Il passerotto esploratore…..

 

 

nuvola

Nuvola Tolfo

 

 

Un passerotto vuole esplorare il mondo allora prende i suoi averi e se ne va.

Ad un tratto incontra un animale e gli chiede:

“ma tu chi 6?”

“sono il cane lupo”

allora scandalizzato il passereotto gli dice:

“è impossibile……. o sei un cane o sei un lupo!!”

“no mia mamma era una cagna, mio papà era un lupo hanno fatto sesso e sono nato io!!”

l’uccellino perplesso allora si va ad abbeverare ad un ruscello. vede un pesce e gli chiede:

“ma tu chi 6? “sono la trota salmonata!” e il passerotto:

“è impossibile o sei una trota o sei un salmone!!

“non è vero perchè mia mamma era una trota, mio papà un salmone hanno fatto l’amore e sono nata io!!”

dopo qualche ora l’uccellino incontra un insetto e allora gli chiede

“e tu chi 6?

“sono la zanzara tigre!!”

e l’altro:

“MA VAFFANCULO!!!!!!!”

 

===============================================================

Il campanile di Oroset II (episodio 2°)

felice

Felice Tolfo

 

seguito:

Una volta sganciato il loro carico umano i sette fuoristrada ripresero la traccia per un tranquillo rientro alla base.

Si sarebbero ritrovati nell’operazione di recupero.

Opportune le ultime, anche se ripetitive, direttive di Alfonso.

 

 

Una volta sganciato il loro carico umano i sette fuoristrada ripresero la traccia per un tranquillo rientro alla base.

Si sarebbero ritrovati nell’operazione di recupero.

Opportune le ultime, anche se ripetitive, direttive di Alfonso.

 

La squadra prima, da me capitanata, entrerà direttamente nella galleria aliena.  La seconda si fermerà al suo ingresso, mentre la terza resterà fuori a sigillo della porta di accesso seconda dove praticamente già si trova!

 

Non per fare il megalomane ma voglio ricordarvi che

io sono il capo della spedizione ma anche il capo della squadra prima.

Candido è il capo della squadra seconda e

Desiderio il capo della squadra terza!

 

Okay “grande capo”….. siamo tutti ai tuoi ordini…!! così, un divertito Alex, con la sua immancabile e inconfondibile ironia fece sorridere l’intero gruppo!

 

I magnifici quattordici,

completato il rito delle due porte stagne,

intrapresero la discesa nella galleria di collegamento con il terzo anello.

Ai componenti della squadra seconda una piccola

soddisfazione dal sapore vagamente consolatorio:

il disarmo del casco…..

Altra,

certamente differente,

sorte per gli otto fortunati esploratori della galleria aliena!

 

Completarono il percorso, non più in fila indiana ma in ordine sparso, di quei cinquecento metri che conducevano alla storica entrata…..

 

Eccoci, esclamò Alfonso, prego notare l’apertura sul lato sinistro, praticamente l’entrata ufficiale nel nuovo mondo:

 

la “galleria aliena”

 

scoperta proprio ieri dai tre controller, un po’ incoscienti e un po’ eroi…!!

Allora la squadra seconda si ferma esattamente qui, a venticinque minuti dall’esterno e a circa 270 metri dal nostro obiettivo finale.

Spero di essermi spiegato bene…??

Anche troppo…!! asserì Candido. Devi stare tranquillo perché noi non ci sposteremo di un millimetro! Ahahahah…!! Vi seguiremo in diretta radio pronti ad intervenire se ce ne fosse il bisogno!

 

 Nel frattempo,

Fedro e Andreuccio,

armati di piccozza

si accanirono contro quella che,

per un’esatta interpretazione,

poteva anche essere considerata un’apertura

dall’aspetto fatiscente…..

Solamente uno scopo ben impresso nelle loro menti:

renderla più comoda e sicura.

Una decina di minuti furono sufficienti per ottenere un tranquillo passaggio che avrebbe consentito di mantenere agevolmente salva l’integrità della tuta.

 

Quando finalmente giunse il momento tanto atteso non vi fu la benché minima esitazione in ordine alla necessità di entrare nella galleria aliena!

 

Presero la stradina alla loro destra, percorsero centocinquanta metri e oltrepassarono l’arco, poi ancora

altri settanta in rettilineo e gli ultimi cinquanta zigzagando tra le rocce.

L’intero percorso incredibilmente ripulito da ogni frammento di roccia e pietrisco.

Il tutto spiegato da una non indifferente quantità di macerie,

presumibilmente residui di scavi e allargamenti,

ammassata a ridosso di alcune pareti rocciose presenti in una grotta vistosamente ampia.

Il tutto con un ordine che rasentava la perfezione, permettendo così un sicuro e comodo passaggio.

 

Tutti insieme alla meta nel punto esatto dove furono ritrovati i due controller feriti, a due passi dalla “grande scoperta”.

 

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 1°)

felice

Felice Tolfo

 

 

seguito parte prima:

E fu così che fecero l’amore con tale e tanta passione

da esaltarne interamente la sua bellezza…!!

Una bellezza accarezzata più volte

fintantoché,

rapiti dal sonno,

si addormentarono tra le braccia di Morfeo sognando la bella favola del principe terrestre innamorato della regina selenese…..

 Fine della prima parte

 

 

 

 

E fu così che fecero l’amore con tale e tanta passione

da esaltarne interamente la sua bellezza…!!

 

Una bellezza accarezzata più volte

 

fintantoché,

rapiti dal sonno,

si addormentarono tra le braccia di Morfeo sognando la bella favola del principe terrestre innamorato della regina selenese…..

                              

Fine della prima parte

 

Libro secondo

 

 

“quattordicesimo”

 

 

 10 settembre

 

 

Nono dei quattordici giorni buio

 

 

 

Sette e quarantacinque Isabel e Alex al CTS1.

 

Felici di trovarsi nell’idilliaca situazione di coloro i quali arrivando, seppur di un brivido, in anticipo rispetto all’orario previsto potevano anche cullarsi nell’illusione di non essere gli ultimi della storia…!!

 

Una cocente delusione:

 

ΩΩ  erano già tutti lì ad attenderli…… ΩΩ

 

Scusate, non è cosa da poco….. disse un Alex alquanto perplesso. Siamo gli ultimi ma, a dire il vero, ci siamo regolati sull’orario di partenza fissato per le otto?

 

In effetti non hai proprio tutti i torti…!! disse Aleandro. La partenza dal CTS1 era stata programmata per le otto…..

 

Ma con la tutaaaaa…!! Ahahahah…!!

Uahahah…!! Uahahah…!!

 

Ecco che ci si deve perdere un po’ di tempo sopra quelli che sono abitualmente i preparativi di rito.

Visto e considerato che nessuno, e ti posso garantire veramente nessuno, ha mai manifestato il desiderio di provare l’ebbrezza di uscire all’aperto senza aver indossato la tuta spaziale….. Ahahahaah…!!

 

 

Comunque tranquilli perché, a parte le vostre simpatiche e giustificate incertezze, siete “certamente” in leggero ritardo….. Ahahahah…!!

Adesso andate a mettervi queste benedette tute!

 

Otto e venti.

Solerti, con il casco in mano, si unirono al gruppo prescelto per quell’avventura.

Alex, rapidamente li contò: diciotto, Aleandro escluso!

 

Allora  ordinò Aleandro,

le squadre sono tre, ognuna composta da sei elementi.

Alex e Isabel si uniscono alla squadra prima

nella missione esplorativa della galleria aliena.

La squadra seconda entrerà nel terzo anello e si fermerà esattamente all’imbocco della stessa galleria aliena.

Per finire, la squadra terza si piazzerà fuori all’aperto a far da sentinella alla porta di accesso seconda.

 

Poi, scongiurando tutti i possibili ed eventuali fantasmi allarmistici, in caso di necessità io sarò pronto ad intervenire in vostro aiuto con le squadre di soccorso!

 

Ma noi facciamo le corna….!

Un’allegro e divertente rito propiziatorio!> strillò divertita Isabel!

 

Ultime verifiche sulle attrezzature…..

Le tute di Alex e Isabel furono controllate personalmente da Alfonso.

 

I soliti raccomandati

 

Alla fine, indossati anche i loro splendidi caschi, salirono sui sette fuoristrada.

 

A due per volta attraversarono la sala intermedia.

 

Otto e quarantacinque tutti fuori all’aperto nello stesso identico grigiore lunare del giorno precedente.

In quattro minuti ad una velocità che, complice il suolo accidentato, raramente superava i trenta chilometri all’ora, raggiunsero la porta di accesso seconda.

 

Una volta sganciato il loro carico umano i sette fuoristrada ripresero la traccia per un tranquillo rientro alla base.

Si sarebbero ritrovati nell’operazione di recupero.

Opportune le ultime, anche se ripetitive, direttive di Alfonso.

 

 

segue…..

Il campanile di Oroset (134° episodio )


felice

Felice Tolfo

 

seguito:

Allora se vola è un’astronave

oppure potrebbe essere

un……

“uccello”…??…??…??

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

 

Allora se vola è un’astronave

oppure potrebbe essere

un……

“uccello”…??…??…??>

 Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

Ma in questo momento la tua eccitazione è dovuta solamente per la scoperta della galleria…??

E basta.??

Nient’altro…??

Proprio niente di niente…??

Mah…??

Ma dai…… che ti volevo provocare un pò…..!!!

Uahahah…!! Uahahah…!!  Uahahah…!!  Uahahah…!!

 

Ahhhhhhhhh…!!

Volevo ben dire!!

Ma secondo te per quale motivo mi vedi così:

solamente in slip sensual comic?

E nient’altro addosso…??

Se poi togli il comic rimane:

 

“slip sensual”

 

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

 

Uahahah…!!  Ahahahah…!!  Uahahah…!!

 

Mutandine o slip?

 

Slip, suona molto meglio,

 

più sensual…!!

 

Testone che non sei altro!!!!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

 

Ma io…… vedendoti così mi son detto: sembra proprio una bella signora “pronta pronta” per andare a letto a dormire…

 

“accompagnata dal dolce canto della ♪♪♪ ninna nanna ♪♪♪”

Uahahah…!! Uahahah…!! Uahahah…!!

 

Stronzooooooooooooo….!!!

 

Ma dai….. amore mio,

 

è una cosa che mi viene così spontanea:

 

prenderti amorevolmente per il c u l o ….!!…!!…!!

 

Uahahah…!!

 

Ahahahah…!! Uahahah…!!  Ahahahah…!!

 

Amare è l’esercizio più bello e meraviglioso che si possa fare!

 

E fu così che fecero l’amore con tale e tanta passione

da esaltarne interamente la sua bellezza…!!

 

Una bellezza accarezzata più volte

 

fintantoché,

rapiti dal sonno,

si addormentarono tra le braccia di Morfeo sognando la bella favola del principe terrestre innamorato della regina selenese…..

 

                

 Fine della prima parte

 

 

 

 

Il campanile di Oroset (episodio 133°)


felice

Felice Tolfo

 

 

seguito:

 

Praticamente sei riuscita a sintetizzare un’ottimo piano comportamentale da tenere ben presente nelle esplorazioni che andremo a vivere…!! riprese Aleandro.

 

Praticamente sei riuscita a sintetizzare un’ottimo piano comportamentale da tenere ben presente nelle esplorazioni che andremo a vivere…!! riprese Aleandro.

Ci muoveremo con la giusta circospezione, senza farci prendere dall’angosciosa “inutile frenesia” che sicuramente ci porterebbe a commettere qualche errore di troppo. Perché non dobbiamo dimenticarci che quanto andremo a visitare altro non sarà se non un habitat esplorato solamente in parte.

 

Confido in ulteriori nuove e piacevoli sorprese…!!

Magari è tutto lì…?? replicò Isabel.

Certamente fino a prova contraria noi ci limitiamo a giudicare per quello che abbiamo visto!

E non c’era nemmeno un letto, una brandina, una cuccetta….. Neanche un sacco a pelo steso qua e là,

nulla di tutto ciò!

Ma dove dormivano…??

Perché in quel posto qualcuno c’è stato,

e sicuramente avranno dormito il sonno che dovevano dormire!

E’ inevitabile per chiunque!

 

Comunque Alfonso, tu cosa proponi di fare? concluse Isabel.

 

Io sarei del parere di scartare l’ipotesi di una squadra unica, assolutamente non va bene.

 

Forse tre squadre.

Una fuori all’aperto, per gestire un’eventuale emergenza, e due all’interno!

Ma una sola sarà la squadra “privilegiata” che andrà sul posto in prima linea.

Mentre la terza potrebbe sostare all’imboccatura della galleria aliena a garanzia di un eventuale rapido appoggio alla squadra in perlustrazione.>

 

Effettivamente ad Aleandro sembrò un piano adeguato alle reali aspettative.

 

Com’era logico che fosse si pensò di ovviare alla camminata esterna con un più che vantaggioso traghettamento a bordo dei comodi fuoristrada.

Ciò avrebbe significato un risparmio non indifferente di tempo e di fatica!

 

A quel punto non potendo trascurare lo strumento del tempo che ineluttabilmente procedeva alla sua personale conquista dell’ora successiva, decisero di inoltrarsi nell’immediato con la formazione delle squadre!

 

Nulla da eccepire considerata la levataccia prevista all’indomani!

Così Alfonso lasciò subito la compagnia per raggiungere i suoi collaboratori con i quali confrontarsi per la composizione delle squadre stesse.

 

E noi?  chiese Alex.  Siamo stati esclusi dalla lista…??

 

Macché esclusi, proprio voi i più entusiasti!!

Domani mattina sarete con la squadra prima all’interno della galleria aliena.

Contenti…??  chiese l’amico Aleandro.

 

Certo che sono contento e sono sicuro che anche Isabel lo è, vero amore…??

 

Cavolo di un cavolo…!!

Ma come si poteva dubitare di questo?

Non vedo l’ora che arrivi domani mattina per visitare l’habitat alieno….. uaoooooo!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Uahahah…!!  Uahahah…!! Troppo simpatica…!!

 

”Bene bene”….. allora mi raccomando con la sveglia: un po’ prima delle sette. disse Aleandro.

 

Comunque….. ho deciso di chiamarvi lo stesso!

Perché non si sa mai che questi due fidanzatini…… ini..ini..

oni oni….??…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!!

 

Uahahah…!!  Ahahahah…!!  Uahahah…!!

 

E bravo Aleandro!

Sei un vero amico…..

Ahahahah…!! Ahahahah…!!  concluse Isabel.

 

Uahahah…!! Uahahah…!! Okay okay Aleandro…!!  rispose Alex, esaltato come mai gli era capitato, con la felicità che gli scoppiava nel cuore!

Quella sera Isabel e Alex rientrarono a casa avvolti da un’atmosfera ricca di entusiasmo a grande sospensione emotiva.

Non fu per caso se non si dilungarono oltre il dovuto prima di trasferirsi direttamente nella loro camera.

 

Amore mio, disse Alex, se il mio pensiero vola a domani mi sento l’adrenalina spingere a mille….. Uahahah…!!  Uahahah…!!

 

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Il tuo pensiero “vola vola”…..

Allora se vola è un’astronave

oppure potrebbe essere

un……

“uccello”…??…??…??

 

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

segue…..

Il campanile di Oroset (episodio 132°)

felice

Felice Tolfo

 

 

seguito:

 

Comunque quando torneremo nella galleria aliena avremo tutto il tempo che ci servirà per verificare le nostre teorie.

Quanto rimarrà nel nostro immaginario…??>

 

 

 

 

Comunque quando torneremo nella galleria aliena avremo tutto il tempo che ci servirà per verificare le nostre teorie.

Quanto rimarrà nel nostro immaginario…??

Oh, Alfonso….ma sei ancora con il fiato sospeso…?? Disse Alex, ”Respira respira”, altrimenti…?? Uahahah…!! Uahahah…!!

Ahahahah…!!

 

Ahahahah…!!  Uahahah…!!

 

E’ proprio quello che penso anch’io.  proseguì Alex  Siamo tutti impazienti di ritornare lassù, magari anche domani…??

 

E comunque questi avvenimenti sono per me una fabbrica di emozioni di tale portata che a volte mi sembra veramente di sognare…!!…??

 

Io, umile terrestre, vengo rapito da una “fata” che mi porta sulla Luna. Conosco i suoi abitanti e vengo a sapere che non sono tutti lunari perché le loro origini si collegano al pianeta Kallox…..

 

Prima non c’era mai stata vita sulla Luna…??

O almeno fino alla scoperta di oggi…!!

Semplicemente strabiliante…!!

 

Come se non bastasse mi fanno conoscere i sette “ET” del pianeta Oroset, distante dalla Luna 200 mila miliardi di chilometri, che ricordano il simpaticissimo personaggio del film!

 

Toh! Adesso sono diventata pure la sua “fata”!!  disse un’ammaliata Isabel.

 

Già è tutto così fantastico.  esclamò Aleandro.   Io mi rendo conto che stai vivendo un momento magico della tua vita. Incomparabile con qualsiasi altro terrestre…!! Ahahahah…!!

 

Già perché sulla Terra nessuno come me!!

Uahahah…!!  Uahahah…!!

 

Ahahahah…!!  Uahahah…!! Ahahahah…!!

 

Ma levatemi una curiosità che mi porto dietro da diverse ore: il nome Raul che significato ha…??

 

Coraggioso…!!…??…!!…?? rispose Isabel.

 

Uahahah…!!  Ahahahah…!!  Uahahah…!!  Ahahahah…!!

 

Pazzi, siamo tutti pazzi….. Ahahahah…!! Ahahahah…!!  aggiunse un divertito Aleandro.

Comunque mio caro Alex anche per me oggi è stata una giornata caratterizzata da forti emozioni. E penso siano le stesse identiche emozioni che devono aver provato, anche se indirettamente, tutti i nostri concittadini!

Sicuramente ci saranno altri sistemi solari sparsi nell’universo che, seppur lontani parecchi anni luce, ci potrebbero regalare altre sorprese?

 

Chissà se tutto ciò si potrà ancora ripetere?

Mah…forse..?

Forse che sì, forse che no…??…!!…??…!!

 

Il futuro non pone limiti alcuni…..

 

E già, vorrei ben dire…!! Mi unisco anch’io alle vostre più che nobili debolezze umane….. aggiunse Isabel,  ed è per questo che mi reputo una donna molto fortunata! Questa grande occasione di vivere in prima persona momenti così particolari, unici e irripetibili, fanno di me una donna privilegiata

 

nel vero senso della parola!

 

E adesso, proprio perché sono una donna, mi permetto pure di consigliarvi per

 

un’esplorazione giudiziosa!

 

Non dico di tirare completamente il freno a mano ma giusto quel tanto che basta, questo sì…!!

 

Suggerisco di muoverci con cervello…!!

 

Eh! Ma l’hai tirato proprio bene questo freno a mano…!! Uahahah…!!  esclamò un divertito Alex.

Che stronzo che sei…??

 

Ahahahah…!! rispose Isabel.

 

Uahahah…!!  Ahahahah…!!  Uahahah…!!  Ahahahah…!!

 

Sei una donna unica…!!  affermò Aleandro.

Questo glielo avevo già detto io personalmente dal vivo del mio cuore…!! Uahahah…!!  replicò un divertito Alex.

 

Ahahahah…!!  Uahahah…!!  Ahahahah…!!

 

Praticamente sei riuscita a sintetizzare un’ottimo piano comportamentale da tenere ben presente nelle esplorazioni che andremo a vivere…!! riprese Aleandro.

 

 

segue…..

Il campanile di Oroset (episodio 131°)

felice

Felice Tolfo

 

 

seguito:

 

Una ricetta kalloxiana? Ma veramente non mi sono reso conto del pensiero culinario kalloxiano…. Mi sembrava un piatto tipico che generosamente consumiamo in Italia…??

 

Una ricetta kalloxiana? Ma veramente non mi sono reso conto del pensiero culinario kalloxiano…. Mi sembrava un piatto tipico che generosamente consumiamo in Italia…??

Ahahahah…!! Però i funghi non erano champignon! Sicuramente assomigliano ai vostri già ampiamente descritti nelle ricette culinarie che quotidianamente vengono sfornate da un numero, certamente non indifferente, di trasmissioni televisive a loro dedicate.

Siamo riusciti a traslocare una decina di funghi, tipologicamente parlando, ben conservati in speciali contenitori idonei a mantenerli in vita. Come del resto abbiamo fatto con tutte le altre numerosissime piante!

Troppo bravi…!!

 

Ritornando a noi, quello che è successo oggi ha dell’incredibile, siamo rimasti tutti senza parole e con il fiato ancora sospeso, tanto è grande l’emozione per questa scoperta. Solo al pensiero che in quelle gallerie strappate alla roccia lunare qualcuno è riuscito a vivere una parte, forse l’ultima, della propria vita mi dà il sapore dell’impresa impossibile!

 

L’incredibile che si realizza! affermò Aleandro.

 

Per il momento non ci è dato sapere cosa possa essere successo.  riprese Alfonso.

 

Da quel poco che abbiamo visto possiamo presupporre che i mezzi a loro disposizione non fossero stati esattamente il “top”…..

Sicuramente da qualche parte ci sarà stata un’astronave da saccheggiare, ma nulla di più…??

Comunque sufficiente per sopravvivere…!!

 

Quindi l’aver creato, gestendo brillantemente una situazione di grave emergenza, un habitat lunare, nel pieno rispetto di quei fondamentali ritenuti indispensabili per garantirsi anche una sola possibilità di vita, ha del miracoloso!!

 

Se ci penso stento ancora a crederci…!!

 

Tra l’altro quell’astronave, come nella logica delle sua storia,  non dovrebbe trovarsi troppo lontano dalla porta di accesso seconda?  intervenne Alex.

Poi mi chiedo come sia stato possibile che l’ossigeno erogato a vuoto per tutto questo tempo, andando così a riempire quei posti, non abbia causato esplosioni o altri danni degeneranti…??

La tua è un’osservazione intelligente, perfettamente in linea con una clamorosa realtà.  rispose Alfonso.  Questo mi fa pensare positivo! Nella galleria aliena c’è ancora qualcosa che sta funzionando e anche bene. E se fino ad oggi non si sono verificate delle esplosioni, almeno per quel poco che ne sappiamo, posso solo immaginare, ma non mi vengono in mente alternative, che quell’habitat sia stato adeguatamente attrezzato con dei sensori per la rilevazione dell’ossigeno accompagnati da almeno una centralina.

Ancora funzionanti!!! Ma sembrava disabitato?? Perché da quello cha abbiamo visto non c’era proprio nessuno…!!  replicò Alex.

 

Magari sarà arrivata un’altra astronave a salvarli?

In quel caso sarebbero stati costretti ad abbandonare il posto rapidamente e senza perdere del prezioso tempo nel pensare a quello che stavano lasciando!

E comunque, da quanto abbiamo visto, possiamo solo immaginare alla grandezza della loro impresa nel realizzare, in una situazione di tragico e grave disagio fisico-ambientale,

un’habitat lunare che ci risulta, almeno in parte, ancora funzionante!  proseguì Alfonso.

Pensa Alex che qui a Selene abbiamo installato un numero incredibile di rilevatori di ossigeno che stenterai a crederci quanti sono: qualche migliaio…!!

Mentre a centinaia sono le centraline!

Un’opera fondamentale per ottenere, nei punti più svariati della città, un flusso equilibrato dell’ossigeno.

Anche e soprattutto in quei posti scarsamente frequentati…..

 

Comunque quando torneremo nella galleria aliena avremo tutto il tempo che ci servirà per verificare le nostre teorie.

 

Quanto rimarrà nel nostro immaginario…??

 

segue…..

Il campanile di Oroset (episodio 130°)

 

felice

Felice Tolfo

 

 

seguito:

 

Anche perché effettivamente essendo l’unica nell’intero universo:

ma dove la troverei un’altra?? 

Uahahah…!! Uahahah…!!

Ti amo amore mio, ti amooo !!..!!..!!

 

 

Anche perché effettivamente essendo l’unica nell’intero universo:

 ma dove la troverei un’altra?? 

 Uahahah…!! Uahahah…!!

Ti amo amore mio, ti amooo !!..!!..!!>

 

Ahahahah…!! Ahahahah..!!

 

Spiritoso e stronzetto, ma ci sta!

Sei un tipo di stronzo che va forte…..

Così mi piaci un sacco pieno…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

E già, anch’io ti guardo e leggo l’amore!

 

Alex si avvicinò a Isabel, la strinse tra le sue braccia e la baciò.

Ma, ahimè, quando guardarono l’orologio si resero conto che il tempo effettivamente era un vero “tiranno”,

 

nella vita ci sono certi momenti in cui l’orologio dovrebbe andare un minuto avanti e un minuto indietro.

 

Per non ritardare avrebbero dovuto applicare il metodo dello scossone istantaneo, altrimenti pazienza…!!

Ma non fu così perché spinti dall’entusiasmo dell’amore…..

 

“l’amore, se serve, ti fa volare”

 

riuscirono a sfruttare al massimo le loro capacità di semplificazione:

come curare il proprio aspetto alla velocità della luce prima di uscire di casa.

Che altro non era…..

 

Non facciamo nulla e usciamo! decise Isabel…!!

 

Alla cena organizzata da Aleandro tra gli invitati, oltre a Isabel e Alex, anche Alfonso. In grande spolvero, disinvolto e competitivo come non mai, stava dando ampia dimostrazione di come si doveva vivere dopo essere stati felicemente contagiati dallo spirito alexiano.

 

Non poteva essere altrimenti vista l’ormai

assidua frequenza tra i due!!

 

Così, tra una risata e l’altra, la cena scivolò verso la fine.

 

“Finalmente”…!!

 

Fu quello che, con ogni probabilità, avrà pensato Aleandro in quel frangente. Anche

 

con un certo “patos emotivo” per nulla trascurabile.

 

Era troppo forte la sua voglia di entrare nel merito dell’argomento del giorno:

 

“la grande scoperta”!

 

Aleandro, prima però mi devi togliere una curiosità che mi è venuta standoti accanto e mi ripercuote la mente ogni qualvolta ci ritroviamo seduti a tavola per mangiare.

Spiegami il motivo preciso per il quale qui si mangiano solamente piatti caratteristici dell’Italia?

 

E le vostre ricette con i prodotti tipici di Selene dove sono finite…??

 

Finalmente me l’hai fatta questa simpatica e interessante domanda!  rispose Aleandro. In realtà è più semplice di quanto tu possa immaginare, considerato che tutte le nostre materie prime alimentari sono, più o meno, le stesse che si trovano sulla Terra…..

 

Quindi solamente le ricette sono in grado di indicarci quelle che sono le nostre tradizioni!

 

Purtroppo per noi di Selene ci sono dei limiti tangibili che ci penalizzano sia sulla varietà che sulla quantità. Al contrario quando ci trovavamo su Kallox avevamo le stesse identiche opportunità dei terrestri!!

 

Ed erano sempre le ricette a fare la differenza…!!

 

E’ sufficiente pensare che sulla Terra ci sono culture gastronomiche che si differenziano tra città, regioni, nazioni e continenti. Figurarsi….. tra due pianeti…??…??

Di Kallox ci sono rimaste alcune ricette che noi conserviamo e normalmente utilizziamo…!! Però il cibo è sempre lo stesso….. Tutto qui!

 

Su di una cosa non ci sono dubbi:

la cucina italiana va molto forte ed è la nostra favorita…!!

 

Comunque prima abbiamo mangiato il pollo alla sarioriana. Praticamente il petto di pollo tagliato a pezzi, infarinato e saltato sull’olio di oliva. A metà cottura ho aggiunto i funghi champignon tritati finemente e alla fine l’ho spruzzato con del vino bianco secco!>

Una ricetta kalloxiana? Ma veramente non mi sono reso conto del pensiero culinario kalloxiano…. Mi sembrava un piatto tipico che generosamente consumiamo in Italia…??

 

segue…..

Il campanile di Oroset (episodio 129°)

felice

 

 

 

 

 

 

 

 

seguito:

Divorarono il loro panino giusto in tempo prima di appisolarsi sul divano.

 

Divorarono il loro panino giusto in tempo prima di appisolarsi sul divano.

 

 

“tredicesimo”

 

 

Alle diciotto, fresco di un dolce e lungo riposo, Alex avvertì il soffio di un venticello che sapeva di vecchio mondo:

 

E i miei amici terrestri…??

Ma non ti ricordi più…?? Alex lo smemorato…!! Ahahahah…!!

Stai vivendo così intensamente questa tua avventura sulla Luna che ti dimentichi troppo presto che sulla Terra hai ancora tutta la tua vita, o quasi?

Questa che tu chiami avventura io la sto vivendo in un modo così sorprendente che neanche mi ricordo quanti giorni ho trascorso qui con te…??

Scusami….. neh…!!

 

Guarda Alex, facciamo dei conti partendo dal giorno del pronto soccorso. Era lunedì 2 settembre e oggi è lunedì 9 settembre, praticamente una settimana e un giorno!

 

Allora mia cara Isabel a raccontarla giusta, per essere corretto, sarebbe quantomeno opportuno avvisare l’ufficio che non posso ritornare prima di tre o quattro giorni…??

 

Se ce ne fosse il bisogno certamente sì!

Ma, al contrario, è già tutto bello che sistemato!

Ti ricordi giorni fa quando ti avevo annunciato che mi ero “arbitrariamente e brillantemente” presa la licenza di contattare il tuo ufficio per quella tua settimana di ferie?

Certo che sì, me lo ricordo benissimo amore mio!

E come potrei dimenticarmi che ti eri pure spacciata per la mia fidanzata…??

 

“semplicemente meraviglioso!!”

Quello fu un forte e deciso segnale premonitore dell’allora nostro futuro,

che nel frattempo,

fa già parte del nostro presente!

Uaooooooooooo!

 

E già, guardami e potrai leggere l’amore!

 

Mamma mia Alex, mi si rizzano nuovamente i peli delle braccia, Ahahahah…!!

Uahahah…!! Uahahah…!!

Ecco che, nonostante io sia una “donna irsuta”, ti voglio rasserenare subito perché in realtà quel giorno avevo comunicato alla tua “cara collega” Laura che avevi bisogno di prenderti due settimane di ferie e non solamente una come ti avevo fatto intendere…!!

 

Quindi, caro il mio tesoro, te ne puoi stare “tranquillo tranquillo” per almeno un’altra intera settimana!!  Ahahahah…!!

 

Uahahah…!!  Ma che amore….. Sei un’efficientissima ardita…!!

 

Tu sei una persona davvero speciale…!!

Una donna capace di andare oltre….. oltre…. oltre……..!!!!!

Avevi già previsto tutto…!!

 

Ma una donna così, io me la merito …??

 

E allora sai che ti dico?

 

Che se per caso io, umile e modesto piccolo uomo, veramente ti meritassi,

ti sposerei…….

perché sei bella…!!…!!…!!

 

Se tu fossi una stella

 ti porterei lassù

 in cielo…..

 

anche se le altre stelle sarebbero invidiose della tua bellezza!

 

 

Uaooooooooooooooo……………

mamma miaaaa……

Aleeeeeeeeex….??

Ma cos’è…??

Sei un “vate” “un super vate”…!!

Ahahahah…!!  Ahahahah…!!

Un grande poeta incantatore……

Uomo seducente e irresistibile…!!

 

E’ il “super vate” che mi preoccupa…??

Uahahah…!! Uahahah…!!  Perché una donna così rara, ma cosa sto dicendo…..

 

una donna unica…..

non me la farei scappare via tanto facilmente…!!

Anche perché effettivamente essendo l’unica nell’intero universo:

 

ma dove la troverei un’altra?? 

 

Uahahah…!! Uahahah…!!

Ti amo amore mio, ti amooo !!..!!..!!

 

segue…..

 

Il campanile di Oroset (episodio 128°)

 

felice

Felice Tolfo

 

seguito:

Notizie, notizie e nient’altro che notizie su tutto quello che abbiamo scoperto!

 

Notizie, notizie e nient’altro che notizie su tutto quello che abbiamo scoperto!

 

Okay okay, ragazzi, per il momento può bastare così! sentenziò Aleandro.  Dopo tutto penso che la mattinata sia stata tutt’altro che monotona, vero Alex? E dire che non vedevi l’ora di farti un bel giretto là fuori?

Meglio di così solamente in un sogno incredibile…!!

Ma pensa per un attimo, giusto per un attimo, a tutto quello che ti è capitato:

 

sei andato in giro per la Luna;

ti sei fatto una passeggiata lungo il terzo anello;

hai trovato i tre dispersi leggermente feriti,

recuperati e salvati!

Infine: la clamorosa scoperta

che domani ti porterà a vivere nuove ed esaltanti avventure…??

 

Inoltre stasera vi aspetto a cena…!! Ahahahah…!!

Uahahah…!! Troppo! Veramente mi va di gran lusso…!! Uahahah…!!

Ho la sensazione di essere diventato un portafortuna! Uahahah…!!

 

Come sei modesto, Alex!

 

Il borioso, immodesto e presuntuoso…??

 

Che la modestia sia il suo pezzo forte? Eheheh!! commentò Isabel.  Comunque che Alex sia una forza della natura non ci sono dubbi e dirò di più, sbilanciandomi come non mai, nell’azzardare un pensiero sulle probabilità che possa essere veramente considerato come il nostro nuovo porta fortuna!

 

Effettivamente,

se ci soffermiamo un attimo sul nostro momentaneo modo di essere, sarebbe insensato ma anche ingeneroso non considerare la presenza del terrestre come una stimolante ventata portatrice di nuovi naturali entusiasmi collettivi che noi avevamo,

almeno in parte,

abbandonato in quel di Kallox!

E comunque con il suo pensare bene riesce a darci quella carica unica, vitale e gioiosa che ci permette di affrontare meglio la vita…!!

 

E già, Isabel mi ama……. mi ama tanto….!!  annuì Alex. La sua esaltante descrizione ne è una prova più che tangibile!

 

Questa bella donna si è innamorata dell’oramai mitico grande Alex!!

Uahahah…!! Uahahah…!!

Narcisista per scherzo…!!

Uahahah…!!  Uahahah…!!

 

 L’umiltà di quest’uomo mi eccita…..  Ma ti stai prendendo in giro da solo? Troppo simpatico!

 

L’essere umile non pone limiti,

l’essere modesto ne è una fonte inesauribile…!!

 

Il mio amore sta facendo di Alex un’entusiasta fanaaticoooo…!! Ahahahah.!!  aggiunse Isabel.

 

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

 

Con il sorriso impresso sui loro festosi volti si lasciarono per un più che mai brioso rientro nelle loro abitazioni.

Isabel non vedeva l’ora…!! Eppure erano stati fuori solamente per una mattinata……

 

Ma che mattinata:

semplicemente straordinaria…!!

 

Un’avvicendarsi di situazioni incredibili quasi da non crederci!

Ancora si portavano dentro il film di quella particella staccatasi da un’altro mondo appositamente per arrivare sulla Luna!!

Scoperta che avrebbe portato i nostri protagonisti a vivere altri momenti concentrati a svelare segreti ancora avvolti nel mistero di quelle gallerie quasi del tutto inesplorate!!

 

Con la certezza che altre persone erano venute ad abitare sulla Luna,

esattamente accanto alla loro città,

anticipando tutti nessuno escluso..!!

 

Alex non stava più nella pelle…!!…!! Erano troppo forti quelle scariche di adrenalina che gli scorrevano dentro!!

 

 

Solamente l’idea di far parte di un manipolo di eletti

alle scoperte del “giorno dopo”…..

lo manteneva in uno stato di perenne agitazione.

Comunque sono le quattordici, disse Isabel,  e io ho fame, cosa dici Alex: ce lo facciamo un bel panino?

 

Va ben…. perché go na fame da lupo anca mi…!!

 

Divorarono il loro panino giusto in tempo prima di appisolarsi sul divano.

 

 

segue…..