Creato da sferst il 08/05/2009
 

LA COMBRICCOLA DEL

perchè ... la vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare

 

 

« Solo una storia tra tante ...... l'infinito in un passo ... »

Favola ... da N.D. & Co.

Post n°286 pubblicato il 16 Gennaio 2010 da sferst

Fredda la sera di gennaio nella quale Willy decise di uscire da casa per fare un giro in mezzo alla gente; uno dei suoi soliti giri, senza pretese, nessun programma prestabilito.
La luce del tramonto allungava la sua ombra dandogli un aspetto diverso, più fiero ed altezzoso, sicuramente migliore di quanto in realtà lui fosse. Troppo era il tempo che trascorreva da solo in attesa di essere chiamato dalla vita e potersi finalmente rendere utile; così quella sera prese il coraggio a due mani (volle esagerare) e decise di andare a cercarla.
Di Ella, questo è il suo nome, aveva solo sentito parlare, ma non si erano ancora incontrati, gli era stata descritta e ne lui aveva ricavato una sua immagine. Una figura diversa, sicuramente, dagli stereotipi consolidati, da quelle che hanno visitato il mondo in lungo e in largo … da quelle, che dopo essere stati insieme a loro ti lasciano in ricordo solo uno squallido battimani.
Ma Ella in quel momento dov’era ??? Vicina o lontana … dirlo era impossibile.
Willy non si dava pace e agitandosi comunicava con il mondo in un modo ripetitivo, una sorta di ritmico tam-tam, o peggio lanciando messaggi privi di contenuto; sovente la frenesia di un attimo lo conduceva al n. 5 di quella desolata strada dove, da sempre, si sarebbe consumato sbattendo la testa in ogni dove.
Si crucciava pensando anche all’ignara fortuna che aveva Fiocco Rosso a poter stare sempre dietro ad Ella e così facendo la sua fantasia volava oltre ogni limite, sognando che un giorno si sarebbe potuto trovare proprio in mezzo a loro.
Si !!! Penso si possa proprio dire … Willy amava Ella, questo pur senza conoscerla e senza averla mai vista prima, cullato dal dolce pensiero d’un bramato incontro.
La questione però non poteva risolversi in questi, tutto sommato, miserandi termini perché Willy era da sempre convinto che gli incontri coronassero rapporti più cerebrali, fatti di continui infantili stupori, di interpretazioni e di toni di voce … quelli in grado di portare scompiglio anche nella trappola meglio nascosta.
Willy è un mio caro amico ... è un altro sognatore … di quelli che non vogliono smettere mai di esserlo.

(Marco)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mihaela.silaghistelladimare79gioiellicampisicmelnikovaLeo2905sexymocchineriocchinerirospettaromanastrong_passiongrandele77silvia.e1969livio.cattattiiwesternclublavasellalanarifederica
 

ULTIMI COMMENTI

 

CHI PU SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20