Creato da MissPee il 15/07/2008

Il sapore del sogno

Un giorno, quando fossi diventata adulta, avrei capito quanto fosse fragile l'amore e quali insensatezze e sofferenze si dovessero superare quando si amava molto.

 

Primavera che arriva

Post n°119 pubblicato il 22 Marzo 2009 da MissPee
 

Mi sono convinta, senza troppi indugi, che alla fine ogni cosa ha un suo perchè, o un proprio destino. Non che mi sia rassegnata al fatto di non aver viaggiato ancora, non aver intrepreso altri studi che mi avrebbero portata sicuramente a volare alto, come molti miei compagni di classe, o magari scegliere di lavorare come stagionale negli alberghi, quello sì che sarebbe un'ottima cosa che unisce lo svago al lavoro e alla scoperta di posti sempre nuovi. Ma, come tutte le cose, può andare bene e può anche andare male, bisogna sempre vedere l'altro lato della medaglia. Ed è senza rammarico che ho accetto la mia scelta di restare a Lettere moderne e magari conservare i miei soldini per potermi permettere i viaggetti.

E' stato un weekend dolcissimo, forse proprio per colmare l'amarezza della settimana passata, piena sempre di impegni, di vailàvaiqua, e di nostalgie. Beh, come al solito il merito è sempre del mio amore, che ieri mi ha anche fatto rilassare nella sua Jacuzzi. I suoi sono andati fuori per il weekend ed ho pranzato a casa sua, fatto l'idromassaggio nella sua vasca, avvolta dalla schiuma e poi nel pomeriggio siamo andati a Salerno fino a sera. Siamo stati alla presentazione di un progetto del comune di Salerno, che vedrà la costruzione di un'imponente palazzone a semicerchio, dove saranno anche costruiti degli appartamenti, cosa che a noi due interessava in particolar modo. Oggi, invece, i miei sono andati a Vietri e Taddeo è venuto a mangiare qui a casa, ho cucinato io.

Domani voglio o no, devo assolutamente studiare, anche se le date degli esami di aprile non sono state ancora pubblicate. Domani sarà anche il compleanno del mio amore e per l'occasione gli ho comprato un bel paio di occhiali Rayban, speriamo solo gli piacciano. Eh vabè, vado a mettermi a letto, ho un gran bel mal di schiena, ed io che avevo anche pensato di togliermi la cannottiera.

Buon inizio settimana a tutti!

 
 
 

Ricordo le amiche

Post n°118 pubblicato il 18 Marzo 2009 da MissPee
 

Avevo un'invidiabile amicizia una volta, forse allora era la sola ragione per sentirmi veramente felice, dato che  l'amore faceva il saliscendi nel mio cuore. Eravamo in quattro, ma non l'amicizia del liceo cominciata tra i banchi di scuola. Inizialmente era così, ma solo con una del gruppo, T: eravamo amiche dalle medie, ma ancor di più dal liceo in poi, pur frequentando due istituti diversi. E' stata lei a presentarmi le altre due, qualche annetto dopo, avevamo 16 anni. Ci volevamo un gran bene, facevamo tutto insieme, anche festeggiare il San Valentino a mangiare crepes alla Nutella e sognare il futuro amore. Ricordo come ieri le feste, le serate in discoteca ed il papà di T. che veniva a prenderci, le passeggiate per fare shopping, l'estate in piscina. I nostri 18 anni e la ricerca del regalo perfetto, quello che avremmo conservato per sempre.

Poi le strade si dividono. Parlo veramente pochissimo con la mia amica decennale, per niente con le altre due e la cosa che mi dispiace è che non so neanche io il perchè. Con T c'è stato un diverbio, ingigantito dal mio orgoglio e dalla poca voglia che avevo di ricucire il rapporto, dato che ne stavo passando di tutti i colori quando accadde il nostro "litigio". Ora parliamo, ci siamo riviste anche, ma non sarà più come prima. Lei ha un'altra amica del cuore, mentre io forse a certe cose non credo più. Ed ora che sono in ogni caso felice, mi manca terribilmente avere un'amica del cuore. Forse mi manca avere lei come amica del cuore. So che a fine marzo si cresima e questa notizia mi ha dato un pugno allo stomaco: avrei dovuto cresimarla io, lo ha chiesto a me anni fa. E invece la cresima sua zia.

Ci pensavo qualche notte fa, nell'abisso della mia insonnia primaverile, pensavo a come eravamo prima, unite in tutto, anche quando litigavamo. Non le ho più riviste, le altre due, e non so cosa facciano, se stanno bene e se hanno trovato l'amore, quello che immaginavamo nelle serate passate insieme. Forse tornerei indietro solo per loro, per non perderle di nuovo. Penso che dovevamo passare insieme il giorno più bello della nostra vita, che ancora non è arrivato per nessuna di noi certo. Ma penso che quando mi sposerò non saranno con me.

Scusate se sono un po' triste, nonostante le meravigliose giornate di sole di questi giorni, che dovrebbero ricaricarmi e invece mi sento sempre stanca, affaticata, annoiata e nostalgica. Per fortuna ho Taddeo, che riempie di gioia le ore noiose. Chissà se un giorno ci ritroveremo di nuovo tutte e quattro insieme.

 
 
 

Il sole

Post n°117 pubblicato il 12 Marzo 2009 da MissPee
 

Anche quando sembra che le cose siano pesanti ed insormontabili, basta avere pazienza che tutto si risolve. E mi viene in mente la frase del mio film preferito: ci vuole pazienza per le cose importanti.

Dico ciò, perchè ho appena scoperto che passando dal nuovo ordinamento al nuovissimo ordinamento, gli esami si dimezzano magicamente, anche se gli argomenti si allargano, ma poco importa. Forse riuscirò davvero a finire quanto prima, devo solo andare in segreteria ad informarmi.

Per il resto, le giornate procedono tranquille e sembra davvero arrivata la primavera, anche se non vorrei gufarmela: ieri, dopo una splendida giornata di sole ecco che nel pomeriggio arriva un temporalone coi fiocchi. Ma è marzo!

Stanotte ho sognato che mettevo le infradito e che quindi era già arrivata l'estate. Taddeo mi ha proposto le canarie, ma devo vedere se riesco a risparmiare quanto posso, anche se l'operazione salvadanaio sta procedendo abbastanza bene.

Non importa quanto siano alte le montagne, il sole splenderà sempre.

 
 
 

lushurriosa

Post n°116 pubblicato il 09 Marzo 2009 da MissPee
 
Tag: Weekend

Ho fatto una scoperta entusiasmante ieri, o meglio già sapevo della sua somma esistenza e mi dannerei per le tante volte che ci son passata accanto e non mi sono mai soffermata a guarare dentro: sto parlando del negozio Lush a Salerno, del quale io ignoravo totalmente l'esistenza. Ci son passata accanto parecchie volte, contando tutte le passeggiate a via Mercanti e sono sempre stata attirata dai profumi e dai colori di quel negozio, ma credevo fosse uno di quei negozi fessi che vi sono a Sorrento, dove vendono sì delle saponette, ma non lavano, non fanno schiuma, non fanno un benemerito e costano una cifra.
Avevo letto su internet di un sapone della Lush, specifico per l'acne, i rossori della pelle e volevo comprarlo a mia sorella, tant'è che avevo pure scritto su un biglietto il nome. E ieri Taddeo ci ha portate, me e le mie sorelle, appunto a Salerno e ci siamo accorte che quello era proprio il negozio che cercavamo.
Scusate che cazzeggio, ma ho sfogliato il catalogo e ci sono delle cose davvero supersfiziose, come gli shampoo solidi che durano per ben 80 lavaggi o le gelatine per la doccia, una addirittura che si chiama Sesso e volentieri... mio prossimo acquisto, insieme con le polverine tipo talco, quella che voglio si chiama Mutandine di seta, pensate un po' che nome buffo e accattivante.
A parte questa notiziona che io trovo entusiasmente, il weekend è trascorso tranquillo: i miei sono andati a Ferrara e sabato Taddeo aveva pure la notte in farmacia. Solo ieri, una splendida giornata di sole, ci ha portate a Salerno, perchè le mie sorelle non c'erano mai state e abbiamo cenato al greco.
Stasera i miei ritornano ed è ricominciata una nuova settimana, sperando che la pioggia ci risparmi un po'.

 
 
 

Pioggia e buoni propositi

Post n°115 pubblicato il 06 Marzo 2009 da MissPee
 

mimose.jpg picture by braido

A dispetto di mia madre, io non amo i fiori e le piante, o almeno, non come lei. Mia madre ha una passione smisurata per le piante, un pollice verde, non c'è che dire. Io non ho la pazienza che lei mette nel travasare le piante, nel riconoscerle o, addirittura, quando le acquista dal fioraio. Infatti, molto carognamente, non spendo mai nulla per i fiori, che tanto il giorno dopo appassiscono, e nè gradisco tanto riceverne. Da materialista qualche sono, penso sempre che invece di spendere per un mazzo di fiori, sarebbe meglio comprare una cosa con gli stessi soldi, che magari ti dura nel tempo, come, chessò, un profumo.

Il mio ex mi regalava spesso dei bellissimi bouquet di fiori e altrettanto spesso senza motivo: semplicemente era il suo modo per dirmi Ti amo, nulla importava se dopo seguivano litigate furiosissime. Aveva il vizio di regalarmeli a San Valentino, dicendomi poi che aveva anche speso parecchio, o magari per qualche mesiversario che io non ricordavo. A mia madre, quei gesti, commuovevano sempre tanto, ma io non mi lasciavo trasportare da questi doni, forse perchè erano i miei sentimenti a non essere in sintonia. Taddeo, invece, di fiori non me ne ha mai regalati, sapendo, probabilmente, che non mi fa piacere riceverne. Ed invece, proprio da lui vorrei mi fossero regalati, speiclamente ora che si avvicina la Festa della donna ed è tradizione regalare alle donne il mio fiore preferito. Che stranezza!

La settimana è trascorsa tranquilla. Dopo la cacciata del nonno dalla pensione San Michele (intesa casa mia, così ribattezzata perchè la clinica dove viene continuamente ricoverato si chiama San Michele, n.d.r.) è tornata la serenità, a parte il tempo che ha deciso molto democraticamente di essere di merda per tutti sti giorni. Sto studiando, ad aprile  a quando mi ha detto il presidente di facoltà ci saranno degli appelli e cerco di fare quanto posso. Piano piano tutto si sta rimettendo a posto ed ho cominciato perfino a mettere da parte qualche soldino: almeno, sto cominciando, perchè il salvadanaio pesa ogni giorno che passa, ma deve crescere ancora tanto. Se solo avessi cominciato prima a conservare i soldi, magari quando lavoravo, ora non mi ritroverei in queste condizioni. Ma è bene non lagnarsi sempre, la fortuna busserà anche a questa porta.

Nel weekend non ho intenzione di fare nulla: i miei staranno via e ne approfitto per studiare, complice il fatto che domani Taddeo ha la notte in farmacia. Speriamo solo che questo tempaccio migliori, perchè ne ho fin sopra i capelli (nel vero senso della parola) di questa pioggia: ho una capa crespa che sembra quella della Befana.

Non voglio annoiarvi troppo, ultimamente sono un po' petulante.
Buon uicchend e todos!
 

  

 
 
 
Successivi »
 

LA SCENA PIÙ BELLA

 

 

AREA PERSONALE

 

BUONI PROPOSITI

- Continuare a mangiare di meno


- Mettere una volta e per sempre a posto l'armadio


- Prendere la buona abitudine di andare a correre


- Continuare scrupolosamente a mettere i soldini nel salvadanaio


- Aprire il salvadanaio alla mezzanotte del mio compleanno


- Continuare a cercare qualche lavoretto


- Studiare e preparare quanti più esami possibile

 

TAKE A PICTURE

 

A Minori, mangio beatamente una ricca frittura di calamari e gamberi che a casa posso solo sognare, perchè mia madre si scoccia di friggere.

 

DOMANDONA DEL MOMENTO

Riuscirò a prendere atto che mi sto inchiattendo e mangerò di meno, facendo un qualche tipo di sport?

 

FACEBOOK

 
 

SE FOSSI...

... una borsa, sarei...

La BB1 Benetton

... una scarpa, sarei...
 

Nike Shox

... un profumo, sarei...



... Geoblack di Alviero Martini

... un luogo, sarei...



... la spiaggia di Vietri

 

TAG

 

ULTIME VISITE AL BLOG

katiagar.klorenzoemanuewherethestreetshavepoeta.72molifortukarimattrezzikekko97.lazzurraluna69strong_passionpolveredistelle_86mcrifpizzoantonio66breezy2007sergiodarinpunkesteem
 

ULTIMI COMMENTI

tanti auguri di buon caomple un baciooo
Inviato da: punkesteem
il 07/09/2010 alle 12:48
 
scarpe nike
Inviato da: Francesco5599
il 15/05/2010 alle 16:09
 
vabbè che io non posso proprio permettermi di fiatare, però...
Inviato da: CanidiaViolet
il 01/02/2010 alle 01:42
 
...ma dove sei finita? :( Un bacione grande!
Inviato da: lotus_86
il 18/05/2009 alle 14:20
 
un abbraccio...lulù
Inviato da: dolcissimagabbana
il 13/05/2009 alle 00:14