Creato da sarebbe_bello il 20/12/2007
varie ed eventuali

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

 

« Ho fatto un sognoTerremoto in Abruzzo »

Cronaca

Post n°13 pubblicato il 03 Febbraio 2009 da sarebbe_bello

Ci ricasco ogni volta, cado nello sconforto totale quando apprendo certe notizie di cronaca. Per come sono fatto, nato, cresciuto ed educato, mi da già tanto fastidio il bullo che ruba quotidianamente la merenda e gli spicci al compagno di classe più debole, figuriamoci sapere che per noia o voglia di emozioni forti, si picchi e bruci vivo un essere umano. Io un figlio così non lo voglio. La natura ci ha insegnato che il più forte "mangiava" il più debole, ma... la motivazione era la sopravvivenza, ora invece, prendersela con i più deboli, con gli indifesi è una moda. Sarò strano io, sarò "antico" eppure, quando avevo 16 anni, mi davi degli amici con un pallone, mi facevi vedere un po' di tv ed ero il ragazzo più felice del Mondo. Però è così deprimente notare che anche in queste cose, c'è un'evoluzione, uno sviluppo continuo... fino a poco tempo fa, si tiravano i sassi dai cavalcavia, ma dai, troppo poco divertente, ora bruciano vive le persone, da più soddisfazione! E poi, mandano un bell'sms agli amici e narrano la loro impresa. Io un figlio così non lo voglio. Voglio invece delle pene severe per questi individui. Un'altra cosa mi ha lasciato completamente basito. Hanno intervistato gli amici di uno dei geni incendiari, carini loro, si spintonavano davanti le telecamere, ridevano, una festa insomma... alla domanda: "ma che ne pensi di tutto quello che hanno fatto e di tutto ciò che ne comporta?" , la risposta è stata: "e che ne so io!". Beh, non lo voglio un figlio così.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/sarebbe/trackback.php?msg=6437010

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Shoosh
Shoosh il 03/02/09 alle 14:23 via WEB
Poi capita che un figlio ce l'hai per davvero, anzi no, pure una femminuccia (e li i problemi si decuplicano). Nel momento stesso in cui diventi Padre smetti di preoccuparti per te stesso ed inizi incessantemente a preoccuparti di loro, di come si relazioneranno col Mondo. Io li ho fortemente voluti questi figli, ma di fondo c'è, tremenda, la paura di lasciarli poi ad un ambiente che non è più limpido come quello che si percepiva quando Noi eravamo piccoli. Premesso che non è che quando ero piccolo io non ci fossero problemi, ci mancherebbe. Ma era diverso, voglio credere sia stato meno preoccupante crescere per i ragazzi della mia età. Oggi il bombardamento negativo inizia fin da piccolissimi e prosegue a livelli sempre più alti, però io credo fortemente che tutto parta da una sana educazione di base. La famiglia, è tutto li il nodo del discorso, ma non tanto famiglia in quanto istituzione, ma in quanto ‘posto’ all’interno del quale si sviluppano rispetto ed amore per il prossimo… a qualsiasi livello. Anche io di fronte a notizie del genere mi chiedo: ma come abbiamo fatto ad arrivare così in basso?… e così velocemente poi… E la preoccupazione aumenta perché i miei figli saranno a stretto contatto con la mancanza di valori generalizzata che ìmpera in questo momento. Io li ho voluti questi figli, ed è proprio per questo che cerco giorno dopo giorno di trovare il modo migliore per fargli capire, attraverso l’unico esempio possibile, e cioè il comportamento di chi gli sta intorno (siano essi genitori, zii nonni e quant’altro), che l’unica strada da percorrere è quella del Rispetto, per se stessi e per gli altri.
(Rispondi)
 
sarebbe_bello
sarebbe_bello il 03/02/09 alle 14:30 via WEB
quoto! Hai centrato il punto. Non ho paura di educare i miei ipotetici figli, so che l'ambiente che avranno intorno, quello familiare, è sano e rispettoso. Ho paura di tutto quello che sta al di fuori, di questa società, ho paura che nonostante tanti sforzi, un giorno, io sia costretto a dire: figlio mio, mi vergogno di quello che hai fatto!
(Rispondi)
setaserica
setaserica il 03/02/09 alle 17:38 via WEB
Caro Stefano...un figlio così non dico che lo vogliono ma se lo meritano e non devono neanche stupirsene quelli che passano le serate a guardare il grande Fratello, le storie "vere" della Filippi, i reality show, quelli che "anche i sassi dai cavalcavia sono una moda", quelli che "gli albanesi i rumeni" devono stare a casa loro, e pensano sia giusto farsi giustizia da soli, quelli che bruciano i campi nomadi perchè sono fonte di delinquenza senza provare a mettersi nei cuori e nelle paure delle persone"; quelli che non pensano con la propria testa ma fanno si che altri lo facciano per loro...quelli che il loro figlio a 9 anni ha già tre cellulari, ma non ha mai letto neanche un libro; quelli che il loro bambino deve vestire griffato e firmato, se no poverino di sente diverso... caro Ste...non rinunciare mai a stupirsi...e continua ad incazzarti, perchè l'indifferenza, il menefreghismo, il farsi i cazzi propri, è quello verso cui ci vogliono portare, per omologarci, per farci diventare un branco di pecore... poi, cosa diventeranno mio figlio, e il tuo, non lo sappiamo..ma almeno ci abbiamo provato... Seta
(Rispondi)
 
Shoosh
Shoosh il 03/02/09 alle 17:58 via WEB
Omologazione, vero, ma anche disinformazione... le vere piaghe del nostro tempo. Una canzone diceva "Disinformation is a weapon of mass destruction", la disinformazione è un arma di distruzione di massa. Come dargli torto? Buona serata a voi
(Rispondi)
 
Parsifal_67
Parsifal_67 il 04/02/09 alle 17:47 via WEB
Dissento con fermezza dal pensiero post-qualunquista e radical chic dell'amica seta. E' propio il prolasso intellettuale di certa sinistra ben pensante, un pò spaventata e sempre pronta a puntare il dito verso costumi di massa non conformi al pensiero unico a generare figli senza morale. Una sana disciplina mista alla benevola fermezza della cinghia darebbe la giusta direzione al giovine virgulto imberbe.
(Rispondi)
setaserica
setaserica il 04/02/09 alle 10:56 via WEB
Aggiornamenti sul fatto... caro Ste...un goccia nel mare, ma stamattina, mentre alle 5.45 con gli occhietti assonnati e la mente ancora rivolta nostalgicamente al piumone percorrevo la nebbiosa , curvosa e piovigginosa strada verso Volterra, alla radio ho sentito questa notiza... la madre del " mostro", perchè in altro modo non si può definirlo, si è pubblicamente scusata...é poco, dirai tu... è il minimo, dico io.. e dovrebbe essere una cosa ovvia e normale, ma in questo panorama non lo è....è una piccola cosa, ma almeno questa mamma non si è messa a ridere e a spintonarsi davanti alle telecamere! almeno questo...
(Rispondi)
setaserica
setaserica il 04/02/09 alle 18:38 via WEB
post qualunquista e radical chic??? caro parsi, prima di tutto io non ne ho fatta una questione politica ma piuttosto sociale e di costume...sono di sinistra è vero, anche se sui generis, ma non credo affatto che i valori e la morale siano appannaggio di una sola classe politica...credo fermamente in una sana educazione fatta di insegnamenti, comportamenti, valori ..ma se tu, per costumi di massa, intendi passare le serate stravaccato sul divano a vedere il grande fratello..liberissimo, però non mi sembra contribuisca a fornire grande alimento ai valori dei nostri figli...eh si, io mi ci oppongo...preferisco vedere con mio figlio l'ultimo samurai, se non ti dispiace...in quanto alle punizioni corporali, non sono contraria..e neanche queste credo siano di destra o di sinistra...basta farle con intento sano, se no è una sconfitta...
(Rispondi)
 
Parsifal_67
Parsifal_67 il 04/02/09 alle 19:33 via WEB
Cito... "quelli che passano le serate a guardare il grande Fratello, le storie "vere" della Filippi, i reality show" ..se non è un atteggiamento vetero comunista e qualunquista questo.. Mi sa che ti ho messo il sale sulla coda...occhio che è tutta in fiamme ;-) (p.s. ma che cazzo è il grande fratello?)
(Rispondi)
maily_77
maily_77 il 04/02/09 alle 19:35 via WEB
bah...io son figlia della tv spazzatura della De filippi(ho anche partecipato ad amici...e ne ho le prove ;-) )...sono cresciuta con il modello di "non è la rai" , delle "veline" e con le prime edizioni del grande fratello...beh...di certo i valori non li ho ricevuti da lì...nonostante tutto sono cresciuta emotivamente equilibrata...colta...rispettosa della vita altrui...mi occupo del prossimo...adoro gli anziani... e allora che sono queste stupide generalizzazioni? se si hanno alle spalle delle buone famiglie...degli ottimi insegnanti...dei bravi amici...si può vedere il grande fratello anche dalla mattina alla sera..si può anche giocare ore alla playstation...senza pregiudicare nulla. forse al giorno d'oggi nemmeno essere una famiglia presente e consapevole ti mette al riparo dall'avere dei figli imbecilli... ma voglio avere l'ottimismo di poterci provare...
(Rispondi)
setaserica
setaserica il 04/02/09 alle 23:16 via WEB
il fatto stesso che tu definisca quel tipo di tv "spazzatura"e che tu ammetta che i tuoi valori non li hai avuti da li,ma dalla famiglia, da una scuola e una educazione sana, conferma i miei punti di vista...tu sei una persona forte e di principi, e questo tipo di trasmissioni evidentemente non hanno pregiudicato niente, ma chi non ha alle spalle una famiglia, e ha al contrario un carattere debole, viene influenzato e anche parecchio...comunque ripeto, ognuno sceglie di seguire e vedere ciò che vuole...ripeto, a mio figlio preferisco far vedere un documentario sugli animali piuttosto che amici ( con tutto il rispetto per la tua partecipazione alla trasmissione, ti credo sulla parola)e del grande fratello ho solo sentito parlare..però ho letto 1984, di George Orwell....al quale il grande fratello si è ispirato...
(Rispondi)
setaserica
setaserica il 04/02/09 alle 23:19 via WEB
comunque non ho il sale sulla coda...controlla la tua Parsi, seduto sul divano a vedere "ballando con le stelle"....ehehehe punti di vista... solo punti di vista bacio
(Rispondi)
sarebbe_bello
sarebbe_bello il 05/02/09 alle 10:37 via WEB
L'argomento non è la politica, ma lo sviluppo negativo della nostra società. La voglia di crescere un figlio e la paura di non riuscire ad insegnargli il rispetto, la lealtà, dei veri valori. Stento a credere che un genitore di sinistra piuttosto che di destra, educhi un figlio al tiro del sasso dal cavalcavia, allo stupro, all'uso spropositato di droga e alcool... La verità è che gli adolescenti si annoiano molto facilmente, hanno tutto, lo hanno subito e vogliono sempre di più. Guardare amici, il grande fratello, i talk-show a 25-30 anni, quando si ha già maturato una personalità è un conto, guardarlo quando si hanno soli 12,13,14 anni può essere fuorviante. Il fenomeno dell'imitazione è preoccupante. Esempio: se le ragazzine vanno in giro vestite da mignotte non è perchè gli è stato insegnato, ma perchè lo hanno visto, Noi, dovremmo essere in grado di spiegare il limite tra pudore ed esibizionismo. Questi discorsi sono troppo lunghi e ricchi di spunti, ma ribadisco un solo concetto: la mia famiglia è sana ed io sono cresciuto sano, insomma, le fondamenta sono le basi anche se del domani non v'è certezza. Ah, se la tv propone programmi dove si deve per forza litigare, piangere, mostrare tette per fare audience, beh, sono fiero di essere uno di quelli che guarda film e partite di calcio.
(Rispondi)
Accattone_inKimmato
Accattone_inKimmato il 05/02/09 alle 10:42 via WEB
Prima osservazione: Maily si vede benissimo che sei cresciuta così, non è che si diventa epr forza mostri. si può diventare anche altre cose. Seconda osservazione: Seta non prendertela, il caro sindaco riesca a portare sulla politica qualunque cosa, anche se stai mangiando una bistecca lui da come la mangi ti dice bravo sei di destra o fai schifo sei di sinistra. Purtroppo per lui non esistono al mondo infinite menti ed infiniti modi di pensare ma due soli. Quell obello i lsuo di destra, e quello di sinistra, che è la causa di qualunque cosa no ngli vada bene o non sia perfettamewnte allineato con il suo mondo. non esistono discussioni tra menti pensanti, esiste solo lui giusto.....e chi è di sinistra! Purtroppo è così, rassegnati!
(Rispondi)
Shoosh
Shoosh il 05/02/09 alle 10:51 via WEB
Credo anche io non sia questione di politica, ma so anche che l'intento fondamentale del commento di Parsifal è quello di far incazzare seta (eheh). Tornando seri, apprezzo l'intervento sia di maily che di sarebbe per un motivo comune: la solidità delle fondamenta. E' vero, puoi guardare di tutto e di più, ma la cosa importante è mettersi davanti a ciò che si guarda in maniera 'critica'. Il concetto di 'criticità' però si acquista con la maturità, e aspetto ancora che qualcuno sano di mente mi convinca che a 12-13 anni oggi i ragazzi siano maturi. Si copia, come giustamente dice sarebbe, ci si omologa: se vai a scuola vestita da ragazza 'normale' spesso magari rischi di essere esclusa, ed a quella età non hai ancora sviluppato del tutto il ‘menefreghismo’ necessario che ti porta a volerti bene prima di sentire la necessità di essere accettata. E spesso i figli ‘per bene’ vengono risucchiati dal gruppo per non sentirsi soli, esclusi, derisi e quant’altro; una volta dentro il gruppo è quasi indispensabile agire come la massa, quasi fosse un rito iniziatico… ed è li che fai la sciocchezza, nel voler appartenere a qualcosa per la quale non sei stato educato ma che in quel momento è l’unico sbocco alla tua personalità. La Famiglia non deve solo essere ‘amica’, ma anche giudice, solo così può esercitare in maniera convincente il suo ruolo. Diffido dai Padri troppo amici e dalle mamme che escono con le figlie per andarci in discoteca: ne diffido perché spesso così facendo si perde il ‘potere’ che si acquista nel momento in cui si diventa genitore. Potere da esercitare con Amore, si, ma con fermezza, soprattutto quando questa fermezza fa male (con la speranza che quando sarò ormai vecchio i miei figli possano un giorno magari dirmi…sai Papà..avevi ragione).
(Rispondi)
emy7795
emy7795 il 11/02/09 alle 20:59 via WEB
letto tutto sono daccordo con shoo e sarebbe ma nello stesso tempo mi chiedo se sarò una buona madre e saprò far capire a mio figlio cosa è giusto e cosa no e questo e soggettivo spero di poter essere in grado di dargli una consapevolezza del mondo che ha intorno in modo che riesca a giostrarsi in questa giungla in cui viviamo ...se dovessi pensare di dover prendere esempio dall'insegnamento dei mie genitori, una volta estrapolati alcuni valori da loro impartitimi, direi che non esiste ..... non sono cresciuta in un contesto così sano e dove loro fossero presenti o quant'altro ma nemmeno sono diventata una cattiva persona in mezzo alla giungla e ci sono in mezzo da un bel pò ...sono troppi i fattori da valutare e tante le variabili che non si può essere sicuri di nulla ne ai tempi nostri nè ai tempi di adesso ...penso che i nostri futuri od eventuali figli esistenti a parte la nostra guida saranno loro stessi a decidere come affrontare le situazioni nel bene e nel male, saranno loro che prenderanno le decisioni su cosa fare o meno, a parte indirizzarli non possiamo fare altro.
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

lamanodelfatoannamaryhorus1485xxCharlottexxard76xstreghaxemy.7795arsenica_ioFishgirlmaily.77frenck100sono.una.signorasetasericalookina_in_stilettoDgVoice
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

le donne della chat

 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963