Creato da Aresmorelli il 01/11/2007
La satira ci salverà?

Maremma Ma'...trix

Perché il maremmamatrix non è facile da spiegare. Chi si occupa di satira in modo veramente professionale per un motivo o per un altro ha sempre ignorato le tribune politiche, eppure sono una fonte inesauribile di testi e battute umoristici, non c'è bisogno di aggiungere poi molto alla realtà che è già sufficientemente grottesca. Normalmente la satira politica troppo evidente non è gradita sulle televisioni per tanti motivi che sono intuibili. Queste gag possono far ridere oppure far piangere e purtroppo quando fanno piangere non dipende soltanto dalla nostra cattiva recitazione :) . 
 

Seconda puntata (tasse e finanziaria)

 

Terza puntata (i giovani d'oggi)

 

Quarta puntata (sicurezza)

 

Quinta puntata (corruzione)

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 18
 

Contatta l'autore

Nickname: Aresmorelli
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 47
Prov: FI
 

 

« 35 anni a Bradley Mannin...Se Pericle fosse vissuto... »

Vendicare i bambini siriani

Post n°795 pubblicato il 30 Agosto 2013 da Aresmorelli
 

Gli Stati Uniti si preparano alla guerra. La motivazione ufficiale è che occorre vendicare i bambini siriani morti inseguito all'utilizzo di armi chimiche. Già i bambini sono bambini, vanno protetti, vanno tutelati e per farlo si può anche fare una guerra, si possono spendere soldi, utilizzare risorse. Però poi si va a vedere l'indice di mortalità infantile nel mondo, riporto il link con i dati: http://www.indexmundi.com/map/?v=29&l=it e si scopre che il paese in cui muoiono più bambini è l'Afghanistan, uno dei paesi presidiato dagli americani, uno dei primi nei quali è iniziata la lotta al terrorismo. Già si scopre che ci sono bambini che muoiono in gran parte del mondo, di stenti, di malattie, spesso a causa della colonizzazione occidentale che inquina le acque, che vende prodotti scadenti, che impone modelli di vita incompatibili con quelli di altre popolazioni. Per quei bambini non si mobilita nessuno, basterebbe spendere un decimo di quello che costa una guerra per portare aiuti umanitari veri, per trasferire risorse. Invece pubblicano le foto dei bambini siriani morti, per suscitare l'indignazione della popolazione e così giustificare un intervento che provocherà altri morti, anche tra i bambini. La politica statunitense degli ultimi cinquant'anni non è mai cambiata, si è basata sulla propaganda per giustificare le innumerevoli guerre combattute per i loro interessi. Sono stati bravi a spacciare i loro interessi per gli interessi del mondo. Il Parlamento inglese si è già opposto alla guerra, chissà se i francesi verranno interpellati, gli Stati Uniti hanno già detto che agiranno anche da soli, già, come sempre. I popoli occidentali dovrebbero iniziare ad interrogarsi sulle fondamenta delle loro democrazie, se i popoli non vogliono le guerre e i governi continuano a combatterle, quale è il livello di queste democrazie?

Gli Stati Uniti si preparano alla guerra. La motivazione ufficiale è che occorre vendicare i bambini siriani morti inseguito all'utilizzo di armi chimiche. Già i bambini sono bambini, vanno protetti, vanno tutelati e per farlo si può anche fare una guerra, si possono spendere soldi, utilizzare risorse. Però poi si va a vedere l'indice di mortalità infantile nel mondo, riporto il link con i dati: http://www.indexmundi.com/map/?v=29&l=it e si scopre che il paese in cui muoiono più bambini è l'Afghanistan, uno dei paesi presidiato dagli americani, uno dei primi nei quali è iniziata la lotta al terrorismo. Già si scopre che ci sono bambini che muoiono in gran parte del mondo, di stenti, di malattie, spesso a causa della colonizzazione occidentale che inquina le acque, che vende prodotti scadenti, che impone modelli di vita incompatibili con quelli di altre popolazioni. Per quei bambini non si mobilita nessuno, basterebbe spendere un decimo di quello che costa una guerra per portare aiuti umanitari veri, per trasferire risorse. Invece pubblicano le foto dei bambini siriani morti, per suscitare l'indignazione della popolazione e così giustificare un intervento che provocherà altri morti, anche tra i bambini. La politica statunitense degli ultimi cinquant'anni non è mai cambiata, si è basata sulla propaganda per giustificare le innumerevoli guerre combattute per i loro interessi. Sono stati bravi a spacciare i loro interessi per gli interessi del mondo. Il Parlamento inglese si è già opposto alla guerra, chissà se i francesi verranno interpellati, gli Stati Uniti hanno già detto che agiranno anche da soli, già, come sempre. I popoli occidentali dovrebbero iniziare ad interrogarsi sulle fondamenta delle loro democrazie, se i popoli non vogliono le guerre e i governi continuano a combatterle, quale è il livello di queste democrazie?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

 

 

Ho una formazione giuridica che mi ha portato fino ad una specializzazione post laurea e che, nello stesso momento, mi ha compromesso per sempre. Studiare diritto ha terribili effetti collaterali, ancora oggi quando faccio la lista della spesa la suddivido in commi; quando la mia compagna mi rimprovera qualcosa cerco di ricorrere in Appello e se so di essere colpevole fingo la semi infermità mentale (mi viene bene). Ho cercato di rimediare laureandomi in sociologia, la sociologia è bellissima ma anch’essa ha effetti collaterali, ti fa capire quanto alcune nostre certezze siano in realtà soltanto illusioni…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

Odhinn88daldanipuccivalterenzo.tampcassetta2cleopatra_3lmvittoriosgueo0912alessio.drledaappaltiivansalguido.cabrelerobertbenedeeurocasa.cristianosofiabullo7antonio.anastasio82
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom