Creato da giuseppebergman il 20/07/2005
duemezzicuori
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Ultime visite al Blog

Novitiatu_Ludochiarasanypoeta_semplicevololowselvaggi_sentierifranco1126il.mio.paese.lalacey_munroil_pablolubopoStolen_wordsmakavelikapsicologiaforensefranco_cottafaviLolieMiu
 

 

« Che sorpresaSiamo noi due... »

Caldo

Post n°494 pubblicato il 13 Luglio 2011 da giuseppebergman

Tra ieri e oggi mi sento di avere una bomba che mi rimbalza ininterrottamente dentro alla mia testa... è il caldo che provoca questi effetti oppure la vecchiaia che sta avanzando inesorabilmente?

Tra acufene a 1000 e cervicali (oddio... mi sembra di essere mia mamma che ha sempre di cui lamentarsi) devo comunque lavorare e cercare di produrre qualcosa... ho la mente che sta andando a tutta birra ma le braccia e la dedizione non aiutano chissà quanto.

Questo è il periodo ideale per lavorare in miniera... tutti i clienti sono già con la testa in vacanza e si stanno progettando i nuovi programmi che avranno inizio ormai da settembre.

Questo caldo non dà tregua... ma lo preferisco al freddo inverno, bello solo per l'atmosfera che regala ma non per i brividi da basse temperature.
Ti ricordi F. l'anno scorso quando siamo rimasti quasi una settimana senza riscaldamento?

Mi manchi F., ma oggi ritornerai a casa e mi/ti dedicherò tutte le ore che non siamo stati insieme e recupereremo la nostra intimità, i nostri, solo nostri, momenti e a realizzare i sogni della notte passata in due letti diversi per risvegliarci domani mattina, ancora, insieme... a respirarci, a desiderarci, ancora.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/openspace/trackback.php?msg=10418056

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Joan_Sedley
Joan_Sedley il 14/07/11 alle 10:35 via WEB
Tra i libri che stai leggendo, ho notato 'L'animale morente', di P.Roth, uno scrittore che amo...bene...ci ho proprio fatto un post, su questo libro e il suo autore...J.
(Rispondi)
 
giuseppebergman
giuseppebergman il 14/07/11 alle 14:06 via WEB
L'animale morente... un libro ricondotto alla mia terza vita. Questo lavoro di Roth però, benchè suggerito, non sono riuscito ad apprezzarlo molto e l'ho letto con una difficoltà che non doveva esserci... forse perchè pensavo di trovare tra quelle righe un tono diverso da come vivevo io quei momenti, quegli istanti. Però, forse per quella sua particolarità, è un libro che ancora adesso rispetto perchè comunque mi ha comunicato delle emozioni.
(Rispondi)
 
 
Joan_Sedley
Joan_Sedley il 14/07/11 alle 16:23 via WEB
Comprendo il perche' della tua asserzione...questo libro, per poterlo amare, apprezzare, per poterlo considerare qualcosa di straordinario, si deve possedere dentro un tessuto sia intellettivo che morale contenente in se' la forza dell'amore e della morte, concetti molto forti, contrapposti ma anche attaccati l'uno all'altro...ovviamente dipende molto da cio' che si e' unito alle esperienze, alla ricerca e al risultato che viene fuori da questa unione...Roth ha in se' vivido il senso della morte, legata all'amore per la vita ed ecco perche' io l'ho trovato meraviglioso, perche' mi ci sono ritrovata...un saluto...J.
(Rispondi)
Joan_Sedley
Joan_Sedley il 14/07/11 alle 10:37 via WEB
E poi...quanti riferimenti...Hugo Pratt, Bergman, il regista, arguisco...conosci Enki Bilal? J.
(Rispondi)
 
giuseppebergman
giuseppebergman il 14/07/11 alle 14:13 via WEB
Enki Bilal non lo conosco ma ho voluto sbirciare in rete per capire chi fosse. Purtroppo il mondo dei fumetti, per pura mancanza di tempo e per dedizione prioritaria ad altre passioni, l'ho abbandonato parecchi anni fa anche se i ricordi rimangono legati ai nomi che hai letto e che ancora adesso, dei loro lavori, custodisco tra le tante raccolte di albi e volumi di racconti illustrati... i fumetti. P.S.: segno interessante comunque questo Bilal... ahhh, se non ci fossero gli editori francesi...
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.