Creato da umindaparer il 24/02/2008

gente comune

di tutto un po'

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

 

« ricordi e rimpianti  il Natale è una bella festa? »

IL MINIMO COMUNE DENOMINATORE

Post n°12 pubblicato il 16 Novembre 2008 da umindaparer

Quando ho iniziato scrivere su questo blog volevo dargli una impostazione politico sociale ma dopo poco mi sono arenato; il motivo sta nel fatto che ho iniziato a visitare gli alti blog. Ho visto blog bellissimi, con effetti, costruzioni grafiche stupende, talvolta così belli da rasentare una forma di arte sui generis. Ho letto racconti, poesie, commenti di tutti i generi e tipi. La cosa che però mi ha colpito di più è la costante in quasi tutti le visite che ho fatto: la solitudine. Il minimo comune denominatore che ho costantemente trovato è quella solitudine che ti opprime il cuore, ti condiziona i pensieri e la vita. D'altronde il blogger scrive per sè ma anche per potersi sentire capito, commentato, contattato con lo scopo di un confronto ma meglio alla ricerca di altre menti capaci di cogliere le sfumature della persionalità di chi scrive.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/umindaparer/trackback.php?msg=5899785

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
messaggeria.normale
messaggeria.normale il 30/11/08 alle 07:52 via WEB
Forse nel blog si riesce a comunicare tutto quello che nella quotidianità non e’ possibile (per tanti motivi pero’).A volte non si cerca accettazione,ne’ lo essere capito dagli altri,(perché in fondo, gli altri (ed io sono pure un’altra nel leggere gli altri), capiscono quello che hanno bisogno di capire, quello che fa bene al loro proprio bisogno,al loro qui e adesso(e non per egoismo ne’ per incapacità,solo perché siamo umani)Dicevo che a volte, il blog diviene un posto d’incontro con noi stessi, con quella parte che nascondiamo agli altri (e spesso a noi)e che nella scrittura può uscire,a volte e’ sfuggire per trovarsi, a volte solo intento di allontanarsi di quello che siamo e viceversa,sempre viceversa J...senza dubbio gli scopi sono diversi per tutti noi...anche se un intento di ammazzare la solitudine, o almeno provare a condividerla e cosi viverla ma con la s minuscola, e’ molto probabilmente un motivo della nascita di tanti blog...ti lascio il mio saluto e scusa il disordine mentale (a volte sono più chiara, ma solo a volte)Gabri
 
 
umindaparer
umindaparer il 30/11/08 alle 11:05 via WEB
sono d'accordo; posso dirti che spesso trovo la tendenza ad una fuga dalla realtà con costruzione di mondi fantastici con principi azzurri, fate, amore, sentimenti, cuori pulsanti, ecc altri scrivono poesie che ti fanno percepire sensazioni di sofferenza dolore mi sembra che la solitudine sia sempre presente non ci sono più figure autorevoli come un sacerdote un professore ecc. il mondo è talmente competitivo che non ti puoi fidare degli amici, talvolta per la pressioni del "mondo" neppure dei tuoi familiari allora affidiamo le nostre angosce al web talvolta ciò si esplica proprio come un diario ciao
 
sognandoTEmioangelo
sognandoTEmioangelo il 30/11/08 alle 21:41 via WEB
hai colto nel segno si molti dei blog sono distampo malinconico compreso il mio che anche se e dedicato al mio amore spesso lo uso per far fluire tutte le mie emozioni ed e vero si scrive per se stessi io amo scrivere mi aiuta a capire molto di me rileggendo le mie emozioni e spesso nelle parole degli altri si trova un mondo tutto nuovo e si riesce a sorridere anche in momenti bui.. buona serata
 
 
umindaparer
umindaparer il 06/12/08 alle 18:36 via WEB
innanzitutto complimenti per il tuo blog, è bellissimo, io non sono così bravo leggendo quello che hai scrito mi sono ritrovato nel tuo post n° 48 ed in ciò che hai scritto nel tuo profilo. mi sembra di sentire in te una profonda delusione per ciò che poteva essere e non è stato una ferita profonda che ti spinge a cercare immagini e parole che rispondano al bisogno di affetto che hai. affidi tutto ciò al web sperando di incontrare altre persone che possanocondividere con te tale sofferenza e che vvano gli stessi dolori. mi sbaglio? a proposito tu hai già lasciato una traccia di te non foss'altro per questo commmento che ha reso il mondo diverso da come era prima
 
patchina
patchina il 08/12/08 alle 07:44 via WEB
Buongiorno:-)..grazie per la tua visita:-)..penso che il tuo post sia molto reale..il sentimento di solitudine imperversa nella nostra società purtroppo..ma sta a tutti noi trovare modi per sconfiggerlo..sia il nostro che quello altrui :-)..buona festa:-)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lumindaparerumindaparernoarellondina32walter.ego0sonia55_1asterix430Katartica_3000grazia.pvwolwaffenviolette51antartico1itlucita0memoleyoghi
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom