Risultati immagini per scammer per donne

Nativi digitali e frequentatori assidui della rete hanno più difese verso spammer e scammer. Fanno tenerezza e rabbia le donne che cadono invece nelle lusinghe delle rete di scammer sentimentali. Sono donne sole, non più giovani ma che provano sentimenti d’amore che non hanno età e senza malizia si fidano di corteggiatori inesistenti, conosciuti in internet.

Fanno rabbia per troppa ingenuità. Credono ancora nelle buone maniere e nella generosità amichevole. Purtroppo non è così e a volte neanche la diffidenza le salva. Non riescono a smascherare i millantatori.

Finalmente però anche i servizi giornalistici iniziano a parlare di questo fenomeno sconcertante che tra  promesse di matrimonio e incontri amorosi riesce ad alimentare una rete criminale e a sottrarre alle vittime somme di denari che vanno da qualche centinaio di euro a somme ben più ingenti, e per le quali spesso la donna adescata in rete ricorre a prestiti o ai propri risparmi.

Il generale, il dottore, l’uomo di successo, il bell’attempato che strappa il cuore delle vittime, usa foto rubate e tramite internet riesce ad instaurare rapporti manipolandoli attraverso una inusuale conoscenza del linguaggio e una galanteria da manuale.

Nel servizio di Chi la visto una psicologa anch’essa truffata – dunque non solo donne ingenue – è riuscita a scoprire la centrale di smistamento, batterie di scammer in Ghana che  lavorano a turni sulle connessioni , perlustrando la rete in cerca di “amicizie” in casermoni abbandonati dotati di computer e giacigli per i lavoratori. Sono il I level dell’affaire.

Uno dei derubati di foto è riuscito a chiamare il suo profilo fasullo e in una videochiamata ha assistito a dei giovani africani che lo deridevano mostrando lo scooter che avevano acquistato con i soldi delle vittime; inoltre anche le foto dei suoi figli erano state sottratte e usate come motivo compassionevole per gli aiuti…

Vedere cosa c’è oltre il profilo digitale di un corteggiatore è devastante e più di un allarme, con la difficoltà di riconoscere un vero appello di aiuto. Molte richieste di aiuto qualche anno fa provenivano da persone che avevano vissuto in Italia che, rientrando nei loro paesi di origine per mettere in salvo le famiglie, inviavano lettere alle persone conosciute. Sorge spontaneo, nonostante la veridicità di molti fatti drammatici di paesi in guerra,  se anche quelli non fossero stati i primi espedienti studiati per truffare, facendo leva sull’umanitarismo.

Le attuali reti fanno leva sulla desiderabilità di una donna e l’opportunità di costruire un futuro condiviso. I truffatori difficilmente rintracciabili e lo scherno moltiplicato in tutto il mondo. Anche a scapito degli uomini. Il fenomeno non ha ovviamente né confini, né genere

SiTNews feel.

ROMANTIC SCAM Migliaia le donne manipolateultima modifica: 2019-06-06T15:19:16+02:00da Dizzly