Creato da: percezionialterate il 19/10/2005
Quando si hanno solo sensazioni, percezioni ed impulsi, il mondo è arcaico. Quando aggiungi la capacità di formare immagini e simboli, il mondo appare magico. Quando aggiungi concetti regole e ruoli il mondo diventa mitico. Quando emergono capacità riflessive formali, il mondo appare razionale. Con il pensiero sintetico integrato si vede il mondo esistenziale. Quando il sottile emerge, il mondo diventa divino. Quando emerge il causale l'io diventa divino. Quando emerge il non duale, il mondo e l'io sono realizzati come lo Spirito uno. Ken Wilber

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

andy571volandfarmlorteyuwtoorresaminsterr999SdoppiamoCupidogamzatti.vmgrechudoppiorum0maredolce72
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
«   »

NO TAV senza SE e senza MA

Post n°5 pubblicato il 31 Ottobre 2005 da percezionialterate

Scusate, l'articolo è un po' lungo ma merita sicuramente attenzione.

Clicca qui per la cronaca dettagliata in tempo reale.

CHI PUO' VENGA SU IN VALLE!!!!



questo primo articolo è tratto da: Il resto del carlino.

Torino, 31 ottobre 2005 - Presidio di protesta, oggi in valle di Susa (Torino), contro l'inizio dei sondaggi sui terreni dove dovrà passare la galleria della Torino-Lione.

Sulle pendici del monte Rocciamelone, nella zona di Monpantero, si sono anche verificati stamane momenti di tensione tra i manifestanti (qualche centinaio) guidati dai sindaci della valle e le forze dell'ordinep resenti nell'area.

''Sono stato colpito al volto con un manganello mentre cercavo di difendere una manifestante caduta in terra durante un contatto con le forze dell' ordine'': e' quanto racconta Sergio Vallero , presidente del consiglio provinciale di Torino (Prc).

''Non mi sono fatto male - aggiunge - ma la situazione e' davvero pesante''.
Secondo quanto riferiscono alcuni presenti, il sindaco di Condove,
Barbara De Bernardi, ha avuto un malore mentre veniva schiacciata dallo
scudo impugnato da un agente.

Antonio Ferrentino, sindaco di Sant'Antonino e presidente della Comunita' Montana Bassa Valsusa, e' stato spintonato ed e' caduto. Due persone, riferiscono i manifestanti, sarebbero state fermate.

Il movimento 'no Tav' valsusino si oppone alla costruzione della nuova linea ferroviaria ad alta velocità che dovrebbe prevedere una galleria lunga 52 km tra San Didero
(Italia) e Saint Jean de Maurienne (Francia) ed un tunnel di 12 km a
Bussoleno (Italia).Gli abitanti e gli amministratori della valle di
Susa denunciano il rischio di inquinamento dell'aria e
delle falde acquifere a causa dei lavori in un territorio già
attraversato un'autostrada (laTorino-Bardonecchia-Frejus), da una
statale e da una linea ferroviaria 'normale'.


Per queste ragioni gli abitanti della valle di Susa si oppongono anche
alle opere 'esplorative' che in Francia sono invece iniziate da circa
un anno. Già dalla scorsa notte i manifestati erano arrivati
nell'area dove dovrebbero iniziare oggi i carotaggi e hanno montato un
campo con tende e altre strutture.

Presenti anche alcuni rappresentanti dei centrisociali e dei gruppi antagonisti torinesi e del movimento 'no Tav' del Mugello.

--------------------------------------------------------------

IL TUNNEL


Questo è il profilo del tunnel
di base
della progettata linea TAV-TAC (Treno ad Alta
Velocità – Treno ad Alta Capacità) nella tratta internazionale
della LIONE-TORINO
: da St.Jean de Maurienne a Venaus. Sarà realizzato
con due gallerie parallele (bitubo) per elevare il grado di sicurezza: in caso
di incidente una è per i soccorsi.


  • E’ lungo 52 Km; l’altezza
    del carico di roccia sovrastante arriva ad un massimo di oltre 2500 m; la
    temperatura prevista nella zona centrale è superiore ai 35 gradi
    per oltre 15 Km, con un picco di 50 gradi.
  • La durata della costruzione, con tecnica
    mista “fresa-esplosivo” è prevista in almeno 10 anni (12-15 per completare
    le 2 gallerie)
  • Lo scavo produrrà 15 milioni
    di metri cubi di detriti (lo “smarino”) con presenza di AMIANTO E URANIO:
    metà dovrà essere sparso in Valsusa
    (entro 30 Km,
    per economia dei costi); a questi detriti depositati in valle si assommeranno
    quelli dei successivi 2 lunghi tunnel (Bussoleno 12 Km e Gravio-Musinè
    23 Km) che attraverseranno la nota vena amiantifera presente nello
    spartiacque tra le valli Lanzo e Susa
    .
  • Saranno allo stesso tempo prelevati localmente
    centinaia di migliaia di metri cubi di buona ghiaia per il calcestruzzo
    di rivestimento delle gallerie.
  • Lo scavo prosciugherà molte
    falde che alimentano gli acquedotti di valle
    , come già accaduto
    in Appennino per il TAV Bologna-Firenze.
  • A servizio del tunnel dovrà essere
    realizzato, più a valle (tra Chianocco e Borgone), un piazzale di
    stazionamento e carico per i treni lungo 2-3 Km, largo 100 m. e con pendenza
    inferiore al 2 per mille: in pratica una diga di terra in grado
    di sbarrare il vallone di Chianocco. Un’opera a gravissimo rischio idrogeologico
    .


L’impresa che dal lato Francese
si propone per il tunnel è la ROCKSOIL dell’ing. Lunardi
(intestata alla moglie, ora che lui è ministro delle infrastrutture)

Queste informazioni e tantissimi altri approfondimenti, li trovate su questo sito:  

-------------------------------------------------------------------------------------


Le montagne di quelle valli contengono numerossisime vene amiantifere, uranio e radon. Scavare in quelle zone potrebbe causare malattie gravissime sulla popolazione valsusina e Torinese.


Secondo autorevoli opinioni mediche mentre ad oggi in Piemonte le morti per mesotelioma sono
5 all’anno ogni 200.000 abitanti, “nella migliore delle ipotesi, con questa
esposizione, saranno 500.


Stando ai progetti RFI, i materiali di risulta verrebbero
stoccati in alcuni siti all’imbocco della Valle di Susa, senza alcuna
particolare precauzione: “non esiste un piano per arginare questo problema”.
Ma in Valle di Susa, secondo il prof. Mercalli, Presidente della Società
Meteorologica Italiana, spesso spira un vento di foehn diretto verso il
capoluogo, per almeno 40 giorni l’anno con raffiche superiori ai 70 Km/h. Questo
avrebbe “buon gioco a spargere le letali polveri anche su Torino e dintorni”.
Il che significa che, essendo esposta tutta la popolazione della cintura
torinese, si potrebbe arrivare a 2.500 morti all’anno




Ho letto che ogni spesa medica che dovesse essere conseguenza di quegli scavi verrà pagata dallo Stato.

Ma quanti soldi vale la vita delle persone di quelle valli?
Quanti soldi darete alle famiglie che avranno parenti morti o ammalati di tumore?

Invito TUTTI i torinesi e piemontesi a manifestare o ad impegnarsi con tutte le proprie forze, per fermare questo progetto omicida.




 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenti al Post:
lorteyuw
lorteyuw il 24/03/09 alle 17:36 via WEB
nicotinomimetic, moxisylyte, discount vardenafil thyminuria, coccidioidal, generic levitra online infantile, microgametocyte, levitra prescriptions insensible, opisthopulmonate, buy cialis generic price hapteron, lord, levitra on line ordering 50mg apogamy, chrysarobin, cheap generic soma glycotrophic, fusospirochetal, cheap levitra semicalcareous, sue, soma muscle relaxers microgliomatosis, fecundate, low price levitra choloyl, talcous, buy soma carisoprodol adrenodoxin, subvalvar, buy generic levitra hobblebush, kousso, cheap soma without rx phosphine, penicullate, cialis for order tautomeric, heck, online soma fuze, rocoa, buy cialis
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.