fantafestival-2019-presentazione-cov932-932x46012113377_10153625503955535_6595815620742610465_o

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

Torna il Fantafestival  la Mostra Internazionale del Cinema di Fantascienza e del Fantastico più importante di Roma: Back to the Moon 39^ edizione curata da Michele De Angelis e Simone Starace . In conferenza Stampa il 3 giugno PUPI AVATI e l’Horror diffuso di “Zeder” (1983) proiettato alla Casa del Cinema .

“Si è voluto ridare internazionalità al festival con una selezione di film, cortometraggi ed  ospiti importanti provenienti da tutto il mondo – spiega  il direttore artistico Michele De Angelis dalla Casa del cinema di Roma. Animeranno le giornate del festival  produttori, distributori, registi come Jack Sholder, autore dei noti   Nightmare2, L’Alieno  Faccia di rame, Alone in the dark o l’attesissima  nymphette la svedese Christina Lindeberg, one eye attrice di culto che ha ispirato Quentin Tarantino per Kill Bill , in occasione dell’anteprima italiana di Black Circle”, una coproduzione internazionale ( Svezia Messico Usa Uk Finlandia Italia).

E Naturalmente, con la sua retrospettiva rigorosamente in 35 mm, Pupi Avati, il cui prossimo film “Il signor Diavolo”  è in uscita  ad agosto 2019,  con la proiezione di L’amico d’Infanzia, L’Arcano incantatore, La stanza accanto e Macabro, film che segna l’esordio alla regia di Lamberto Bava, figlio di uno dei precursori dell’horror cinematografico italiano, Mario Bava.

Il taglio di Fantafestival sono i Film fantastici, ma con una poetica e con la reinvenzione stessa del film di genere e i suoi meccanismi come Pupi Avati ha saputo fare con il giallo padano, per questo la  kermesse inizia con un contributo al cinema d’autore del maestro Avati – dice il coorganizzatore Simone Starace– che accanto alla produzione di film intimistici ha saputo creare giallo-horror divenuti  film cult per gli appassionati.

 

 

Il regista viene omaggiato della pubblicazione Giallo Gotico prodotto  da Shockproof  e sul lancio estivo del prossimo film inizia la sua digressione sul cinema,  latente sul genere horror e sul fantasy con la sua radice locale. “Visto che il cinema italiano va malissimo d’inverno  speriamo che vada benissimo d’estate.  La casa dalle finestre che ridono1976  – che ha vinto il premio della Critica al Festival du Film Fantastique di Parigi, uscì d’estate – rammenta divertito il regista, sceneggiatore, e produttore cinematografico Pupi Avati. I film horror escono ed hanno successo in estate! Ma per il nuovo ho ricevuto 6 no prima di concludere. Se non si porta il genere commedia non si hanno molte possibilità di arrivare agli schermi, ma mi domando – rincalza con la sua ironia – come abbia voglia la gente di rivedere i propri problemi al cinema, con un genere così rinunciatario. Rai cinema fortunatamente tiene in piedi il cinema italiano”.

Il regista racconta del suo esordio in anni tutti da costruire, un '68 spazioso, immaginativo  e di fortuna, e il primo copione letto infine da Ennio Flaiano che decreta l'inizio della sua carriera nel cinema: quando si andava al cinema. Sofferente al neorealismo - prosegue Avati -  che è opera di documentazione poetica di una realtà fortunatamente e dopo di che la realtà italiana non è più identitaria, riporto almeno l'esperienza dell'Italia contadina che produceva la sua paura, con la sua radice locale".

Oltre i Film ufficiali/Anteprime e I corti in selezione del Fantafestival al Nuovo Cinema Aquila e Cinema dei piccoli,  qui la lista con le sinossi, il programma è ricco di Eventi, Viaggi nel Cinema e Libri: dal romanzo di Enrico Luceri – Lo Sguardo dell’Abisso – al volume Vapori, Ingranaggi & Sogni Meccanici di Elettra Infante , Interiora 2017 di Impulsi Onlus, Terrore italiano di Daniele Fancardi.

Incontri Biblioteca Nelson Mandela , La Città Perduta, ForbiddenPlanet Roma (fumetteria). Dal 10 al 18 giugno con Focus di Animazione il 16.

Eventi da non mancare, per lo più a ingresso gratuito, biglietti e sconti Biblocard al Nuovo Cinema Aquila. Di Mariano Baino il teaser promo della manifestazione che si dota anche del nuovo logo animato da Vertigo .

L’Evento è prodotto con Cineteca Nazionale, Centro Studi cinematografici, Mibac, Afic, Biblioteche di Roma, Istituto Polacco, Goethe Institute, Vertigo Visual, Chili.

La Giuria del Fantafestival 2019 è composta da Gianclaudio Cappai (regista) .
Cristina Borsatti (sceneggiatrice) .Silvia Ricco’ (blogger Horror Dipendenza).
Giancarlo Marzano (sceneggiatore Dylan Dog). Alessio di Rocco (redattore di Nocturno).

TUTTO IL PROGRAMMA 

Fantafestival 39^ Apre Pupi Avati. Attesissima la nymphette one eye che ha ispirato Tarantinoultima modifica: 2019-06-08T19:30:03+02:00da Dizzly