Rossana Abritta iodanzocolmioID

In un tempo dilatato e in uno spazio solo, il corpo sente e restituisce percezioni nuove. Tra un prima e un dopo, un soliloquio dell’anima danza. Rossana Abritta.

57 le canditature pervenute ad INTERFACCIA DIGITALE la prima edizione internazionale di video danza ideata e curata da Gloria De Angeli e presentata nell’ambito della Rassegna di Danza contemporanea di Hangart Fest con la direzione artistica di Antonio Cioffi. Di questi, la prima selezione di 30 video, proiettata nella no stop 18-19 settembre al teatro  Maddalena di Pesaro è stata votata da un gruppo di 20 spettatori accreditati che ha espresso le proprie preferenze selezionando la rosa dei 10 finalisti in concorso per il primo premio. Premio che consiste del valore di 1500 euro da spendersi in residenza per realizzare una video danza per Hangart Fest 2021 sul rapporto dell’artista con la comunità pesarese.

La giuria il 20 settembre ha aggiudicato il primo premio a “μετά” di Rossana Abritta e assegnato  menzioni speciali a THREESOME di Nyko Piscopo, video ironico, moderno e genuino sottolineato dallo stop motion cinematografico, e a RAB EXPRESS di Pablo Ezequiel Rizzo sulla competitività e gli scarti di rivali e colleghi, nell’ambiente lavorativo, sostituibili come robot. I criteri delle selezioni hanno riguardato il linguaggio dell’anima e del video, l’originalità, la qualità e i tempi drammaturgici dell’opera.

Per “μετά” di Rossana Abritta la giuria si è espressa con la motivazione seguente : il movimento e la sua rappresentazione trovano un perfetto bilanciamento in questo video; ogni immagine al suo posto e il suo scopo quasi necessario nel contesto generale; un bianco e nero molto denso nella fotografia che sottolinea l’essere vivo di ogni parte del corpo attraverso respiri gesti e ripetizioni e le geometrie che la danza propone ma distorcendole al tempo stesso. Così come è distorto il tempo stesso; cura e tecnicismo registico rimandano a vere sensazioni fisiche in un video che sembra respirare insieme alla danzatrice. “Chiarezza di intenti e capacità di sintesi, due qualità rare. Il lavoro di Rossana Abritta svela la forza dei contrasti, le linee marcate del bianco e del nero si fondono nella luce e nelle ombre, mentre sprazzi di colore lasciano senza fiato – chiosa il direttore artistico Antonio Cioffi”.

L’opera di Rossana Abritta è stata realizzata nel marzo 2020 per l’evento virtuale OPERA DOMUS 7IDee+ di e con Carlo Marchetti e curato dalla giornalista Daniela Zannetti con il brand “Artisti in transito” di Ecocity onlus. La creazione è stata partorita su suggerimento della relatrice Daniela Capacci durante la quarantena Covid 19 che alla notizia della vittoria di μετά così ha commentato: “Quel limite apparentemente ostacolo e intralcio in realtà è diventato un ” andare oltre”: in questo caso si è rivelato essere un incontro tra persone, soprattutto tra anime, ed ha prodotto lo splendido risultato di μετά, regalando una grande soddisfazione a noi tutti. Rossana ha ottenuto un premio meritatissimo”.

La premiazione del video μετά di Rossana Abritta ad un Festival internazionale è una bella soddisfazione – prosegue Carlo Marchetti – sapendo che noi per primi avevamo già premiato questo lavoro, a cui noi per primi abbiamo dato modo di nascere e crescere dentro la nostra Opera Domus. L’energia viaggia in tantissimi modi, è molto realistico da parte mia, dire che il progetto Opera Domus porta molta fortuna a tutti coloro che iniziano a credere  profondamente in se stessi”.

“Si tratta di creare fermamente un proprio destino, poter comunicare proprio oggi i risultati dell’esperienza della danzatrice Rossana Abritta all’Hangart Fest- conclude la curatrice Daniela Zannetti – è la conferma di ciò che è nato esattamente il 21 marzo 2020 quando Opera Domus, diventata una delle prime mostre online per la contingenza della pandemia, ha promosso anche la videodanza, creando nel percorso espositivo delle Sale degli artisti di 7 IDee+ la Sala titolata a Daniela Capacci, la Sala danza junior e la Decima Sala titolata alla musa del cinema. E proprio oggi, sei mesi dopo, a fianco del premio Interfaccia digitale per l’Abritta , sono ben felice di comunicare che la piattaforma “Artisti in transito” è stata altresì premiata col progetto OPERA DOMUS D’AUTUNNO dalla Regione Lazio ciò permetterà la realizzazione on real dell’evento in ottobre, nelle prestigiose Scuderie Aldobrandini per l’arte di Frascati (Roma). La traccia di Rossana Abritta è in transito nella splendida regione Marche e qui nel Lazio dove operiamo. Profondamente la danza contemporanea che  sperimenta ogni contaminazione nella moderna performance, di μετά, il pathos, resta propriamente attinente alle arti coreutiche classiche. Metasintesi, dunque, di energie e concetti, di abilità nel focalizzare il messaggio secondo i parametri di una Grande Danza”.

Rossana Abritta ha realizzato l‘opera grazie alla collaborazione di Hugo Pat per le riprese, Ludovica Centracchio per la colonna sonora, Fabiana Piscitelli Gil per il montaggio, Eugenio Panichi fotografia, e il super cut di Simone Pezzè per la presentazione.

La danzatrice che ha ringraziato tutti nel corso della diretta al Festival, e prossimamente impegnata a Tuscania per un laboratorio di danza di Roberta Nicolai, sarà alla mostra d’Arte Opera Domus d’Autunno con una performance site specific accompagnata dalla violoncellista Ludovica Centracchio.

HF20

 Sitnewsfeel

Abritta e Arte InTransito, doppio premioultima modifica: 2020-09-21T17:36:49+02:00da Dizzly