Creato da gipsy.mm il 05/09/2011
sognare è come volare

 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

acquasalata111gipsy.mmnanyaunomeravigliosamente.tucruelangelsmariateresa.savinoNoRiKo564ernestoandolinastellagatvirgola_dfdott.andreameschisidivinacreatura59il_tempo_che_verraQuartoProvvisorio
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

la mia rana canterina

Post n°154 pubblicato il 17 Settembre 2020 da gipsy.mm

 

La mia rana canterina

s'è svegliata stamattina,

Tutto il giorno sulla foglia

A sperar che qualcun la voglia

 

Passa un’ape laboriosa

Sempre in giro, senza posa

Sopra i fiori, la vicino

Si ferma per un riposino.

La ranocchia canta felice

La chiama e poi le dice

“presto vieni, apetta gialla,

vieni qui, giochiamo a palla”

 

Non lo posso certo fare      

Latte e miele vo a cercare.

La regina, mia madrina,

l’ha ordinato stamattina

 

La ranocchia indispettita,

gia scordata la partita,

con un salto s’è tuffata

sotto la foglia s'è rifugiata

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

amore banale

Post n°153 pubblicato il 13 Settembre 2020 da gipsy.mm

 

S’è creata un’osmosi fatale

tra amore vero e quello banale

ogni flusso è ormai rovesciato,

lo stomaco duole, manca anche il fiato.

Sentimenti gettati alle ortiche,

la carne sanguina per le ferite,

la mente ha perduto ogni nesso

e le membra son tese nel sesso.

 

Questa linfa che linfa non è

Va al contrario e fugge da me.


Vorrei vedere dentro i tuoi occhi

brillare il ricordo di antichi balocchi,

sopra un campo di margherite

sfogliare l’ore delle nostre vite

andando a ritroso ed urlando ti amo

ad ogni petalo cercando la mano

di chi aprì i miei occhi sul mondo

ed or si riflette sui petali attorno

 

Vorrei, ma lo so, io non posso

Riavvolgere il tempo sopra se stesso,

guardare gli occhi grandi di mio padre,

chiedere il perdono di mia madre,

stringere l’amata fortemente al petto,

piangere con lei sull’amor diletto

ed i figli che non ho goduto

portarli con me sopra il mio prato.

 

In mezzo a quelle margherite

per poter curare tutte le ferite

per tornare ad essere me stesso

dentro il presente che ho fuggito…

Adesso!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

tutta una bufala

Post n°152 pubblicato il 12 Settembre 2020 da gipsy.mm

 

Ascolto affermazioni contrastanti,

tutti esperti dell’ignoto che ci sta davanti

e mentre i letti si riempion di malati…:

“normale, eran caduchi, morti designati”

E qui mi chiedo: “medici, infermieri, pure lor malati?”

Beh, “del morbo erano a contatto: predestinati”.

Mi ritrovo a vivere un periodo eccezionale, mai affrontato,

e davanti all’ignoto di cui mi sento schiavo, mi sono stranito

ed il cervello ha iniziato ad andare a fuoco

per questo strano nuovo gioco cervellotico

da cui uscirà un solo vincitore:

colui che espone la panzana migliore.

Nessuno sulla terra ne è rimasto esente

e mentre la scienza cerca un vaccino per la gente

dall’egoismo, tutti in coro, senti declamare:

“è un inganno, il vaccino fa morire:

come per l’influenza, il vaccino fa felici

solo gli amici degli amici.”

E qui mi stranisco sempre più non realizzando come,

con quelle idee, Possano far vaccinare il loro cane

o loro stessi per evitare del vaiolo il ferale strame

o la polio e quant’altro decimò intere civiltà.

Oggi non più circoscritto, il mondo è una comunità.

Sempre più disorientato dalla mia ignoranza,

osservo i cortei dalla mia stanza

invidiando coloro che non hanno paura

ed affrontano il domani come fosse una avventura

che coinvolge solo loro in uno strano gioco

In cui tutti gli altri intorno contano poco… niente.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

la mia amante

Post n°151 pubblicato il 11 Settembre 2020 da gipsy.mm

 

Arriva col buio la mia amante,

senza far rumore, lentamente.

Mantello nero, occhi di brace,

la mia donna a me soggiace.

 

Sotto il mantello il corpo lunare

tra le sue braccia mi lascio cadere.

Dalle labbra tra le coperte in trine

suggo ambrosia, mi bacia tra le rime

 

della melodia che lega il cuore,

l’anima e la mente fuori dalle ore

fin quando il giorno bussa e le dispiace

di dover fuggir la luce e nostra pace

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

come mi chiamo

Post n°150 pubblicato il 11 Settembre 2020 da gipsy.mm

 

Il sole si scioglie
Ogni notte nel cuore,

Miete le voglie
Il giorno che muore

Con passo leggero
Ha riempito la stanza
Il buio del Vespro
All'ora che avanza...
Mostro il volto scuro
Ostento il mio dolore

Mentre il buio nero
Asperge ogni terrore
Respinto dal sorriso
C
he gioca con il cuore...
Odio guardarmi in viso.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso