Creato da paoloalbert il 20/12/2009

CHIMICA sperimentale

Esperienze in home-lab: considerazioni di chimica sperimentale e altro

 

 

« Sintesi del propionato d...Sintesi del fenilacetato... »

Sintesi dell'o- e p-cloronitrobenzene

Post n°198 pubblicato il 16 Settembre 2012 da paoloalbert

La mononitrazione del benzene e dei suoi alogenoderivati è facile, tuttavia nel caso dei derivati monosostituiti si pone poi la necessità di separare gli isomeri prodotti.
Nel caso del clorobenzene (nel quale l'atomo di alogeno è o-p- orientante) si otterrà dopo la nitrazione una miscela di o- e p- nitroclorobenzene, che vanno separati.
(Si forma anche un pochino di m-derivato, ma è in subordine e per i nostri scopi possiamo trascurarlo).
Ho provato questa sintesi per vederne la resa e le possibiità di separazione, sfruttando il fatto che il p-derivato è pochissimo solubile in etanolo freddo, a differenza degli altri isomeri, che rimangono in soluzione.

 I tre nitroderivati
                         I tre nitroderivati


Materiale occorrente:
 
-clorobenzene C6H5Cl
-acido nitrico
-acido solforico
-etanolo
-vetreria opportuna
 
NitrazioneIn un pallone da 250 ml mescolare cautamente 20 ml di acido nitrico al 65% e 20 ml di acido solforico concentrato. Raffreddando con acqua per evitare che la temperatura salga oltre i 20-30°, aggiungere goccia a goccia 10 ml di clorobenzene mettendo il pallone su agitatore magnetico ed alla fine dell'aggiunta lasciar mescolare per un'ora a temperatura ambiente. Riscaldare poi dolcemente e tenere per un'altra ora sull'agitatore.

 

Separazione nitroderivatiAlla fine si otterrà una miscela in due fasi, che verrà versata, sempre agitando, in 200 ml di acqua molto fredda.
FiltrazioneSi separa un solido bianco, che verrà filtrato su buchner eliminando il più possibile il liquido acido. Rompere bene i grumi con una bacchetta di vetro e lavare prima con una soluzione fredda al 5% di NaHCO3 e poi ancora con acqua ghiacciata fino a eliminazione completa dell'acidità.

Soluzione in etanoloSi ottiene una miscela di o- e p-cloronitrobenzene, in percentuale relativa di circa 70-30 in favore del primo. Sciogliere il prodotto ancora umido (ma ben pressato) nella minima quantità di etanolo bollente fino a soluzione limpida; coprire il becher con un vetrino per evitare l'evaorazione del solvente e lasciar raffreddare lentamente.

  L'isomero para precipita in cristalli quasi incolori mentre l'o- rimane in soluzione che viene separata con una cauta decantazione.
Lavare il solido con tre porzioni da 1,5 ml di etanolo freddo e unire il lavaggio all'altra soluzione.

o-cloronitrobenzene

               Il sottoprodotto (o-cloronitrobenzene)


Asciugare il p-derivato e raccogliere su carta da filtro i bei cristalli, che asciugano molto facilmente (p.f. 80-83°); per l'altro isomero lasciar evaporare il solvente fino a cristallizzazione, che è però più difficile, anche per il bassissimo punto di fusione (teorico 31-33°, in pratica più basso).
Per questo si ottengono cristallini untuosi, di colore giallo verde chiaro.

Entrambi questi nitroderivati hanno il caratteristico, penetrante e molto persistente odore di mandorle amare come il nitrobenzene, sono irritanti e tossici e vanno quindi trattati con la cautela dovuta a tutte queste sostanze benzene-derivate.

La resa è stata di 7 g di p-cloronitrobenzene e di 1,7 g di o-cloronitrobenzene, circa il 54% sul totale.

p-cloronitrobenzene

              Il prodotto (p-cloronitrobenzene) cristallizzato


Ho di gran lunga privilegiato la resa nell'isomero para, lavando bene e lasciando che le impurezze si concentrassero nel liquido madre, che alla fine ha fornito una esigua resa nell'isomero o-; essendo alquanto dubbioso sulla purezza di quest'ultimo (p.f. troppo basso) ed in piccola quantità, alla fine ho preferito non conservarlo.

Il p-cloronitrobenzene ha avuto invece il solito onore di una bottiglietta tutta sua.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ULTIME VISITE AL BLOG

paoloalbertBartmannmartinatendeingenioso0mariaantoniettdgl2RosecestlavieAngela_Fenice84surfinia60acer.250wordnigtprefazione09hyponoiagatomao1955maximo5dglkalia2019
 

ULTIMI COMMENTI

 

I MIEI LINK PREFERITI

AREA PERSONALE