Creato da shachor il 02/06/2009

Nel reale e oltre

E se la realtà fosse il sogno o l'illusione?

 

« NIBIRU ... UNA LEGGENDA ...ERGOTTISMO »

FUNGHI ALLUCINOGENI

Post n°415 pubblicato il 13 Ottobre 2009 da shachor
 

Funghi allucinogeni - Di questo tipo di funghi diffusi in tutto il mondo ne esistono circa duecento varietà e ogni anno i micologi ne classificano di nuove.
Evidenze storiche e archeologiche dimostrano che una pluralità di culti e tradizioni, sia a scopo religioso che terapeutico, si è sviluppata intorno ad essi.I cactus e i funghi allucinogeni erano e sono tuttora tradizionalmente diffusi presso le popolazioni indigene di diverse zone dell'America e il loro uso (legato a riti sacri e fatto risalire al 2000 a.C.) si è perpetuato presso le culture degli Inca, degli Aztechi e dei Maya.
L'uso di funghi allucinogeni è poi continuato in varie tribù dell'Amazzonia, presso gruppi di indios Huicholes, nelle regioni dell'attuale Messico e anche presso tribù indigene nord-americane delle zone semi-desertiche.
Il loro uso pare non fosse estraneo, fin dall'età della pietra, anche nelle culture europee, africane e asiatiche.
Psilocibina 
I funghi del genere Psilocybe, con le loro 80 varietà (tra cui la testa pelata e il teonanacati), fanno parte della famiglia dei funghi prataioli e contengono quali principi attivi i derivati della psilocibina. A causa della loro struttura chimica simile, la psilocibina e la psilocina sono imparentate con l'LSD e hanno un effetto psicoattivo simile a quest'ultimo anche se più leggero. Il più consumato tra questi funghi è probabilmente il Psilocybe cubensis, comunemente detto "The Mexican". Come suggerisce il nome questo è originario dell'america centrale ma oramai coltivato indoor in tutto il mondo. Un altro fungo molto commercializzato è il Psilocybe copelandia detto "Hawaiian" dagli effetti molto prolungati nel tempo (10-12 ore) e che pare garantire allucinazioni molto vivide.
Fino a poco tempo fa i funghi allucinogeni erano venduti nella zona libera di Cristiania a Copenaghen ma soprattutto negli "smart shop" di tutta l'Olanda (negozi nei quali è possibile trovare molte sostanze psicotrope naturali) ed addirittura ad Amsterdam era possibile partecipare in alcune discoteche a "mushroom party" perfettamente legali. Oggi la loro vendita sta venendo limitata e da poco l'Olanda ha dichiarato che inizierà un giro di vite contro la Psilocibina. Stesso dicasi per la Danimarca. Sul web la vendita è oggi effettuata in modo irregolare ma ci sono dei siti specializzati che ancora oggi spediscono anche in Italia. In molti paesi tropicali come il Laos o la Cambogia oppure la Thailandia (dove sono però illegali) vengono venduti ai turisti sotto forma di frittatine o frullati. In Italia la normativa vigente vieta la vendita e/o il consumo di specie appartenenti ai generi Psilocybe e Stropharia, equiparando il loro uso a quello di una qualsiasi droga (es. cannabis o marijuana), con quello che ne consegue a livello penale.
Coltivazione domestica
La coltivazione domestica dei funghi allucinogeni è un procedimento complesso che varia da specie a specie a seconda delle condizioni nelle quali queste si sviluppano in natura. Una piccola guida in italiano è disponibile qui Innanzitutto è bene ricordare che tutti i funghi si sviluppano dalle spore che possono essere ordinate on-line da molti siti web generalmente facenti capo agli smart-shop olandesi ma anche di altri stati. queste vengono generalmente iniettate in un "substrato" di materiale organico (in genere riso o pasta mescolati a materiali inerti come la vermiculite) che viene preventivamente sterilizzato in vasetti di vetro tramite l'ebollizione. Un lungo periodo di attesa in assenza di luce permetterà ai filamenti delle spore di invadere completamente il substrato. A quel punto le "torte" potranno essere trasferite in un "terrarium" ossia in una scatola con delle caratteristiche particolari che permetta di vaporizzare l'acqua, ricircolare l'aria tramite una pompa da acquario e drenare la condensa in eccesso.Questo allo scopo di mantenere l'umidità più alta possibile e ricreare le condizioni di sviluppo dei funghi in natura. Dopo qualche settimana dovrebbe venire fuori il raccolto che però può facilmente ai vari stadi di sviluppo venire danneggiato dalla contaminazione di altre muffe di diversi colori (non bianche) potenzialmente pericolose, per questa ragione il procedimento deve essere il più possibile sterile. È bene però ricordare che la coltivazione dei funghi allucinogeni è reato (mentre non lo è l'acquisto delle spore).
Effetti 
In seguito all'ingestione, sia il Peyote che i funghi allucinogeni possono determinare disturbi gastrici, nausea, vomito, vertigini, arrossamento cutaneo, aumento della temperatura corporea.
Questi sintomi in genere hanno breve durata (seppure possano essere alquanto fastidiosi, soprattutto nel caso del Peyote) e sono lentamente sostituiti dagli effetti psichedelici delle sostanze che, come l'acido lisergico sintetizzato in laboratorio, oltre le ripercussioni sulle percezioni possono avere effetti "enteogenici" (sensazioni di contatto profondo con la realtà interiore ed esterna, atteggiamento contemplativo, disposizione alla pace interiore).
Spesso i consumatori riferiscono di provare una sensazione di totale controllo della mente e di riuscire ad avere una immagine di sé e della propria personalità da un'ottica esterna, ciò può rivelarsi piacevole per alcuni individui o viceversa creare forte disagio con conseguenti disturbi psichici. Bisogna rilevare che le allucinazioni ricercate dai consumatori sono solo la punta dell'iceberg di uno stato mentale altamente disturbato che può virare verso reazioni di tipo psicotico e determinare conseguenze tutt'altro che positive, sia in relazione allo stato allucinatorio di intossicazione acuta che riguardo i postumi.
Sovradosaggio: non sembra che il sovradosaggio di psicocibina sia in grado di provocare danni permanenti, almeno a breve termine.
Funghi allucinogeni italiani 
La maggior parte dei funghi allucinogeni producono psilocibina e psilocina.In Italia la specie più diffusa, più nota e più potente è Psilocybe semilanceata, che cresce in habitat erbosi sulle alpi e sull'Appennino tosco-emiliano, ma che potrebbe presentarsi anche in altre regioni montuose più a sud. in quasi tutte le regioni, sia nelle zone di pianura che in quelle montuose, si incontrano altre specie allucinogene meno note o meno frequenti, quali ad esempio Psilocybe cyanescens o Panaeolus subbalteatus. Diverse specie sono considerate psilocibinico-latenti, cioè producono i principi attivi in maniera incostante e, spesso, quando li producono, a basse concentrazioni. Alcune specie, in particolare quelle appartenenti al genere Panaeolus, hanno un habitat coprofilo, per cui sono presenti sopra o in prossimità di sterco animale, per lo più bovino ed equino. Quasi tutti i funghi che producono significativa quantità di psilocibina e psilocina, sono caratterizzati da un fenomeno di bluificazione del gambo, o anche del cappello, che si presenta alcuni minuti dopo la raccolta. Amanita muscaria e Amanita pantherina, che producono differenti principi attivi, sono presenti in buona parte dell'Italia.

(Tratto da Wikipedia)

Postato da Yang

Commenti al Post:
simo.bonta
simo.bonta il 25/02/11 alle 16:38 via WEB
ciao ma comè che ne sai???li hai mai provati??io ho provato 5-6 tipi di funghi e devo dire che differenziano davvero molto tra loro sia per effetti intensità e durata!!!!!volevo solo chiederti se sai dove trovarli nel vercellese fammi sapere se puoi ok?????ciao e passatela bene!!!!!!!!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 

 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 15
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2ctm1980veronica.happy2009pasqualepuopolozardoz3fr.pantanovillasimius0gbromano1simona.miceli2marina.portolano13sergintiodgl5pino.eremitafrancacelettoprofessore3cp
 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

FACEBOOK

 
 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. L'intenzione dell'autore e' di rispettare le norme sul copyright indicando la fonte dei testi e delle immagini pubblicate che non sono di sua proprieta'. Se qualcuno dovesse ritenere di essere leso nei propri diritti, mi contatti che provvedero' se necessario all'immediata rimozione del materiale in questione. I collegamenti ai siti-web posti all'interno di questo blog sono forniti come servizio gratuito agli utenti della rete. Si declina ogni responsabilita' per il contenuto di tali siti. In questo blog solo l'autore e i membri possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti. L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti da terzi nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::