Bassetti: “La Capua è una veterinaria, non parli di vaccini…”

Tra gli ospiti de ‘L’ aria che tira’ c’è l’infettivologo Matteo Bassetti che ha fatto queste riflessioni: “Abbiamo sovvertito l’ordine della meritocrazia: una suora che parla di economia planetaria, un giornalista che parla delle complicanze della polmonite da Covid e una veterinaria che parla di vaccini. Dobbiamo rimettere ordine nella competenza”.

La suora è Suor Alessandra Smerilli, il giornalista è Massimo Giannini e la veterinaria, udite udite… è Ilaria Capua la quale aveva detto che i vaccini proteggono dalla malattia e non dall’infezione, ma secondo Bassetti non è affatto così: “I vaccini da che mondo è mondo prevengono la malattia e l’infezione. Io ho grande rispetto della dottoressa Capua, però io di animali non posso parlare, non ne sono competente. Prima di parlare dei vaccini bisogna avere delle grandi competenze. Dire che il vaccino non previene l’infezione è sbagliato. Dobbiamo dire che i vaccini non hanno un’efficacia del 100%, ma comunque c’è una sorta di protezione”.

Ma che fa Bassetti offende la Capua dandole della veterinaria? Andando a vedere il suo titolo di studio ha ragione Bassetti, la Capua è laureata in medicina veterinaria, ha poi proseguito gli studi in particolare concentrandosi sui virus.

Devo dire che per quanto riguarda i vaccini mi fido di più di uno specialista come Bassetti medico infettivologo e voi?

capuaveteri

 

Bassetti: “La Capua è una veterinaria, non parli di vaccini…”ultima modifica: 2020-11-27T16:12:35+01:00da annawintour0

30 commenti


  1. // Rispondi

    Assolutamente no!!!, dato, che basta ascoltare vere cavolate del “genio” rilasciate durante interviste sulle diverse reti televisive tra febbraio/marzo 2020 sul virus in questione.
    Pura ipocrisia.!!


  2. // Rispondi

    Bassetti non conosce la Sanità Pubblica Veterinaria che fonda da più di 100 anni le proprie conoscenze scientifiche sulla epidemiologia delle malattie infettive a carattere epidemico e pandemico a tutela degli animali e dell’uomo. Il controllo delle malattie infettive con utilizzo dei vaccini è materia che i veterinari conoscono da prima e meglio della medicina umana. la cultura della prevenzione delle malattie in capo veterinario è sicuramente più avanzata rispetto a quella del campo umano e lo sviluppo di piani di sorveglianza e monitoraggio per il controllo delle malattie infettive e diffusive è cultura scientifica radicata e permanente.
    Bassetti dimostra evidentemente profonda ignoranza sul settore veterinario e associa alla figura del veterinario il “dottore che cura gli animali” ma qui purtroppo l’ignoranza non è solo la sua ma anche di gran parte dei mass media e dell’opinione pubblica.
    La Sanità Pubblica Veterinaria è costantemente attiva in piani di sorveglianza o di monitoraggio per rilevare la presenza di malattie infettive nelle popolazioni animali, malattie che non sono presenti nel nostro territorio ma che potrebbero arrivare da paesi molto lontani, basti pensare all’influenza aviare ad alta patogenicità che può colpire l’uomo con un tasso di mortalità del 50% , come accade saltuariamente in medio oriente e al cui confronto il Covid appare meno di uno starnuto !
    Nonostante l’assenza di questa malattia dalle nostre latitudine i Veterinari stanno sorvegliando con campionamenti mirati gli allevamenti avicoli intensivi. La medicina pubblica, quella per l’uomo, non applica questi concetti ed è per questo che un esimio Prof. Burioni a fine gennaio si permetteva di sentenziare che il Covid non esisteva in Italia senza che la sua affermazione fosse avvallata da alcun piano di sorveglianza o monitoraggio mirato.
    Non dico la Prof.ssa Capua ma nessun veterinario avrebbe mai detto una scemenza del genere senza il supporto di un sistema di sorveglianza mirato in atto.
    Bassetti, come Zangrillo, sono grandi clinici ma lo studio dell’epidemiologia delle malattie infettive su grandi popolazioni è un’altra cosa che non ha nulla a che vedere con la cura di un paziente, sentirli dissertare di epidemiologia è come sentire un oculista che disserta di ginecologia !
    Sentire un clinico che dileggia una epidemiologa veterinaria è un insulto alla scienza, ma questo la gente non lo sa.
    Un Medico Veterinario di Sanità Pubblica


    1. // Rispondi

      Sono completamente d’accordo con il Dott. Luca.

      Un Medico Veterinario docente di “Scienze, tecnologie e tecniche di produzioni animali” (incluse le malattie infettive e il concetto di “One Health”).


    2. // Rispondi

      e aggiungerei.. che sentire “proprio” un virologo parlare di un virus, che ancora NESSUNO conosce.. sul cosa farà, si comporterà, mi fa veramente sorridere e venire in mente ciò che disse Osar Wilde: “alle volte è meglio tacere e rischiare di sembrare …. che aprir bocca e togliere ogni dubbio”.
      Un SEMPLICE Veterinario


  3. // Rispondi

    Non dimentichiamoci la partecipazione di Bassetti al convegno al senato dei riduzionisti se non negazionisti…per lui a maggio-giugno era tutto finito…poi si è visto cosa è successo….la Capua è stata sempre chiara e professionale e si è verificato sempre quello che lei ha predetto…quindi la Capua veterinaria per sempre


  4. // Rispondi

    Il solo fatto che i virus nascono da animali e si trasportano all’ uomo, vedi pipistrelli, mucca pazza, ecc., mi fa pensare che i laureati in medicina veterinaria siano competenti. Rispetto a Bassetti di sicuro!!


  5. // Rispondi

    Questo Bassetti farebbe meglio a defilarsi, sperando che la gente si dimentichi tutte le scemenze che ha detto, e continua a dire.


  6. // Rispondi

    Dipende ovviamente da cosa si intende col termine infezione !!!


  7. // Rispondi

    Purtroppo il dott. Bassetti non mi ispira alcuna fiducia .
    Durante questa pandemia ha fatto dichiarzioni piu’ opportunistiche che scientifiche.
    Ho invece grande stima per la virologa dottoressa Capua che ha dedicato la sua vita alla
    ricerca in ambito virologico.


  8. // Rispondi

    La laurea è solo un inizio. Quali sono gli studi e le pubblicazioni dell’uno e dell’altra.
    Non mi risulta che Edison avesse una laurea.


  9. // Rispondi

    bassetti palu zangrillo hanno ragione,dovrebbero parlar solo loro,e invece parla ache Arcuri di malattie che non e medico. negli altri stati Germania,Inghilterra etc. parlan solo le stesse persone competenti. Da noi parlan tutti …..


    1. // Rispondi

      Bassetti ne ha centrate pochissime fin dall’inizio, lui stesso alcuni errori li ha ammessi pubblicamente facendo mea culpa, basta leggere. Palù 1 mese e mezzo fa rilasciò una dichiarazione nella quale sosteneva che in fondo il virus non è granchè pericoloso e che il dato contagi lo dimostra in quanto il 95% dei positivi è asintomatico. A parte che dati ufficiali alla mano al momento di tale dichiarazione gli asintomatici erano il 58% e non il 95%, dopo una quindicina di giorni ha rilasciato una nuova intervista nella quale lanciava l’allarme che al nord i medici erano già costretti a scegliere chi curare e chi no anche alle intensive. Infine Zangrillo, qui si è raggiunto il massimo dell’opposto di cosa lei sostiene. Ad inizio estate ha dichiarato che il virus aveva perso la gran parte della sua carica virale e che stava già dando segnali che praticamente preannunciavano una sua scomparsa. Lui stesso circa 1 mese fa schiacciato dall’evidenza dei fatti ha pubblicamente dichiarato di aver sbagliato tempi, modi e contenuti di tali dichiarazioni. Questi sarebbero gli scienziati medici ai quali credere ed affidarsi? Semmai l’opposto! La invito a rispondere a tutti noi che stiamo qui leggendo quali dichiarazioni e previsioni del Prof. Galli invece non si sono avverate. La anticipo io, nessuna. Dico Galli per dirne uno, ma potrei aggiungerne altri, certamente non i tre che lei richiama che hanno toppato clamorosamente le loro previsioni, in alcuni casi come da loro stessi pubblicamente ammesso.


  10. // Rispondi

    Essere Laureato in veterinaria non dice nulla, se gli studi sono indirizzati sui i virus. E’ l’esperienza che fa le professioni. Mi fido della Capua. Non sarebbe arrivata dove si trova senza competenze. E’ avvilente sentire certe espressioni. Finiscila di sparare su tutti.


  11. // Rispondi

    Qui stiamo cadendo nell’ipocrisia più becera, tifando o per 1medico o per 1veterinaria. In ogni modo, si tratta semplicemente di chiarire, linguisticamente parlando, che 1 vaccino ovviamente è stato progettato, al di là dei suoi limiti, nn coprendo il 100 per 100 della sua efficacia, per proteggere dall’infezione e conseguentemente dalla malattia che questo determina, se il sistema immunitario del nostro organismo nn è in grado di eliminare il virus. A titolo informativo, ci tengo a chiarire che avendo studiato e dato esami di medicina all’università, come Psicologo Psicoterapeuta, l’uomo è semplicemente 1 animale, molto più evoluto rispetto a tutti gli altri animali, tanto che in Antropologia Culturale, noi umani siamo definiti scimmie evolute, dalle quali deriviamo a livello evoluzionistico. Le altre sono semplicemente chiacchere da bar o salotto, ora che il DPCM, ha chiuso i bar e il consumo dei vari prodotti in loco.


  12. // Rispondi

    Acclarato che il Covid 19 è di origine animale, credo che la D.ssa Capua, letto il suo Curriculum di studi, abbia tutti i titoli per parlarne!


  13. // Rispondi

    Neanche sotto tortura mi fiderei di Bassetti dopo quello che ha detto per tutto il periodo covid (e non è ancora finito). Ha inoltre sottovalutato tutto, quasi arrivando al livello dei negazionisti.

    La vera domanda è: come fai tu ad avere questo giudizio? Non lo hai ascoltato? O lo hai fatto e ancora riesci a fidarti di questo personaggio?


  14. // Rispondi

    Ma stiamo parlando di un ”medico ” che nelle video interviste effettuate a marzo , alle proprie spalle aveva il gagliardetto del Genoa in evidenza e in quelle effettuate a ottobre/novembre tre copie del suo libro in bella mostra . Ma di chi stiamo parlando ???


  15. // Rispondi

    Riflettiamo tutti su quello che abbiamo sentito dai soloni di varia provenienza e tiriamo le somme ad oggi 28 novembre 2020.Ci hanno detto a vario titolo cose di questo tipo :
    1)rispetto alla prima ondata siamo molto più preparati
    2) i pazienti cominciamo a curarli prima per evitare che finiscano in terapia intensiva
    3)abbiamo l’eparina che….. abbiamo il cortisone che……..abbiamo l’antireumatico che…4)curiamo i pazienti a casa….. ma? non ci sono medici
    I risultati di tutto ciò : un mare di morti quasi come a marzo quindi nessuno ci ha capito nulla. Quando si trovano in difficoltà la risposta è sempre la stessa: sono morti i vecchi con patologie ma nessuno rimarca il fatto che il piano nazionale per la pandemia è fermo credo al 2006.Anche in questo caso i responsabili che guadagnano cifre astronomiche perchè non vengono giustiziati mediaticamente e costretti a risarcire un po’ di quel capitale immeritato che hanno accumulato? Sono un illuso ma sto ancora spettando 1 dico 1 politico che propone di tagliarsi, anche solo per il periodo dell’emergenza, il suo lauto stipendio e anche 1 pensionato d’oro che propone di aiutare la baracca.


  16. // Rispondi

    Bassetti mi ha sempre dato l’impressione di uno che crede di saperla lunga, più di ogni altro. Avrà pure delle competenze ma è un gran presuntuoso , ai limiti della buona educazione, come ha dimostrato con la Capua che parla a ragion veduta, sapendo quello che dice e, soprattutto, col tono pacato proprio di chi ha le spalle quadrate.


  17. // Rispondi

    Non vedo il problema.
    La facoltà di Veterinaria é una delle più difficili nel campo medico per cui ben venga una laureata in veterinaria poiché ha sicuramente le basi competenti per poter parlare di tutto quanto esiste in campo medico, soprattutto se ha poi svolto studi approfonditi nel campo dei vaccini che, ricordo, si fanno anche agli animali.

    Saluti.


  18. // Rispondi

    Come al solito creiamo allarmi e allarmismi, anziché il buon senso, non sono tifoso di uno o dell’altro.
    Ciò che sarebbe opportuno in un momento difficile di non offendere ancora di più l’essere umano, per questo ci ha pensato il covid 19.
    Enzo Maiorani


  19. // Rispondi

    Continuo a non capire perché i siti internet, giornali, televisioni, bloggeri, youtuber, politici, giornalisti e molti altri continuino a dire “Tizio ha detto questo”, “Caio ha detto quell’altro” e a non riportare mai l’unica cosa che conta: i dati pubblicati su riviste scientifiche attendibili. Conta *solo* ed esclusivamente ciò che è pubblicato su riviste scientifiche attendibili. Quindi se qualche rivista scientifica attendibile ha pubblicato dai dati che dicono che il vaccino anti-coronavirus previene sia la malattia che l’infezione allora il vaccino previene la malattia e l’infezione, indipendentemente da quello che dicono Capua, Bassetti e chiunque altro, se esiste invece qualche articolo (NB: articolo di rivista scientifica attendibile, non articolo di quotidiano, sito internet, blog, video youtube o simili o rivista non scientifica o non attendibile) con dati che dimostrano il contrario allora è vero il contrario indipendentemente da quello che dicono Capua, Bassetti e chiunque altro. Invece se non esiste alcun articolo di rivista scientifica che parla dell’argomento, la risposta che dovrebbe dare chiunque (compresi Capua e Bassetti) alla domanda “Il vaccino protegge solo dalla malattia o anche dall’infezione?” e’ semplicemente “Non lo so, dato che non ci sono dati pubblicati. Quando ci saranno dati pubblicati lo sapremo”. E giornalisti, blogger, youtuber e quant’altro dovrebbero farsi bastare questa risposta e parlare di qualcos’altro (io aggiungerei anche che possibilmente dovrebbero comportarsi e consigliare a tutti di comportarsi secondo il principio di massima prudenza, se possibile. Ma questa aggiunta è solo un mio auspicio).


  20. // Rispondi

    Mi chiedo quando il Dott.Bassetti riesca a verificare la veridicità o meno delle proprie teorie sul virus e sulla pandemia visto che è costantemente in tv , ospite da mesi di tutti i programmi e di ogni emittente, dalla fascia oraria che va dal mattino a quella di seconda serata. Invece di stare in video a fare pubblicità al proprio libro o sui social a dare degli invidiosi ai colleghi, che spendono tutto il loro tempo in modo assai più lodevole e proficuo, farebbe bene a rimanere in corsia a ripassare qualche materia d’esame almeno del SUO corso di laurea ( ma poi, per un medico, è questo il momento di pensare alla telepromozione quando non ha più spazio nelle terapie intensive?)
    O forse è sempre in televisione proprio perché non sa che pesci prendere, e va per tentativi?.. Fino ad ora cmq non ne ha azzeccata una! Al contrario della Dott.ssa ( in veterinaria!) Ilaria Capua, che si è dimostrata seria, preparata, lungimirante, intuitiva e per niente spocchiosa, al contrario del medico di cui sopra.
    ..Perciò Dott.ssa Capua tutta la vita!


  21. // Rispondi

    per diventare virologi si parte come base con laurea in medicina, in veterinaria, o in biologia e poi si prende la specializzazione, quindi bassetti la smetta di essere una vipera che non ci ha preso mai.


  22. // Rispondi

    io mi fido molto di più di una veterinaria che conosce i virus che di un virologo che minimizza e arriva quasi a negare l’esistenza della malattia.


  23. // Rispondi

    Io valuto solo una cosa: “La Veterinaria” va negli USA e diventa Responsabile di un Centro di rilevanza mondiale dopo che è stata fatta andare via nauseata dall’Italia da sporche calunnie!!! Adesso che le calunnie sono pericolose ( … per i calunniatori) qualcuno (forse geloso?) cerca di offuscarne il valore mettendo in discussione le competenze!!!


  24. // Rispondi

    Bassetti non sa che Ilaria Capua e’ professore ordinario e direttore del One Health Center of Excellence presso l’Università della Florida, uno dei piu’ prestigiosi centri Universitari del mondo nella ricerca
    alle infezioni virali di animali che possono essere trasmesse all’uomo come l’influenza aviaria, la malattia di Newcastle e la rabbia. Nel 2006, al culmine dell’influenza aviaria H5N1 ebbe notevole risonanza internazionale la sua decisione di rendere di dominio pubblico la sequenza genica del virus dell’aviaria accendendo un dibattito internazionale sulla condivisione transdisciplinare delle sequenze genetiche del virus dell’influenza per migliorare la preparazione alla pandemia. Ciò ha portato a un cambio totale nell’approccio alla preparazione alla pandemia e la condivisione in tempo reale dei dati genetici ; cosa fondamentale nella contro Ebola, Zika, COVID 19 e altre malattie epidemiche.
    Bassetti non sa che la virologa Ilaria Capua –da lui definita veterinaria — e’ autrice di oltre 220 pubblicazioni su riviste specializzate e ha pubblicato libri scientifici sull’influenza aviaria e la malattia di Newcastle e sei libri per il grande pubblico. Ignorante , negazionista fino a poco tempo fa Bassetti puo’ solo partecipare alle trasmissioni trash di Porro e Giordano dove ha ampio seguito.


  25. // Rispondi

    Il professor Bassetti sposta l’attenzione dal reale problema, facendo inutili ed immeritate polemiche sulla dottoressa Capua, importante virologa internazionale le cui competenze e coerenza sono cosa nota a tutti al suo comportamento non sempre privo di contraddizioni nell’affrontare il Covid19. Consiglierei al professor Bassetti prima di parlare di meditare.

Rispondi a Anna Annulla risposta

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.