Creato da veuve_cliquot il 10/01/2011

La Specola

"Non mi piace la via che conduce qui e là. Non bevo alla fonte verso cui tutti s'intruppano. Detesto ciò che é comune, popolare e senza regole" Callimaco

 

« HABITATTECNOLOGIA »

POLEMICHE

Post n°117 pubblicato il 06 Febbraio 2012 da veuve_cliquot

C. Monet: Strada sotto la neve

 

Il termine polemica deriva dal greco "πολεμικός" che significa "attinente alla guerra", e designa quindi una sorta di guerra, per lo più verbale, condotta contro un avversario detto bersaglio della polemica…. Le caratteristiche del discorso polemico sarebbero le seguenti: 1) l'individuazione di un avversario, detto appunto bersaglio della polemica, che spesso viene nominato, nell'enunciato, con uno o più atti di aggressione;2)  l'allargamento del discorso: dai fatti, dall'argomento originale della discussione, si passa alle parole del bersaglio (spesso l'interlocutore stesso). Il discorso dell'avversario viene analizzato, ripreso e strumentalizzato ai propri fini. 3) un ulteriore, secondo allargamento del discorso: partendo dai fatti e dall'enunciato contrario si passa a parlare anche del bersaglio stesso, inteso come persona… “

Ho preso questa definizione da Wikipedia perché ormai la parola “polemica” è diventata di uso comune nei giornali e nei telegiornali quando succede qualche cosa. Dopo qualsiasi disastro, disagio o fatto fuori dal comune, subito si inizia a parlare di polemiche. Che un treno ritardi, che una nave affondi, che nevichi un po’ di più, dal secondo giorno ci sono le “polemiche”: sulle carenze, sui ritardi, sui soccorsi.

L’ultima riguarda la nevicata su Roma, sui ritardi nel togliere la neve, sulle code che si sono formate “paralizzando” la città. Io capisco che a Roma nevichi ogni 25 anni, ma credono che nelle altre città (Torino, dove abito, per esempio), la neve sia stata tolta in due ore o che il primo giorno che ha nevicato non ci siano stati disagi, incolonnamenti, ritardi per tutti? Senza dubbio a Torino siamo un po’ più organizzati, molte persone come la sottoscritta nel mese di Novembre montano le gomme da neve (più per il ghiaccio che non per la neve) come anche i bus, abbiamo molti più spazzaneve, ma la neve dai marciapiedi non la toglie il comune ma i negozianti o i condomìni, i bus vanno a rilento e anche chi va in macchina, sa che quel giorno dovrà andare a passo d’uomo e arriverà in ritardo e passerà magari ore incolonnato. Per poi non parlare dei parcheggi, bloccati dai mucchi di neve accumulati dagli spazzaneve per cui parcheggiare diventa difficilissimo. Non so come la pensino i romani ma credo che un po’ di disagio 30 cm di neve lo provoca  ovunque per cui le polemiche tra il loro sindaco e la protezione civile mi sembrano non dico sterili, ma piuttosto ridicole.

Ma 30 cm di neve richiedono l’intervento della protezione civile? Questa è la prima domanda che mi sono posta. Ma cosa doveva fare la protezione civile, prendere in braccio le signore romane e far loro traversare la strada? Che poi il sindaco abbia capito 3 cm e non 30, non mi sembra che questo abbia provocato morti e distruzione! A Roma nevica raramente quindi è normale che siano meno attrezzati che non Torino o Milano, per cui anche quando quel po’ di neve arriva, credo stupido gridare all’incompetenza e all’incapacità dei singoli che non hanno previsto il disagio dei cittadini.

Le polemiche di cui si parla sempre dopo qualche evento che esce dal normale fluire degli eventi mi sembrano lo specchietto delle allodole per allontanare i cittadini dai reali problemi. Invece di polemizzare per 30 cm di neve a Roma, perché non si polemizza su tutti i soldi che prendono i partiti come rimborsi elettorali? La neve a Roma è arrivata come “il cacio sui maccheroni” per distoglierci dalla vergogna che il casi Lusi ha sollevato: dalla quantità di denaro che viene tolto ai cittadini sotto la voce “rimborsi elettorali”, all’inettitudine di chi dovrebbe governarci e che non si rende nemmeno conto che rubano anche a “casa loro”.  Sono letteralmente rimasta a bocca aperta quando ho sentito la cifra che viene data ai partiti come “rimborso” (il finanziamento era stato eliminato con un referendum…che finezza linguistica sostituire la parola finanziamento con rimborso!) per le spese elettorali e che viene dato anche a partiti che non esistono più. Sinceramente che Lusi li abbia rubati, non me ne frega nulla: erano già soldi rubati! Sì, rubati agli italiani, alle loro pensioni, agli asili nido, agli handicappati, alle scuole, alle borse di studio, ai monumenti, alla ricerca. Per quel che mi riguarda si potrebbe anche fare a meno delle campagne elettorali: per eleggere sempre gli stessi senza possibilità di scelta, a che serve fare una campagna elettorale? Tanto, che scelta abbiamo?

Commenti al Post:
complicemente1
complicemente1 il 06/02/12 alle 22:26 via WEB
Sai cosa credo,che oltre la parola"polemica" sia molto in auge anche la parola"scaricabarile",visto che per qualsiasi cosa succeda,dopo la polemica,scatta immediata la pratica di trovare un colpevole su cui far ricadere le colpe del misfatto.Un'analisi veritiera con relativo riscontro degli errori commessi,gravi o meno,non si sente fare,d'altronde,dobbiamo dirlo,è molto piu' facile e comodo questo tipo di comportamento,no? Buona serata
 
 
veuve_cliquot
veuve_cliquot il 08/02/12 alle 21:32 via WEB
Certamente, questo è il paese dove nessuno è responsabile di nulla. E così lo "scaricabarile" diventa lo sport nazionale. Ogni tanto si trova un "capro espiatorio" su cui buttare tutte le colpe e allora su di lui si scatena tutto il circo mediatico. Ma spesso le colpe non sono solo di un individuo, ma è tutto un sistema che gli sta dietro che ha portato al "fatto". Ma questo sistema vive proprio di scaricabarile e alla fine rimane uno solo con il "cerino in mano". :))
 
   
complicemente1
complicemente1 il 09/02/12 alle 10:31 via WEB
Parole sante!Molto piu' comodo confondere le acque che ammettere di aver sbagliato. Buona giornata :)
 
     
complicemente1
complicemente1 il 10/02/12 alle 21:42 via WEB
un passaggio veloce per augurarti un buon fine settimana,speriamo senza neve da noi! :)
 
     
veuve_cliquot
veuve_cliquot il 11/02/12 alle 23:37 via WEB
Grazie e buon fine settimana anche a te! No, per fortuna non nevica, ma fa un freddo terribile, me ne starò a casa al calduccio! :))
 
Lolablu7
Lolablu7 il 06/02/12 alle 22:29 via WEB
In realtà,non credo che i romani si siano lamentati più di tanto da quanto ho sentito.Le lamentele amplificate sono venute dal mondo politico nel quale ogni occasione è buona non per collaborare nell'intersse dei cittadini,ma per gettersi vicendevolmente fango addosso.Così i nostri politici promuovono le loro persone,non attraverso le risposte che i cittadini si aspettano da loro.Tasso di litigiosità alle stelle.:-))
 
 
veuve_cliquot
veuve_cliquot il 08/02/12 alle 21:35 via WEB
Infatti alla fine la neve su Roma è diventata anch'essa un problema politico. Se invece di buttarsi colpe addosso si fossero messi al lavoro, forse ci sarebbero stati meno disagi. E senza dubbio certe figure ne sarebbero uscite un po' meglio. Ogni scusa diventa buona per attaccare la controparte non rendendosi conto della figura meschina che alla fine fanno. :))
 
coccoildrillo
coccoildrillo il 07/02/12 alle 08:06 via WEB
l'italico andazzo prevede che ci sia sempre un colpevole da sbattere alla gogna ! Spessissimo invece (quasi sempre) i colpevoli sono a decine.... Sui soldi intascati direi che.... da Penati in poi s'è scientificamente dimostrato che la superiorità morale della sinistra ( che vedevano solo loro sia ben chiaro...) NON ESISTE.
 
 
veuve_cliquot
veuve_cliquot il 08/02/12 alle 21:40 via WEB
Direi che la superiorità morale non appartiene ai nostri politici, in questo sono bipartisan. La morale attiene all'individuo, non al partito politico. E mi sembra che la moralità sia una qualità piuttosto sconosciuta ai nostri politici, di qualsiasi area politica siano. :))
 
roseilmare
roseilmare il 07/02/12 alle 21:57 via WEB
Nessuna scelta. Ed è pratica diffusa gettare fumo negli occhi per distogliere i cittadini dai reali problemi del Paese. Intanto i Politici sfilano i portafogli dalle nostre tasche. Solo che ormai di soldi non ce ne sono più. Sarò pure polemica. Ma quanto darei per toglierli tutti di mezzo in un colpo solo.
 
 
veuve_cliquot
veuve_cliquot il 08/02/12 alle 21:48 via WEB
Vedo che abbiamo gli stessi desideri! :)). Tutto questo parlare che hanno fatto i telegiornali per la neve a Roma anche a me ha dato l'impressione che sia solo del fumo che vogliono gettarci negli occhi per distoglierci dagli altri problemi, per non farci pensare troppo alla simpatica notiziola dei rimborsi delle spese elettorali...hai visto che non ne stanno più parlando, che nessuno prende provvedimenti su questo furto perpetrato a nostre spese, mentre in Italia migliaia di persone sono in cassa integrazione o senza lavoro? :))
 
frmango
frmango il 08/02/12 alle 10:19 via WEB
la polemica è un termine "alto", quelle di questi giorni, a mio avviso, sono strumnetalizzazione di gente inetta e incapace che scarica le responsabilità. Ecco sono dei "schettino" della politica. C'e la neve e loro sono in Tv, al sicuro, a raccontare fesserie. Ma c....salga su quella pescaggina e faccia il suo dovere, mi viene voglia di dire.
 
 
veuve_cliquot
veuve_cliquot il 08/02/12 alle 21:44 via WEB
Sì, lo show a cui hanno dato vita in una Roma che doveva essere splendida sotto la neve, è stato vergognoso. Probabilmente, se essa non ci fosse stata, il disagio dei 30 cm di neve a Roma si sarebbe esaurito nel giro di poche ore. Ma, come giustamente dici, era un'occasione troppo ghiotta per farsi vedere, mostrarsi indignati, apparire come salvatori del popolo, senza rendersi conto della ridicolaggine in cui cadevano! :))
 
acetosella5
acetosella5 il 08/02/12 alle 12:05 via WEB
Quello di amplificare tutto per farne materiale da spettacolo è ormai il vizio conclamato dell'oggi. Il caldo è troppo caldo, la pioggia è torrenziale, il freddo è artico. Se non hanno il timbro dell'eccezionalità le cose non hanno la dignità dell'invettiva urlata. E che farebbero tutti gli omniopinionisti che sono in TV tutte le sere?
 
 
veuve_cliquot
veuve_cliquot il 12/02/12 alle 18:34 via WEB
Probabilmente dovrebbero invitare gente che parla di qualche cosa di serio e non delle solite fregnacce. E questo non fa spettacolo. Trasmissioni interamente incentrate su sfigati e posto fisso, su capitani di navi e su polemiche tra sindaci e protezione civile. Ma ti rendi conto che sulle nostre televisioni non c'è un solo programma che parli di libri, di arte, di musica o di teatro, di altre culture? :))
 
trixty
trixty il 08/02/12 alle 23:01 via WEB
Interessante quello che dice wiki. Quindi è l'opposto di quello che si chiama "comunicazione efficace" che si basa sull'autenticità, l'ascolto reciproco, al fine da eliminare ogni possibile tentativo di conflitto! E se non stanno a polemizzare che ci stanno a fare i mass-media? Ovviamente la mia è una provocazione . Grandiosa nelle tue osservazioni e conclusioni... applaudo!
 
 
veuve_cliquot
veuve_cliquot il 12/02/12 alle 18:36 via WEB
La comunicazione efficace non fa audience! Bisogna vedere le persone che si arrabbiano, che non ascoltano quello che dice l'altro, che si parlano addosso, che si "sbranano" verbalmente. Proprio come gli spettacoli del colosseo! :))
 
Vince198
Vince198 il 10/02/12 alle 14:12 via WEB
L'Italia è un paese dove lo "sport più diffuso" non è, come tanti pensano, il calcio, bensì il far polemica, l'innata litigiosità spesso per cose di poco conto. Fra i politci, poi, è un continuo rincorrere certe vulgata, vere o meno che siano, trovare il pelo nell'uovo e spaccarlo in 256 bit, per mettere alla gogna i propri avversari.
Tiremm innanz ^___^
 
 
diogene51
diogene51 il 12/02/12 alle 00:04 via WEB
I politici sono terrorizzati dalla paura di perdere voti, di non essere rieletti, di non far più parte dell'agognata casta che gli dà tanti privilegi oltre a tanti bei quattrini. L'idea del mandato pubblico come servizio è ormai cosa da ridere, chi ci crede? Questo terrore li cnduce a comportamenti assurdi nonché all'immobilità. Davanti ad ogni scelta si domandano: mi conviene o no? Quindi niente scelte impopolari, ninete discorsi o azioni di getto, tutto meditato, e naturalmente le azioni necessarie rimangono indietro. Se poi qualcosa va storto, appunto, dài a scaricare le colpe su qualcun altro. Quello che scrivi sulle emergenze è verissimo e anzi vorrei approfondirlo sul mio blog.
 
   
veuve_cliquot
veuve_cliquot il 12/02/12 alle 18:46 via WEB
E credo che tutto questo appoggio che viene dato al governo Monti derivi proprio da questo: rendendosi conto del baratro a cui ormai avevano portato l'Italia, si sono fatti i loro bei conticini e hanno tirato fuori il governo tecnico, appoggiandolo. E' stata senza dubbio un'idea brillante: non saranno certo loro a fare leggi impopolari, le loro manine resteranno pulite e si presenteranno lindi come angioletti alle prossime elezioni, magari dicendoci che non è certo colpa loro se gli italiani hanno dovuto sputar sangue per rimettere in sesto la baracca! :))
 
 
veuve_cliquot
veuve_cliquot il 12/02/12 alle 18:40 via WEB
Hai perfettamente ragione, non c'è la capacità di ascoltare l'altro e farsi le proprie ragioni in un colloquio civile e rispettoso. Chi grida più forte è colui che ha ragione. E poi sono assolutamente assurde queste sterili polemiche su banalità, polemiche che non risolvono nulla e il cui unico scopo è di allontanare le critiche da se stessi buttando fango su altri. E in questo i nostri politici sono bravissimi. Avessero la stessa capacità nel far funzionare l'Italia! :))
 
johnny.kraus
johnny.kraus il 12/02/12 alle 19:43 via WEB
Amarissima conclusione ma ahimé condivisibile a pieno. E poi oltre al fatto di distogliere l'attenzione dai problemi veri queste polemiche servono anche a chi le mette in piedi per fare un po' il galletto; il metodo usato è poi semplice e tipicamente italiano: lo scaricabarile, ossia quanto di più sterile e snervante il nostro Stato possa produrre (è vero anche che la burocrazia fomenta certi atteggiamenti...)
 
lorifu
lorifu il 15/02/12 alle 12:26 via WEB
Sono d'accordo sul passaggio dalla neve ai reali problemi degli italiani non ultimo l'ennesimo caso di corruzione e ruberie che ormai mi pare abbia travolto tutto e tutti. E cavolo, mi chiedo : E' possibile che il Sig. Lusi, alla faccia di tutti gli italiani se la cavi soltanto patteggiando? :-))
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

QUESTO BLOG

Perché un altro blog? Non credo che il mondo ne abbia necessità ed esso non nasce nemmeno da un mio bisogno di esprimere fatti o sensazioni personali.

Non sarà quindi né un diario personale, né una valvola di sfogo di sentimenti ed emozioni.

Scriverò di fatti, articoli di giornali, libri, frasi che mi hanno fatto pensare, ragionare, riflettere, che mi sono piaciuti o non piaciuti, che hanno risvegliato il mio senso critico e anche qualche rotellina un po' arrugginita del mio cervello.

Sarà il blog di una persona che ritiene ancora di avere un cervello pensante libero da ideologie, dottrine, fedi e prese di posizione o di campo acefale.

 

ULTIMI COMMENTI

ULTIME VISITE AL BLOG

tastoexploraserena202ziryabbavvbiaSuprpanda69oceanomare14veuve_cliquotestimatoredipiedisoncebozliberty670giacomobravisagredo58giordanarossi92dimensioneartesolitudinesparsa
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31