Creato da anita85.ra il 08/08/2007

aghi nella mente

Ci vogliono sia il sole che la pioggia per fare l'arcobaleno...

 

 

8 Agosto 2007- 8 Agosto 2010

Post n°291 pubblicato il 08 Agosto 2010 da anita85.ra

 



Sono passati già tre anni. come vola il tempo...
Quante persone mi hai fatto conoscere, tra cui la mia sorellina, Veronica, Ale che mi è stato strappato all'improvviso, Pipponzo, E la mia ciccetta Alice. Rita arcienciel e tanti altri che sto trascurando. Ma la mia latitanza è dovuta non solo al lavoro che occupa le mie giornate ma anche a tante altre cose che potrei descrivere in una parola sola. Crisi. Si. è periodo di crisi e tante situazioni che mi stanno portando all'esasperazione.Ma ora basta,  sono stanca di questo buio. Da oggi si inizia a risalire ed a trovare un equilibrio. Quello mi manca... Un bacio a tutti amici miei ed un bacio a te caro Blog che mi hai dato modo di esternare ciò che avevo dentro facendomi conoscere tante belle persone. Buon compleanno!!!

 
 
 

...

Post n°290 pubblicato il 20 Giugno 2010 da anita85.ra

Ho toccato il fondo. Non avevo mai provato questa sensazione.
Neanche io potevo immaginare di essere capace di fare alcune cose. L'essere umano è fragile ed io lo sono stata fin troppo. Ho sognato. Mi sono illusa.Questi sono i difetti peggiori che ho. Ma non so se in questa situazione che mi trovo io è un difetto. Sognare è l'unico modo che ho per scrollarmi di dosso tutte le responsabilità che sono venute a curvarmi le spalle ultimamente e il dolore profondo che mi ha spaccato il cuore a quattro... Penso che la vita non può essere più crudele quando si susseguono eventi spiacevoli a carrellata. Succedono tutti uno appresso all'altro che non ti danno il tempo di riprenderti. Penso che più giù di qui non posso andare a finire. Non mi resta che provare a rialzarmi. Da sola ,perchè sola sono nell'ultimo periodo. Questo finchè qualcos'altro mi butterà a terra. Sono stanca. Il cuore mi scoppierà ben presto.
Saluto tutti sinceramente e se ultimamente non sono presente ora sapete il perchè...
Baci!

 
 
 

...

Post n°289 pubblicato il 19 Aprile 2010 da anita85.ra

Lunedi. Primo giorno di lavoro dopo giorni trascorsi a casa a letto.
Fitte fortissime che toglievano il respiro, dolori atroci ai reni, bruciori di stomaco, capogiri, vomito e quant'altro. C'è stato un momento in cui ho desiderato con tutte le mie forze di morire. Ora è passato. Ho ripreso il lavoro e con imbarazzo spiegato al titolare che non so quanto tempo ancora riuscirò a reggere. I medici dicono che è normale, sono gli effetti delle nuove terapie. Ma cosa c'è di normale in tutta questa sofferenza??? Ora ho una nuova visione della vita. Non voglio più avere legami importanti con nessuno. Bastonate ne ho gia avute troppe. Ho come congelato tutti i miei sentimenti. Ho paura. Non voglio avere più delusioni. Mi sento sola, mi mancano tante cose, ho bisogno di affetto ma non lo chiedo. Non per orgoglio. Ma per paura di non riceverne. Si lo so. Si deve dare senza pretendere nulla in cambio. Anch'io ho fatto sempre così. Solo che non riesco più a farlo. Non sono perfetta, non lo sono mai stata. Sarò assurda, starò sbagliando ma in questo momento ho più bisogno di ricevere. Qualsiasi cosa pensiate di me ora, non ha importanza. Anche l'opinione della gente non mi sfiora più. Perchè nella malattia, nelle difficoltà ,si acquisisce una consapevolezza diversa delle cose. E ti accorgi che tutto quello che avevi costruito, anche le cose più importanti che credevi solide erano solo abbagli. Basta. Non voglio più illudermi. Mai più...

 
 
 

Mamma...

Post n°288 pubblicato il 09 Aprile 2010 da anita85.ra

Cos'è per voi una mamma???
Innanzitutto una mamma non è chi mette al mondo ma chi cresce, ama e si prende cura del proprio bambino. Una mamma è quella costante presenza anche quando non c'è. La persona che si sacrifica in tutto e per tutto. Quella che la sera dopo due ore di gioco con il proprio figlio anche se stanca morta dalla giornata lavorativa non riesce a dire basta. Quella che si prende cura della casa, del lavoro, di pagare le bollette, fare la spesa, cucinare, lavare, stirare e nonostante ciò trovare sempre il tempo libero di stare con i bambini. Quella che non sa dire un no imperativo quando viene chiesto un giocattolo in più a costo di stringere ancora i denti per arrivare a fine mese soddisfando comunque i capricci dei propri figli. C'è chi dice che non bisogna dare tutto vinto ai figli. Vero. Concordo. Meno cose materiali e più valori, più affetto. Ma c'è un ma... Che fare la mamma è il mestiere più complicato del mondo. Una mamma scende a compromessi per il bene del figlio. A volte è disposta ad accettare tutto pur di stare accanto al figlio. Soffre in silenzio quando i bambini fanno troppe domande e non si riescono a dare le risposte giuste per non turbarli. Conosco una mamma che ha una storia che sembra quasi un film tragico. Una mamma che credeva la sua bambina morta e che da quando ha scoperto che invece è viva non fa altro che dannarsi l'anima. Si pone domande del tipo se la figlia un giorno saprà chi è lei, se la perdonerà. Tuttavia la vede e per il bene della sua bambina è scesa a compromessi con i genitori adottivi. La mamma adottiva è una gran bella persona. Quella genetica non ha colpe. La sola colpa che ha è quella di essersi fidata delle persone sbagliate... Entrambe amano questa bambina e se si pesasse l'amore che provano per la bambina su una bilancia beh, credo proprio che avrebbe lo stesso peso. Oggi mi andava di parlare delle Mamme. Determinati gesti o decisioni o parole pronunciate dai nostri genitori, anche punizioni, schiaffi, o capricci assecondati, saremo in grado di capirli quando noi stessi diventeremo genitori. Prima di quel momento tutto ci sembrerà incomprensibile. Mamma. Una parola facile. Comune. Ma che racchiude in sè un significato profondo. Essere madre è complesso. Non è un mestiere e non è neanche un dovere diceva la grande Oriana Fallaci. E' solo un diritto tra tanti diritti...

 
 
 

7 Aprile 2010

Post n°287 pubblicato il 07 Aprile 2010 da anita85.ra

Carissimi amici ed amiche come promesso rieccomi qui... Come state? Io un pò indolenzita a causa di un piccolo incidente. Beh anche stavolta m'è andata bene per un pelo. Non so davvero se ridere o piangere sapete? Di sicuro dal cielo c'è qualcuno che mi protegge continuamente. Dovrei farmi un bagno nell'acquasanta. Sono sempre più convinta che uno di questi giorni lo farò... :-) o un pellegrinaggio a Lourdes che ne pensate??? Dai è solo per sdrammatizzare e ridere un pò. Sarò pure disgraziata ma ci sono disgrazie peggiori di questa. Nel post di oggi, voglio ricordare e rendere omaggio ad una carissima amica morta brutalmente per mano del fidanzato. Non la conoscevo ma comunque la cosa mi ha toccato perchè cose così orribili non dovrebbero accadere. La vita la può togliere solo Dio e nessun altro. Lui ce la da e solo lui può richiamarci a sè quando è ora. La vita è sacra. Amiamola e teniamocela stretta. Soprattutto amiamoci noi e non facciamoci male. L'amore non è prigionia. Ma libertà di vivere la propria vita e costruire con qualcuno il nostro futuro. Amare è donare se stessi ma non sacrificarsi. Perchè l'amore dev'essere come una boccata d'aria pulita e non soffocare. Un saluto a questa cara amica ed un minuto di silenzio per pregare e per riflettere. Arrivederci tesorina, fai buon viaggio... :-)

 
 
 

29 Marzo 2010

Post n°286 pubblicato il 29 Marzo 2010 da anita85.ra

Cari amici eccomi tornata dopo mesi d'assenza. Vi chiedo scusa ma sono stati mesi travagliati per via della salute ma anche di alcune verità che mi sono piombate addosso all'improvviso, verità che mi hanno cambiata ed hanno cambiato la mia vita da un giorno all'altro. Mi sento impazzire a causa di ciò, e poi c'è anche il lavoro durissimo per il mio fisico e molto ma molto stressante. Mi ritengo fortunata ad essere determinata e capatosta, perchè ciò mi dà forza a rialzarmi anche nei momenti difficili, anche dopo quelle botte forti che ti fanno male. Carattere ereditato dalle nonne...
Così tra tutti questi alti e bassi mi sono allontanata dal nostro mondo...
Ma non mi sono dimenticata di nessuno di voi. Da oggi grazie alla nuova connessione conto di essere presente spesso negli sprazzi di tempo. A prestissimo amici miei! BACI...

 
 
 

27 Gennaio...

Post n°285 pubblicato il 26 Gennaio 2010 da anita85.ra

Sono passati tre anni da quel maledetto  giorno. Ma vivo tutto come se fosse ieri. Non dimenticherò mai nulla di te. I tuoi sorrisi, i tuoi occhi blu,la tua ironia, la tua generosità. Io ti porto dentro e finchè respiro tu respiri. Finchè vivo tu vivi. Vivi nei miei sorrisi, nella mia voglia di vivere e di andare avanti sempre e comunque. So che tu ci sei, ti sento. Ti sento nella gioia e nel dolore. Ti sento nella malattia.Ti sento perfino quando ho voglia di mollare, di spaccare tutto perché so che sei tu a darmi la forza di continuare, di non arrendermi. Christian vorrei riabbracciarti, mi manchi infinitamente. Mi viene da piangere ma io ricorderò i tuoi scherzi da birbante e il tuo modo di chiamarmi, e il tuo “ ava come lava”… Ecco ora rido. Così può andare??? :-) :-) :-D :-D
TI VOGLIO BENE 


chris

 

 

 

 

 
 
 

Bentornata...

Post n°284 pubblicato il 17 Gennaio 2010 da anita85.ra

Eccomiqui. Ritornata dopo un lungo periodo d’assenza. In tanti vi chiederete perchévisto che ho sempre amato tanto questo blog tanto da non poterne fare a meno evenirci a scrivere perfino di notte. Negli ultimi due mesi molte cose nella miavita sono cambiate. Primo ho cominciato a lavorare in un bar e faccio orari un po’così, so quando entro ma non so quando esco… Un po’ per senso del dovere un po’ perché mi trovo cosìbene con le mie colleghe che poco importa se resto qualche ora in più. Ci facciamo di quelle risate fino a star male.Viste dall’esterno sembriamo pazze o forse lo siamo chissà… :-P Che dire? I clientisono contenti e dicono che la gentilezza e la disponibilità, l’allegria e isorrisi che trasmettiamo non li trovano in altri bar. Uno mi ha pure detto: “Roberta sei davvero in gamba”… Ed un vecchietto che il pomeriggio viene semprecon gli amici a prendersi il caffè mi ha perfino detto che sono bellissima indivisa… Ahaha! No no mi trovo davvero bene,. Solo che mi stanco troppo e allasera la testa mi si piega da un lato e gli occhi si chiudono soli per cui non riesco più a dedicare al blog il tempo diprima. Ma a fine mese voglio comprare la chiavetta per fare la connessione alportatile. Così nei pochi minuti di tempo durante pausa pranzo o la sera quandoriesco posso scrivere qualche riga qui perché mi mancate tutti, e mi manca ilmio piccolo mondo. Il blog è sempre stato il mio rifugio, il mio sfogatolo. Avolte mi manca il poter piangere qui, mentre scrivo. Ho imparato a non farlopiù. Tanto a che serve??? La vita non cambia e di sicuro le cose non possonoche peggiorare di più. Purtroppo nella mia assenza non c’è stato solo il lavoroma anche problemi seri di salute. L’endo, e la massa al rene. Il rene è andatoormai… Si è rimpicciolita con le terapie ma è sempre lì pronta a colpire. Idottori non sono molto ottimisti anche se mi hanno tranquillizzata dicendo ditenere tutto sotto controllo. I motivi del mio silenzio sono stai questiprincipalmente ma poi c’è tutto il resto che fa da contorno. Cose pocopiacevoli ma io non sono stata mai il tipo che si arrende. Le sfide mi sonsempre piaciute Da quando sono nata. Capatosta già da allora. E per quanto ognigiorno sia pieno di difficoltà cerco sempre di sfoderare sorrisi anche se nonsempre sono veri, e cerco di trarre il meglio da ogni cosa perché in fondo lagioia di vivere nasce proprio dalle piccole cose. Spero tanto di riuscire ascrivere molto presto. Voglio che sappiate che vi porto sempre nei mieipensieri e nel mio cuore. TUTTI. Datemi vostre notizie, al cellulare sonocomunque reperibile. Un bacione amici miei, Roby

 
 
 

14 Dicembre 2009

Post n°283 pubblicato il 14 Dicembre 2009 da anita85.ra

Buonasera amici…
Eccomi qui… Come sapete ultimamente sparisco ma poi ritorno sempre.
Più di qualcun m’ha cercato al cellulare. Ciò mi fa piacere.
Ieri non ho lavorato ma questa domenica tocca a me. Con Marcello avevamo detto che saremmo andati a pranzo fuori visto che sabato 19 è il nostro anniversario… Son dieci anni. Sembra ieri.
Sapete che avevo in mente di addobbare con tanti palloncini rossi e festoni la saletta del bar e fare una torta per l’occasione? E magari luce di tante candeline???E’ solo un’idea, non so se fattibile…
Venerdì invece andrò dalla parrucchiera vicina al bar. Da quando lavoro ho dovuto a malincuore abbandonare quella di prima. Mi farà i colpi di sole sul rosso e sul biondo, o solo rosso, dipende da me…Ahaha!!! Pazza come sono pur di cambiare mi farei pure viola.
Oggi invece abbiamo lavorato tantissimissimo. Oggi sono rientrata un po’ prima a lavoro perché ho portato i pensierini alle mie colleghe. Io e S. decidiamo di fare uno scherzo a V.
Le diciamo serie che io avrei finito questa settimana e non sarei andata più perché avevo problemi personali. Lei guarda prima me, poi guarda S. e dice: “ è uno scherzo, vero?” E noi continuiamo finchè lei, s’innervosisce e si mette a piangere. Cavolo! Lì davvero non sapevo che fare, perché lei tra le lacrime mi diceva: “Roby, come cazzo faccio senza di te? Io mi trovo troppo bene con te…Ti prego non andartene, dimmi che scherzi…” Così le abbiamo detto che era solo una burla, che non pensavamo che l’avrebbe presa male in quella maniera. Così scoppiamo in una risata, e per farmi perdonare dico che ero rientrata un po’ prima a lavoro, prima che lei finisse il suo turno, solo perché dovevo darle il regalino…Non ha fatto altro che chiamarci stronze… Ha detto che ce la farà pagare che ci metterà nei biscotti un forte lassativo… Beh a me non può far che bene…. Ahaha… 
Lei è una ragazza d’oro, ha perso sua madre, ha due sorelle più piccole che ha dovuto crescere, ama lavorare, e quando esce dal bar, va al negozio d’alchimie, suo e della sua madrina, sono delle ceramiste in gamba…L’altro giorno le ho portato una porzione di lasagne visto che lei resta lì e non pranza, e non ha fatto altro che dirmi grazie… Andiamo proprio d’accordo e ci facciamo di quelle risate soprattutto quando combiniamo guai… Oggi dopo lo scherzo lei va al negozio, all’improvviso ritorna e dice: “ Ragazze, mi serve una scatola vuota” Io subito scoppio a ridere e loro non capivano… Come potevano? La storia della scatola vuota resterà nei miei ricordi più cari. Vero Sorellina mia??? Dopo però mi è venuto il magone. Mancano pochi giorni al natale. Ma è possibile che io non lo sento? Si temo di si… Cerco di ridere, e rido pure di gusto nonostante le avversità e tutto ciò che ogni giorno mi si scaglia contro. Credo che sia l’unico modo per non sprofondare. Anzi direi che è l’unico modo di risalire perché più giù di così dove dovrei andare?
Ci vuole coraggio per affrontare ogni giorno nuovo. Coraggio, pazienza, ed ottimismo. E quella forza che sta dentro di noi, quella che dobbiamo cercare, quella che ci fa reagire e guardare con speranza al futuro. Non arrendetevi mai, qualunque cosa vi possa capitare nella vita, qualsiasi malattia, qualsiasi problema… Un bacione amici cari, a prestissimo. 

 
 
 

8 Dicembre 2009...

Post n°282 pubblicato il 08 Dicembre 2009 da anita85.ra

Buonasera a tutti cari amici! Come vedete non appena ho possibilità corro a scrivere qui... Mi manca il blog, mi mancate un pò tutti ma il tempo ultimamente è quello che è. Torno la sera sfinita, mi lavo, ceno e poi a letto... E poi non avendo la connessione al portatile ma al fisso è un pò dura riuscire a stare in piedi dopo quindici ore... Perdonatemi così sono fuori dal mondo, dalle vostre vite e voi dalla mia, me ne rendo conto, ma non posso fare altrimenti. In molti avete il mio numero, contattatemi pure lì. MI FAREBBE PIACERE NON PERDERE NESSUNO DI VOI... Domenica ho lavorato anche, ma siamo stati solo io e il mio titolare... Non c'è stato molto da fare, ci siamo dedicati più che altro alle pulizie... Qualcuno entrava di tanto in tanto per un cappuccino e un cornetto o un semplice caffè... Magari tutti i giorni fossero così tranquilli... Invece domani ci sarà un caos tale da mandarmi in tilt... Spero solo che non ci siano troppe uscite esterne da fare perchè inizia a far freddo... Sapete quando mi è capitata quest'occasione di poter finalmente avere un posto di lavoro anche se per pochissimi soldi, mi sono lasciata cogliere dall'entusiasmo non sapendo a cosa andavo incontro, o forse si, lo sapevo bene... Andare a lavorare in un bar significa essere svegli già alle cinque o poco più della mattina, e correre per tutta la giornata. Poi tornare a casa per pranzo, senza contare la sosta in ospedale, mangiare e poi scappare via di nuovo. Arrivano le venti che rientri a casa sfinita che il tempo per pensare è poco e non puoi lasciare coglierti dallo sconforto. Mentre pensi sulla tua vita sbagliata, sui tuoi errori,sulla malattia e vorresti fare uscire una lacrima, gli occhi si chiudono di botto per la stanchezza... Credo di essere riuscita pienamente nel mio obiettivo. Non posso lasciare che lo sconforto vinca, io sto cercando in tutti i modi di riprendere la mia vita in mano, contando solo ed esclusivamente sulle mie forze... Siamo all'8 Dicembre e tra un pò è Natale, solo che io non lo sento. Ho iniziato a fare i regali, ieri ho incartato personalmente quello della mia sorellina, domani a lavoro troverò una scatola vuota della giusta misura e se tutto va bene giovedì glielo spedirò ma lei è già avvisata che lo deve scartare solo la notte di natale. Inviarlo non è la stessa cosa che darglielo di persona ma le cose andate così per ora. Cerco di dire a me stessa che forse è un bene, e che ci rivedremo presto, tra qualche mese, magari quando saremo più serene entrambe... So solo che le voglio un bene infinito, che la sera non vedo l'ora di scriverle un sms e se no riesco di leggere comunque il suo... Non riesco ad immaginare la mia vita senza lei, per fortuna che c'è lei... Il suo solo pensiero mi fa affilare le unghie e m'aiuta ad affrontare la giornata... Com'è bello sapere che una sorella da qualche parte c'è. Ora vado a nanna. Domani m'aspetta una giornatina... A presto amici miei, un bacione!

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mariomancino.maricci12ANTONIOLI80scarabeograsso1957iea.salitopsicologiaforensedanylover2009strong_passionchiara.buonfiglioligaio800bal_zacerotika0070donapi65momentidifesta2011
 
 
 
Primo pemio 10&lode assegnato da Luce 1001:
Ad anita per la sua dolcezza e affetto
 

premio 10&lode conferitomi anche da:
LaMagiaDelleStelle- motivazione:
Piccola e nuova amica, dolce. La vita con lei non'è stata del tutto buona,ma lei ne è uscita 1 bella persona

Da PrettyWoman- motivazione: il blog di una ragazza che dalla vita ha già avuto parte delle sue sofferenze

 
web tracker
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

Image Hosted by ImageShack.us

 

A MIA SORELLA

Il tuo cuore lo porto con me
Lo porto nel mio
Non me ne divido mai
Dove vado io vieni anche tu,
mia amata sorella.
Qualsiasi cosa venga fatta da me
La fai anche tu,
mia cara.
Non temo il fato
perché il mio fato sei tu,
mia dolce.
Non voglio il mondo
perché il mio mondo,
il più bello, il più vero, sei tu.
Questo è il nostro segreto profondo.
Radice di tutte le radici
Germoglio di tutti i germogli
E cielo dei cieli
Di un albero chiamato vita
Che cresce più alto di quanto l’anima spera
E la mente nasconde
La meraviglia che le stelle separa
Prendo il tuo cuore e 
lo porto con me.
Perchè esiste.
Nel mio...

 

19 DICEMBRE 1999

 

19 DICEMBRE 2009



Io e te
10 anni d'amore...