Creato da profeta48 il 06/06/2007

solidarietà

cosa facciamo per migliorare la nostra vita e quella del prossimo

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

MEDITIAMO.....

Questa è la storia di quattro persone OGNUNO, QUALCUNO, CIASCUNO e NESSUNO.

C'era un lavoro importante da fare e OGNUNO era sicuro che QUALCUNO lo avrebbe fatto.

CIASCUNO avrebbe potuto farlo benissimo ma NESSUNO lo fece.

Finì che CIASCUNO incolpò QUALCUNO perchè NESSUNO fece ciò che OGNUNO avrebbe potuto fare.

 

PRENDI UN SORRISO

Prendi un sorriso, regalalo a chi non l'ha mai avuto. Prendi un raggio di sole, fallo volare là dove regna la notte. Scopri una sorgente, fa bagnare chi vive nel fango. Prendi una lacrima, posala sul volto di chi non ha pianto. Prendi il coraggio, mettilo nell'animo di chi non sa lottare. Scopri la vita, raccontala a chi non sa capirla.
Prendi la speranza, e vivi nella sua luce. Prendi la bontà, e donala a chi non sa donare. Scopri l'amore, e fallo conoscere al mondo.”

Mahatma Gandhi

 
Citazioni nei Blog Amici: 22
 

L'OCCHIO DI DIO

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

 

DANZA LENTA

Post n°96 pubblicato il 18 Gennaio 2012 da profeta48

Hai mai guardato i bambini in un girotondo ?

O ascoltato il rumore della pioggia quando cade a terra?

O seguito mai lo svolazzare irregolare di una farfalla ?

 O osservato il sole allo svanire della notte?

Faresti meglio a rallentare. Non danzare così veloce.

Il tempo è breve.

La musica non durerà.

Percorri ogni giorno in volo ? Quando dici "Come stai?" ascolti la risposta?

Quando la giornata è finita ti stendi sul tuo letto

con centinaia di questioni successive che ti passano per la testa ?

Faresti meglio a rallentare. Non danzare così veloce

Il tempo è breve.

La musica non durerà.

Hai mai detto a tuo figlio, "lo faremo domani?" senza notare nella fretta, il suo dispiacere ?

Mai perso il contatto, con una buona amicizia che poi finita perché

tu non avevi mai avuto tempo di chiamare e dire "Ciao" ?

Faresti meglio a rallentare. Non danzare così veloce

Il tempo è breve.

La musica non durerà.

Quando corri cosi veloce per giungere da qualche parte

ti perdi la metà del piacere di andarci.

Quando ti preoccupi e corri tutto

il giorno, come un regalo mai aperto . . . gettato via.

La vita non è una corsa.

Prendila piano. Ascolta la musica.

 
 
 

UNA CANDELA PER YARA....

Post n°95 pubblicato il 28 Febbraio 2011 da profeta48
Foto di profeta48

....METTILA ANCHE TU NEL TUO BLOG!!! FACCIAMO UNA FIACCOLATA SIMBOLICA!!

 

 
 
 

GIORNATA DEL RICORDO DEI MARTIRI DELLE FOIBE E DEGLI ESULI ISTRIANI, GIULIANI E DALMATI

Post n°94 pubblicato il 10 Febbraio 2011 da profeta48

 

 
Ricordo le migliaia e migliaia di uomini, donne, anziani e bambini, lasciati morire nel buio di una foiba, seppelliti vivi tra i morti. Perché si risparmiassero le pallottole. Ricordo maestri, preti, soldati, operai, studenti seviziati e uccisi dalle milizie comuniste jugoslave nelle scuole, in strada, in chiesa, in casa propria. Cadaveri disseminati senza pietà lungo tutto il confine nord-orientale d’Italia. Ricordo giovani donne torturate con tenaglie roventi, rinchiuse in gabbie di ferro, stuprate ed esposte al ludibrio degli uomini di Tito. Ricordo quei carnefici ancora impuniti, prosciolti dall’accusa di sterminio per aver operato in territorio “extranazionale” o mai neanche processati. Ricordo la disperazione dei 350 mila esuli italiani di Fiume, dell’Istria, della Dalmazia. Costretti ad abbandonare le loro case, le loro terre, i loro ricordi radicati nei secoli. Ricordo migliaia di persone scomparse nel nulla che l’Italia, l’Europa ed il mondo hanno fatto finta di dimenticare. Ricordo il silenzio degli storici di partito e l’omissione complice della scuola pubblica italiana, perché le giovani generazioni non sapessero, perché non ricordassero. Il 10 febbraio di ogni anno, nel “Giorno del ricordo in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano - dalmata e delle vicende del confine orientale” io indosso il fiocco tricolore per tributare il mio riconoscimento a questi Figli d’Italia troppo a lungo dimenticati.
 
Io ricordo. E tu?

 

 

 

 
 
 

A NATALE REGALA SOLIDARIETA'

Post n°93 pubblicato il 11 Novembre 2010 da profeta48

Cari amici per le prossime festività regaliamo solidarietà

andiamo ad acquistare i doni che abbiamo pensato per i nostri amici e parenti presso cooperative sociali o centri diurni dove vivono e lavorano persone disabili o in difficoltà. Doneremo loro qualcosa di unico (infatti non esistono due oggetti uguali) perché insieme all'oggetto doneremo loro anche la vita, la fantasia e l'impegno di chi lo ha prodotto.

Chi abita a Verona o in provincia può visitare la bottega "H POINT" si trova a Verona in via macello 9 (quartiere filippini) tel 0458002987

questa bottega è sorta da un progetto che seguo ormai da anni proprio perché come genitore di un ragazzo disabile intellettivo ho visto la necessità di trovare degli spazi dove questi ragazzi potessero inserirsi per migliorare la qualità della loro vita. Molto succintamente ho inserito nella parte sottostante le specifiche del progetto. Chi volesse qualche notizia in più o approfondire meglio il discorso mi scriva pure sarò lieto di rispondere. 

L'H E' SICURAMENTE IL MARCHIO CHE LA SOCIETA' DA A QUESTI RAGAZZI MA L'INTENDIMENTO DEL PROGETTO NON E’ DI RIFIUTARE L'H MA DI DIMOSTRARE CHE SE I RAGAZZI SONO VISTI COME PERSONE E SOPRATTUTTO PER QUELLO CHE SONO IN GRADO DI FARE E DI DARE (COME TUTTO IL RESTO DEI COSIDETTI NORMODOTATI) QUELL'H SI TRASFORMA DA HANDICAP IN HAPPY .....

FELICE DI VIVERE, FELICE DI ESSERE CONSIDERATO, FELICE DI VEDERE APPREZZATO IL PROPRIO LAVORO.

 

 

Il progetto H-Point prevede:  (Scopi , Intenti e Finalità del progetto)

1)    l’apertura di un punto per la mostra permanente, per la promozione e la vendita dei manufatti prodotti da persone diversamente abili presso i CEOD, il laboratorio annesso alla bottega e le cooperative dove lavorano. il laboratorio annesso alla bottega  sarà a disposizione dei vari progetti studiati ( la mattina per i ragazzi dei Centri Diurni mentre il pomeriggio sarà messo  a disposizione del servizio di igiene mentale, degli anziani con patologie invalidanti, adolescenti a rischio ecc.)

2)    creare occasioni di esperienze lavorative per ragazzi diversamente abili e per tutte quelle persone di fascia debole che una volta individuate saranno immesse nei vari laboratori, tramite inserimenti socializzanti o  inserimenti tirocinanti”, che dopo un periodo presso H Point possano tentare un inserimento nel mondo del lavoro.

3)    Divenire occasione di informazione sul territorio del lavoro svolto a favore delle persone disabili e/o in difficoltà presso le scuole, gli enti, le famiglie ecc.

 

 

 
 
 

MAMMA E PAPA'

Post n°92 pubblicato il 14 Settembre 2010 da profeta48
Foto di profeta48

Racconta una antica leggenda che una bambina che stava
per nascere chiese a Dio:mi hanno detto che mi stai per
mandare sulla terra pero' come vivro' cosi piccola e
indifesa come sono?
e Dio rispose: tra tanti angeli ne ho scelti due per te,
ti stanno aspettando e avranno cura di te.
-ma se io poi vorro' parlare un po' con te?
-loro ti uniranno le manine e ti insegneranno il cammino
perche' tu possa avvicinarti a me..benche' io saro'
sempre al tuo fianco.
Ad un certo punto nel cielo ci fu' un gran silenzio..e si
cominciarono ad udire le voci della terra...
la bimba preoccupata...capi' che era arrivato il momento di
andare...e un po' spaventata disse: Dio..dimmi almeno i nomi
dei miei angeli....dimmi i loro nomi..
e Dio sorridendo rispose: sapere i loro nomi non e'
importante...tu li chiamerai "mamma e papa'"

 
 
 

IL CROCIFISSO

Post n°91 pubblicato il 06 Novembre 2009 da profeta48
Foto di profeta48

 

IL CROCIFISSO inserisco alcuni pensieri che vi invito a far girare.
il Crocifisso fa parte della nostra cultura, delle nostre tradizioni non nascondiamolo mettiamolo in mostra nelle nostre pagine, mostriamo all'europa, che ha rigettato nella sua costituzione le origini cristiane della nostra cultura che noi non rinunc...iamo ad uno dei simboli della nostra identità.
Gesù Cristo è riconosciuto non solo dai cristiani, ma anche dagli ebrei e dai musulmani, come un grande profeta. Infatti fu proprio l’ideologia più pagana della storia, il nazismo – l’ha ricordato Antonio Socci – a scatenare la guerra ai crocifissi.Natalia Ginzburg, ebrea e atea, che negli anni Ottanta scrisse: “Il crocifisso non genera nessuna discriminazione. Tace. È l’immagine della rivoluzione cristiana, che ha sparso per il mondo l’idea dell’uguaglianza fra gli uomini fino ad allora assente… Nessuno prima di lui aveva mai detto che gli uomini sono tutti uguali e fratelli. A me sembra un bene che i bambini, i ragazzi lo sappiano fin dai banchi di scuola”. Basterebbe raccontarlo a tanti ignorantissimi genitori, insegnanti, ragazzi: e nessuno – ateo, cristiano, islamico, ebreo, buddista che sia – si sentirebbe minimamente offeso dal crocifisso.

 
 
 

CHE SIGNIFICA ESSERE POVERI

Post n°90 pubblicato il 26 Giugno 2009 da profeta48
Foto di profeta48

Un padre ricco, volendo che suo figlio sapesse che significa essere povero, gli fece passare una giornata con una famiglia di contadini

 Il bambino passò 3 giorni e 3 notti nei campi. 

 Di ritorno in città, ancora in macchina, il padre gli chiese: 

-          Che mi dici della tua esperienza ?

-          Bene – rispose il bambino

 Hai appreso qualcosa ? Insistette il padre

 1 – Che abbiamo un cane e loro ne hanno quattro.

 2 – Che abbiamo una piscina con acqua trattata, che arriva in fondo al giardino. Loro hanno un fiume, con acqua cristallina, pesci e altre belle cose.

3- Che abbiamo la luce elettrica nel nostro giardino ma loro hanno le stelle e la luna per illuminarli.

4 – Che il nostro giardino arriva fino al muro. Il loro, fino all’orizzonte.

 5 – Che noi compriamo il nostro cibo; loro lo coltivano, lo raccolgono e lo cucinano.

6 – Che noi ascoltiamo CD... Loro ascoltano una sinfonia continua di pappagalli, grilli e altri animali...

...tutto ciò, qualche volta accompagnato dal canto di un vicino che lavora la terra.

7 – Che noi utilizziamo il microonde. Ciò che cucinano loro, ha il sapore del fuoco lento

8 – Che noi per proteggerci viviamo circondati da recinti con allarme... Loro vivono con le porte aperte, protetti dall’amicizia dei loro vicini.

9 – Che noi viviamo collegati al cellulare, al computer, alla televisione. Loro sono collegati alla vita, al  cielo, al sole, all’acqua, ai campi, agli animali, alle loro ombre e alle loro famiglie

Il padre rimane molto impressionato dai sentimenti del figlio. Alla fine il figlio conclude

-          Grazie per avermi insegnato quanto siamo poveri !  

-          Ogni giorno, diventiamo sempre più poveri perché non osserviamo più la natura, che è l’opera grandiosa di Dio

 -          E ci preoccupiamo sempre di AVERE , AVERE E AVERE SEMPRE DI PIU’, invece di preoccuparci unicamente di ESSERE.

  Vi auguro una buona giornata

 Pasquale 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Post N° 89

Post n°89 pubblicato il 02 Giugno 2009 da profeta48
Foto di profeta48

Cari amici è tanto che non scrivo ma questa mail ricevuta merita di essere condivisa con voi, mi scuso jnanzitutto per tutto questo silenzioma al poco tempo libero si è sommato qualche problema di collegamenti del PC.

il racconto è un pò lungo ma vale la pena di leggerlo attentamente

un abbraccio di luce a tutti Pasquale

La più bella email mai letta.. leggila con calma

 

E' il pomeriggio
di un venerdì tipico e stai
guidando fino alla tua casa.
Sintonizzi la radio. Il notiziario racconta una cosa di poca importanza:
in un paese lontano sono morte 3 persone di una qualche influenza che mai prima si era vista.
Non dai molta attenzione a questa notizia...
IL lunedì quando ti svegli, senti che non sono più 3, sono 30.000 le persone che sono morte tra le colline remote dell'India.
Persone del controllo della sanità degli Stati Uniti, sono andate ad investigare.
Il Martedì questa diventa la notizia più importante della prima pagina del giornale, perchè ormai non è solo l'India ma anche il Pakistan, l'Irán e l'Afganistán e velocemente la notizia esce in tutti i notiziari. La stanno chiamando
"L'influenza misteriosa" e tutti si domandano: Come la controlleremo?

C'è panico in Europa e si chiudono le frontiere. Senti al telegiornale la traduzione di una donna che racconta di un uomo trovato morto nell'ospedale per l'influenza misteriosa.
I telegiornali dicono, che quando hai il virus, è per una settimana non ti rendi conto di averlo. Dopo hai 4 giorni di dolori terribili e allora muori.
Anche l'Inghilterra  chiude le frontiere, però è tardi. L'indomani il presidente degli Stati Uniti, chiude le frontiere, per evitare il contagio nel paese, fino a quando non avranno trovato la cura...
Il giorno seguente la gente si riunisce nelle chiese per pregare per una cura ed entra qualcuno dicendo "Prendete la radio e ascoltate la notizia!!":
2 Donne sono morte a New York. Ormai sembra che l'influenza abbia contagiato il mondo.
Gli scienziati continuano a cercare l'antidoto, però niente sembra funzionare. Presto arriva la notizia tanto aspettata: Si è decifrato il codice del DNA del virus. Si può fare l'antidoto.
C'è bisogno del sangue di qualcuno che non sia stato infettato e subito si diffonde la notizia che tutti corrano all'ospedale più vicino per fare degli esami del sangue.
Vai di tua volontà e porti la tua famiglia, insieme ai tuoi vicini, domandandoti: che succederà? Sarà così che finirà il mondo?...
All'ospedale, dopo gli esami, esce un dottore gridando un nome. Il più piccolo dei tuoi figli è vicino a te, ti afferra per il giacchetto e dice: Papà? è il mio nome. Prima che possa reagire ti tolgono tuo figlio e tu gridi: ASPETTA!... E loro rispondono: tutto andrà bene, il suo sangue è pulito, il suo sangue è puro.
Dopo 5 minuti i dottori escono gridando e ridendo. E' la prima volta che vedi ridere qualcuno dopo una settimana. Il dottore più anziano si avvicina a te e dice: Grazie, signore! Il sangue di suo figlio è puro, si può fare l'antidoto...
La notizia corre da tutte le parti, la gente piange e grida di felicità.
Allora il dottore si avvicina a te e a tua moglie e dice: Possiamo parlarvi per un momento? E' che non sapevamo che il donatore sarebbe stato un bambino e abbiamo bisogno che firmiate queste carte per dare il sangue. Mentre leggi il foglio ti rendi conto che non è specificata la quantità di sangue e chiedi: Quanto sangue?...
Il sorriso del dottore sparisce e risponde: Non pensavamo che sarebbe stato un bambino. Non eravamo preparati. Lo dobbiamo usare tutto!...
Non ci credi e cerchi di reclamare:
"Però, Però...". Il dottore continua insistendo, "Non capisce, stiamo parlando della cura per tutto il mondo. Per favore firmi, abbiamo bisogno di tutto il sangue . Tu chiedi: però non potete fare una trasfusione? E la risposta è: se troveremo sangue puro lo faremo...firmerà?.
Per favore?...Firmi!!....
In silenzio e senza sentire più le dita della mano che stringevano la penna, FIRMI. Ti domandano "Vuoi vedere tuo figlio?"
Cammini fino alla sala di emergenza dove sta tuo figlio seduto dicendo: Papà! Mamma! che succede? Prendi la sua mano e gli dici: Figlio, Tua madre e io ti amiamo tantissimmo, ti amiamo e mai permetteremo che ti avvenga qualcosa che non sia necessario, capisci questo? E quando il dottore ritorna e dice: "Mi dispiace ma dobbiamo incominciare, persone in tutto il mondo stanno morendo"...
Tu te ne saresti andato? Avresti potuto voltare le spalle e lasciare tuo filgio lì?... Mentre lui ti dice Papà? Mamma? perchè mi abbandonate?..
La settimana dopo, mentre stai facendo una cerimonia per onorare tuo figlio, c'è qualcuno che dorme a casa sua, altri non sono venuti perchè preferivano andare a passeggiare o vedere una partita di calcio e altri vengono alla cerimonia con un sorriso falso, facendo finta che gli importi.
Vorresti fermare tutto e gridare: Mio figlio è morto per voi!!!! Per caso non vi importa?...
A volte è questo quello che Dio ci vuole dire: "Mio figlio è morto per voi, e non riuscite a capire quanto vi amò?
E' curioso vedere come è semplice per le persone rifiutare Dio, e dopo chiedersi perchè il mondo va di male in peggio.
E' curioso vedere come crediamo a quello che è scritto sul giornale, però contestiamo quello che è scritto sulla Bibbia.
E' curioso come ci sforziamo giorno dopo giorno accumulando beni terreni e non  dedichiamo neanche un minuto a fare tesoro delle cose celestiali.
E' curioso come qualcuno dice: "Io credo in Dio", però con le sue azioni dimostra che segue altri scopi.
E' curioso come inviamo migliaia di "scherzi" attraverso una e-mail, le stesse che si spandono come un fuoco...però quando inviamo messaggi che riguardano Dio, la gente ci pensa prima di condividerle con altri!
E' curioso come la lussuria, cruda, volgare ed oscena passi liberamente attraverso il Ciber-Spazio, però la discussione su Gesù è soffocata nelle scuole e nei posti di lavoro.
E' CURIOSO, VERO??
Più curioso è vedere un cristiano così fervente la domenica, essere un cristiano invisibile il resto della settimana.
E' curioso che quando finisci di leggere questo messaggio, non senti la necessità di inviarlo a molti di quelli che stanno nella lista d'e-mail; semplicemente perchè non sei sicuro(a) di quello che loro credono o andranno a pensare di te?
E' curioso che noi ci preoccupiamo di quello che la gente pensi, piuttosto di quello che DIO pensi di noi.
Non ti trattenere, Invialo, solo devi pigiare Inoltra!!!...      

Dio ti benedica

 
 
 

Post N° 88

Post n°88 pubblicato il 19 Novembre 2008 da profeta48

2 Angeli viaggiatori




Due angeli mentre viaggiavano si fermarono per trascorrere

 la notte a casa di persone benestanti. 

La famiglia era sgarbata e si rifiutò

d'alloggiare gli angeli nella stanza degli ospiti. 

Diedero invece agli angeli una piccola stanza fredda nell'interrato.
 

Mentre si prepararono il letto sul pavimento duro,

l'angelo più anziano vide un buco nel muro e lo riparò. 


Quando l'angelo più giovane chiese il perchè, l'angelo più anziano rispose, 
'Le cose non sono mai quelle che sembrano.'

La notte seguente la coppia si fermò presso 

la casa d'un contadino e sua moglie molto poveri,ma molto ospitali.

Dopo aver condiviso il po' di cibo disponibile,
fecero si che gli angeli dormissero nel loro letto
così permettendogli d'avere una buona notte di riposo.

Quando il sole si levò il mattino seguente gli angeli
trovarono il contadino e sua moglie in lacrime. 

La loro unica mucca, il cui latte era la loro unica fonte di guadagno,era li che giaceva morta nel campo. 

L'angelo più giovane s'infuriò e chiese al più anziano come aveva potuto permettere che ciò accadesse?

Accusandolo disse, il primo uomo aveva tutto e l'hai aiutato. 

La seconda famiglia aveva poco ma era desiderosa di condividere tutto e gli hai lasciato morire la mucca.

'Le cose non sono mai ciò che sembrano,' rispose l'angelo più anziano. 

'Quando eravamo nell'interrato della grande casa, ho notato che nel buco c'era conservato dell'oro.

Visto che l'uomo era così ossessionato dall'avidità e non era
tanto desideroso di condividere la sua fortuna, ho sigillato il muro
così non lo troverà mai più.'Ieri sera mentre dormivamo nel letto del contadino,
l'angelo della morte venne per prendersi sua moglie. In sua vece gli ho dato la mucca.'Le cose non sono mai così come sembrano.'

A volte è esattamente ciò che accade quando le cose non vanno così come dovrebbero.

Se hai fede, c'è bisogno di credere che qualsiasi cosa accade è a tuo vantaggio.

Forse non lo capirai se non più tardi.......

                                      Oooo
Delle persone           (    

vengono nella nostra   )   /
vita e vanno via        (_ / 



         oooO  
         (    )       Altri 
          \  (        divengono amici
           \_ )    e rimangono per un pò..
 


lasciando                 Oooo 
delle orme nei nostri   (     )
  cuori.....               )   /
                          ( _/
 


                oooO
                (    )      e noi non siamo
                 \  (          mai 
                  \_ )      più gli stessi
                             perchè abbiamo

                            trovato un buon
                              amico!!
 


Ieri è storia. 
Domani un mistero.
Oggi è un dono.
Ecco perchè si chiama presente!

L'oggi Penso sia speciale...

vivi e assaporane ogni momento...

Non è un vestito da provare!

        (\        /) 
        ( \ __ / )
         (  \()/  )
         (  /  \  )    
PRENDI QUEST'ANGELO
         ( / \/ \ )  
 E MANTIENILO VICINO
         /       \    E
' UN ANGELO GUARDIANO 
        (          )    
 MANDATO PER PRESERVARTI
           ____

 
 
 

Post N° 86

Post n°86 pubblicato il 12 Novembre 2008 da profeta48

..... bussate e vi sarà aperto.....

..... chiedete e vi sarà dato.....

un tizio si reca da un barbiere per farsi tagliare i capelli e radere la barba.

 

Appena il barbiere comincia a lavorare, iniziano ad avere una buona conversazione.

 

Parlano di tante cose e di vari argomenti…..

Quando alla fine toccano l’argomento DIO, il barbiere dice:  Io non credo che Dio esista.

 

Perché dici questo?  Chiede il cliente.

 

Beh, basta uscire per strada per rendersi conto che Dio non esiste…..  Mi dica se Dio esistesse, ci sarebbero tante persone malate?......Ci sarebbero bambini abbandonati?....

Se Dio esistesse non ci sarebbero più sofferenze ne dolore…  Io non posso immaginare che un Dio amorevole permetta queste cose.

 

Il cliente pensa per un momento, ma non replica perché non vuole iniziare una discussione.

 

Il barbiere finisce il suo lavoro ed il cliente lascia il negozio.

 

Appena dopo aver lasciato il negozio del barbiere, vede un uomo per strada con dei capelli lunghi, annodati e sporchi e con la barba sfatta…..sembrava sporco e trasandato.

 

Il cliente torna indietro ed entra di nuovo nel negozio del barbiere e gli dice:

 

Lo sa una cosa?.... I barbieri non esistono.

 

Come può dire ciò?...chiede il barbiere sorpreso….io sono qui e sono un barbiere…ed ho appena lavorato su di lei!!!

 

No!!  esclama il cliente…I barbieri non esistono perché se esistessero non ci sarebbero persone con capelli lunghi  sporchi e barbe sfatte come quell’uomo la fuori.

 

Ma i barbieri ESISTONO!!!  Questo è ciò che succede quando la gente non viene da me.

 

Esattamente! Afferma il cliente…Questo è proprio il punto!

Anche DIO   ESISTE!

Questo è ciò che succede quando la gente non va da Lui e cerca il Suo aiuto….Questo il motivo per cui c’è tanta sofferenza nel mondo.

 

 
 
 

Post N° 85

Post n°85 pubblicato il 20 Ottobre 2008 da profeta48

Gli amici

 

Certi amici sono indispensabili, semplici come quella stradina di terra nell’interno, dove dall’alto della collina possiamo avvistarla per intero, sappiamo dove possiamo andare e dove possiamo arrivare, sono trasparenti e affidabili.

Altri, appena arrivati,  sono come le  strade che conosciamo solo attraverso la guida, e dove ci avventuriamo senza conoscere molto bene i suoi limiti, è un cammino sconosciuto, ma che vale sempre la pena di fare.

Ci sono amici che ricordano quelle strade vicine, che usiamo poco, vediamo poco, ma sappiamo che quando ci servono, sono là, possiamo passarci per accorciare il tragitto, sono sempre nella nostra memoria.

 

Di sicuro, esistono anche amici che infelicemente, ricordano quelle strade meravigliose, con piste larghe e asfalto sempre nuovo, ma che ingannano il conducente, perchè sono piene di curve pericolose, e quando meno te lo aspetti... vieni tradito dall’eccessiva fiducia.

E esistono amici che sono come quelle strade che spariscono, non esistono più, ma che sempre risvegliano la nostra emozione fino alla nostalgia, nostalgia di un paesaggio, un pezzetto di quella strada, che lasciò un segno profondo nel nostro cuore. Sono passati, ma restano per sempre nella nostra anima.

E nel  viaggio della vita, sia lunga o corta, gli amici sono più di quelle strade, sono targhe che indicano la direzione, e nei momenti in cui più ne abbiamo bisogno, per un periodo, sono la nostra propria terra.

 

 

Ricordati, tutti abbiamo bisogno di amici.
Ci sono  momenti nella nostra vita che ci sentiremo soli, ma chi ha degli amici veri non resterà mai solo, perchè hai la certezza che c’è qualcuno, in qualche posto, che ti vuole bene, e sarà sempre pronto ad aiutarti....

 

È sempre nei momenti di difficoltà, nei momenti in cui ti senti triste ... che appaioni i veri amici.

E io dico che il tempo guadagnato con ogni amico ce lo rende tanto importante.
Perchè non è tempo perso, è sicuramente, un tempo guadagnato, vissuto.

Amicizia È amore, È rispetto, 

 

 

 

 

Penso che senza un amico, perdiamo molto

 

Non confondere mai un amico con un conoscente

 

C’è una grande differenza!

 

Buona giornata a tutti.

 
 
 

Post N° 83

Post n°83 pubblicato il 02 Ottobre 2008 da profeta48

IL VECCHIO SAGGIO 

Un uomo di 92 anni, piccolo, molto fiero, vestito e ben rasato, una mattina alle 8.00, con i suoi capelli perfettamente pettinati, trasloca in una casa per persone anziane.

Sua moglie di 70 anni è recentemente deceduta, cosa che lo obbliga a lasciare la sua casa.  

Dopo parecchie ore di attesa nella hall della casa per anziani, ci sorride gentilmente quando gli diciamo che la sua camera è pronta.

Mentre si reca fino all’ascensore con il suo deambulatore, gli faccio una descrizione della sua piccola camera, includendo il drappo sospeso alla sua finestra come tenda

-“Mi piace molto", dice con l’entusiasmo di un ragazzino di 8 anni che ha appena ricevuto un nuovo cucciolo.

-“Signor Vinto, lei non ha ancora visto la camera, aspetti un attimo. "

“Questo non c’entra niente", dice.

“La felicità è qualcosa che scelgo a priori. Che mi piaccia la mia camera o no, non dipende dai mobili o dalle decorazioni – dipende piuttosto dal modo in cui la percepisco.

“Nella mia testa è già deciso che la mia camera mi piace. E’ una decisione che prendo ogni mattina al mio risveglio."  

“Posso scegliere, posso passare la giornata a letto contando le difficoltà che ho con le parti del mio corpo che non funzionano, oppure alzarmi e ringraziare il cielo per quelle che funzionano ancora."

“Ogni giorno è un regalo e finché potrò aprire i miei occhi, focalizzerò sul nuovo giorno e su tutti i ricordi felici che ho raccolto durante tutta la mia vita.”

“La vecchiaia è come un conto in banca. Prelevi da ciò che hai accumulato.”

Perciò, il mio consiglio per voi, sarebbe di depositare molta felicità nel vostro conto in banca dei ricordi.

Grazie di aver partecipato a riempire il mio conto in banca, dove continuo a depositare.

Ricordate queste semplici regole per essere felici:

 

1. Liberate il vostro cuore dall’odio

2. Liberate la vostra testa dalle preoccupazioni

3. Vivete con semplicità

4. Date di più

5. Aspettatevi di meno.

Buona giornata Pasquale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Post N° 82

Post n°82 pubblicato il 18 Settembre 2008 da profeta48

gesto d'amore

Un giorno Satana e Gesù stavano conversando.Satana era appena ritornato dal Giardino di Eden,era borioso e si gonfiava di superbia. Diceva: 'Signore,ho appena catturato l'intera umanità,ho usato una trappola che sapevo non avrebbe trovato resistenza,e un'esca che sapevo ottima..e li ho presi tutti!'. 'Cosa farai con loro?',chiese Gesù.Satana rispose: 'Mi divertirò con loro! Gli insegnerò come sposarsi e divorziare; Come odiare e farsi male a vicenda;Come bere,fumare e bestemmiare;Gli insegnerò a fabbricare armi da guerra,fucili,bombe e ad ammazzarsi fra di loro..Mi divertirò tantissimo!!!'.'Ma presto ti stancherai,a quel punto cosa farai con loro?',chiese Gesù.'Li ucciderò!!!',esclamò Satana con superbia. 'Quanto vuoi per loro?',chiese allora Gesù. E Satana rispose: 'Ma va,non la vuoi questa gente,loro sono cattivi..Li prenderai e ti odiaranno,ti sputeranno addosso,ti bestemmieranno e ti uccideranno..Non puoi volerli!!!'. 'Quanto?',chiese di nuovo Gesù. Satana sogghignando
disse: 'Tutto il tuo sangue,tutte le tue lacrime..Insomma la tua vita!!!'. Gesù disse: 'AFFARE FATTO'..e pagò il prezzo......>


 
 
 

Post N° 81

Post n°81 pubblicato il 08 Settembre 2008 da profeta48

guardiamoci intorno con gli occhi dell'amore.....

..... poiché c’è sempre da imparare nella vita!

 Due uomini, entrambi molto malati, occupavano la stessa stanza d'ospedale.
 A uno dei due uomini era permesso mettersi seduto sul letto per un'ora  ogni  pomeriggio per aiutare il drenaggio dei fluidi dal suo corpo.
 Il suo letto era vicino all'unica finestra della stanza.
 L'altro uomo doveva restare sempre sdraiato.
 Infine i due uomini fecero conoscenza e cominciarono a parlare per ore.
 Parlarono delle loro mogli e delle loro famiglie, delle loro case, del
 loro  lavoro, del loro servizio militare e dei viaggi che avevano fatto.
 Ogni pomeriggio l'uomo che stava nel letto vicino alla finestra poteva  sedersi e passava il tempo raccontando al suo compagno di stanza tutte le  cose che poteva vedere fuori dalla finestra.
 L'uomo nell'altro letto cominciò a vivere per quelle singole ore nelle
 quali  il suo mondo era reso più bello e più vivo da tutte le cose e i colori del  mondo esterno.
 La finestra dava su un parco con un delizioso laghetto.
 Le anatre e i cigni giocavano nell'acqua mentre i bambini facevano
 navigare  le loro barche giocattolo.
 Giovani innamorati camminavano abbracciati tra fiori di ogni colore e  c'era  una bella vista della città in lontananza.
 Mentre l'uomo vicino alla finestra descriveva tutto ciò nei minimi
 dettagli,  l'uomo dall'altra parte della stanza chiudeva gli occhi e immaginava la  scena.
 In un caldo pomeriggio l'uomo della finestra descrisse una parata che  stava  passando.
 Sebbene l'altro uomo non potesse sentire la banda, poteva vederla.
 Con gli occhi della sua mente così come l'uomo dalla finestra gliela
 descriveva.
 Passarono i giorni e le settimane.
 Un mattino l'infermiera del turno di giorno portò loro l'acqua per il
 bagno  e trovò il corpo senza vita dell'uomo vicino alla finestra, morto  pacificamente nel sonno.
 L'infermiera diventò molto triste e chiamò gli inservienti per portare via  il corpo.
 Non appena gli sembrò appropriato, l'altro uomo chiese se poteva spostarsi  nel letto vicino alla finestra.
 L'infermiera fu felice di fare il cambio, e dopo essersi assicurata che
 stesse bene, lo lasciò solo.
 Lentamente, dolorosamente, l'uomo si sollevò su un gomito per vedere per  la  prima volta il mondo esterno.
 Si sforzò e si voltò lentamente per guardare fuori dalla finestra vicina  al  letto.
 Essa si affacciava su un muro bianco.
 L'uomo chiese all'infermiera che cosa poteva avere spinto il suo amico  morto  a descrivere delle cose così meravigliose al di fuori da quella finestra.
 L'infermiera rispose che l'uomo era cieco e non poteva nemmeno vedere il  muro "Forse, voleva farle coraggio" disse.
 Vi è una tremenda felicità nel rendere felici gli altri, anche a dispetto
 della nostra situazione.
 Un dolore diviso è dimezzato, ma la felicità divisa è raddoppiata.
 Se vuoi sentirti ricco conta le cose che possiedi che il denaro non può
 comprare oggi
È un dono, è per questo motivo che si chiama presente.

 
 
 

CIELO E MARE

Post n°79 pubblicato il 25 Agosto 2008 da profeta48

C'è un momento nell'universo

in cui il cielo incontra il mare.....

..... ed è proprio in quell'istante

che le ali dell'anima

iniziano a volare

 
 
 

pensiero........

Post n°78 pubblicato il 12 Agosto 2008 da profeta48

Dove c'è una lampada.....

..... c'è Luce

dove c'è una fornace.....

......c'è calore

dove c'è un cuore.....  

.........c'è amore

dove siamo NOI.......

.........ci sia tutto questo

per chi ci è accanto sempre

e per tutti coloro che incontriamo

anche se per caso nel cammino della vita

buona settimana e buon Ferragosto a tutti

ciao Pasquale

 
 
 

Post N° 77

Post n°77 pubblicato il 03 Agosto 2008 da profeta48

Un abbraccio a tutti gli amici, sono tornato dalle ferie e nella mia posta ho trovato questo racconto, l'ho trovato bellissimo e tenerissimo lo condivido con VOI e piano piano verro a salutarvi ciao buona serata Pasquale

 PRONTO SOCCORSO

> .....'Era una mattinata movimentata, quando un anziano gentiluomo di un'ottantina di anni arrivò per farsi rimuovere dei punti da una ferita al pollice. Disse che aveva molta fretta perché aveva un appuntamento alle 9:00.
> Rilevai la pressione e lo feci sedere, sapendo che sarebbe passata oltre un'ora prima che qualcuno potesse vederlo.
> Lo vedevo guardare continuamente il suo orologio e decisi, dal momento che non avevo impegni con altri pazienti, che mi sarei occupato io della ferita.
> Ad un primo esame, la ferita sembrava guarita: andai a prendere gli strumenti necessari per rimuovere la sutura e rimedicargli la ferita.
> Mentre mi prendevo cura di lui, gli chiesi se per caso avesse un altro appuntamento medico dato che aveva tanta fretta.
> L'anziano signore mi rispose che doveva andare alla casa di cura per far colazione con sua moglie.
> Mi informai della sua salute e lui mi raccontò che era affetta da tempo dall'Alzheimer.
> Gli chiesi se per caso la moglie si preoccupasse nel caso facesse un po' tardi. Lui mi rispose che lei non lo riconosceva giá da 5 anni.
> Ne fui sorpreso, e gli chiesi 'E va ancora ogni mattina a trovarla anche se non sa chi è lei'?
> L'uomo sorrise dicendo: ''Lei non sa chi sono, ma io so ancora perfettamente chi é lei'.
> pensai che: 'Questo é il genere di amore che voglio nella mia vita'.
> Il vero amore non é né fisico né romantico. Il vero amore é anche l'accettazione di tutto ció che é, é stato, sará e non sará.
> Le persone piú felici non sono necessariamente coloro che hanno il meglio di tutto, ma coloro che traggono il meglio da ció che hanno.
> Spero condividerai questo messaggio con qualcuno cui vuoi bene, io l'ho appena fatto.
> La vita non é una questione di come sopravvivere alla tempesta, ma di come danzare nella pioggia.
> Sii piú gentile del necessario, perché ciascuna delle persone che incontri, forse, sta combattendo qualche sorta di battaglia.'

>

 
 
 

Post N° 76

Post n°76 pubblicato il 06 Luglio 2008 da profeta48

Domani parto per le ferie ...............

lascio un saluto ed un abbraccio a tutti gli amici ......

e a tutti quelli che passeranno di qui per caso......

ma vi lascio anche degli spunti di riflessione che leggendo qua e la mi sono rimasti impressi......

Molte persone attraverseranno la tua vita.
Ma solo pochi amici lasceranno impronte nel tuo cuore.
Con te stesso, usa la testa;
Con gli altri, usa il cuore.


Se qualcuno ti tradisce una volta, è colpa sua;
Se ti tradisce due volte, è colpa tua.

I "grandi" parlano di idee;
I "mediocri" parlano di eventi;
I "miseri" parlano di persone.

Chi perde denaro, perde molto;
Chi perde un amico, perde molto di più;
Chi perde la fede, perde tutto.

Impara dagli errori fatti dagli altri.
Non vivrai mai abbastanza per farli tutti da solo.

Ieri è storia.
Domani è mistero.
Oggi è un regalo.

BUONA ESTATE A TUTTI

CIAO Pasquale



 
 
 

PENSIERI IN LIBERTA'

Post n°75 pubblicato il 08 Maggio 2008 da profeta48

Se sei arrabbiato con qualcuno, e nessuno dei due fa nulla per sistemare le cose... fallo tu.

Può darsi che oggi questa persona voglia ancora essere tua amica

 

Se sei innamorato di qualcuno, però questa persona non lo sa.... diglielo.

Magari oggi anche questa persona é innamorata di te

 

Se muori dalla voglia di dare un bacio a qualcuno... daglielo.

Forse anche questa persona vorrebbe avere un tuo bacio

 

Se ami ancora una persona che credi ti abbia dimenticato... diglielo.

Forse questa persona ha sempre continuato ad amarti.

 

Se hai bisogno dell'abbraccio di un amico... chiediglielo.

Magari lui ne ha bisogno ancora più di te,

 

Se hai degli amici che apprezzi veramente...diglielo.

Forse anche loro ti apprezzano, e se lasci che se ne vadano o che si allontanino da te, forse domani sarà troppo tardi.

 

Se vuoi bene ai tuoi, e non hai mai avuto l'opportunità di dimostrarglielo... fallo.

Oggi sono lì con te, e puoi ancora dimostrarglielo.

 
 
 

Post N° 74

Post n°74 pubblicato il 05 Maggio 2008 da profeta48

ricevuta via mail la condivido con voi......

Quando ti sembra di avere troppe cose da gestire nella vita, quando 24 ore in un giorno non sono abbastanza... ricordati del vaso della maionese e dei due bicchieri di  vino...


Un professore stava davanti alla sua classe di filosofia e aveva davanti alcuni oggetti, quando la classe incominciò a zittirsi prese un grande barattolo di maionese vuoto e lo iniziò a riempire di palline da golf, chiese poi agli studenti se il barattolo fosse pieno e questi risposero che lo era.
Il professore allora prese un barattolo di ghiaia e la rovesciò nel barattolo di maionese, lo scosse leggermente e i sassolini si posizionarono negli spazi vuoti tra le palline da golf.
Chiese di nuovo agli studenti se il barattolo fosse pieno e questi concordarono che lo era.
Il professore prese allora una scatola di sabbia e la rovesciò aggiungendola nel barattolo, ovviamente la sabbia si sparse ovunque all'interno.
Chiese ancora una volta se il barattolo fosse pieno e gli studenti risposero con un unanime "si".
Il professore estrasse quindi due bicchieri di vino da sotto la cattedra e aggiunse il loro intero contenuto nel barattolo andando così effettivamente a riempire gli spazi vuoti nella sabbia; gli studenti risero.
"Ora", disse il professore non appena la risata si fu placata,
voglio che consideriate questo barattolo come la vostra vita: le palle da golf sono le cose importanti: la vostra famiglia, i vostri bambini, la vostra salute, i vostri amici e le vostre passioni, le cose per cui, se anche tutto il resto andasse perduto, e solo queste rimanessero, la vostra vita continuerebbe ad essere piena .
I sassolini sono le altre cose che hanno importanza come il vostro lavoro, la casa, la macchina ...  La sabbia è tutto il resto, le piccole cose.
Se voi mettete nel barattolo la sabbia per prima non ci sarà spazio per la ghiaia e nemmeno per le palle da golf, lo stesso vale per la vita, se spendete tutto il vostro tempo e le vostre energie dietro le piccole cose non avrete più spazio per le cose che sono importanti per voi.
Prestate attenzione alle cose che sono indispensabili per la vostra felicità; giocate con i vostri bambini, godetevi la famiglia e genitori fin che ci sono.... portate il vostro compagno/a fuori a cena... e non solo nelle occasioni importanti. Dedicatevi a ciò che amate e alle passioni tanto ci sarà sempre tempo per pulire la casa o fissare gli appuntamenti. Prendetevi cura per prima delle palle da golf, le cose che contano davvero. Fissate le priorità... il resto è solo sabbia."

Uno degli studenti alzò la mano e chiese cosa rappresentasse il vino.
Il professore sorrise: "Sono felice che tu l'abbia chiesto, serve solo per mostrarvi che non importa quanto piena possa sembrare la vostra vita, ci sarà sempre spazio per un paio di bicchieri di vino con un amico".

 
 
 
Successivi »
 

IL SORRISO

"UN SORRISO ARRICCHISCE CHI LO RICEVE,

NON IMPOVERISCE CHI LO DONA"

 

Sorridere è contagioso,
si espande come un raffreddore,
quando qualcuno ci sorride,
anche noi cominciamo a sorridere.

Passavo per strada
e qualcuno mi ha visto sorridere,
quando mi ha restituito il sorriso
ho capito che lo avevo contagiato.

La risposta di quel sorriso
mi ha fatto capire
che sorridere vale la pena.
Un sorriso semplice come il mio,
può viaggiare per tutto il mondo !

Cosí, se senti che ti stanno mandando un sorriso,
non far finta di niente,
comincia una rapida epidemia
e contagia tutti quanti !


 

IL PRIMO SAGGIO DEL MONDO

 

ABBRACCIAMOCI

Non esistono abbracci cattivi, ma solo buoni e ottimi abbracci!
Gli abbracci sono dietetici, non provocano il cancro e neppure la 
carie...
Gli abbracci sono totalmente naturali, senza conservanti, ingredienti 
artificiali o pesticidi...
Gli abbracci sono: liberi dal colesterolo, addolciti naturalmente, 
100% disponibili nella natura e sono totalmente riciclabili...
Gli abbracci sono facili da trasportare, non hanno bisogno di 
batterie, sintonizzazione o raggi-X...
Gli abbracci sono esenti dalle imposte, totalmente rigenerabili e 
autoefficienti energeticamente...
Gli abbracci sono sicuri in qualsiasi tipo di clima...
In verità,
Gli abbracci sono specialmente consigliabili per i giorni freddi e di 
pioggia
Gli abbracci sono eccezionalmente efficaci nel trattamento di 
problemi quali: incubi o depressione del lunedì...
Non lasciare mai per domani, se puoi abbracciare qualcuno oggi, 
perché quando dai un abbraccio a qualcuno, nello stesso istante tu ne 
ricevi uno in cambio.

Per te, caro amico, un abbraccio speciale!

 

IL SILENZIO

Dio ama il silenzio.

Il frutto del silenzio è la preghiera,
il frutto della preghiera è la fede,
il frutto della fede è l'amore, e
il frutto dell'amore è il silenzio.

Se davvero vogliamo pregare Dio,

dobbiamo, prima, imparare ad ascoltare,

perché è nel silenzio del cuore che Dio parla.

 

I FOLLI

Questo messaggio lo dedichiamo ai folli.
A tutti coloro che vedono le cose in modo diverso.

Potete citarli.
Essere in disaccordo con loro.
Potete glorificarli o denigrarli,
ma l'unica cosa che non potete fare è ignorarli.
Perchè riescono a cambiare le cose.
E mentre qualcuno potrebbe definirli folli, noi ne vediamo il genio.
Perchè solo coloro che sono abbastastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo, lo cambiano davvero.
(Ghandi)

 

ULTIME VISITE AL BLOG

profeta48er.profetacabefopleadi3pasquale.desarnomaria.chersiaciganinziamiadinapolipattymarottamainoadrianosilviab19740unamamma1nortacebi69
 

DESDY

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

BIRMSNIA

SOLIDARIETA'

che il loro cammino

e il loro sacrificio

porti alla libertà