Creato da vudej il 08/09/2007

V-day, l'inizio...

::: Quasi un MEETUP su Libero::: Racconta il tuo V day e cosa faresti per cambiare l'Italia... ma non cazzate per favore!

 

 

« Messaggio #91Facile così.. »

Tolleranza zero

Post n°92 pubblicato il 18 Novembre 2007 da paoloaresmorelli
 

Leggo l'articolo di oggi sulla prima pagina di libero. Parla delle
rapine perpetrate ad opera di extracomunitari, dell'est si specifica.
Ci si chiede se ormai non si può essere più al sicuro neanche dentro le
mura di casa, se serva la tolleranza zero. Eppure io dentro casa mia mi
sento al sicuro, sarà perchè abito in un appartamento nella periferia
di Firenze, all'Isolotto. Mi sembra difficile immaginare rapinatori che
si arrampichino fino al balcone di casa mia per sottrarre alcune piante
o qualche mobile vecchio. La cosa di maggior valore è il portatile dal
quale scrivo. Mi sembra difficile anche che vengano a rubare
all'Isolotto. L'Isolotto una volta era considerato un quartiere
degradato, quelli della Firenze bene avevano paura ad entrarci, si
diceva che ci vivesse la feccia. Il concetto di feccia è relativo, ma
quasi sempre corrisponde a persone meno agiate, lo avete mai notato?
Ricucci può sottrarre milioni di euro attraverso operazioni illecite,
mandare sul lastrico molte persone, ma difficilmente viene considerato
feccia. Forse la nostra morale andrebbe un po' tarata. Certo le
violenze sono terribili, le rapine in villa spesso si concludono con
delle uccisioni, viene da pensare che la tolleranza zero possa servire.
Ma chi dovrebbe metterla in atto? Lo Stato attraverso le forze di
polizia? Quelle stesse forze di polizia che sparano a caso uccidendo un
giovane nella sua macchina? L'impressione è che alcune persone non si
sentano al sicuro nelle loro ville, ma sono poche e che molte persone
non si sentano al sicuro quando vanno a fare la spesa al supermercato
perché si sentono ugualmente rapinate. L'impressione è che le prime
dispongano di mezzi di comunicazione e le seconde siano costrette ad
urlare nel deserto. Alla fine anche le seconde si convincono di dover
aver paura delle rapine in villa, anche se non hanno la villa, anche se
non hanno niente che possa essere rapinato e si dimenticano che vengono
rapinate ogni volta che entrano in una banca a chiedere un mutuo, ogni
volta che arrivano loro le bollette telefoniche, ogni volta che vanno a
fare la spesa. E' strano il mondo.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 

TEMI

::.Informazioni operative
::.Reazioni dei media
::.V Day - storie
::.Il tuo punto di vista

::.Progettiamo il futuro
::.Proposte per continuare

 

SIAMO IN...

counter

 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

ricasrfdjean29mimicapursodispensatoredigioieStrangefruit45ninetteatelierunamamma1edmondo2000hopelove10gamaluluvi_dipsicologiaforensem.taffarafalco58dglpicaprincipe
 

FACEBOOK

 
 
 

ULTIMI COMMENTI

LASCIA UN TUO COMMENTO AL

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 11
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

VIDEOTECA

Travaglio a V Day