Un blog creato da prolocoserdiana il 22/02/2010

SAL&ALLEGRABAND

Fra noi e voi

 
 
 
 
 
 

IL MIO MONDO, LA MIA REALTA'

Riferito al post 734 di cui dovete
tenere conto. By, Sal

 
 
 
 
 
 
 

NON MI ABBANDONARE

IMMAGINE

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« PRIMA DAMMI UN BACIO. Om...Donne obese, la squallid... »

Civiltà digitale: con troppa tecnologia il rischio è ridere meno e soffrire di più

Post n°977 pubblicato il 09 Agosto 2018 da prolocoserdiana
 

immagine

Mia nipote adolescente, qualche giorno fa, era di pessimo umore. «Che succede, problemi con mamma e papà?» le ho chiesto. «No, una compagna mi ha cancellato dai suoi amici su Facebook….» mi ha risposto. È così: essere esclusi da un social, anche solo per un banale capriccio o per un dispetto, è diventata un’offesa, perché quella presenza misura più di ogni altra cosa il nostro livello di relazioni, di collegamenti e anche di apprezzamento da parte degli altri. Viviamo sempre connessi, quasi “esistiamo” grazie alle comunità virtuali dei social, eppure facciamo sempre più fatica a non essere soli nella vita reale. Anche il corteggiamento, la ricerca della seduzione, ha cambiato il suo profilo nella scatola magica della Rete, e ha perso la dimensione della carnalità, del contatto fisico, dell’emozione di un bacio o di una carezza autentici.
Gli ultimi numeri pubblicati dalla società americana di Pediatria sono spaventosi. Il 36% dei genitori intervistati ha risposto che il figlio ha iniziato a usare un touchscreen a meno di un anno e il 33 % entro i 2 anni. Il 12% dei bambini è partito con i videogame e il 15 % con le app prima della data del compimento del primo anno di vita. Ed a un anno di età il 14% dei bambini passa con un gadget elettronico un’ora della propria giornata. I genitori, a loro volta, utilizzano gli apparecchi tecnologici per svolgere le attività casalinghe, distrarre e calmare i bambini (come se un tablet fosse un ciuccio), perfino per addormentarli.
Questa civiltà digitale continua, con il passo di un carrarmato, a modificare le nostre esistenze, e non è detto che ci rende più felici, ma può farci anche sorridere meno. Proprio come mia nipote, esclusa da una comunità di Facebook. «Troppa tecnologia rischia di non aiutare l’uomo, e anzi di isolarlo…» avverte David Carr, l’autore del best seller " Internet ci rende stupidi? " Stupidi magari no, ma più soli sicuramente sì.

immagine

Una volta avevamo una vita...Oggi abbiamo almeno un pc ed una connessione wi-fi...Serena e allegra giornata, Sal

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

FORMAGGI ARGIOLAS IL CUORE DELLA SARDEGNA

Argiolas formaggi. Di :Maria Teresa e
Antonello Argiolas. Qualità, gusto, cuore
della Sardegna per palati raffinati. Li
trovate in tutte le Catene commerciali
italiane e straniere.

 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

nagi51volami_nel_cuore33haivogliadime2francy71_12blaskina88soltanto_unsognoafas0dolphinbluereturnmonellaccio19prolocoserdianagieffeimpianti2008ambradistelleflori1938PCM019
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom