevi incontrarmi. Facciamo che io ti bacio , così, tra il lusco e il brusco e che Tu, non desiderassi che questo.

Appunto.

 
 
 

Nonostante tutto.

Post n°988 pubblicato il 10 Marzo 2021 da raccontami.unastoria

Nonostante tutto, nonostante il tempo infame, metto il piumino pesante ed esco, vado a correre, conosco la strada come le mie tasche, potrei farla ad occhi chiusi, ne conosco sassi, buche e sconnessioni. Nella tasca dei biscotti, per i cani randagi, poca pioggia mi accarezza il viso, macchiandomi gli occhiali da sole, sembra che piangano. Sento il mare prima di vederlo, rumoroso e stanco, mi aggredisce con il suo sapore di salso e di alghe, potrei morire, adesso.

 
 
 

Che giorno è?

Post n°987 pubblicato il 02 Marzo 2021 da raccontami.unastoria

E mi viene in mente Battisti, i giardini di marzo e la primavera incipiente, marzo ci illude, sole e profumi a stordirci, anche il corpo è più pronto, il sangue, più caldo, per poi rapirci in un gelo inatteso come uno schiaffo, che fa sbattere gli occhi e lacrimare.

 Che giorno è? Che anno è?

 
 
 

Ritratto di donna.

Post n°986 pubblicato il 03 Marzo 2020 da raccontami.unastoria

Lei.

Si spogliava in fretta, anche se lui le chiedeva di non farlo, perché avrebbe voluto farlo lui, con lentezza, con dolcezza, ma lei era così, aveva come l'urgenza di liberare il suo corpo, trascinata da una forza primitiva e, poi, lo baciava, divorandogli la bocca, dandosi senza limiti, rifiutando i preliminari e certe tenerezze, voleva essere presa così, senza indugio, anche in quel caso con la fretta e l'ingordigia di chi ha il tempo contato. Dopo, restava un attimo distesa, ma già le si leggeva negli occhi il desiderio, spasmodico, quasi frenetico di rivestirsi, di scappare via, di infilarsi, ancora nella sua vita anonima e sicura. Fuori di là, fuori da loro.

 
 
 

benvenuto Freddo!

Post n°985 pubblicato il 05 Dicembre 2019 da raccontami.unastoria

E c'eravamo stancati del mare, nel caldo , della spiaggia a fine ottobre ( la mejo secondo me ..che non ci sta nessuno e nessuno ti rompe le palle con bambini che urlano e palle volanti), del sole che ingialliva e ti incendiava ancora come fosse luglio o la mirabile vampa d'agosto. E' arrivato alla fine. quel freddino che ti fa pizzicare il naso, che ti irrigidisce la punta delle mani, freddo che più freddo non si può. Eppure...mi manca.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 56
 

ULTIME VISITE AL BLOG

surfinia60aaltopiiriMAGNETICA_MENTE.2017francescapaolo1vita.perezGi.Joe.wizardclarissa98FLORESDEUSTADmiss_tilla.1Ninive.e.la.lunaprefazione09misteropaganostanottenonpioveDioAnubiXXXthorn2021
 

ULTIMI COMMENTI

Grazie cara.
Inviato da: raccontami.unastoria
il 08/04/2021 alle 09:23
 
Io corrispondenza di amorosi sensi, resto una inguaribile...
Inviato da: raccontami.unastoria
il 08/04/2021 alle 09:23
 
Io lo chiamo colpo di fortuna.
Inviato da: thorn2021
il 07/04/2021 alle 22:03
 
È un piacere.
Inviato da: RunaLudmilla
il 12/03/2021 alle 20:06
 
Tu sai leggere, dentro ed oltre...grazie.
Inviato da: raccontami.unastoria
il 12/03/2021 alle 18:07
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom