Frans Lanting e l’amore incondizionato per gli animali e la natura

Share on Facebook
Dead camelthorn trees, Acacia erioloba, Dead Vlei, Sossusvlei, Namib-Naukluft National Park, Namibia
Dead camelthorn trees, Acacia erioloba, Dead Vlei, Sossusvlei, Namib-Naukluft National Park, Namibia

Frans Lanting ha lavorato come National Geographic photographer-in-residence e ha fotografato, magistralmente, ogni tipo di animale; ma soprattutto ha usato la notorietà per fare campagna a sostegno della tutela degli animali costretti a subire crudeltà e per quelli a rischio di estinzione.

elefanti

La foto della salina in Namibia resterà negli annali della fotografia: in primo piano scheletri di acacia erioloba e sullo sfondo la duna di sabbia color arancio chiamata Big Daddy, alta qusi 400 metri. Sembra un quadro, non lo è.

Sulle pagine di Nat Geo, il fotografo naturalista olandese spiega come ha prodotto questa immagine:

«È stata scattata all’alba, quando la luce calda del sole mattutino illuminava un’enorme duna di sabbia rossa punteggiata di ciuffi d’erba biancastra e la pianura sottostante di argilla bianca era ancora in ombra. L’argilla sembra blu perché riflette il colore del cielo. Ho usato un filtro graduato a due stop per mitigare il contrasto tra l’ombra in primo piano e la parte illuminata sullo sfondo. Ho sfruttato il momento a mio avviso perfetto, cioè quando il sole è arrivato fino alla base della duna, appena prima che toccasse la pianura d’argilla. Ho utilizzato un teleobiettivo spinto e ho chiuso il diaframma al massimo per comprimere la prospettiva il più possibile».

trichechi

frans-lanting-chimp_3972_600x450