Creato da dott.nippur il 15/09/2010
Il blog del malcontento democratico

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

ITALIANOinATTESAgiovanni.artioliVittorio_The_Dreamerchopin83cE03mara_dolcemaraenrico505Elemento.Scostanteclaudio2012sdott.nippurCosimino1968mrjnkslacey_munrofrancesca632velodicristallo
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« La "giustizia" italianaMa perchè?!?! »

Quel Fascista di Renzi!!!

Post n°360 pubblicato il 29 Aprile 2015 da Cosimino1968

Dal 1946 al 1993 in Italia si è votato con una legge elettorale sostanzialmente proporzionale: la paura del Fascismo (quello vero) e del Comunismo (quello falso italiano) avevano generato un sistema che produceva debolissimi governi, in balia di piccoli partiti o correnti degli stessi.

Nel 1989, insieme al muro di berlino, crollò il secondo alibi e, nel giro di 4 anni (passando attraverso Mani Pulite) si arrivò al Mattarellum, sistema misto maggioritario-proporzionale, basato su collegi uninominali (per il 75%) e liste bloccate (per il restante 25%).

Questo sistema produsse Berlusconi e la candidatura in Sicilia del toscanissimo Vittorio Checchi Gori, giusto per ricordarlo ai nostalgici.

A fine 2005, in prossimità delle elezioni, Berlusconi, sapendo di essere avviato ad una sconfitta, commissionò a Calderoli una legge che producesse (per chi lo avrebbe succeduto) una sostanziale ingovernabilità; nacque così il Porcellum, così chiamato perchè il suo creatore definì "una porcata" la sua stessa legge.

Questa legge ce la portiamo appresso da quasi 10 anni; si è discusso, argomentato, arzigogolato; si sono presentate proposte su proposte ma, fino ad ora, gli unici che hanno fatto qualcosa sono stati i giudici della Consulta che, 8 anni dopo (a riguardo leggere post precedente ... ), hanno dichiarato incostituzionale la legge elettorale, lasciandoci in eredità l'ancor peggiore proporzionale di partenza.

Da più di un anno si parla dell'Italicum; lo si è definito, limato, aggiustato, cambiato, votato già 3 volte (due al Senato ed una volta alla Camera); fino a pochi mesi fa era la legge di Renzi e Berlusconi, poi Silvio ha cambiato idea ed ora, coerentemente, sostiene che quella (anche sua) legge genererebbe il Fascismo.

Ezio Mauro sostiene che mettere la fiducia sulla legge elettorale è sbagliato perchè dimostra l'incapacità di costituire un ampio e sicuro consenso; con chi dovrebbe costruirlo questo consenso?

Con la minoranza PD che un anno fa era contro le preferenze (perchè creano mercimonio) ed oggi è a favore?

Con Berlusconi, che prima vota (tre volte) una legge e poi la considera incostituzionale e pericolosa?

Con il M5S, che il massimo che riesce a fare è salire sui tetti di Montecitorio ed abbaiare alla Luna?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/poverademocrazia/trackback.php?msg=13191401

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
ziagiuditta0
ziagiuditta0 il 30/04/15 alle 05:48 via WEB
il M5S non abbaia alla luna ma ai ladri, basterebbe seguirli e ascoltarli per sapere cosa fanno e dicono, non solo ascoltare quello che dice il pd e la boldrini che hanno una paura tremenda di andare a casa
(Rispondi)
 
 
Cosimino1968
Cosimino1968 il 30/04/15 alle 08:56 via WEB
Io il M5S l'ho seguito così tanto che l'ho pure votato; poi, in pochi mesi, hanno perso ogni credibilità politica. Non mi aspettavo che applicassero alla lettera il proprio programma ma che contribuissero a fare delle riforme credibili, dove "contribuire" significa cercare il compromesso. Il M5S prima s'è posto su posizioni direttamente di "non dialogo"; poi ha dialogato con una tecnica "questa è la nostra proposta; se la votate bene, altrimenti vaffa". Dopo le elezioni il M5S aveva un potere contrattuale fenomenale buttato totalmente alle ortiche; non accorgersene, significa essere partigiani e, come hai capito, il nostro blog è esattamente l'opposto dell'essere partigiano, dato che dispensa elogi e critiche senza alcun vincolo di appartenenza (anzi: predilige il PD come vittima ... )
(Rispondi)
 
 
 
ziagiuditta0
ziagiuditta0 il 30/05/15 alle 12:30 via WEB
in ritardo ma ti rispondo, il m5s e sempre stato coerente con quello che diceva in campagna elettorale e prosegue su questa linea, se avesse fatto alleanze doveva votare le schifezze che hanno proposto e sarebbe diventato come tutti i partiti, cosa che i suoi elettori non vogliono assolutamente, compresa me, dicono che dice sempre no, certamente se per dire si devono votare un regalo alla mafia, abolire lo statuto lavorativo e la costituzione e tante altre cose, se si allea con qualcuno il m5s e finito
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.