Creato da e_amen il 23/06/2007
un eremita sul marciapiede

Area personale

 
 

FACEBOOK

 
 
 

Ultime visite al Blog

 
claramarinarobertomelejdiablomauafelMaxNadierPerlaBaroccaSogniDiCrisalidefreezerempireBecconovellistadub4biancoelefantePiEra_AngeIaGlass_SpiderNedaksedod
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Chi può scrivere sul blog

 
Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
 

 

 

io guardo te che guardi in su

Post n°115 pubblicato il 22 Gennaio 2009 da e_amen

 


Mettiti comodo, ho una cosa da dirti. Questa volta davvero, prima che la montagna si arrabbi. 


"Così, é finita anche stavolta," e guardi in su.
"Non é neppure ancora primavera," io guardo te che guardi in su.
"Ma lo sembra. Come se aspettasse sempre questo periodo, per toglierci di torno."
Solo un puntino, ma sanguina.
"Ricordi quella volta in cui ho perso le chiavi della macchina, e quell'altra in cui ho trovato il parabrezza in frantumi, e poi quando mi hanno investito..."
"Ricordo. Non ero io a portare sfortuna, non riapriamo quel discorso."
"Volevo solo dirti che..."


"Ci sono meno stelle, sembra."
"Troppi desideri caduti."
"Forse ci ripenso e me ne vado. Convincimi a restare."
"Non hai dove andare, ormai manca poco."
"Fa più caldo. Dove finiremo?"
"Spero in un corpo più fortunato, per me. Tu starai bene ovunque, perché niente ti rende felice."
"Guarda," il mio dito é un verme galattico che nuota in cielo. "Comincia. Pop-corn?"
"Zitta. Godiamoci lo spettacolo." E finalmente mi abbracci. 
Rimaniamo così. Per almeno quattro secoli.


 

 
 
 

Post N° 114

Post n°114 pubblicato il 30 Novembre 2008 da e_amen
Foto di e_amen

Va detto, a onor del vero, che le donne in certe occasioni, venderebbero l'anima al diavolo.
Frivole e troie.
Ma sempre tutto a parole che nei fatti lasciano poi a desiderare.
Gattone morte che si strusciano addosso all'immaginario, pronte a tirar fuori le unghie e ferirsi vicendevolmente.
Pronte a farsi sbattere purchè quella fragile illusione possa diventare illuminante.
Mai alleate.
Sorrido di fronte a tanta stupidità e mi dolgo di non essere un uomo di merda per poterne approfittare.
Peccato.

 
 
 

Post N° 113

Post n°113 pubblicato il 21 Novembre 2008 da PerlaBarocca

 
 
 

Post N° 112

Post n°112 pubblicato il 04 Novembre 2008 da PerlaBarocca

"…Oserò
Turbare l'universo?
In un attimo solo c'è tempo
Per decisioni e revisioni che un attimo solo invertirà

Perché già tutte le ho conosciute, conosciute tutte: -
Ho conosciuto le sere, le mattine, i pomeriggi,
Ho misurato la mia vita con cucchiaini da caffè…"

 
 
 

Twist In My Sobriety

Post n°111 pubblicato il 23 Ottobre 2008 da PerlaBarocca

 
 
 

Post N° 110

Post n°110 pubblicato il 13 Ottobre 2008 da PerlaBarocca

High tide - mid afternoon
People fly by in the traffics boom
Knowing - where you’re blowing
Getting to where you should be going.
Don’t let them get you down
Making you feel guilty about
Golden rain bring you riches
All the good things - you deserve now.

Climbing forever trying
Find your way out - of the wild wild wood
Now theres no justice
There’s only yourself - that you can trust in
And I said - high tide mid afternoon
People fly by in the traffics boom
Knowing - just where you’re blowing
Getting to where you should be going.

Day by day your world fades away
Waiting to feel - all the dreams that say
Golden rain will bring you riches
All the good things - you deserve now - and I say
Climbing forever trying
Find your way out - of the wild wild wood

 
 
 

Damien Rice - The Blower's daughter

Post n°108 pubblicato il 07 Ottobre 2008 da e_amen

 
 
 

Post N° 107

Post n°107 pubblicato il 04 Ottobre 2008 da PerlaBarocca

 
 
 

Post N° 105

Post n°105 pubblicato il 03 Ottobre 2008 da e_amen

Ogniqualvolta voglio sentirti vicina, scruto nei miei ricordi e ti trovo.
Non ti cerco nell'obitorio del mio cuore, perchè non ci sei mai finita là.
Ci sono persone che hanno la capacità di lasciare il segno.
Sono le persone che vivono con passione la loro vita; che vogliono trasmettere qualcosa di sè; che si coinvolgono e ti coinvolgono; che ti prendono per mano o a calci nel sedere e ti aiutano a capire, a vedere una luce nel buio; che si espongono in prima persona... e per questo spesso vengono anche criticati.
L'elenco sarebbe troppo lungo.

Posso solo dire che la piacevole sorpresa è riuscire ad incontrare queste persone e avere la fortuna di viverle.

Non importa come e dove.

E soprattutto non importa quando e per quanto tempo.
Perchè so che tu ci sei.
So anche che potremmo non vederci per anni interi che i sentimenti che provo per te resterebbero immutati.
Perchè quello che provo per te va al di là della comune amicizia, perchè non verrà mai intaccata dalla delusione o dalla mancata soddisfazione delle aspettative.
E' per questo che dico: mi è mancata la presenza fisica... ma non mi è mancato il sentimento che mi lega a te.
No, non è amore. E' un qualcosa che non so spiegare, posso solo dirti che ti sei incollata sul mio cuore e io, per sicurezza,
ti ho cucito sopra con un filo d'oro, fosse mai che la colla non resistesse in eterno.

 
 
 

Post N° 104

Post n°104 pubblicato il 30 Settembre 2008 da PerlaBarocca
Foto di e_amen

Avevo compreso da tempo che non c’è cosa al mondo che non sia germe di un Inferno possibile: un volto, una parola, una pubblicità di sigarette potrebbero render pazza una persona, se questa non riuscisse a dimenticarli.

 
 
 

Post N° 103

Post n°103 pubblicato il 29 Settembre 2008 da e_amen
Foto di e_amen

le piacevano le olive
le mordeva avida poi le passava nella mia bocca e io non sputavo mai il duro, glielo passavo di bocca
con la lingua
poi lei mi tirava fuori l'uccello
ma non con foia, quasi riflessiva
osservava le onde e le accordava
all'andirivieni della mano
che s'indurisse in quei momenti era relativo, avevamo la notte
e in quei momenti ci bastava lo sfrangersi dei marosi
poi la calma ridiventava piatta
non le chiesi mai che vento spirava
da quelle parti
Ghibli, Scirocco
Era Lei la mia brezza
e la baciavo
mentre una lacrima mi giungeva
fino al collo

 
 
 

Post N° 102

Post n°102 pubblicato il 12 Settembre 2008 da deFocused
Foto di e_amen

 
 
 

Post N° 101

Post n°101 pubblicato il 11 Settembre 2008 da e_amen
Foto di e_amen

mi passi a fianco? le stelle si sono rotte
e il sangue cola dagli allunaggi
Amo il suo lato oscuro, quello che non si vede
e piange ogni sera
poi reimposta il template
e reinsedia il savoir-vivre
la penso anche se sto male
e le giunture schricchiolano

mi giro nel letto, sciolgo in bocca
qualche notte chimica
bacio gli imbecilli come fa lei
perchè sono costretto
poi riprendo al mattino a sopravivvere
senza averne,in fondo, un reale bisogno
più tardi
bevo del tè
e cerco di capire dalle increspature
il destino

fino quando le foglie si seccheranno
e rinasceranno
non pianterò salici piangenti
piuttosto anemoni
corona rossa
cornice bianca
punti irsuti di pistilli
poi la chiamerò a nutrire
il passi di un frantumo d'uomo
allungati all'ombra
eppure nomade come i santi
e l'amore

 
 
 

Post N° 100

Post n°100 pubblicato il 07 Settembre 2008 da e_amen
Foto di e_amen

E’ questa la tua forza e, insieme, la chiave del tuo precipizio.
Ora, mentre tu pensi di prendermi, ti perdo. Affondo le mie unghie sul tuo corpo, gracile, bianco. Il corpo di chi ha pelle che profuma di mondi, di libri, di lingue altre. Ne faccio sentieri rossi, rivoli della mia voluttà viziata. Lascio che tu abbia dolore e non ho pena alcuna.
Ho iniziato ad odiarti nel momento esatto in cui i tuoi occhi hanno rivelato il mio potere. Ti ho odiata al punto che tu ora sei solo prevaricazione, la mia. Gioco senza pathos, ma con una vittoria scontata, fin troppo.
E ci rivedremo, come ieri, come domani l'oggi. Aspetterò che tu muoia di vuoti orgasmi e sarò cattivo, come lo sono stato finora, a partire dalla tua prima sconfitta. Sarò velenosa tarantola che non perdona. Non perdono che, anche tu, abbia piegato la testa dinnanzi a me, piuttosto che tenere la mia.
Sarò l'uomo che ti lascerà aperta la ferita del dubbio, sarò l'uomo che maledirai, non per tua colpa, ma per tua natura, debole, con me.

 
 
 

Post N° 99

Post n°99 pubblicato il 06 Settembre 2008 da PerlaBarocca
Foto di e_amen

 
 
 

per te

Post n°98 pubblicato il 01 Settembre 2008 da e_amen

Il mio cuore, come una serpe,
si è spogliato della sua pelle
e la tengo fra le mie dita
piena di ferite e di miele.
I pensieri annidati
nelle tue rughe, dove sono?
Dove le rose che profumavano
di Gesucristo e di Satana?
Povero involucro che opprimeva
la mia stella fantastica!
Grigia pergamena indolenzita
di ciò che volli e ora non amo piú.
Vedo in te embrioni di scienze,
mummie di versi e scheletri
di antiche mie innocenze
e di miei romantici segreti.
Ti appenderò ai muri
del mio museo sentimentale,
vicino ai gelidi e oscuri
gigli dormienti dei mio male?
O ti metterò sopra i pini
libro dolente del mio amore -
perché tu conosca i trilli
dell'usignolo all'alba?

 
 
 

Post N° 97

Post n°97 pubblicato il 26 Agosto 2008 da e_amen

Era uno di quegli uomini che pretendono di rinchiudere l'universo in un armadio.
Questo è il sogno di ogni collezionista.
E siccome questo sogno è irrealizzabile,
i veri collezionisti, come gli amanti,
anche nella felicità vengono colti da tristezza infinita. Sanno che non potranno mai chiudere a chiave la terra intera, mettendola in una vetrina.
Da qui viene la loro profonda malinconia.

 
 
 

Post N° 96

Post n°96 pubblicato il 22 Agosto 2008 da e_amen
Foto di e_amen

mi hai chiesto se questa è la fine




penso a questo mentre premo forte le dita sulle palpebre chiuse.
Io spingo e piango. Tu non mi vedi.
Mi basta un dolore qualsiasi sul quale adagiarmi e farmi portare via.
Fuori di qui

 
 
 

Post N° 95

Post n°95 pubblicato il 22 Agosto 2008 da e_amen

dal Vocabolario degli Accademici della Crusca:
FASCINAZIONE.

Malía, che si fa con gli occhi, che per altro vocabolo è detta mal d' occhio : e pigliasi anche per ogni sorta di malía. Lat. fascinatio, fascinum.
Passav. 333. Faccendo 'l Diavolo ludificazione, e fascinazione, cioè con inganno, e con abbagliamento così parere nella immaginazione, e negli occhi di coloro, che ciò vedevano.

 
 
 

Post N° 94

Post n°94 pubblicato il 20 Agosto 2008 da e_amen

Mi darei all'esilio, se tu non fossi un deserto che non bramo affatto.
E siccome non crederai a nessuna di queste parole,
un giorno al ritorno, leccherai con cura i miei occhi,
pulendoli dai tuoi viaggi al mio interno.
Sono le membra salate di un ricco viandante, le tue.
Mi consola, esserne l'artefice. Mi consola, essere l'unico a sapere. Che tu non esisti. Proprio come noi.

 
 
 
Successivi »