Il campanile di Oroset II (episodio 66°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

Alex e Isabel insieme per un abbraccio che avrebbero voluto fosse eterno…..

L’ora del pranzo si stava allegramente allontanando quando avvinti dalla passione si addormentarono.

Verso le sedici si svegliarono ma, scherzando sul tempo trascorso, scelsero di rimanere ancora accartocciati sul divano. Fino a quando Isabel, all’improvviso, decise di rompere l’incantesimo…..

<Alex io avrei un certo languorino, sai com’è lo stomaco ad un certo punto ti fa notare il fastidioso senso di disagio che prova quando ti dilunghi troppo sull’indifferenza!>

<Invece il mio di stomaco ha perso la pazienza già da un bel po’. Al posto del languorino c’è un lamento continuo per un grande senso di vuoto….. praticamente una voragine….. Uahahah…!! Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Senti amore mio ce la facciamo una bella spaghettata

al pomodoro?> propose Alex

<Okay, magari anche leggermente piccante…..>

<Splendido: il leggermente piccante sarà il tocco finale del cuoco artista!>

E la spaghettata di quel giorno fu un grande evento, un qualcosa di memorabile.

Niente piatti,

ma un’unica grande terrina stracolma di spaghetti

rigorosamente al dente”.

Condimento: pomodoro, basilico, olio di oliva, leggerissima presenza di peperoncino e spolverata di grana.

La conquista: armati di forchetta, aggredirono la terrina dalle sue estremità. Aggressione che alla fine si trasformò in un accerchiamento completo!

L’occupazione: l’unico rumore che si sentiva era il fruscio degli spaghetti unti di pomodoro mentre famelicamente traghettavano nelle fauci.

L’accompagnamento: un “prosecco di Kallox” fresco al punto giusto.

I festeggiamenti: alla fine, esausti per l’incredibile voracità, le due bocche s’incontrarono per un bacio colmo d’amore e di pomodoro.

<Fantastico> esclamò Alex, <li abbiamo distrutti…!! Ritornerò dalla Terra per un secondo accerchiamento della “terrina di pasta” Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahah…!! “Ci tengo ci tengo”….. Ahahahah…!!> <Uahahah…!!>

<Nel frattempo ci si potrebbe spostare in città per una bella camminata digestiva?? Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

Più che una passeggiata romantica dava l’impressione di una rimpatriata tra cari amici di vecchia data che se la ridevano come meglio non potevano fare. Ma poi, vista l’ora, dovettero per forza di cose rientrare a casa.

Appetito per la cena:

inesistente…!!

Felici e tranquilli trascorsero serenamente un po’ del loro tempo libero. Poco più di un’istante perché esattamente

alle ventidue e venti si ritrovarono, come d’incanto, all’interno dell’hangar.

Isabel con la sua solita borsettina tracollata sulla spalla destra. Mentre per Alex, vestito come il due settembre, un piccolo zainetto con dentro il necessario: due camicie bianche, due cambi di biancheria e una cravatta giallo oro.

Alex fu nuovamente colpito dalla grandiosità delle dieci astronavi parcheggiate in verticale!

Però solamente una si trovava sotto il tetto apribile, già con il portellone spalancato e la scaletta saldamente appoggiata al suolo.

<Guarda Alex deve essere quella l’astronave che ti riporterà a casa…!!>

<Già, l’ho notata anch’io. Mi sta aspettando…!! Toh guarda….. ma ci sono anche le poltroncine….. Uahahah…!! dai sediamoci! Mi piacerebbe tanto sapere come fanno a muovere queste possenti astronavi per poi centrarle sotto il tetto apribile?>

<Ci sono dei trascinatori automatici attrezzati appositamente per compiere certe grandi imprese grazie all’utilizzo di forze effettivamente esigue. Lo vedi quell’attrezzo sotto la seconda astronave a partire da sinistra?>

<Si lo vedo benissimo!>

<Eccolo….. è proprio lui….. il magico trascinatore!>

Si sedettero in dolce attesa……??

<Ehi….. ma noi siamo già pronti per conquistare la Terra!> Esplose carico di entusiasmo il comandante Erasmo! Improvvisamente fuoriuscito dal portellone per poi bloccarsi lungo il bordo della scaletta…..

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 65°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 <Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

16 settembre

primo dei quattordici giorni di luce

Giù dal letto dopo il temporale delle otto.

Troppo rapidi nell’iniziare la giornata?

Ma il tutto si giustificava in quella che doveva essere l’appassionante momento di Alex…!!

Sbrigativa ma completa la colazione prima di aprire la conversazione con il tema caldo:

il viaggio di Alex sulla Terra!

Ancora presi dall’emozione per la prima, sebbene momentanea,

separazione si lasciarono trasportare dalle fresche ali rigeneratrici dell’amore…!!

Così conciati si accomodarono sul divano per trastullarsi come meglio non potevano….

Sembravano non doversi scollare mai…!!

<Alex…. mi sento tutta strana strana…..?? Sarà perché è la prima volta che sto provando un’apprensione del tutto particolare nei confronti di una persona cara che si allontanerà da me per affrontare un viaggio decisamente importante.

Penso che mi stia succedendo questo perché ti voglio tanto bene ed è come se avessi paura…..

Quella strana paura di perderti…??

Il viaggio Luna-Terra e ritorno essendo super collaudato è ritenuto, a ragion veduta, più che sicuro!! “Però però”….. ci sono sempre dei rischi, altrimenti la vita sarebbe troppo facile….. Comunque adesso basta! Sto dicendo cose con noiosa e lamentosa insistenza.>

Affermazione di una donna che mantiene sempre la parola data!

<Non so se stai apprezzando questo mio egoismo, forse era meglio che me ne stavo “zitta zitta”..! Ma sai com’è…………….?????

Ogni giorno che passa l’amore che ho per te aumenta sempre….. Non ci posso fare nulla..!!..!!>

<Ma non devi scusarti, amore mio….

E’ giusto che sia così, non puoi tenerti sempre tutto dentro!

Per me questo non è egoismo.

L’egoismo vero è quello di pensare solamente a sé stessi!

Parliamo dell’amore, quello con la A maiuscola!

Ma questo amore che abbiamo, in così vertiginosa crescita, dove ci porterà mai…?? Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Anche perché è un viaggio che devo assolutamente intraprendere e tu lo sai perfettamente!! Dovrò sistemare alcune cose che mi porteranno, mestamente ma inevitabilmente, a chiudere ogni rapporto che mi lega alla Terra.

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 66°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

Alex e Isabel insieme per un abbraccio che avrebbero voluto fosse eterno…..

L’ora del pranzo si stava allegramente allontanando quando avvinti dalla passione si addormentarono.

Verso le sedici si svegliarono ma, scherzando sul tempo trascorso, scelsero di rimanere ancora accartocciati sul divano. Fino a quando Isabel, all’improvviso, decise di rompere l’incantesimo…..

<Alex io avrei un certo languorino, sai com’è lo stomaco ad un certo punto ti fa notare il fastidioso senso di disagio che prova quando ti dilunghi troppo sull’indifferenza!>

<Invece il mio di stomaco ha perso la pazienza già da un bel po’. Al posto del languorino c’è un lamento continuo per un grande senso di vuoto….. praticamente una voragine….. Uahahah…!! Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Senti amore mio ce la facciamo una bella spaghettata

al pomodoro?> propose Alex

<Okay, magari anche leggermente piccante…..>

<Splendido: il leggermente piccante sarà il tocco finale del cuoco artista!>

E la spaghettata di quel giorno fu un grande evento, un qualcosa di memorabile.

Niente piatti,

ma un’unica grande terrina stracolma di spaghetti

rigorosamente al dente”.

Condimento: pomodoro, basilico, olio di oliva, leggerissima presenza di peperoncino e spolverata di grana.

La conquista: armati di forchetta, aggredirono la terrina dalle sue estremità. Aggressione che alla fine si trasformò in un accerchiamento completo!

L’occupazione: l’unico rumore che si sentiva era il fruscio degli spaghetti unti di pomodoro mentre famelicamente traghettavano nelle fauci.

L’accompagnamento: un “prosecco di Kallox” fresco al punto giusto.

I festeggiamenti: alla fine, esausti per l’incredibile voracità, le due bocche s’incontrarono per un bacio colmo d’amore e di pomodoro.

<Fantastico> esclamò Alex, <li abbiamo distrutti…!! Ritornerò dalla Terra per un secondo accerchiamento della “terrina di pasta” Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahah…!! “Ci tengo ci tengo”….. Ahahahah…!!> <Uahahah…!!>

<Nel frattempo ci si potrebbe spostare in città per una bella camminata digestiva?? Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

Più che una passeggiata romantica dava l’impressione di una rimpatriata tra cari amici di vecchia data che se la ridevano come meglio non potevano fare. Ma poi, vista l’ora, dovettero per forza di cose rientrare a casa.

Appetito per la cena:

inesistente…!!

Felici e tranquilli trascorsero serenamente un po’ del loro tempo libero. Poco più di un’istante perché esattamente

alle ventidue e venti si ritrovarono, come d’incanto, all’interno dell’hangar.

Isabel con la sua solita borsettina tracollata sulla spalla destra. Mentre per Alex, vestito come il due settembre, un piccolo zainetto con dentro il necessario: due camicie bianche, due cambi di biancheria e una cravatta giallo oro.

Alex fu nuovamente colpito dalla grandiosità delle dieci astronavi parcheggiate in verticale!

Però solamente una si trovava sotto il tetto apribile, già con il portellone spalancato e la scaletta saldamente appoggiata al suolo.

<Guarda Alex deve essere quella l’astronave che ti riporterà a casa…!!>

<Già, l’ho notata anch’io. Mi sta aspettando…!! Toh guarda….. ma ci sono anche le poltroncine….. Uahahah…!! dai sediamoci! Mi piacerebbe tanto sapere come fanno a muovere queste possenti astronavi per poi centrarle sotto il tetto apribile?>

<Ci sono dei trascinatori automatici attrezzati appositamente per compiere certe grandi imprese grazie all’utilizzo di forze effettivamente esigue. Lo vedi quell’attrezzo sotto la seconda astronave a partire da sinistra?>

<Si lo vedo benissimo!>

<Eccolo….. è proprio lui….. il magico trascinatore!>

Si sedettero in dolce attesa……??

<Ehi….. ma noi siamo già pronti per conquistare la Terra!> Esplose carico di entusiasmo il comandante Erasmo! Improvvisamente fuoriuscito dal portellone per poi bloccarsi lungo il bordo della scaletta…..

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 65°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 <Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

16 settembre

primo dei quattordici giorni di luce

Giù dal letto dopo il temporale delle otto.

Troppo rapidi nell’iniziare la giornata?

Ma il tutto si giustificava in quella che doveva essere l’appassionante momento di Alex…!!

Sbrigativa ma completa la colazione prima di aprire la conversazione con il tema caldo:

il viaggio di Alex sulla Terra!

Ancora presi dall’emozione per la prima, sebbene momentanea,

separazione si lasciarono trasportare dalle fresche ali rigeneratrici dell’amore…!!

Così conciati si accomodarono sul divano per trastullarsi come meglio non potevano….

Sembravano non doversi scollare mai…!!

<Alex…. mi sento tutta strana strana…..?? Sarà perché è la prima volta che sto provando un’apprensione del tutto particolare nei confronti di una persona cara che si allontanerà da me per affrontare un viaggio decisamente importante.

Penso che mi stia succedendo questo perché ti voglio tanto bene ed è come se avessi paura…..

Quella strana paura di perderti…??

Il viaggio Luna-Terra e ritorno essendo super collaudato è ritenuto, a ragion veduta, più che sicuro!! “Però però”….. ci sono sempre dei rischi, altrimenti la vita sarebbe troppo facile….. Comunque adesso basta! Sto dicendo cose con noiosa e lamentosa insistenza.>

Affermazione di una donna che mantiene sempre la parola data!

<Non so se stai apprezzando questo mio egoismo, forse era meglio che me ne stavo “zitta zitta”..! Ma sai com’è…………….?????

Ogni giorno che passa l’amore che ho per te aumenta sempre….. Non ci posso fare nulla..!!..!!>

<Ma non devi scusarti, amore mio….

E’ giusto che sia così, non puoi tenerti sempre tutto dentro!

Per me questo non è egoismo.

L’egoismo vero è quello di pensare solamente a sé stessi!

Parliamo dell’amore, quello con la A maiuscola!

Ma questo amore che abbiamo, in così vertiginosa crescita, dove ci porterà mai…?? Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Anche perché è un viaggio che devo assolutamente intraprendere e tu lo sai perfettamente!! Dovrò sistemare alcune cose che mi porteranno, mestamente ma inevitabilmente, a chiudere ogni rapporto che mi lega alla Terra.

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 66°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

Alex e Isabel insieme per un abbraccio che avrebbero voluto fosse eterno…..

L’ora del pranzo si stava allegramente allontanando quando avvinti dalla passione si addormentarono.

Verso le sedici si svegliarono ma, scherzando sul tempo trascorso, scelsero di rimanere ancora accartocciati sul divano. Fino a quando Isabel, all’improvviso, decise di rompere l’incantesimo…..

<Alex io avrei un certo languorino, sai com’è lo stomaco ad un certo punto ti fa notare il fastidioso senso di disagio che prova quando ti dilunghi troppo sull’indifferenza!>

<Invece il mio di stomaco ha perso la pazienza già da un bel po’. Al posto del languorino c’è un lamento continuo per un grande senso di vuoto….. praticamente una voragine….. Uahahah…!! Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Senti amore mio ce la facciamo una bella spaghettata

al pomodoro?> propose Alex

<Okay, magari anche leggermente piccante…..>

<Splendido: il leggermente piccante sarà il tocco finale del cuoco artista!>

E la spaghettata di quel giorno fu un grande evento, un qualcosa di memorabile.

Niente piatti,

ma un’unica grande terrina stracolma di spaghetti

rigorosamente al dente”.

Condimento: pomodoro, basilico, olio di oliva, leggerissima presenza di peperoncino e spolverata di grana.

La conquista: armati di forchetta, aggredirono la terrina dalle sue estremità. Aggressione che alla fine si trasformò in un accerchiamento completo!

L’occupazione: l’unico rumore che si sentiva era il fruscio degli spaghetti unti di pomodoro mentre famelicamente traghettavano nelle fauci.

L’accompagnamento: un “prosecco di Kallox” fresco al punto giusto.

I festeggiamenti: alla fine, esausti per l’incredibile voracità, le due bocche s’incontrarono per un bacio colmo d’amore e di pomodoro.

<Fantastico> esclamò Alex, <li abbiamo distrutti…!! Ritornerò dalla Terra per un secondo accerchiamento della “terrina di pasta” Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahah…!! “Ci tengo ci tengo”….. Ahahahah…!!> <Uahahah…!!>

<Nel frattempo ci si potrebbe spostare in città per una bella camminata digestiva?? Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

Più che una passeggiata romantica dava l’impressione di una rimpatriata tra cari amici di vecchia data che se la ridevano come meglio non potevano fare. Ma poi, vista l’ora, dovettero per forza di cose rientrare a casa.

Appetito per la cena:

inesistente…!!

Felici e tranquilli trascorsero serenamente un po’ del loro tempo libero. Poco più di un’istante perché esattamente

alle ventidue e venti si ritrovarono, come d’incanto, all’interno dell’hangar.

Isabel con la sua solita borsettina tracollata sulla spalla destra. Mentre per Alex, vestito come il due settembre, un piccolo zainetto con dentro il necessario: due camicie bianche, due cambi di biancheria e una cravatta giallo oro.

Alex fu nuovamente colpito dalla grandiosità delle dieci astronavi parcheggiate in verticale!

Però solamente una si trovava sotto il tetto apribile, già con il portellone spalancato e la scaletta saldamente appoggiata al suolo.

<Guarda Alex deve essere quella l’astronave che ti riporterà a casa…!!>

<Già, l’ho notata anch’io. Mi sta aspettando…!! Toh guarda….. ma ci sono anche le poltroncine….. Uahahah…!! dai sediamoci! Mi piacerebbe tanto sapere come fanno a muovere queste possenti astronavi per poi centrarle sotto il tetto apribile?>

<Ci sono dei trascinatori automatici attrezzati appositamente per compiere certe grandi imprese grazie all’utilizzo di forze effettivamente esigue. Lo vedi quell’attrezzo sotto la seconda astronave a partire da sinistra?>

<Si lo vedo benissimo!>

<Eccolo….. è proprio lui….. il magico trascinatore!>

Si sedettero in dolce attesa……??

<Ehi….. ma noi siamo già pronti per conquistare la Terra!> Esplose carico di entusiasmo il comandante Erasmo! Improvvisamente fuoriuscito dal portellone per poi bloccarsi lungo il bordo della scaletta…..

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 65°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 <Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

16 settembre

primo dei quattordici giorni di luce

Giù dal letto dopo il temporale delle otto.

Troppo rapidi nell’iniziare la giornata?

Ma il tutto si giustificava in quella che doveva essere l’appassionante momento di Alex…!!

Sbrigativa ma completa la colazione prima di aprire la conversazione con il tema caldo:

il viaggio di Alex sulla Terra!

Ancora presi dall’emozione per la prima, sebbene momentanea,

separazione si lasciarono trasportare dalle fresche ali rigeneratrici dell’amore…!!

Così conciati si accomodarono sul divano per trastullarsi come meglio non potevano….

Sembravano non doversi scollare mai…!!

<Alex…. mi sento tutta strana strana…..?? Sarà perché è la prima volta che sto provando un’apprensione del tutto particolare nei confronti di una persona cara che si allontanerà da me per affrontare un viaggio decisamente importante.

Penso che mi stia succedendo questo perché ti voglio tanto bene ed è come se avessi paura…..

Quella strana paura di perderti…??

Il viaggio Luna-Terra e ritorno essendo super collaudato è ritenuto, a ragion veduta, più che sicuro!! “Però però”….. ci sono sempre dei rischi, altrimenti la vita sarebbe troppo facile….. Comunque adesso basta! Sto dicendo cose con noiosa e lamentosa insistenza.>

Affermazione di una donna che mantiene sempre la parola data!

<Non so se stai apprezzando questo mio egoismo, forse era meglio che me ne stavo “zitta zitta”..! Ma sai com’è…………….?????

Ogni giorno che passa l’amore che ho per te aumenta sempre….. Non ci posso fare nulla..!!..!!>

<Ma non devi scusarti, amore mio….

E’ giusto che sia così, non puoi tenerti sempre tutto dentro!

Per me questo non è egoismo.

L’egoismo vero è quello di pensare solamente a sé stessi!

Parliamo dell’amore, quello con la A maiuscola!

Ma questo amore che abbiamo, in così vertiginosa crescita, dove ci porterà mai…?? Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Anche perché è un viaggio che devo assolutamente intraprendere e tu lo sai perfettamente!! Dovrò sistemare alcune cose che mi porteranno, mestamente ma inevitabilmente, a chiudere ogni rapporto che mi lega alla Terra.

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 66°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

Alex e Isabel insieme per un abbraccio che avrebbero voluto fosse eterno…..

L’ora del pranzo si stava allegramente allontanando quando avvinti dalla passione si addormentarono.

Verso le sedici si svegliarono ma, scherzando sul tempo trascorso, scelsero di rimanere ancora accartocciati sul divano. Fino a quando Isabel, all’improvviso, decise di rompere l’incantesimo…..

<Alex io avrei un certo languorino, sai com’è lo stomaco ad un certo punto ti fa notare il fastidioso senso di disagio che prova quando ti dilunghi troppo sull’indifferenza!>

<Invece il mio di stomaco ha perso la pazienza già da un bel po’. Al posto del languorino c’è un lamento continuo per un grande senso di vuoto….. praticamente una voragine….. Uahahah…!! Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Senti amore mio ce la facciamo una bella spaghettata

al pomodoro?> propose Alex

<Okay, magari anche leggermente piccante…..>

<Splendido: il leggermente piccante sarà il tocco finale del cuoco artista!>

E la spaghettata di quel giorno fu un grande evento, un qualcosa di memorabile.

Niente piatti,

ma un’unica grande terrina stracolma di spaghetti

rigorosamente al dente”.

Condimento: pomodoro, basilico, olio di oliva, leggerissima presenza di peperoncino e spolverata di grana.

La conquista: armati di forchetta, aggredirono la terrina dalle sue estremità. Aggressione che alla fine si trasformò in un accerchiamento completo!

L’occupazione: l’unico rumore che si sentiva era il fruscio degli spaghetti unti di pomodoro mentre famelicamente traghettavano nelle fauci.

L’accompagnamento: un “prosecco di Kallox” fresco al punto giusto.

I festeggiamenti: alla fine, esausti per l’incredibile voracità, le due bocche s’incontrarono per un bacio colmo d’amore e di pomodoro.

<Fantastico> esclamò Alex, <li abbiamo distrutti…!! Ritornerò dalla Terra per un secondo accerchiamento della “terrina di pasta” Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahah…!! “Ci tengo ci tengo”….. Ahahahah…!!> <Uahahah…!!>

<Nel frattempo ci si potrebbe spostare in città per una bella camminata digestiva?? Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

Più che una passeggiata romantica dava l’impressione di una rimpatriata tra cari amici di vecchia data che se la ridevano come meglio non potevano fare. Ma poi, vista l’ora, dovettero per forza di cose rientrare a casa.

Appetito per la cena:

inesistente…!!

Felici e tranquilli trascorsero serenamente un po’ del loro tempo libero. Poco più di un’istante perché esattamente

alle ventidue e venti si ritrovarono, come d’incanto, all’interno dell’hangar.

Isabel con la sua solita borsettina tracollata sulla spalla destra. Mentre per Alex, vestito come il due settembre, un piccolo zainetto con dentro il necessario: due camicie bianche, due cambi di biancheria e una cravatta giallo oro.

Alex fu nuovamente colpito dalla grandiosità delle dieci astronavi parcheggiate in verticale!

Però solamente una si trovava sotto il tetto apribile, già con il portellone spalancato e la scaletta saldamente appoggiata al suolo.

<Guarda Alex deve essere quella l’astronave che ti riporterà a casa…!!>

<Già, l’ho notata anch’io. Mi sta aspettando…!! Toh guarda….. ma ci sono anche le poltroncine….. Uahahah…!! dai sediamoci! Mi piacerebbe tanto sapere come fanno a muovere queste possenti astronavi per poi centrarle sotto il tetto apribile?>

<Ci sono dei trascinatori automatici attrezzati appositamente per compiere certe grandi imprese grazie all’utilizzo di forze effettivamente esigue. Lo vedi quell’attrezzo sotto la seconda astronave a partire da sinistra?>

<Si lo vedo benissimo!>

<Eccolo….. è proprio lui….. il magico trascinatore!>

Si sedettero in dolce attesa……??

<Ehi….. ma noi siamo già pronti per conquistare la Terra!> Esplose carico di entusiasmo il comandante Erasmo! Improvvisamente fuoriuscito dal portellone per poi bloccarsi lungo il bordo della scaletta…..

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 65°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 <Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

16 settembre

primo dei quattordici giorni di luce

Giù dal letto dopo il temporale delle otto.

Troppo rapidi nell’iniziare la giornata?

Ma il tutto si giustificava in quella che doveva essere l’appassionante momento di Alex…!!

Sbrigativa ma completa la colazione prima di aprire la conversazione con il tema caldo:

il viaggio di Alex sulla Terra!

Ancora presi dall’emozione per la prima, sebbene momentanea,

separazione si lasciarono trasportare dalle fresche ali rigeneratrici dell’amore…!!

Così conciati si accomodarono sul divano per trastullarsi come meglio non potevano….

Sembravano non doversi scollare mai…!!

<Alex…. mi sento tutta strana strana…..?? Sarà perché è la prima volta che sto provando un’apprensione del tutto particolare nei confronti di una persona cara che si allontanerà da me per affrontare un viaggio decisamente importante.

Penso che mi stia succedendo questo perché ti voglio tanto bene ed è come se avessi paura…..

Quella strana paura di perderti…??

Il viaggio Luna-Terra e ritorno essendo super collaudato è ritenuto, a ragion veduta, più che sicuro!! “Però però”….. ci sono sempre dei rischi, altrimenti la vita sarebbe troppo facile….. Comunque adesso basta! Sto dicendo cose con noiosa e lamentosa insistenza.>

Affermazione di una donna che mantiene sempre la parola data!

<Non so se stai apprezzando questo mio egoismo, forse era meglio che me ne stavo “zitta zitta”..! Ma sai com’è…………….?????

Ogni giorno che passa l’amore che ho per te aumenta sempre….. Non ci posso fare nulla..!!..!!>

<Ma non devi scusarti, amore mio….

E’ giusto che sia così, non puoi tenerti sempre tutto dentro!

Per me questo non è egoismo.

L’egoismo vero è quello di pensare solamente a sé stessi!

Parliamo dell’amore, quello con la A maiuscola!

Ma questo amore che abbiamo, in così vertiginosa crescita, dove ci porterà mai…?? Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Anche perché è un viaggio che devo assolutamente intraprendere e tu lo sai perfettamente!! Dovrò sistemare alcune cose che mi porteranno, mestamente ma inevitabilmente, a chiudere ogni rapporto che mi lega alla Terra.

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 65°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 <Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

16 settembre

primo dei quattordici giorni di luce

Giù dal letto dopo il temporale delle otto.

Troppo rapidi nell’iniziare la giornata?

Ma il tutto si giustificava in quella che doveva essere l’appassionante momento di Alex…!!

Sbrigativa ma completa la colazione prima di aprire la conversazione con il tema caldo:

il viaggio di Alex sulla Terra!

Ancora presi dall’emozione per la prima, sebbene momentanea,

separazione si lasciarono trasportare dalle fresche ali rigeneratrici dell’amore…!!

Così conciati si accomodarono sul divano per trastullarsi come meglio non potevano….

Sembravano non doversi scollare mai…!!

<Alex…. mi sento tutta strana strana…..?? Sarà perché è la prima volta che sto provando un’apprensione del tutto particolare nei confronti di una persona cara che si allontanerà da me per affrontare un viaggio decisamente importante.

Penso che mi stia succedendo questo perché ti voglio tanto bene ed è come se avessi paura…..

Quella strana paura di perderti…??

Il viaggio Luna-Terra e ritorno essendo super collaudato è ritenuto, a ragion veduta, più che sicuro!! “Però però”….. ci sono sempre dei rischi, altrimenti la vita sarebbe troppo facile….. Comunque adesso basta! Sto dicendo cose con noiosa e lamentosa insistenza.>

Affermazione di una donna che mantiene sempre la parola data!

<Non so se stai apprezzando questo mio egoismo, forse era meglio che me ne stavo “zitta zitta”..! Ma sai com’è…………….?????

Ogni giorno che passa l’amore che ho per te aumenta sempre….. Non ci posso fare nulla..!!..!!>

<Ma non devi scusarti, amore mio….

E’ giusto che sia così, non puoi tenerti sempre tutto dentro!

Per me questo non è egoismo.

L’egoismo vero è quello di pensare solamente a sé stessi!

Parliamo dell’amore, quello con la A maiuscola!

Ma questo amore che abbiamo, in così vertiginosa crescita, dove ci porterà mai…?? Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Anche perché è un viaggio che devo assolutamente intraprendere e tu lo sai perfettamente!! Dovrò sistemare alcune cose che mi porteranno, mestamente ma inevitabilmente, a chiudere ogni rapporto che mi lega alla Terra.

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 64°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

 Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Su dai….. ma per chi mi prendi..?

Secondo te sono una donna che si fa prendere dalla bieca gelosia…??

Se così fosse allora ci sarebbe veramente da piangere….. altro che stare insieme per tutta la vita!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Spero e te lo auguro che la mia possa essere quella gelosia,

dal sapore delicato che profuma d’innocenza, che hanno tutti gli innamorati compreso te!>

<Beh! ce lo auguriamo tutti e due….. ma per d’avvero!>

<Bravo…!! Ritornando alla tua avventura mi piacerebbe tanto sapere come ti vestirai…?? Perché, caro il mio Alex, l’abbigliamento di questi giorni, anche se per il taglio non si allontana troppo dallo stile italiano, non va per niente bene! Quella giacca che stai indossando da ieri, te la raccomando…??…!!

Con quei colori…??

Ma addirittura con la Terra disegnata sulla schiena e il ponte di Rialto impresso sulla tasca davanti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!! Che scemo………

Pensa che divertimento per i terrestri vederti girare in quel modo:

ma da dove el vien sto mona de omo…??

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Par che quel mona vegna dalla Luna…??>

Uahahah…!! Ahahahah..!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! Amore mio, con lo stile degno di una principessa, mi vieni a dire che sarei alquanto “ridicolo”….. Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uhahahah…!!

<Ma tu guarda questa bella donna di che cosa mi sta accusando? Proprio io che pensavo di sfrecciare per Mestre in bermuda, canotta e infradito…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 64°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

 Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Su dai….. ma per chi mi prendi..?

Secondo te sono una donna che si fa prendere dalla bieca gelosia…??

Se così fosse allora ci sarebbe veramente da piangere….. altro che stare insieme per tutta la vita!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Spero e te lo auguro che la mia possa essere quella gelosia,

dal sapore delicato che profuma d’innocenza, che hanno tutti gli innamorati compreso te!>

<Beh! ce lo auguriamo tutti e due….. ma per d’avvero!>

<Bravo…!! Ritornando alla tua avventura mi piacerebbe tanto sapere come ti vestirai…?? Perché, caro il mio Alex, l’abbigliamento di questi giorni, anche se per il taglio non si allontana troppo dallo stile italiano, non va per niente bene! Quella giacca che stai indossando da ieri, te la raccomando…??…!!

Con quei colori…??

Ma addirittura con la Terra disegnata sulla schiena e il ponte di Rialto impresso sulla tasca davanti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!! Che scemo………

Pensa che divertimento per i terrestri vederti girare in quel modo:

ma da dove el vien sto mona de omo…??

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Par che quel mona vegna dalla Luna…??>

Uahahah…!! Ahahahah..!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! Amore mio, con lo stile degno di una principessa, mi vieni a dire che sarei alquanto “ridicolo”….. Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uhahahah…!!

<Ma tu guarda questa bella donna di che cosa mi sta accusando? Proprio io che pensavo di sfrecciare per Mestre in bermuda, canotta e infradito…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 65°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 <Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

16 settembre

primo dei quattordici giorni di luce

Giù dal letto dopo il temporale delle otto.

Troppo rapidi nell’iniziare la giornata?

Ma il tutto si giustificava in quella che doveva essere l’appassionante momento di Alex…!!

Sbrigativa ma completa la colazione prima di aprire la conversazione con il tema caldo:

il viaggio di Alex sulla Terra!

Ancora presi dall’emozione per la prima, sebbene momentanea,

separazione si lasciarono trasportare dalle fresche ali rigeneratrici dell’amore…!!

Così conciati si accomodarono sul divano per trastullarsi come meglio non potevano….

Sembravano non doversi scollare mai…!!

<Alex…. mi sento tutta strana strana…..?? Sarà perché è la prima volta che sto provando un’apprensione del tutto particolare nei confronti di una persona cara che si allontanerà da me per affrontare un viaggio decisamente importante.

Penso che mi stia succedendo questo perché ti voglio tanto bene ed è come se avessi paura…..

Quella strana paura di perderti…??

Il viaggio Luna-Terra e ritorno essendo super collaudato è ritenuto, a ragion veduta, più che sicuro!! “Però però”….. ci sono sempre dei rischi, altrimenti la vita sarebbe troppo facile….. Comunque adesso basta! Sto dicendo cose con noiosa e lamentosa insistenza.>

Affermazione di una donna che mantiene sempre la parola data!

<Non so se stai apprezzando questo mio egoismo, forse era meglio che me ne stavo “zitta zitta”..! Ma sai com’è…………….?????

Ogni giorno che passa l’amore che ho per te aumenta sempre….. Non ci posso fare nulla..!!..!!>

<Ma non devi scusarti, amore mio….

E’ giusto che sia così, non puoi tenerti sempre tutto dentro!

Per me questo non è egoismo.

L’egoismo vero è quello di pensare solamente a sé stessi!

Parliamo dell’amore, quello con la A maiuscola!

Ma questo amore che abbiamo, in così vertiginosa crescita, dove ci porterà mai…?? Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Anche perché è un viaggio che devo assolutamente intraprendere e tu lo sai perfettamente!! Dovrò sistemare alcune cose che mi porteranno, mestamente ma inevitabilmente, a chiudere ogni rapporto che mi lega alla Terra.

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 64°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

 Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Su dai….. ma per chi mi prendi..?

Secondo te sono una donna che si fa prendere dalla bieca gelosia…??

Se così fosse allora ci sarebbe veramente da piangere….. altro che stare insieme per tutta la vita!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Spero e te lo auguro che la mia possa essere quella gelosia,

dal sapore delicato che profuma d’innocenza, che hanno tutti gli innamorati compreso te!>

<Beh! ce lo auguriamo tutti e due….. ma per d’avvero!>

<Bravo…!! Ritornando alla tua avventura mi piacerebbe tanto sapere come ti vestirai…?? Perché, caro il mio Alex, l’abbigliamento di questi giorni, anche se per il taglio non si allontana troppo dallo stile italiano, non va per niente bene! Quella giacca che stai indossando da ieri, te la raccomando…??…!!

Con quei colori…??

Ma addirittura con la Terra disegnata sulla schiena e il ponte di Rialto impresso sulla tasca davanti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!! Che scemo………

Pensa che divertimento per i terrestri vederti girare in quel modo:

ma da dove el vien sto mona de omo…??

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Par che quel mona vegna dalla Luna…??>

Uahahah…!! Ahahahah..!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! Amore mio, con lo stile degno di una principessa, mi vieni a dire che sarei alquanto “ridicolo”….. Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uhahahah…!!

<Ma tu guarda questa bella donna di che cosa mi sta accusando? Proprio io che pensavo di sfrecciare per Mestre in bermuda, canotta e infradito…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 65°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 <Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

16 settembre

primo dei quattordici giorni di luce

Giù dal letto dopo il temporale delle otto.

Troppo rapidi nell’iniziare la giornata?

Ma il tutto si giustificava in quella che doveva essere l’appassionante momento di Alex…!!

Sbrigativa ma completa la colazione prima di aprire la conversazione con il tema caldo:

il viaggio di Alex sulla Terra!

Ancora presi dall’emozione per la prima, sebbene momentanea,

separazione si lasciarono trasportare dalle fresche ali rigeneratrici dell’amore…!!

Così conciati si accomodarono sul divano per trastullarsi come meglio non potevano….

Sembravano non doversi scollare mai…!!

<Alex…. mi sento tutta strana strana…..?? Sarà perché è la prima volta che sto provando un’apprensione del tutto particolare nei confronti di una persona cara che si allontanerà da me per affrontare un viaggio decisamente importante.

Penso che mi stia succedendo questo perché ti voglio tanto bene ed è come se avessi paura…..

Quella strana paura di perderti…??

Il viaggio Luna-Terra e ritorno essendo super collaudato è ritenuto, a ragion veduta, più che sicuro!! “Però però”….. ci sono sempre dei rischi, altrimenti la vita sarebbe troppo facile….. Comunque adesso basta! Sto dicendo cose con noiosa e lamentosa insistenza.>

Affermazione di una donna che mantiene sempre la parola data!

<Non so se stai apprezzando questo mio egoismo, forse era meglio che me ne stavo “zitta zitta”..! Ma sai com’è…………….?????

Ogni giorno che passa l’amore che ho per te aumenta sempre….. Non ci posso fare nulla..!!..!!>

<Ma non devi scusarti, amore mio….

E’ giusto che sia così, non puoi tenerti sempre tutto dentro!

Per me questo non è egoismo.

L’egoismo vero è quello di pensare solamente a sé stessi!

Parliamo dell’amore, quello con la A maiuscola!

Ma questo amore che abbiamo, in così vertiginosa crescita, dove ci porterà mai…?? Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Anche perché è un viaggio che devo assolutamente intraprendere e tu lo sai perfettamente!! Dovrò sistemare alcune cose che mi porteranno, mestamente ma inevitabilmente, a chiudere ogni rapporto che mi lega alla Terra.

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 64°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

 Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Su dai….. ma per chi mi prendi..?

Secondo te sono una donna che si fa prendere dalla bieca gelosia…??

Se così fosse allora ci sarebbe veramente da piangere….. altro che stare insieme per tutta la vita!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Spero e te lo auguro che la mia possa essere quella gelosia,

dal sapore delicato che profuma d’innocenza, che hanno tutti gli innamorati compreso te!>

<Beh! ce lo auguriamo tutti e due….. ma per d’avvero!>

<Bravo…!! Ritornando alla tua avventura mi piacerebbe tanto sapere come ti vestirai…?? Perché, caro il mio Alex, l’abbigliamento di questi giorni, anche se per il taglio non si allontana troppo dallo stile italiano, non va per niente bene! Quella giacca che stai indossando da ieri, te la raccomando…??…!!

Con quei colori…??

Ma addirittura con la Terra disegnata sulla schiena e il ponte di Rialto impresso sulla tasca davanti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!! Che scemo………

Pensa che divertimento per i terrestri vederti girare in quel modo:

ma da dove el vien sto mona de omo…??

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Par che quel mona vegna dalla Luna…??>

Uahahah…!! Ahahahah..!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! Amore mio, con lo stile degno di una principessa, mi vieni a dire che sarei alquanto “ridicolo”….. Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uhahahah…!!

<Ma tu guarda questa bella donna di che cosa mi sta accusando? Proprio io che pensavo di sfrecciare per Mestre in bermuda, canotta e infradito…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 65°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 <Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

16 settembre

primo dei quattordici giorni di luce

Giù dal letto dopo il temporale delle otto.

Troppo rapidi nell’iniziare la giornata?

Ma il tutto si giustificava in quella che doveva essere l’appassionante momento di Alex…!!

Sbrigativa ma completa la colazione prima di aprire la conversazione con il tema caldo:

il viaggio di Alex sulla Terra!

Ancora presi dall’emozione per la prima, sebbene momentanea,

separazione si lasciarono trasportare dalle fresche ali rigeneratrici dell’amore…!!

Così conciati si accomodarono sul divano per trastullarsi come meglio non potevano….

Sembravano non doversi scollare mai…!!

<Alex…. mi sento tutta strana strana…..?? Sarà perché è la prima volta che sto provando un’apprensione del tutto particolare nei confronti di una persona cara che si allontanerà da me per affrontare un viaggio decisamente importante.

Penso che mi stia succedendo questo perché ti voglio tanto bene ed è come se avessi paura…..

Quella strana paura di perderti…??

Il viaggio Luna-Terra e ritorno essendo super collaudato è ritenuto, a ragion veduta, più che sicuro!! “Però però”….. ci sono sempre dei rischi, altrimenti la vita sarebbe troppo facile….. Comunque adesso basta! Sto dicendo cose con noiosa e lamentosa insistenza.>

Affermazione di una donna che mantiene sempre la parola data!

<Non so se stai apprezzando questo mio egoismo, forse era meglio che me ne stavo “zitta zitta”..! Ma sai com’è…………….?????

Ogni giorno che passa l’amore che ho per te aumenta sempre….. Non ci posso fare nulla..!!..!!>

<Ma non devi scusarti, amore mio….

E’ giusto che sia così, non puoi tenerti sempre tutto dentro!

Per me questo non è egoismo.

L’egoismo vero è quello di pensare solamente a sé stessi!

Parliamo dell’amore, quello con la A maiuscola!

Ma questo amore che abbiamo, in così vertiginosa crescita, dove ci porterà mai…?? Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Anche perché è un viaggio che devo assolutamente intraprendere e tu lo sai perfettamente!! Dovrò sistemare alcune cose che mi porteranno, mestamente ma inevitabilmente, a chiudere ogni rapporto che mi lega alla Terra.

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 64°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

 Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Su dai….. ma per chi mi prendi..?

Secondo te sono una donna che si fa prendere dalla bieca gelosia…??

Se così fosse allora ci sarebbe veramente da piangere….. altro che stare insieme per tutta la vita!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Spero e te lo auguro che la mia possa essere quella gelosia,

dal sapore delicato che profuma d’innocenza, che hanno tutti gli innamorati compreso te!>

<Beh! ce lo auguriamo tutti e due….. ma per d’avvero!>

<Bravo…!! Ritornando alla tua avventura mi piacerebbe tanto sapere come ti vestirai…?? Perché, caro il mio Alex, l’abbigliamento di questi giorni, anche se per il taglio non si allontana troppo dallo stile italiano, non va per niente bene! Quella giacca che stai indossando da ieri, te la raccomando…??…!!

Con quei colori…??

Ma addirittura con la Terra disegnata sulla schiena e il ponte di Rialto impresso sulla tasca davanti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!! Che scemo………

Pensa che divertimento per i terrestri vederti girare in quel modo:

ma da dove el vien sto mona de omo…??

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Par che quel mona vegna dalla Luna…??>

Uahahah…!! Ahahahah..!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! Amore mio, con lo stile degno di una principessa, mi vieni a dire che sarei alquanto “ridicolo”….. Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uhahahah…!!

<Ma tu guarda questa bella donna di che cosa mi sta accusando? Proprio io che pensavo di sfrecciare per Mestre in bermuda, canotta e infradito…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 65°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 <Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

16 settembre

primo dei quattordici giorni di luce

Giù dal letto dopo il temporale delle otto.

Troppo rapidi nell’iniziare la giornata?

Ma il tutto si giustificava in quella che doveva essere l’appassionante momento di Alex…!!

Sbrigativa ma completa la colazione prima di aprire la conversazione con il tema caldo:

il viaggio di Alex sulla Terra!

Ancora presi dall’emozione per la prima, sebbene momentanea,

separazione si lasciarono trasportare dalle fresche ali rigeneratrici dell’amore…!!

Così conciati si accomodarono sul divano per trastullarsi come meglio non potevano….

Sembravano non doversi scollare mai…!!

<Alex…. mi sento tutta strana strana…..?? Sarà perché è la prima volta che sto provando un’apprensione del tutto particolare nei confronti di una persona cara che si allontanerà da me per affrontare un viaggio decisamente importante.

Penso che mi stia succedendo questo perché ti voglio tanto bene ed è come se avessi paura…..

Quella strana paura di perderti…??

Il viaggio Luna-Terra e ritorno essendo super collaudato è ritenuto, a ragion veduta, più che sicuro!! “Però però”….. ci sono sempre dei rischi, altrimenti la vita sarebbe troppo facile….. Comunque adesso basta! Sto dicendo cose con noiosa e lamentosa insistenza.>

Affermazione di una donna che mantiene sempre la parola data!

<Non so se stai apprezzando questo mio egoismo, forse era meglio che me ne stavo “zitta zitta”..! Ma sai com’è…………….?????

Ogni giorno che passa l’amore che ho per te aumenta sempre….. Non ci posso fare nulla..!!..!!>

<Ma non devi scusarti, amore mio….

E’ giusto che sia così, non puoi tenerti sempre tutto dentro!

Per me questo non è egoismo.

L’egoismo vero è quello di pensare solamente a sé stessi!

Parliamo dell’amore, quello con la A maiuscola!

Ma questo amore che abbiamo, in così vertiginosa crescita, dove ci porterà mai…?? Uahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Anche perché è un viaggio che devo assolutamente intraprendere e tu lo sai perfettamente!! Dovrò sistemare alcune cose che mi porteranno, mestamente ma inevitabilmente, a chiudere ogni rapporto che mi lega alla Terra.

Mi rattristo solamente ed esclusivamente al pensiero della mia adorata zia….. Non mi piace l’idea dell’uomo scomparso nel nulla…!! Uahahah…!!

Sparire senza preavviso è un comportamento che non mi appartiene…..

E allora si parte!>

 

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 64°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

 Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Su dai….. ma per chi mi prendi..?

Secondo te sono una donna che si fa prendere dalla bieca gelosia…??

Se così fosse allora ci sarebbe veramente da piangere….. altro che stare insieme per tutta la vita!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Spero e te lo auguro che la mia possa essere quella gelosia,

dal sapore delicato che profuma d’innocenza, che hanno tutti gli innamorati compreso te!>

<Beh! ce lo auguriamo tutti e due….. ma per d’avvero!>

<Bravo…!! Ritornando alla tua avventura mi piacerebbe tanto sapere come ti vestirai…?? Perché, caro il mio Alex, l’abbigliamento di questi giorni, anche se per il taglio non si allontana troppo dallo stile italiano, non va per niente bene! Quella giacca che stai indossando da ieri, te la raccomando…??…!!

Con quei colori…??

Ma addirittura con la Terra disegnata sulla schiena e il ponte di Rialto impresso sulla tasca davanti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!! Che scemo………

Pensa che divertimento per i terrestri vederti girare in quel modo:

ma da dove el vien sto mona de omo…??

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Par che quel mona vegna dalla Luna…??>

Uahahah…!! Ahahahah..!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! Amore mio, con lo stile degno di una principessa, mi vieni a dire che sarei alquanto “ridicolo”….. Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uhahahah…!!

<Ma tu guarda questa bella donna di che cosa mi sta accusando? Proprio io che pensavo di sfrecciare per Mestre in bermuda, canotta e infradito…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 64°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

 Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Su dai….. ma per chi mi prendi..?

Secondo te sono una donna che si fa prendere dalla bieca gelosia…??

Se così fosse allora ci sarebbe veramente da piangere….. altro che stare insieme per tutta la vita!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Spero e te lo auguro che la mia possa essere quella gelosia,

dal sapore delicato che profuma d’innocenza, che hanno tutti gli innamorati compreso te!>

<Beh! ce lo auguriamo tutti e due….. ma per d’avvero!>

<Bravo…!! Ritornando alla tua avventura mi piacerebbe tanto sapere come ti vestirai…?? Perché, caro il mio Alex, l’abbigliamento di questi giorni, anche se per il taglio non si allontana troppo dallo stile italiano, non va per niente bene! Quella giacca che stai indossando da ieri, te la raccomando…??…!!

Con quei colori…??

Ma addirittura con la Terra disegnata sulla schiena e il ponte di Rialto impresso sulla tasca davanti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!! Che scemo………

Pensa che divertimento per i terrestri vederti girare in quel modo:

ma da dove el vien sto mona de omo…??

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Par che quel mona vegna dalla Luna…??>

Uahahah…!! Ahahahah..!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! Amore mio, con lo stile degno di una principessa, mi vieni a dire che sarei alquanto “ridicolo”….. Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uhahahah…!!

<Ma tu guarda questa bella donna di che cosa mi sta accusando? Proprio io che pensavo di sfrecciare per Mestre in bermuda, canotta e infradito…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 63°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

Comunque restiamo d’accordo per domani sera: partenza alle ventitré.

Badate bene: vi voglio qui almeno mezzora prima!>

<Okay Okay, comandante, sarò puntuale!> ebbro di gioia confermò Alex.

Archiviata la pratica agenzia viaggi interplanetari se ne ritornarono a casa felici come non mai.

<Oh amore mio, ma non sei emozionato…?? Domani parti per la Terra e dopodomani sarai lì, esattamente nel tuo mondo…!! Non oso immaginare cosa proverai? Sicuramente avrai tempo e modo di esaltare i tuoi sentimenti “materni” stando accanto alla tua cara zia Licia?

Staccarsi definitivamente sarà per te un bel banco di prova,

mio caro Alex!

Beh! E quando andrai in ufficio mi raccomando…… dovrai fare proprio il bravo ragazzo….!!

Eheheh…!!>

<Ma non sarai mica gelosa?

Amore mio cosa vuol dire fare il bravo ragazzo? Non corteggiare altre donne…..??

Difficile anche solo il pensarlo…..

Io che faccio il cascamorto con tutte le donne che incontro…?>

<Ahahahah…!!

Il cascamorto….. questa sì che è bella! Un nuovo modo per dire corteggiatore?>

<Ma come sei brava, capisci sempre al volo quando c’è da capire…!!

Io sono innamorato di te e delle altre non me ne frega nulla…!!

o quasi…??

Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Stronzoooo…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Casomai potrebbe verificarsi il contrario:

non corteggiatore ma corteggiato…!!

Sai….. le colleghe dicono sempre di stimarmi come pochi altri..!!..??

E quando iniziano ad apprezzarti ti prendono in tale considerazione….. che passare al corteggiamento è praticamente scontato…!!

Ecco che………??

Ma daiiiii……. è la mia comicità che se ne esce sempre fuori dal cilindro. No, forse in questo caso non si tratta del cilindro? Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ma del tuo culo…..?? Ahahahah…!! Si si, esce dal tuo culo….. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Il mio bicchiere che sembra sempre mezzo pieno, e forse lo è per davvero, mi piace tanto che lo sento far parte del mio DNA…!! Uahahah…!!>

<Ma tutti che tirate fuori sempre sto benedetto DNA del cavolo…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Devi assolutamente stare tranquilla perché vado a Mestre appositamente per sistemare certe mie faccende personali, alcune simpatiche ed altre un po’ meno. Ma tutte ancora legate ad un dettaglio che non posso esimermi dal definirlo più che singolare:

da quelle parti ci sono trentatré anni della mia vita…!!

Il compito più importante, perché ci tengo enormemente, sarà per ovvi motivi anche il più doloroso! Si tratta proprio di lei, la grande zia Licia che quando verrà a conoscenza della mia partenza per “l’Australia” vivrà un suo personale, sicuramente dignitoso, profondo dolore.

Devo solo sperare il meglio per lei perché, anche se è una donna molto forte, questo distacco certamente non se lo meritava. Da parte mia anche se mi troverò lontano cercherò di starle il più vicino possibile. La chiamerò in continuazione per farle sentire la bellezza e l’eroismo dell’amore materno…!! Mi sento un po’ stronzetto, ma non ci posso fare nulla perché sono a secco di alternative…!! Dopodiché…??…?? Ritornerò subito qui….. per vivere la mia vita accanto alla tua…… Capito…!!

Siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 64°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

 Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Su dai….. ma per chi mi prendi..?

Secondo te sono una donna che si fa prendere dalla bieca gelosia…??

Se così fosse allora ci sarebbe veramente da piangere….. altro che stare insieme per tutta la vita!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Spero e te lo auguro che la mia possa essere quella gelosia,

dal sapore delicato che profuma d’innocenza, che hanno tutti gli innamorati compreso te!>

<Beh! ce lo auguriamo tutti e due….. ma per d’avvero!>

<Bravo…!! Ritornando alla tua avventura mi piacerebbe tanto sapere come ti vestirai…?? Perché, caro il mio Alex, l’abbigliamento di questi giorni, anche se per il taglio non si allontana troppo dallo stile italiano, non va per niente bene! Quella giacca che stai indossando da ieri, te la raccomando…??…!!

Con quei colori…??

Ma addirittura con la Terra disegnata sulla schiena e il ponte di Rialto impresso sulla tasca davanti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!! Che scemo………

Pensa che divertimento per i terrestri vederti girare in quel modo:

ma da dove el vien sto mona de omo…??

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Par che quel mona vegna dalla Luna…??>

Uahahah…!! Ahahahah..!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! Amore mio, con lo stile degno di una principessa, mi vieni a dire che sarei alquanto “ridicolo”….. Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uhahahah…!!

<Ma tu guarda questa bella donna di che cosa mi sta accusando? Proprio io che pensavo di sfrecciare per Mestre in bermuda, canotta e infradito…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 63°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

Comunque restiamo d’accordo per domani sera: partenza alle ventitré.

Badate bene: vi voglio qui almeno mezzora prima!>

<Okay Okay, comandante, sarò puntuale!> ebbro di gioia confermò Alex.

Archiviata la pratica agenzia viaggi interplanetari se ne ritornarono a casa felici come non mai.

<Oh amore mio, ma non sei emozionato…?? Domani parti per la Terra e dopodomani sarai lì, esattamente nel tuo mondo…!! Non oso immaginare cosa proverai? Sicuramente avrai tempo e modo di esaltare i tuoi sentimenti “materni” stando accanto alla tua cara zia Licia?

Staccarsi definitivamente sarà per te un bel banco di prova,

mio caro Alex!

Beh! E quando andrai in ufficio mi raccomando…… dovrai fare proprio il bravo ragazzo….!!

Eheheh…!!>

<Ma non sarai mica gelosa?

Amore mio cosa vuol dire fare il bravo ragazzo? Non corteggiare altre donne…..??

Difficile anche solo il pensarlo…..

Io che faccio il cascamorto con tutte le donne che incontro…?>

<Ahahahah…!!

Il cascamorto….. questa sì che è bella! Un nuovo modo per dire corteggiatore?>

<Ma come sei brava, capisci sempre al volo quando c’è da capire…!!

Io sono innamorato di te e delle altre non me ne frega nulla…!!

o quasi…??

Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Stronzoooo…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Casomai potrebbe verificarsi il contrario:

non corteggiatore ma corteggiato…!!

Sai….. le colleghe dicono sempre di stimarmi come pochi altri..!!..??

E quando iniziano ad apprezzarti ti prendono in tale considerazione….. che passare al corteggiamento è praticamente scontato…!!

Ecco che………??

Ma daiiiii……. è la mia comicità che se ne esce sempre fuori dal cilindro. No, forse in questo caso non si tratta del cilindro? Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ma del tuo culo…..?? Ahahahah…!! Si si, esce dal tuo culo….. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Il mio bicchiere che sembra sempre mezzo pieno, e forse lo è per davvero, mi piace tanto che lo sento far parte del mio DNA…!! Uahahah…!!>

<Ma tutti che tirate fuori sempre sto benedetto DNA del cavolo…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Devi assolutamente stare tranquilla perché vado a Mestre appositamente per sistemare certe mie faccende personali, alcune simpatiche ed altre un po’ meno. Ma tutte ancora legate ad un dettaglio che non posso esimermi dal definirlo più che singolare:

da quelle parti ci sono trentatré anni della mia vita…!!

Il compito più importante, perché ci tengo enormemente, sarà per ovvi motivi anche il più doloroso! Si tratta proprio di lei, la grande zia Licia che quando verrà a conoscenza della mia partenza per “l’Australia” vivrà un suo personale, sicuramente dignitoso, profondo dolore.

Devo solo sperare il meglio per lei perché, anche se è una donna molto forte, questo distacco certamente non se lo meritava. Da parte mia anche se mi troverò lontano cercherò di starle il più vicino possibile. La chiamerò in continuazione per farle sentire la bellezza e l’eroismo dell’amore materno…!! Mi sento un po’ stronzetto, ma non ci posso fare nulla perché sono a secco di alternative…!! Dopodiché…??…?? Ritornerò subito qui….. per vivere la mia vita accanto alla tua…… Capito…!!

Siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 64°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

 Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Su dai….. ma per chi mi prendi..?

Secondo te sono una donna che si fa prendere dalla bieca gelosia…??

Se così fosse allora ci sarebbe veramente da piangere….. altro che stare insieme per tutta la vita!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Spero e te lo auguro che la mia possa essere quella gelosia,

dal sapore delicato che profuma d’innocenza, che hanno tutti gli innamorati compreso te!>

<Beh! ce lo auguriamo tutti e due….. ma per d’avvero!>

<Bravo…!! Ritornando alla tua avventura mi piacerebbe tanto sapere come ti vestirai…?? Perché, caro il mio Alex, l’abbigliamento di questi giorni, anche se per il taglio non si allontana troppo dallo stile italiano, non va per niente bene! Quella giacca che stai indossando da ieri, te la raccomando…??…!!

Con quei colori…??

Ma addirittura con la Terra disegnata sulla schiena e il ponte di Rialto impresso sulla tasca davanti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!! Che scemo………

Pensa che divertimento per i terrestri vederti girare in quel modo:

ma da dove el vien sto mona de omo…??

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Par che quel mona vegna dalla Luna…??>

Uahahah…!! Ahahahah..!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! Amore mio, con lo stile degno di una principessa, mi vieni a dire che sarei alquanto “ridicolo”….. Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uhahahah…!!

<Ma tu guarda questa bella donna di che cosa mi sta accusando? Proprio io che pensavo di sfrecciare per Mestre in bermuda, canotta e infradito…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 63°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

Comunque restiamo d’accordo per domani sera: partenza alle ventitré.

Badate bene: vi voglio qui almeno mezzora prima!>

<Okay Okay, comandante, sarò puntuale!> ebbro di gioia confermò Alex.

Archiviata la pratica agenzia viaggi interplanetari se ne ritornarono a casa felici come non mai.

<Oh amore mio, ma non sei emozionato…?? Domani parti per la Terra e dopodomani sarai lì, esattamente nel tuo mondo…!! Non oso immaginare cosa proverai? Sicuramente avrai tempo e modo di esaltare i tuoi sentimenti “materni” stando accanto alla tua cara zia Licia?

Staccarsi definitivamente sarà per te un bel banco di prova,

mio caro Alex!

Beh! E quando andrai in ufficio mi raccomando…… dovrai fare proprio il bravo ragazzo….!!

Eheheh…!!>

<Ma non sarai mica gelosa?

Amore mio cosa vuol dire fare il bravo ragazzo? Non corteggiare altre donne…..??

Difficile anche solo il pensarlo…..

Io che faccio il cascamorto con tutte le donne che incontro…?>

<Ahahahah…!!

Il cascamorto….. questa sì che è bella! Un nuovo modo per dire corteggiatore?>

<Ma come sei brava, capisci sempre al volo quando c’è da capire…!!

Io sono innamorato di te e delle altre non me ne frega nulla…!!

o quasi…??

Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Stronzoooo…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Casomai potrebbe verificarsi il contrario:

non corteggiatore ma corteggiato…!!

Sai….. le colleghe dicono sempre di stimarmi come pochi altri..!!..??

E quando iniziano ad apprezzarti ti prendono in tale considerazione….. che passare al corteggiamento è praticamente scontato…!!

Ecco che………??

Ma daiiiii……. è la mia comicità che se ne esce sempre fuori dal cilindro. No, forse in questo caso non si tratta del cilindro? Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ma del tuo culo…..?? Ahahahah…!! Si si, esce dal tuo culo….. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Il mio bicchiere che sembra sempre mezzo pieno, e forse lo è per davvero, mi piace tanto che lo sento far parte del mio DNA…!! Uahahah…!!>

<Ma tutti che tirate fuori sempre sto benedetto DNA del cavolo…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Devi assolutamente stare tranquilla perché vado a Mestre appositamente per sistemare certe mie faccende personali, alcune simpatiche ed altre un po’ meno. Ma tutte ancora legate ad un dettaglio che non posso esimermi dal definirlo più che singolare:

da quelle parti ci sono trentatré anni della mia vita…!!

Il compito più importante, perché ci tengo enormemente, sarà per ovvi motivi anche il più doloroso! Si tratta proprio di lei, la grande zia Licia che quando verrà a conoscenza della mia partenza per “l’Australia” vivrà un suo personale, sicuramente dignitoso, profondo dolore.

Devo solo sperare il meglio per lei perché, anche se è una donna molto forte, questo distacco certamente non se lo meritava. Da parte mia anche se mi troverò lontano cercherò di starle il più vicino possibile. La chiamerò in continuazione per farle sentire la bellezza e l’eroismo dell’amore materno…!! Mi sento un po’ stronzetto, ma non ci posso fare nulla perché sono a secco di alternative…!! Dopodiché…??…?? Ritornerò subito qui….. per vivere la mia vita accanto alla tua…… Capito…!!

Siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 64°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

 Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Su dai….. ma per chi mi prendi..?

Secondo te sono una donna che si fa prendere dalla bieca gelosia…??

Se così fosse allora ci sarebbe veramente da piangere….. altro che stare insieme per tutta la vita!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Spero e te lo auguro che la mia possa essere quella gelosia,

dal sapore delicato che profuma d’innocenza, che hanno tutti gli innamorati compreso te!>

<Beh! ce lo auguriamo tutti e due….. ma per d’avvero!>

<Bravo…!! Ritornando alla tua avventura mi piacerebbe tanto sapere come ti vestirai…?? Perché, caro il mio Alex, l’abbigliamento di questi giorni, anche se per il taglio non si allontana troppo dallo stile italiano, non va per niente bene! Quella giacca che stai indossando da ieri, te la raccomando…??…!!

Con quei colori…??

Ma addirittura con la Terra disegnata sulla schiena e il ponte di Rialto impresso sulla tasca davanti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!! Che scemo………

Pensa che divertimento per i terrestri vederti girare in quel modo:

ma da dove el vien sto mona de omo…??

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Par che quel mona vegna dalla Luna…??>

Uahahah…!! Ahahahah..!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! Amore mio, con lo stile degno di una principessa, mi vieni a dire che sarei alquanto “ridicolo”….. Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uhahahah…!!

<Ma tu guarda questa bella donna di che cosa mi sta accusando? Proprio io che pensavo di sfrecciare per Mestre in bermuda, canotta e infradito…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 63°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

Comunque restiamo d’accordo per domani sera: partenza alle ventitré.

Badate bene: vi voglio qui almeno mezzora prima!>

<Okay Okay, comandante, sarò puntuale!> ebbro di gioia confermò Alex.

Archiviata la pratica agenzia viaggi interplanetari se ne ritornarono a casa felici come non mai.

<Oh amore mio, ma non sei emozionato…?? Domani parti per la Terra e dopodomani sarai lì, esattamente nel tuo mondo…!! Non oso immaginare cosa proverai? Sicuramente avrai tempo e modo di esaltare i tuoi sentimenti “materni” stando accanto alla tua cara zia Licia?

Staccarsi definitivamente sarà per te un bel banco di prova,

mio caro Alex!

Beh! E quando andrai in ufficio mi raccomando…… dovrai fare proprio il bravo ragazzo….!!

Eheheh…!!>

<Ma non sarai mica gelosa?

Amore mio cosa vuol dire fare il bravo ragazzo? Non corteggiare altre donne…..??

Difficile anche solo il pensarlo…..

Io che faccio il cascamorto con tutte le donne che incontro…?>

<Ahahahah…!!

Il cascamorto….. questa sì che è bella! Un nuovo modo per dire corteggiatore?>

<Ma come sei brava, capisci sempre al volo quando c’è da capire…!!

Io sono innamorato di te e delle altre non me ne frega nulla…!!

o quasi…??

Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Stronzoooo…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Casomai potrebbe verificarsi il contrario:

non corteggiatore ma corteggiato…!!

Sai….. le colleghe dicono sempre di stimarmi come pochi altri..!!..??

E quando iniziano ad apprezzarti ti prendono in tale considerazione….. che passare al corteggiamento è praticamente scontato…!!

Ecco che………??

Ma daiiiii……. è la mia comicità che se ne esce sempre fuori dal cilindro. No, forse in questo caso non si tratta del cilindro? Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ma del tuo culo…..?? Ahahahah…!! Si si, esce dal tuo culo….. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Il mio bicchiere che sembra sempre mezzo pieno, e forse lo è per davvero, mi piace tanto che lo sento far parte del mio DNA…!! Uahahah…!!>

<Ma tutti che tirate fuori sempre sto benedetto DNA del cavolo…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Devi assolutamente stare tranquilla perché vado a Mestre appositamente per sistemare certe mie faccende personali, alcune simpatiche ed altre un po’ meno. Ma tutte ancora legate ad un dettaglio che non posso esimermi dal definirlo più che singolare:

da quelle parti ci sono trentatré anni della mia vita…!!

Il compito più importante, perché ci tengo enormemente, sarà per ovvi motivi anche il più doloroso! Si tratta proprio di lei, la grande zia Licia che quando verrà a conoscenza della mia partenza per “l’Australia” vivrà un suo personale, sicuramente dignitoso, profondo dolore.

Devo solo sperare il meglio per lei perché, anche se è una donna molto forte, questo distacco certamente non se lo meritava. Da parte mia anche se mi troverò lontano cercherò di starle il più vicino possibile. La chiamerò in continuazione per farle sentire la bellezza e l’eroismo dell’amore materno…!! Mi sento un po’ stronzetto, ma non ci posso fare nulla perché sono a secco di alternative…!! Dopodiché…??…?? Ritornerò subito qui….. per vivere la mia vita accanto alla tua…… Capito…!!

Siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 64°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

 

 

 Noi siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Su dai….. ma per chi mi prendi..?

Secondo te sono una donna che si fa prendere dalla bieca gelosia…??

Se così fosse allora ci sarebbe veramente da piangere….. altro che stare insieme per tutta la vita!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Spero e te lo auguro che la mia possa essere quella gelosia,

dal sapore delicato che profuma d’innocenza, che hanno tutti gli innamorati compreso te!>

<Beh! ce lo auguriamo tutti e due….. ma per d’avvero!>

<Bravo…!! Ritornando alla tua avventura mi piacerebbe tanto sapere come ti vestirai…?? Perché, caro il mio Alex, l’abbigliamento di questi giorni, anche se per il taglio non si allontana troppo dallo stile italiano, non va per niente bene! Quella giacca che stai indossando da ieri, te la raccomando…??…!!

Con quei colori…??

Ma addirittura con la Terra disegnata sulla schiena e il ponte di Rialto impresso sulla tasca davanti…?? Ahahahah…!! Ahahahah…!! Che scemo………

Pensa che divertimento per i terrestri vederti girare in quel modo:

ma da dove el vien sto mona de omo…??

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Par che quel mona vegna dalla Luna…??>

Uahahah…!! Ahahahah..!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! Amore mio, con lo stile degno di una principessa, mi vieni a dire che sarei alquanto “ridicolo”….. Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uhahahah…!!

<Ma tu guarda questa bella donna di che cosa mi sta accusando? Proprio io che pensavo di sfrecciare per Mestre in bermuda, canotta e infradito…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Con ogni probabilità da Mestre mi porterò dietro una valigia con dentro il meglio del mio guardaroba!>

E così, con quell’aria che sprizzava amore e grande gioia di vivere, la giornata scivolò via senza altre imprese degne di nota.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 63°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

Comunque restiamo d’accordo per domani sera: partenza alle ventitré.

Badate bene: vi voglio qui almeno mezzora prima!>

<Okay Okay, comandante, sarò puntuale!> ebbro di gioia confermò Alex.

Archiviata la pratica agenzia viaggi interplanetari se ne ritornarono a casa felici come non mai.

<Oh amore mio, ma non sei emozionato…?? Domani parti per la Terra e dopodomani sarai lì, esattamente nel tuo mondo…!! Non oso immaginare cosa proverai? Sicuramente avrai tempo e modo di esaltare i tuoi sentimenti “materni” stando accanto alla tua cara zia Licia?

Staccarsi definitivamente sarà per te un bel banco di prova,

mio caro Alex!

Beh! E quando andrai in ufficio mi raccomando…… dovrai fare proprio il bravo ragazzo….!!

Eheheh…!!>

<Ma non sarai mica gelosa?

Amore mio cosa vuol dire fare il bravo ragazzo? Non corteggiare altre donne…..??

Difficile anche solo il pensarlo…..

Io che faccio il cascamorto con tutte le donne che incontro…?>

<Ahahahah…!!

Il cascamorto….. questa sì che è bella! Un nuovo modo per dire corteggiatore?>

<Ma come sei brava, capisci sempre al volo quando c’è da capire…!!

Io sono innamorato di te e delle altre non me ne frega nulla…!!

o quasi…??

Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Stronzoooo…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Casomai potrebbe verificarsi il contrario:

non corteggiatore ma corteggiato…!!

Sai….. le colleghe dicono sempre di stimarmi come pochi altri..!!..??

E quando iniziano ad apprezzarti ti prendono in tale considerazione….. che passare al corteggiamento è praticamente scontato…!!

Ecco che………??

Ma daiiiii……. è la mia comicità che se ne esce sempre fuori dal cilindro. No, forse in questo caso non si tratta del cilindro? Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ma del tuo culo…..?? Ahahahah…!! Si si, esce dal tuo culo….. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Il mio bicchiere che sembra sempre mezzo pieno, e forse lo è per davvero, mi piace tanto che lo sento far parte del mio DNA…!! Uahahah…!!>

<Ma tutti che tirate fuori sempre sto benedetto DNA del cavolo…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Devi assolutamente stare tranquilla perché vado a Mestre appositamente per sistemare certe mie faccende personali, alcune simpatiche ed altre un po’ meno. Ma tutte ancora legate ad un dettaglio che non posso esimermi dal definirlo più che singolare:

da quelle parti ci sono trentatré anni della mia vita…!!

Il compito più importante, perché ci tengo enormemente, sarà per ovvi motivi anche il più doloroso! Si tratta proprio di lei, la grande zia Licia che quando verrà a conoscenza della mia partenza per “l’Australia” vivrà un suo personale, sicuramente dignitoso, profondo dolore.

Devo solo sperare il meglio per lei perché, anche se è una donna molto forte, questo distacco certamente non se lo meritava. Da parte mia anche se mi troverò lontano cercherò di starle il più vicino possibile. La chiamerò in continuazione per farle sentire la bellezza e l’eroismo dell’amore materno…!! Mi sento un po’ stronzetto, ma non ci posso fare nulla perché sono a secco di alternative…!! Dopodiché…??…?? Ritornerò subito qui….. per vivere la mia vita accanto alla tua…… Capito…!!

Siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 63°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

Comunque restiamo d’accordo per domani sera: partenza alle ventitré.

Badate bene: vi voglio qui almeno mezzora prima!>

<Okay Okay, comandante, sarò puntuale!> ebbro di gioia confermò Alex.

Archiviata la pratica agenzia viaggi interplanetari se ne ritornarono a casa felici come non mai.

<Oh amore mio, ma non sei emozionato…?? Domani parti per la Terra e dopodomani sarai lì, esattamente nel tuo mondo…!! Non oso immaginare cosa proverai? Sicuramente avrai tempo e modo di esaltare i tuoi sentimenti “materni” stando accanto alla tua cara zia Licia?

Staccarsi definitivamente sarà per te un bel banco di prova,

mio caro Alex!

Beh! E quando andrai in ufficio mi raccomando…… dovrai fare proprio il bravo ragazzo….!!

Eheheh…!!>

<Ma non sarai mica gelosa?

Amore mio cosa vuol dire fare il bravo ragazzo? Non corteggiare altre donne…..??

Difficile anche solo il pensarlo…..

Io che faccio il cascamorto con tutte le donne che incontro…?>

<Ahahahah…!!

Il cascamorto….. questa sì che è bella! Un nuovo modo per dire corteggiatore?>

<Ma come sei brava, capisci sempre al volo quando c’è da capire…!!

Io sono innamorato di te e delle altre non me ne frega nulla…!!

o quasi…??

Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Stronzoooo…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Casomai potrebbe verificarsi il contrario:

non corteggiatore ma corteggiato…!!

Sai….. le colleghe dicono sempre di stimarmi come pochi altri..!!..??

E quando iniziano ad apprezzarti ti prendono in tale considerazione….. che passare al corteggiamento è praticamente scontato…!!

Ecco che………??

Ma daiiiii……. è la mia comicità che se ne esce sempre fuori dal cilindro. No, forse in questo caso non si tratta del cilindro? Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ma del tuo culo…..?? Ahahahah…!! Si si, esce dal tuo culo….. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Il mio bicchiere che sembra sempre mezzo pieno, e forse lo è per davvero, mi piace tanto che lo sento far parte del mio DNA…!! Uahahah…!!>

<Ma tutti che tirate fuori sempre sto benedetto DNA del cavolo…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Devi assolutamente stare tranquilla perché vado a Mestre appositamente per sistemare certe mie faccende personali, alcune simpatiche ed altre un po’ meno. Ma tutte ancora legate ad un dettaglio che non posso esimermi dal definirlo più che singolare:

da quelle parti ci sono trentatré anni della mia vita…!!

Il compito più importante, perché ci tengo enormemente, sarà per ovvi motivi anche il più doloroso! Si tratta proprio di lei, la grande zia Licia che quando verrà a conoscenza della mia partenza per “l’Australia” vivrà un suo personale, sicuramente dignitoso, profondo dolore.

Devo solo sperare il meglio per lei perché, anche se è una donna molto forte, questo distacco certamente non se lo meritava. Da parte mia anche se mi troverò lontano cercherò di starle il più vicino possibile. La chiamerò in continuazione per farle sentire la bellezza e l’eroismo dell’amore materno…!! Mi sento un po’ stronzetto, ma non ci posso fare nulla perché sono a secco di alternative…!! Dopodiché…??…?? Ritornerò subito qui….. per vivere la mia vita accanto alla tua…… Capito…!!

Siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 62°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Però adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati…..>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

ventunesimo”

Isabel e Alex, già protagonisti all’interno di un grande pensiero terrestre, consumarono la colazione ad una velocità senza precedenti. Appagati, ma anche inebriati di felicità, s’involarono verso l’hangar con la speranza di trovare almeno uno dei due piloti con il quale fissare quell’appuntamento tanto caro ad Alex da metterci il suo cuore.

Una comoda strada creata sia per i pedoni che per i mezzi di trasporto ben si collegava con l’hangar delle dieci astronavi ubicato a quota meno quarantatré. Per un dislivello a partire dall’innesto di circa metri ventidue.

Inevitabile per Alex rivolgere un sentimento al mitico colossale esodo dei cinquantamila! Un brivido pensando alle 250 persone caricate a bordo di ogni singola astronave delle 200 utilizzate…!!

Costretti a vivere situazioni particolari di grande disagio per un’operazione sensazionale che salvò la vita a tutti i kalloxiani.

Epico…!!

Nel frattempo, zigzagandtra le astronavi ordinatamente parcheggiateraggiunsero gli uffici al secondo piano, esattamente come il loro appartamento.

<Salve ragazzi, qual buon vento vi porta qui….. ihihih…??> così si presentò il comandante Erasmo.

<Vento di tramontana…!! Uahahah…!!> rispose il “terrestre”

<Aria di Terra! Vento freddo proveniente da nord…?? Ahahahah…!! C’è qualcosa che posso fare per voi…??> rilanciò quell’erudito di Erasmo.

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Ciao comandante “terrestre”!> rispose Isabel. <Scusaci, ma volevo avvisarti che Alex dovrebbe farsi un bel giretto sulla Terra.

Ci sarebbe da organizzare il viaggio!

Aleandro mi aveva promesso che…….>

Ma fu lo stesso Erasmo ad interromperla…..

<Beh….. Ma io so già tutto…!!

Aleandro mi ha da poco informato di questo viaggio che trovo perfettamente fattibile sin da domani. Una grande opportunità!

Stavo giusto organizzando l’equipaggio: esattamente lo stesso dell’altra volta.

Contenti e felici…??>

<Allora ci sarà anche la simpatica Aikaterine?>

<Certo che sì….. Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Avremo solo Alex come passeggero e cercheremo di riportartelo sano e salvo. A meno di una eventuale, certamente non impossibile, nostalgia terrestre rappresentata

da una bella bionda, intelligente, alta e formosa?>

<Uahahah…!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahahah…… fai ridere anche me e proprio di gusto, caro il mio bel Erasmo>, ribatté Isabel, <semplicemente ti sei dimenticato di aggiungere che deve essere anche ricca! Perché sulla terra i soldi contano molto, forse più dell’amore!

Errore imperdonabile…!! Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

L’amore con i soldi conta molto e potrebbe anche durare in eterno.

L’amore senza soldi è un amore fragile che con il passare del tempo vacillerà sempre più sino a scomparire per sempre!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 63°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

Comunque restiamo d’accordo per domani sera: partenza alle ventitré.

Badate bene: vi voglio qui almeno mezzora prima!>

<Okay Okay, comandante, sarò puntuale!> ebbro di gioia confermò Alex.

Archiviata la pratica agenzia viaggi interplanetari se ne ritornarono a casa felici come non mai.

<Oh amore mio, ma non sei emozionato…?? Domani parti per la Terra e dopodomani sarai lì, esattamente nel tuo mondo…!! Non oso immaginare cosa proverai? Sicuramente avrai tempo e modo di esaltare i tuoi sentimenti “materni” stando accanto alla tua cara zia Licia?

Staccarsi definitivamente sarà per te un bel banco di prova,

mio caro Alex!

Beh! E quando andrai in ufficio mi raccomando…… dovrai fare proprio il bravo ragazzo….!!

Eheheh…!!>

<Ma non sarai mica gelosa?

Amore mio cosa vuol dire fare il bravo ragazzo? Non corteggiare altre donne…..??

Difficile anche solo il pensarlo…..

Io che faccio il cascamorto con tutte le donne che incontro…?>

<Ahahahah…!!

Il cascamorto….. questa sì che è bella! Un nuovo modo per dire corteggiatore?>

<Ma come sei brava, capisci sempre al volo quando c’è da capire…!!

Io sono innamorato di te e delle altre non me ne frega nulla…!!

o quasi…??

Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Stronzoooo…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Casomai potrebbe verificarsi il contrario:

non corteggiatore ma corteggiato…!!

Sai….. le colleghe dicono sempre di stimarmi come pochi altri..!!..??

E quando iniziano ad apprezzarti ti prendono in tale considerazione….. che passare al corteggiamento è praticamente scontato…!!

Ecco che………??

Ma daiiiii……. è la mia comicità che se ne esce sempre fuori dal cilindro. No, forse in questo caso non si tratta del cilindro? Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ma del tuo culo…..?? Ahahahah…!! Si si, esce dal tuo culo….. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Il mio bicchiere che sembra sempre mezzo pieno, e forse lo è per davvero, mi piace tanto che lo sento far parte del mio DNA…!! Uahahah…!!>

<Ma tutti che tirate fuori sempre sto benedetto DNA del cavolo…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Devi assolutamente stare tranquilla perché vado a Mestre appositamente per sistemare certe mie faccende personali, alcune simpatiche ed altre un po’ meno. Ma tutte ancora legate ad un dettaglio che non posso esimermi dal definirlo più che singolare:

da quelle parti ci sono trentatré anni della mia vita…!!

Il compito più importante, perché ci tengo enormemente, sarà per ovvi motivi anche il più doloroso! Si tratta proprio di lei, la grande zia Licia che quando verrà a conoscenza della mia partenza per “l’Australia” vivrà un suo personale, sicuramente dignitoso, profondo dolore.

Devo solo sperare il meglio per lei perché, anche se è una donna molto forte, questo distacco certamente non se lo meritava. Da parte mia anche se mi troverò lontano cercherò di starle il più vicino possibile. La chiamerò in continuazione per farle sentire la bellezza e l’eroismo dell’amore materno…!! Mi sento un po’ stronzetto, ma non ci posso fare nulla perché sono a secco di alternative…!! Dopodiché…??…?? Ritornerò subito qui….. per vivere la mia vita accanto alla tua…… Capito…!!

Siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 62°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Però adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati…..>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

ventunesimo”

Isabel e Alex, già protagonisti all’interno di un grande pensiero terrestre, consumarono la colazione ad una velocità senza precedenti. Appagati, ma anche inebriati di felicità, s’involarono verso l’hangar con la speranza di trovare almeno uno dei due piloti con il quale fissare quell’appuntamento tanto caro ad Alex da metterci il suo cuore.

Una comoda strada creata sia per i pedoni che per i mezzi di trasporto ben si collegava con l’hangar delle dieci astronavi ubicato a quota meno quarantatré. Per un dislivello a partire dall’innesto di circa metri ventidue.

Inevitabile per Alex rivolgere un sentimento al mitico colossale esodo dei cinquantamila! Un brivido pensando alle 250 persone caricate a bordo di ogni singola astronave delle 200 utilizzate…!!

Costretti a vivere situazioni particolari di grande disagio per un’operazione sensazionale che salvò la vita a tutti i kalloxiani.

Epico…!!

Nel frattempo, zigzagandtra le astronavi ordinatamente parcheggiateraggiunsero gli uffici al secondo piano, esattamente come il loro appartamento.

<Salve ragazzi, qual buon vento vi porta qui….. ihihih…??> così si presentò il comandante Erasmo.

<Vento di tramontana…!! Uahahah…!!> rispose il “terrestre”

<Aria di Terra! Vento freddo proveniente da nord…?? Ahahahah…!! C’è qualcosa che posso fare per voi…??> rilanciò quell’erudito di Erasmo.

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Ciao comandante “terrestre”!> rispose Isabel. <Scusaci, ma volevo avvisarti che Alex dovrebbe farsi un bel giretto sulla Terra.

Ci sarebbe da organizzare il viaggio!

Aleandro mi aveva promesso che…….>

Ma fu lo stesso Erasmo ad interromperla…..

<Beh….. Ma io so già tutto…!!

Aleandro mi ha da poco informato di questo viaggio che trovo perfettamente fattibile sin da domani. Una grande opportunità!

Stavo giusto organizzando l’equipaggio: esattamente lo stesso dell’altra volta.

Contenti e felici…??>

<Allora ci sarà anche la simpatica Aikaterine?>

<Certo che sì….. Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Avremo solo Alex come passeggero e cercheremo di riportartelo sano e salvo. A meno di una eventuale, certamente non impossibile, nostalgia terrestre rappresentata

da una bella bionda, intelligente, alta e formosa?>

<Uahahah…!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahahah…… fai ridere anche me e proprio di gusto, caro il mio bel Erasmo>, ribatté Isabel, <semplicemente ti sei dimenticato di aggiungere che deve essere anche ricca! Perché sulla terra i soldi contano molto, forse più dell’amore!

Errore imperdonabile…!! Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

L’amore con i soldi conta molto e potrebbe anche durare in eterno.

L’amore senza soldi è un amore fragile che con il passare del tempo vacillerà sempre più sino a scomparire per sempre!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 63°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

Comunque restiamo d’accordo per domani sera: partenza alle ventitré.

Badate bene: vi voglio qui almeno mezzora prima!>

<Okay Okay, comandante, sarò puntuale!> ebbro di gioia confermò Alex.

Archiviata la pratica agenzia viaggi interplanetari se ne ritornarono a casa felici come non mai.

<Oh amore mio, ma non sei emozionato…?? Domani parti per la Terra e dopodomani sarai lì, esattamente nel tuo mondo…!! Non oso immaginare cosa proverai? Sicuramente avrai tempo e modo di esaltare i tuoi sentimenti “materni” stando accanto alla tua cara zia Licia?

Staccarsi definitivamente sarà per te un bel banco di prova,

mio caro Alex!

Beh! E quando andrai in ufficio mi raccomando…… dovrai fare proprio il bravo ragazzo….!!

Eheheh…!!>

<Ma non sarai mica gelosa?

Amore mio cosa vuol dire fare il bravo ragazzo? Non corteggiare altre donne…..??

Difficile anche solo il pensarlo…..

Io che faccio il cascamorto con tutte le donne che incontro…?>

<Ahahahah…!!

Il cascamorto….. questa sì che è bella! Un nuovo modo per dire corteggiatore?>

<Ma come sei brava, capisci sempre al volo quando c’è da capire…!!

Io sono innamorato di te e delle altre non me ne frega nulla…!!

o quasi…??

Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Stronzoooo…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Casomai potrebbe verificarsi il contrario:

non corteggiatore ma corteggiato…!!

Sai….. le colleghe dicono sempre di stimarmi come pochi altri..!!..??

E quando iniziano ad apprezzarti ti prendono in tale considerazione….. che passare al corteggiamento è praticamente scontato…!!

Ecco che………??

Ma daiiiii……. è la mia comicità che se ne esce sempre fuori dal cilindro. No, forse in questo caso non si tratta del cilindro? Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ma del tuo culo…..?? Ahahahah…!! Si si, esce dal tuo culo….. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Il mio bicchiere che sembra sempre mezzo pieno, e forse lo è per davvero, mi piace tanto che lo sento far parte del mio DNA…!! Uahahah…!!>

<Ma tutti che tirate fuori sempre sto benedetto DNA del cavolo…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Devi assolutamente stare tranquilla perché vado a Mestre appositamente per sistemare certe mie faccende personali, alcune simpatiche ed altre un po’ meno. Ma tutte ancora legate ad un dettaglio che non posso esimermi dal definirlo più che singolare:

da quelle parti ci sono trentatré anni della mia vita…!!

Il compito più importante, perché ci tengo enormemente, sarà per ovvi motivi anche il più doloroso! Si tratta proprio di lei, la grande zia Licia che quando verrà a conoscenza della mia partenza per “l’Australia” vivrà un suo personale, sicuramente dignitoso, profondo dolore.

Devo solo sperare il meglio per lei perché, anche se è una donna molto forte, questo distacco certamente non se lo meritava. Da parte mia anche se mi troverò lontano cercherò di starle il più vicino possibile. La chiamerò in continuazione per farle sentire la bellezza e l’eroismo dell’amore materno…!! Mi sento un po’ stronzetto, ma non ci posso fare nulla perché sono a secco di alternative…!! Dopodiché…??…?? Ritornerò subito qui….. per vivere la mia vita accanto alla tua…… Capito…!!

Siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 62°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Però adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati…..>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

ventunesimo”

Isabel e Alex, già protagonisti all’interno di un grande pensiero terrestre, consumarono la colazione ad una velocità senza precedenti. Appagati, ma anche inebriati di felicità, s’involarono verso l’hangar con la speranza di trovare almeno uno dei due piloti con il quale fissare quell’appuntamento tanto caro ad Alex da metterci il suo cuore.

Una comoda strada creata sia per i pedoni che per i mezzi di trasporto ben si collegava con l’hangar delle dieci astronavi ubicato a quota meno quarantatré. Per un dislivello a partire dall’innesto di circa metri ventidue.

Inevitabile per Alex rivolgere un sentimento al mitico colossale esodo dei cinquantamila! Un brivido pensando alle 250 persone caricate a bordo di ogni singola astronave delle 200 utilizzate…!!

Costretti a vivere situazioni particolari di grande disagio per un’operazione sensazionale che salvò la vita a tutti i kalloxiani.

Epico…!!

Nel frattempo, zigzagandtra le astronavi ordinatamente parcheggiateraggiunsero gli uffici al secondo piano, esattamente come il loro appartamento.

<Salve ragazzi, qual buon vento vi porta qui….. ihihih…??> così si presentò il comandante Erasmo.

<Vento di tramontana…!! Uahahah…!!> rispose il “terrestre”

<Aria di Terra! Vento freddo proveniente da nord…?? Ahahahah…!! C’è qualcosa che posso fare per voi…??> rilanciò quell’erudito di Erasmo.

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Ciao comandante “terrestre”!> rispose Isabel. <Scusaci, ma volevo avvisarti che Alex dovrebbe farsi un bel giretto sulla Terra.

Ci sarebbe da organizzare il viaggio!

Aleandro mi aveva promesso che…….>

Ma fu lo stesso Erasmo ad interromperla…..

<Beh….. Ma io so già tutto…!!

Aleandro mi ha da poco informato di questo viaggio che trovo perfettamente fattibile sin da domani. Una grande opportunità!

Stavo giusto organizzando l’equipaggio: esattamente lo stesso dell’altra volta.

Contenti e felici…??>

<Allora ci sarà anche la simpatica Aikaterine?>

<Certo che sì….. Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Avremo solo Alex come passeggero e cercheremo di riportartelo sano e salvo. A meno di una eventuale, certamente non impossibile, nostalgia terrestre rappresentata

da una bella bionda, intelligente, alta e formosa?>

<Uahahah…!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahahah…… fai ridere anche me e proprio di gusto, caro il mio bel Erasmo>, ribatté Isabel, <semplicemente ti sei dimenticato di aggiungere che deve essere anche ricca! Perché sulla terra i soldi contano molto, forse più dell’amore!

Errore imperdonabile…!! Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

L’amore con i soldi conta molto e potrebbe anche durare in eterno.

L’amore senza soldi è un amore fragile che con il passare del tempo vacillerà sempre più sino a scomparire per sempre!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 63°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

Comunque restiamo d’accordo per domani sera: partenza alle ventitré.

Badate bene: vi voglio qui almeno mezzora prima!>

<Okay Okay, comandante, sarò puntuale!> ebbro di gioia confermò Alex.

Archiviata la pratica agenzia viaggi interplanetari se ne ritornarono a casa felici come non mai.

<Oh amore mio, ma non sei emozionato…?? Domani parti per la Terra e dopodomani sarai lì, esattamente nel tuo mondo…!! Non oso immaginare cosa proverai? Sicuramente avrai tempo e modo di esaltare i tuoi sentimenti “materni” stando accanto alla tua cara zia Licia?

Staccarsi definitivamente sarà per te un bel banco di prova,

mio caro Alex!

Beh! E quando andrai in ufficio mi raccomando…… dovrai fare proprio il bravo ragazzo….!!

Eheheh…!!>

<Ma non sarai mica gelosa?

Amore mio cosa vuol dire fare il bravo ragazzo? Non corteggiare altre donne…..??

Difficile anche solo il pensarlo…..

Io che faccio il cascamorto con tutte le donne che incontro…?>

<Ahahahah…!!

Il cascamorto….. questa sì che è bella! Un nuovo modo per dire corteggiatore?>

<Ma come sei brava, capisci sempre al volo quando c’è da capire…!!

Io sono innamorato di te e delle altre non me ne frega nulla…!!

o quasi…??

Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Stronzoooo…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Casomai potrebbe verificarsi il contrario:

non corteggiatore ma corteggiato…!!

Sai….. le colleghe dicono sempre di stimarmi come pochi altri..!!..??

E quando iniziano ad apprezzarti ti prendono in tale considerazione….. che passare al corteggiamento è praticamente scontato…!!

Ecco che………??

Ma daiiiii……. è la mia comicità che se ne esce sempre fuori dal cilindro. No, forse in questo caso non si tratta del cilindro? Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ma del tuo culo…..?? Ahahahah…!! Si si, esce dal tuo culo….. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Il mio bicchiere che sembra sempre mezzo pieno, e forse lo è per davvero, mi piace tanto che lo sento far parte del mio DNA…!! Uahahah…!!>

<Ma tutti che tirate fuori sempre sto benedetto DNA del cavolo…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Devi assolutamente stare tranquilla perché vado a Mestre appositamente per sistemare certe mie faccende personali, alcune simpatiche ed altre un po’ meno. Ma tutte ancora legate ad un dettaglio che non posso esimermi dal definirlo più che singolare:

da quelle parti ci sono trentatré anni della mia vita…!!

Il compito più importante, perché ci tengo enormemente, sarà per ovvi motivi anche il più doloroso! Si tratta proprio di lei, la grande zia Licia che quando verrà a conoscenza della mia partenza per “l’Australia” vivrà un suo personale, sicuramente dignitoso, profondo dolore.

Devo solo sperare il meglio per lei perché, anche se è una donna molto forte, questo distacco certamente non se lo meritava. Da parte mia anche se mi troverò lontano cercherò di starle il più vicino possibile. La chiamerò in continuazione per farle sentire la bellezza e l’eroismo dell’amore materno…!! Mi sento un po’ stronzetto, ma non ci posso fare nulla perché sono a secco di alternative…!! Dopodiché…??…?? Ritornerò subito qui….. per vivere la mia vita accanto alla tua…… Capito…!!

Siamo due cuori e un solo battito!>

<Impressionante…!!

Ma anche esagerato: un solo battito! Ahahahah…!!

Che cagata……. Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 62°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Però adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati…..>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

ventunesimo”

Isabel e Alex, già protagonisti all’interno di un grande pensiero terrestre, consumarono la colazione ad una velocità senza precedenti. Appagati, ma anche inebriati di felicità, s’involarono verso l’hangar con la speranza di trovare almeno uno dei due piloti con il quale fissare quell’appuntamento tanto caro ad Alex da metterci il suo cuore.

Una comoda strada creata sia per i pedoni che per i mezzi di trasporto ben si collegava con l’hangar delle dieci astronavi ubicato a quota meno quarantatré. Per un dislivello a partire dall’innesto di circa metri ventidue.

Inevitabile per Alex rivolgere un sentimento al mitico colossale esodo dei cinquantamila! Un brivido pensando alle 250 persone caricate a bordo di ogni singola astronave delle 200 utilizzate…!!

Costretti a vivere situazioni particolari di grande disagio per un’operazione sensazionale che salvò la vita a tutti i kalloxiani.

Epico…!!

Nel frattempo, zigzagandtra le astronavi ordinatamente parcheggiateraggiunsero gli uffici al secondo piano, esattamente come il loro appartamento.

<Salve ragazzi, qual buon vento vi porta qui….. ihihih…??> così si presentò il comandante Erasmo.

<Vento di tramontana…!! Uahahah…!!> rispose il “terrestre”

<Aria di Terra! Vento freddo proveniente da nord…?? Ahahahah…!! C’è qualcosa che posso fare per voi…??> rilanciò quell’erudito di Erasmo.

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Ciao comandante “terrestre”!> rispose Isabel. <Scusaci, ma volevo avvisarti che Alex dovrebbe farsi un bel giretto sulla Terra.

Ci sarebbe da organizzare il viaggio!

Aleandro mi aveva promesso che…….>

Ma fu lo stesso Erasmo ad interromperla…..

<Beh….. Ma io so già tutto…!!

Aleandro mi ha da poco informato di questo viaggio che trovo perfettamente fattibile sin da domani. Una grande opportunità!

Stavo giusto organizzando l’equipaggio: esattamente lo stesso dell’altra volta.

Contenti e felici…??>

<Allora ci sarà anche la simpatica Aikaterine?>

<Certo che sì….. Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Avremo solo Alex come passeggero e cercheremo di riportartelo sano e salvo. A meno di una eventuale, certamente non impossibile, nostalgia terrestre rappresentata

da una bella bionda, intelligente, alta e formosa?>

<Uahahah…!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahahah…… fai ridere anche me e proprio di gusto, caro il mio bel Erasmo>, ribatté Isabel, <semplicemente ti sei dimenticato di aggiungere che deve essere anche ricca! Perché sulla terra i soldi contano molto, forse più dell’amore!

Errore imperdonabile…!! Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

L’amore con i soldi conta molto e potrebbe anche durare in eterno.

L’amore senza soldi è un amore fragile che con il passare del tempo vacillerà sempre più sino a scomparire per sempre!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 62°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Però adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati…..>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

ventunesimo”

Isabel e Alex, già protagonisti all’interno di un grande pensiero terrestre, consumarono la colazione ad una velocità senza precedenti. Appagati, ma anche inebriati di felicità, s’involarono verso l’hangar con la speranza di trovare almeno uno dei due piloti con il quale fissare quell’appuntamento tanto caro ad Alex da metterci il suo cuore.

Una comoda strada creata sia per i pedoni che per i mezzi di trasporto ben si collegava con l’hangar delle dieci astronavi ubicato a quota meno quarantatré. Per un dislivello a partire dall’innesto di circa metri ventidue.

Inevitabile per Alex rivolgere un sentimento al mitico colossale esodo dei cinquantamila! Un brivido pensando alle 250 persone caricate a bordo di ogni singola astronave delle 200 utilizzate…!!

Costretti a vivere situazioni particolari di grande disagio per un’operazione sensazionale che salvò la vita a tutti i kalloxiani.

Epico…!!

Nel frattempo, zigzagandtra le astronavi ordinatamente parcheggiateraggiunsero gli uffici al secondo piano, esattamente come il loro appartamento.

<Salve ragazzi, qual buon vento vi porta qui….. ihihih…??> così si presentò il comandante Erasmo.

<Vento di tramontana…!! Uahahah…!!> rispose il “terrestre”

<Aria di Terra! Vento freddo proveniente da nord…?? Ahahahah…!! C’è qualcosa che posso fare per voi…??> rilanciò quell’erudito di Erasmo.

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Ciao comandante “terrestre”!> rispose Isabel. <Scusaci, ma volevo avvisarti che Alex dovrebbe farsi un bel giretto sulla Terra.

Ci sarebbe da organizzare il viaggio!

Aleandro mi aveva promesso che…….>

Ma fu lo stesso Erasmo ad interromperla…..

<Beh….. Ma io so già tutto…!!

Aleandro mi ha da poco informato di questo viaggio che trovo perfettamente fattibile sin da domani. Una grande opportunità!

Stavo giusto organizzando l’equipaggio: esattamente lo stesso dell’altra volta.

Contenti e felici…??>

<Allora ci sarà anche la simpatica Aikaterine?>

<Certo che sì….. Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Avremo solo Alex come passeggero e cercheremo di riportartelo sano e salvo. A meno di una eventuale, certamente non impossibile, nostalgia terrestre rappresentata

da una bella bionda, intelligente, alta e formosa?>

<Uahahah…!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahahah…… fai ridere anche me e proprio di gusto, caro il mio bel Erasmo>, ribatté Isabel, <semplicemente ti sei dimenticato di aggiungere che deve essere anche ricca! Perché sulla terra i soldi contano molto, forse più dell’amore!

Errore imperdonabile…!! Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

L’amore con i soldi conta molto e potrebbe anche durare in eterno.

L’amore senza soldi è un amore fragile che con il passare del tempo vacillerà sempre più sino a scomparire per sempre!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 61°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Se il buon giorno si vede dal mattino!

<Guardate che noi eravamo qui in trepida attesa per una colazione da far evaporare in vostra compagnia…!…!!…!!! Ahahahah…!!> sogghignò Alfonso!

<Ahahahah…!!

Ma dai…?

Chi credi di prendere in giro…?> rispose Isabel.

<Proprio voi che la colazione l’avete già consumata…!!

E che dire….?

Vedendo tutti questi piattini “puliti puliti”,

posso pensarla anche parecchio godereccia..? Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Mmm….. Mi sa che Isabel, come sempre, ha ragione da vendere…!!> replicò Aleandro. Ma dovete sapere che Alfonso da quando ha conosciuto Alex è diventato un uomo brillante e spiritoso come pochi prima di lui, praticamente adesso non lo ferma più nessuno…!! Ahahahah…!!>

<L’ho notato anch’io.> aggiunse Isabel. Che dirvi, già mi andava bene così com’era ma adesso è diventato veramente un gran simpaticone…!!>

<Grazie…?? Ahahahah….!! Ahahahah…!!> replicò Alfonso.

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Non esageriamo, Uahahah…!!.

Comunque mi associo a Isabel perché anch’io vado molto d’accordo con Alfonso, sin dal primo momento che l’ho conosciuto…!!

Ti se proprio un bravo toso, altruista e anca spiritoso!

Uahahah…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Perdonalo Alfonso, ma alle volte Alex è proprio scemo…!!> disse una sorridente Isabel.

Che senza esitazione alcuna si rivolse ad Aleandro per perorare la causa del suo caro e simpatico amico terrestre.

<Posso approfittare di questo felice e fortunato incontro per chiederti un grande favore?>

<Chiedi e ti sarà concesso, mia cara Isabel. Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Alex vorrebbe farsi un giretto sulla Terra!

Giusto per sistemare alcune cose molto importanti che riguardano la sua vita privata.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 62°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Però adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati…..>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

ventunesimo”

Isabel e Alex, già protagonisti all’interno di un grande pensiero terrestre, consumarono la colazione ad una velocità senza precedenti. Appagati, ma anche inebriati di felicità, s’involarono verso l’hangar con la speranza di trovare almeno uno dei due piloti con il quale fissare quell’appuntamento tanto caro ad Alex da metterci il suo cuore.

Per raggiungere l’hangar delle dieci astronavi, a quota meno quarantatré, si doveva scendere di circa ventidue metri

percorrendo una comoda strada appositamente creata sia per i pedoni che per i mezzi di trasporto.

Inevitabile per Alex rivolgere un sentimento al mitico colossale esodo dei cinquantamila! Un brivido pensando alle 250 persone caricate a bordo di ogni singola astronave delle 200 utilizzate…!!

Costretti a vivere situazioni particolari di grande disagio per un’operazione sensazionale che salvò la vita a tutti i kalloxiani.

Epico…!!

Nel frattempo, zigzagandtra le astronavi ordinatamente parcheggiateraggiunsero gli uffici al secondo piano, esattamente come il loro appartamento.

<Salve ragazzi, qual buon vento vi porta qui….. ihihih…??> così si presentò il comandante Erasmo.

<Vento di tramontana…!! Uahahah…!!> rispose il “terrestre”

<Aria di Terra! Vento freddo proveniente da nord…?? Ahahahah…!! C’è qualcosa che posso fare per voi…??> rilanciò quell’erudito di Erasmo.

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Ciao comandante “terrestre”!> rispose Isabel. <Scusaci, ma volevo avvisarti che Alex dovrebbe farsi un bel giretto sulla Terra.

Ci sarebbe da organizzare il viaggio!

Aleandro mi aveva promesso che…….>

Ma fu lo stesso Erasmo ad interromperla…..

<Beh….. Ma io so già tutto…!!

Aleandro mi ha da poco informato di questo viaggio che trovo perfettamente fattibile sin da domani. Una grande opportunità!

Stavo giusto organizzando l’equipaggio: esattamente lo stesso dell’altra volta.

Contenti e felici…??>

<Allora ci sarà anche la simpatica Aikaterine?>

<Certo che sì….. Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Avremo solo Alex come passeggero e cercheremo di riportartelo sano e salvo. A meno di una eventuale, certamente non impossibile, nostalgia terrestre rappresentata

da una bella bionda, intelligente, alta e formosa?>

<Uahahah…!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahahah…… fai ridere anche me e proprio di gusto, caro il mio bel Erasmo>, ribatté Isabel, <semplicemente ti sei dimenticato di aggiungere che deve essere anche ricca! Perché sulla terra i soldi contano molto, forse più dell’amore!

Errore imperdonabile…!! Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

L’amore con i soldi conta molto e potrebbe anche durare in eterno.

L’amore senza soldi è un amore fragile che con il passare del tempo vacillerà sempre più sino a scomparire per sempre!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 61°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Se il buon giorno si vede dal mattino!

<Guardate che noi eravamo qui in trepida attesa per una colazione da far evaporare in vostra compagnia…!…!!…!!! Ahahahah…!!> sogghignò Alfonso!

<Ahahahah…!!

Ma dai…?

Chi credi di prendere in giro…?> rispose Isabel.

<Proprio voi che la colazione l’avete già consumata…!!

E che dire….?

Vedendo tutti questi piattini “puliti puliti”,

posso pensarla anche parecchio godereccia..? Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Mmm….. Mi sa che Isabel, come sempre, ha ragione da vendere…!!> replicò Aleandro. Ma dovete sapere che Alfonso da quando ha conosciuto Alex è diventato un uomo brillante e spiritoso come pochi prima di lui, praticamente adesso non lo ferma più nessuno…!! Ahahahah…!!>

<L’ho notato anch’io.> aggiunse Isabel. Che dirvi, già mi andava bene così com’era ma adesso è diventato veramente un gran simpaticone…!!>

<Grazie…?? Ahahahah….!! Ahahahah…!!> replicò Alfonso.

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Non esageriamo, Uahahah…!!.

Comunque mi associo a Isabel perché anch’io vado molto d’accordo con Alfonso, sin dal primo momento che l’ho conosciuto…!!

Ti se proprio un bravo toso, altruista e anca spiritoso!

Uahahah…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Perdonalo Alfonso, ma alle volte Alex è proprio scemo…!!> disse una sorridente Isabel.

Che senza esitazione alcuna si rivolse ad Aleandro per perorare la causa del suo caro e simpatico amico terrestre.

<Posso approfittare di questo felice e fortunato incontro per chiederti un grande favore?>

<Chiedi e ti sarà concesso, mia cara Isabel. Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Alex vorrebbe farsi un giretto sulla Terra!

Giusto per sistemare alcune cose molto importanti che riguardano la sua vita privata.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 62°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Però adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati…..>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

ventunesimo”

Isabel e Alex, già protagonisti all’interno di un grande pensiero terrestre, consumarono la colazione ad una velocità senza precedenti. Appagati, ma anche inebriati di felicità, s’involarono verso l’hangar con la speranza di trovare almeno uno dei due piloti con il quale fissare quell’appuntamento tanto caro ad Alex da metterci il suo cuore.

Per raggiungere l’hangar delle dieci astronavi, a quota meno quarantatré, si doveva scendere di circa ventidue metri

percorrendo una comoda strada appositamente creata sia per i pedoni che per i mezzi di trasporto.

Inevitabile per Alex rivolgere un sentimento al mitico colossale esodo dei cinquantamila! Un brivido pensando alle 250 persone caricate a bordo di ogni singola astronave delle 200 utilizzate…!!

Costretti a vivere situazioni particolari di grande disagio per un’operazione sensazionale che salvò la vita a tutti i kalloxiani.

Epico…!!

Nel frattempo, zigzagandtra le astronavi ordinatamente parcheggiateraggiunsero gli uffici al secondo piano, esattamente come il loro appartamento.

<Salve ragazzi, qual buon vento vi porta qui….. ihihih…??> così si presentò il comandante Erasmo.

<Vento di tramontana…!! Uahahah…!!> rispose il “terrestre”

<Aria di Terra! Vento freddo proveniente da nord…?? Ahahahah…!! C’è qualcosa che posso fare per voi…??> rilanciò quell’erudito di Erasmo.

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Ciao comandante “terrestre”!> rispose Isabel. <Scusaci, ma volevo avvisarti che Alex dovrebbe farsi un bel giretto sulla Terra.

Ci sarebbe da organizzare il viaggio!

Aleandro mi aveva promesso che…….>

Ma fu lo stesso Erasmo ad interromperla…..

<Beh….. Ma io so già tutto…!!

Aleandro mi ha da poco informato di questo viaggio che trovo perfettamente fattibile sin da domani. Una grande opportunità!

Stavo giusto organizzando l’equipaggio: esattamente lo stesso dell’altra volta.

Contenti e felici…??>

<Allora ci sarà anche la simpatica Aikaterine?>

<Certo che sì….. Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Avremo solo Alex come passeggero e cercheremo di riportartelo sano e salvo. A meno di una eventuale, certamente non impossibile, nostalgia terrestre rappresentata

da una bella bionda, intelligente, alta e formosa?>

<Uahahah…!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahahah…… fai ridere anche me e proprio di gusto, caro il mio bel Erasmo>, ribatté Isabel, <semplicemente ti sei dimenticato di aggiungere che deve essere anche ricca! Perché sulla terra i soldi contano molto, forse più dell’amore!

Errore imperdonabile…!! Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

L’amore con i soldi conta molto e potrebbe anche durare in eterno.

L’amore senza soldi è un amore fragile che con il passare del tempo vacillerà sempre più sino a scomparire per sempre!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 61°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Se il buon giorno si vede dal mattino!

<Guardate che noi eravamo qui in trepida attesa per una colazione da far evaporare in vostra compagnia…!…!!…!!! Ahahahah…!!> sogghignò Alfonso!

<Ahahahah…!!

Ma dai…?

Chi credi di prendere in giro…?> rispose Isabel.

<Proprio voi che la colazione l’avete già consumata…!!

E che dire….?

Vedendo tutti questi piattini “puliti puliti”,

posso pensarla anche parecchio godereccia..? Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Mmm….. Mi sa che Isabel, come sempre, ha ragione da vendere…!!> replicò Aleandro. Ma dovete sapere che Alfonso da quando ha conosciuto Alex è diventato un uomo brillante e spiritoso come pochi prima di lui, praticamente adesso non lo ferma più nessuno…!! Ahahahah…!!>

<L’ho notato anch’io.> aggiunse Isabel. Che dirvi, già mi andava bene così com’era ma adesso è diventato veramente un gran simpaticone…!!>

<Grazie…?? Ahahahah….!! Ahahahah…!!> replicò Alfonso.

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Non esageriamo, Uahahah…!!.

Comunque mi associo a Isabel perché anch’io vado molto d’accordo con Alfonso, sin dal primo momento che l’ho conosciuto…!!

Ti se proprio un bravo toso, altruista e anca spiritoso!

Uahahah…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Perdonalo Alfonso, ma alle volte Alex è proprio scemo…!!> disse una sorridente Isabel.

Che senza esitazione alcuna si rivolse ad Aleandro per perorare la causa del suo caro e simpatico amico terrestre.

<Posso approfittare di questo felice e fortunato incontro per chiederti un grande favore?>

<Chiedi e ti sarà concesso, mia cara Isabel. Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Alex vorrebbe farsi un giretto sulla Terra!

Giusto per sistemare alcune cose molto importanti che riguardano la sua vita privata.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 62°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

 

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Però adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati…..>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

ventunesimo”

Isabel e Alex, già protagonisti all’interno di un grande pensiero terrestre, consumarono la colazione ad una velocità senza precedenti. Appagati, ma anche inebriati di felicità, s’involarono verso l’hangar con la speranza di trovare almeno uno dei due piloti con il quale fissare quell’appuntamento tanto caro ad Alex da metterci il suo cuore.

Per raggiungere l’hangar delle dieci astronavi, a quota meno quarantatré, si doveva scendere di circa ventidue metri

percorrendo una comoda strada appositamente creata sia per i pedoni che per i mezzi di trasporto.

Inevitabile per Alex rivolgere un sentimento al mitico colossale esodo dei cinquantamila! Un brivido pensando alle 250 persone caricate a bordo di ogni singola astronave delle 200 utilizzate…!!

Costretti a vivere situazioni particolari di grande disagio per un’operazione sensazionale che salvò la vita a tutti i kalloxiani.

Epico…!!

Nel frattempo, zigzagando tra le astronavi ordinatamente parcheggiate, raggiunsero gli uffici al secondo piano, esattamente come il loro appartamento.

<Salve ragazzi, qual buon vento vi porta qui….. ihihih…??> così si presentò il comandante Erasmo.

<Vento di tramontana…!! Uahahah…!!> rispose il “terrestre”

<Aria di Terra! Vento freddo proveniente da nord…?? Ahahahah…!! C’è qualcosa che posso fare per voi…??> rilanciò quell’erudito di Erasmo.

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Ciao comandante “terrestre”!> rispose Isabel. <Scusaci, ma volevo avvisarti che Alex dovrebbe farsi un bel giretto sulla Terra.

Ci sarebbe da organizzare il viaggio!

Aleandro mi aveva promesso che…….>

Ma fu lo stesso Erasmo ad interromperla…..

<Beh….. Ma io so già tutto…!!

Aleandro mi ha da poco informato di questo viaggio che trovo perfettamente fattibile sin da domani. Una grande opportunità!

Stavo giusto organizzando l’equipaggio: esattamente lo stesso dell’altra volta.

Contenti e felici…??>

<Allora ci sarà anche la simpatica Aikaterine?>

<Certo che sì….. Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Avremo solo Alex come passeggero e cercheremo di riportartelo sano e salvo. A meno di una eventuale, certamente non impossibile, nostalgia terrestre rappresentata

da una bella bionda, intelligente, alta e formosa?>

<Uahahah…!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Ahahahahah…… fai ridere anche me e proprio di gusto, caro il mio bel Erasmo>, ribatté Isabel, <semplicemente ti sei dimenticato di aggiungere che deve essere anche ricca! Perché sulla terra i soldi contano molto, forse più dell’amore!

Errore imperdonabile…!! Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

L’amore con i soldi conta molto e potrebbe anche durare in eterno.

L’amore senza soldi è un amore fragile che con il passare del tempo vacillerà sempre più sino a scomparire per sempre!

<”Cribbio cribbioooo”……impressionante…!!

Certo che alle volte disquisendo sul nulla….. questa Isabel ti salta fuori con un aforisma mica di poco conto….??

Cribbiooooooooo….. Ahahahah…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 61°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Se il buon giorno si vede dal mattino!

<Guardate che noi eravamo qui in trepida attesa per una colazione da far evaporare in vostra compagnia…!…!!…!!! Ahahahah…!!> sogghignò Alfonso!

<Ahahahah…!!

Ma dai…?

Chi credi di prendere in giro…?> rispose Isabel.

<Proprio voi che la colazione l’avete già consumata…!!

E che dire….?

Vedendo tutti questi piattini “puliti puliti”,

posso pensarla anche parecchio godereccia..? Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Mmm….. Mi sa che Isabel, come sempre, ha ragione da vendere…!!> replicò Aleandro. Ma dovete sapere che Alfonso da quando ha conosciuto Alex è diventato un uomo brillante e spiritoso come pochi prima di lui, praticamente adesso non lo ferma più nessuno…!! Ahahahah…!!>

<L’ho notato anch’io.> aggiunse Isabel. Che dirvi, già mi andava bene così com’era ma adesso è diventato veramente un gran simpaticone…!!>

<Grazie…?? Ahahahah….!! Ahahahah…!!> replicò Alfonso.

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Non esageriamo, Uahahah…!!.

Comunque mi associo a Isabel perché anch’io vado molto d’accordo con Alfonso, sin dal primo momento che l’ho conosciuto…!!

Ti se proprio un bravo toso, altruista e anca spiritoso!

Uahahah…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Perdonalo Alfonso, ma alle volte Alex è proprio scemo…!!> disse una sorridente Isabel.

Che senza esitazione alcuna si rivolse ad Aleandro per perorare la causa del suo caro e simpatico amico terrestre.

<Posso approfittare di questo felice e fortunato incontro per chiederti un grande favore?>

<Chiedi e ti sarà concesso, mia cara Isabel. Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Alex vorrebbe farsi un giretto sulla Terra!

Giusto per sistemare alcune cose molto importanti che riguardano la sua vita privata.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 61°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Se il buon giorno si vede dal mattino!

<Guardate che noi eravamo qui in trepida attesa per una colazione da far evaporare in vostra compagnia…!…!!…!!! Ahahahah…!!> sogghignò Alfonso!

<Ahahahah…!!

Ma dai…?

Chi credi di prendere in giro…?> rispose Isabel.

<Proprio voi che la colazione l’avete già consumata…!!

E che dire….?

Vedendo tutti questi piattini “puliti puliti”,

posso pensarla anche parecchio godereccia..? Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Mmm….. Mi sa che Isabel, come sempre, ha ragione da vendere…!!> replicò Aleandro. Ma dovete sapere che Alfonso da quando ha conosciuto Alex è diventato un uomo brillante e spiritoso come pochi prima di lui, praticamente adesso non lo ferma più nessuno…!! Ahahahah…!!>

<L’ho notato anch’io.> aggiunse Isabel. Che dirvi, già mi andava bene così com’era ma adesso è diventato veramente un gran simpaticone…!!>

<Grazie…?? Ahahahah….!! Ahahahah…!!> replicò Alfonso.

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Non esageriamo, Uahahah…!!.

Comunque mi associo a Isabel perché anch’io vado molto d’accordo con Alfonso, sin dal primo momento che l’ho conosciuto…!!

Ti se proprio un bravo toso, altruista e anca spiritoso!

Uahahah…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Perdonalo Alfonso, ma alle volte Alex è proprio scemo…!!> disse una sorridente Isabel.

Che senza esitazione alcuna si rivolse ad Aleandro per perorare la causa del suo caro e simpatico amico terrestre.

<Posso approfittare di questo felice e fortunato incontro per chiederti un grande favore?>

<Chiedi e ti sarà concesso, mia cara Isabel. Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Alex vorrebbe farsi un giretto sulla Terra!

Giusto per sistemare alcune cose molto importanti che riguardano la sua vita privata.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 60°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Simpaticamente impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Ma non finisce qui.

Mi sono venute per la mente certe idee del tipo:

mettiamo delle scritte??

Una sopra l’entrata della galleria:

Galleria Oroset”.

Mentre sul cappello della porta che ti apre l’appartamento:

Casa Oroset”.

E sempre all’entrata della galleria ci starebbe a pennello una bella porta scorrevole?>

<Idee più che brillanti…!!> disse Alfonso. <Certamente ti renderanno meglio la visibilità.>

<In seguito ci lavoreremo ancora per portare ulteriori miglioramenti, vedi quelle porte così basse che andrebbero alzate. Lo stesso dicasi per l’arco a metà galleria?> aggiunse Aleandro.

<Io sono d’accordo sull’ingrandimento dell’arco nella galleria perché è evidente che lo si dovrà attraversare di frequente.> rispose Luminor. <Gli stessi controller che sicuramente porteranno il loro servizio anche da quelle parti. Mentre per il museo la musica mi suona ben diversa. Saremo principalmente noi sette a viverci buona parte del tempo e non i visitatori che si recheranno in quel posto per poco più di un istante!

Sono questi i giusti presupposti che permetteranno di esaltare quella splendida realtà orosetiana dove i veri protagonisti non superavano il metro e trenta. Pertanto quelle…… sono le porte di casa Oroset e guai a toccarle…?? Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Tutto questo anche per il rispetto che dobbiamo portare nei confronti degli ex inquilini.

Comunque ti volevo confessare, anche a nome dei miei fratelli, che il museo ci potrebbe rappresentare come un nuovo e stimolante percorso di vita.>

<Ma è esattamente quello che ci siamo auspicati noi tutti…!!> annuì Aleandro!

<Per i lavori ci affideremo alle squadre specializzate. Mentre per il resto condivido in pieno la tua tesi di lasciare esattamente tale e quale com’è, crimos compresi.

Più la scena sarà realistica e meglio ci si potrà rendere conto delle condizioni nelle quali erano comunque riusciti a sopravvivere per anni.

L’ambiente lo si potrà ulteriormente impreziosire con delle bacheche dove esporre il meglio che c’è.

Sicuramente il documento più importante: la traduzione del diario!

Non c’è che dire: siamo un laboratorio di trovate creative

che strada facendo dovranno esplodere una dopo l’altra…..>

<Le bacheche vanno benissimo. Aggiungiamo anche dei monitor attraverso i quali poter visionare il materiale lasciatoci in eredità!> aggiunse Alfonso.

<Eppoi non ci dobbiamo dimenticare tutta quella segnaletica che dovrà impedire ai visitatori un loro clamoroso smarrimento,

evitandoci così di organizzare rischiose spedizioni del tipo:

alla ricerca dei dispersi…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!> concluse uno spiritoso Aleandro.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! grazie cari, non avrei mai osato tanto, siete uomini buoni e generosi, come del resto lo sono tutti i selenesi.

E’ così che ci si comporta tra….. pers…..> affermò Luminor.

<Okay okay, fratello mio! Va tutto bene…!!> rispose Aleandro.

<Ahahahah…!! Okay okay, anche per me “fratello mio”> aggiunse Alfonso.

Ciononostante tutto quel chiacchierio la loro dedizione verso le rispettive colazioni non venne certamente meno. Non fu un caso se la realtà commestibile traghettò nel virtuale, tanto che sul tavolo non ne rimase una briciola.

Nel frattempo anche Isabel e Alex decisero di consumare la loro esclusiva colazione al Bar Centrale.

Notarono con grande soddisfazione quell’allegro sbracciare di Aleandro e i suoi due amici che se ne stavano comodamente seduti con evidenti i segni di chi aveva già soddisfatto il proprio stomaco anche in maniera smodata…..

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 61°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Se il buon giorno si vede dal mattino!

<Guardate che noi eravamo qui in trepida attesa per una colazione da far evaporare in vostra compagnia…!…!!…!!! Ahahahah…!!> sogghignò Alfonso!

<Ahahahah…!!

Ma dai…?

Chi credi di prendere in giro…?> rispose Isabel.

<Proprio voi che la colazione l’avete già consumata…!!

E che dire….?

Vedendo tutti questi piattini “puliti puliti”,

posso pensarla anche parecchio godereccia..? Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Mmm….. Mi sa che Isabel, come sempre, ha ragione da vendere…!!> replicò Aleandro. Ma dovete sapere che Alfonso da quando ha conosciuto Alex è diventato un uomo brillante e spiritoso come pochi prima di lui, praticamente adesso non lo ferma più nessuno…!! Ahahahah…!!>

<L’ho notato anch’io.> aggiunse Isabel. Che dirvi, già mi andava bene così com’era ma adesso è diventato veramente un gran simpaticone…!!>

<Grazie…?? Ahahahah….!! Ahahahah…!!> replicò Alfonso.

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Non esageriamo, Uahahah…!!.

Comunque mi associo a Isabel perché anch’io vado molto d’accordo con Alfonso, sin dal primo momento che l’ho conosciuto…!!

Ti se proprio un bravo toso, altruista e anca spiritoso!

Uahahah…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Perdonalo Alfonso, ma alle volte Alex è proprio scemo…!!> disse una sorridente Isabel.

Che senza esitazione alcuna si rivolse ad Aleandro per perorare la causa del suo caro e simpatico amico terrestre.

<Posso approfittare di questo felice e fortunato incontro per chiederti un grande favore?>

<Chiedi e ti sarà concesso, mia cara Isabel. Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Alex vorrebbe farsi un giretto sulla Terra!

Giusto per sistemare alcune cose molto importanti che riguardano la sua vita privata.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 60°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Simpaticamente impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Ma non finisce qui.

Mi sono venute per la mente certe idee del tipo:

mettiamo delle scritte??

Una sopra l’entrata della galleria:

Galleria Oroset”.

Mentre sul cappello della porta che ti apre l’appartamento:

Casa Oroset”.

E sempre all’entrata della galleria ci starebbe a pennello una bella porta scorrevole?>

<Idee più che brillanti…!!> disse Alfonso. <Certamente ti renderanno meglio la visibilità.>

<In seguito ci lavoreremo ancora per portare ulteriori miglioramenti, vedi quelle porte così basse che andrebbero alzate. Lo stesso dicasi per l’arco a metà galleria?> aggiunse Aleandro.

<Io sono d’accordo sull’ingrandimento dell’arco nella galleria perché è evidente che lo si dovrà attraversare di frequente.> rispose Luminor. <Gli stessi controller che sicuramente porteranno il loro servizio anche da quelle parti. Mentre per il museo la musica mi suona ben diversa. Saremo principalmente noi sette a viverci buona parte del tempo e non i visitatori che si recheranno in quel posto per poco più di un istante!

Sono questi i giusti presupposti che permetteranno di esaltare quella splendida realtà orosetiana dove i veri protagonisti non superavano il metro e trenta. Pertanto quelle…… sono le porte di casa Oroset e guai a toccarle…?? Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Tutto questo anche per il rispetto che dobbiamo portare nei confronti degli ex inquilini.

Comunque ti volevo confessare, anche a nome dei miei fratelli, che il museo ci potrebbe rappresentare come un nuovo e stimolante percorso di vita.>

<Ma è esattamente quello che ci siamo auspicati noi tutti…!!> annuì Aleandro!

<Per i lavori ci affideremo alle squadre specializzate. Mentre per il resto condivido in pieno la tua tesi di lasciare esattamente tale e quale com’è, crimos compresi.

Più la scena sarà realistica e meglio ci si potrà rendere conto delle condizioni nelle quali erano comunque riusciti a sopravvivere per anni.

L’ambiente lo si potrà ulteriormente impreziosire con delle bacheche dove esporre il meglio che c’è.

Sicuramente il documento più importante: la traduzione del diario!

Non c’è che dire: siamo un laboratorio di trovate creative

che strada facendo dovranno esplodere una dopo l’altra…..>

<Le bacheche vanno benissimo. Aggiungiamo anche dei monitor attraverso i quali poter visionare il materiale lasciatoci in eredità!> aggiunse Alfonso.

<Eppoi non ci dobbiamo dimenticare tutta quella segnaletica che dovrà impedire ai visitatori un loro clamoroso smarrimento,

evitandoci così di organizzare rischiose spedizioni del tipo:

alla ricerca dei dispersi…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!> concluse uno spiritoso Aleandro.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! grazie cari, non avrei mai osato tanto, siete uomini buoni e generosi, come del resto lo sono tutti i selenesi.

E’ così che ci si comporta tra….. pers…..> affermò Luminor.

<Okay okay, fratello mio! Va tutto bene…!!> rispose Aleandro.

<Ahahahah…!! Okay okay, anche per me “fratello mio”> aggiunse Alfonso.

Ciononostante tutto quel chiacchierio la loro dedizione verso le rispettive colazioni non venne certamente meno. Non fu un caso se la realtà commestibile traghettò nel virtuale, tanto che sul tavolo non ne rimase una briciola.

Nel frattempo anche Isabel e Alex decisero di consumare la loro esclusiva colazione al Bar Centrale.

Notarono con grande soddisfazione quell’allegro sbracciare di Aleandro e i suoi due amici che se ne stavano comodamente seduti con evidenti i segni di chi aveva già soddisfatto il proprio stomaco anche in maniera smodata…..

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 61°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Se il buon giorno si vede dal mattino!

<Guardate che noi eravamo qui in trepida attesa per una colazione da far evaporare in vostra compagnia…!…!!…!!! Ahahahah…!!> sogghignò Alfonso!

<Ahahahah…!!

Ma dai…?

Chi credi di prendere in giro…?> rispose Isabel.

<Proprio voi che la colazione l’avete già consumata…!!

E che dire….?

Vedendo tutti questi piattini “puliti puliti”,

posso pensarla anche parecchio godereccia..? Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Mmm….. Mi sa che Isabel, come sempre, ha ragione da vendere…!!> replicò Aleandro. Ma dovete sapere che Alfonso da quando ha conosciuto Alex è diventato un uomo brillante e spiritoso come pochi prima di lui, praticamente adesso non lo ferma più nessuno…!! Ahahahah…!!>

<L’ho notato anch’io.> aggiunse Isabel. Che dirvi, già mi andava bene così com’era ma adesso è diventato veramente un gran simpaticone…!!>

<Grazie…?? Ahahahah….!! Ahahahah…!!> replicò Alfonso.

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Non esageriamo, Uahahah…!!.

Comunque mi associo a Isabel perché anch’io vado molto d’accordo con Alfonso, sin dal primo momento che l’ho conosciuto…!!

Ti se proprio un bravo toso, altruista e anca spiritoso!

Uahahah…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Perdonalo Alfonso, ma alle volte Alex è proprio scemo…!!> disse una sorridente Isabel.

Che senza esitazione alcuna si rivolse ad Aleandro per perorare la causa del suo caro e simpatico amico terrestre.

<Posso approfittare di questo felice e fortunato incontro per chiederti un grande favore?>

<Chiedi e ti sarà concesso, mia cara Isabel. Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Alex vorrebbe farsi un giretto sulla Terra!

Giusto per sistemare alcune cose molto importanti che riguardano la sua vita privata.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 60°)

Felice Tolfo 

seguito:

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Simpaticamente impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Ma non finisce qui.

Mi sono venute per la mente certe idee del tipo:

mettiamo delle scritte??

Una sopra l’entrata della galleria:

Galleria Oroset”.

Mentre sul cappello della porta che ti apre l’appartamento:

Casa Oroset”.

E sempre all’entrata della galleria ci starebbe a pennello una bella porta scorrevole?>

<Idee più che brillanti…!!> disse Alfonso. <Certamente ti renderanno meglio la visibilità.>

<In seguito ci lavoreremo ancora per portare ulteriori miglioramenti, vedi quelle porte così basse che andrebbero alzate. Lo stesso dicasi per l’arco a metà galleria?> aggiunse Aleandro.

<Io sono d’accordo sull’ingrandimento dell’arco nella galleria perché è evidente che lo si dovrà attraversare di frequente.> rispose Luminor. <Gli stessi controller che sicuramente porteranno il loro servizio anche da quelle parti. Mentre per il museo la musica mi suona ben diversa. Saremo principalmente noi sette a viverci buona parte del tempo e non i visitatori che si recheranno in quel posto per poco più di un istante!

Sono questi i giusti presupposti che permetteranno di esaltare quella splendida realtà orosetiana dove i veri protagonisti non superavano il metro e trenta. Pertanto quelle…… sono le porte di casa Oroset e guai a toccarle…?? Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Tutto questo anche per il rispetto che dobbiamo portare nei confronti degli ex inquilini.

Comunque ti volevo confessare, anche a nome dei miei fratelli, che il museo ci potrebbe rappresentare come un nuovo e stimolante percorso di vita.>

<Ma è esattamente quello che ci siamo auspicati noi tutti…!!> annuì Aleandro!

<Per i lavori ci affideremo alle squadre specializzate. Mentre per il resto condivido in pieno la tua tesi di lasciare esattamente tale e quale com’è, crimos compresi.

Più la scena sarà realistica e meglio ci si potrà rendere conto delle condizioni nelle quali erano comunque riusciti a sopravvivere per anni.

L’ambiente lo si potrà ulteriormente impreziosire con delle bacheche dove esporre il meglio che c’è.

Sicuramente il documento più importante: la traduzione del diario!

Non c’è che dire: siamo un laboratorio di trovate creative

che strada facendo dovranno esplodere una dopo l’altra…..>

<Le bacheche vanno benissimo. Aggiungiamo anche dei monitor attraverso i quali poter visionare il materiale lasciatoci in eredità!> aggiunse Alfonso.

<Eppoi non ci dobbiamo dimenticare tutta quella segnaletica che dovrà impedire ai visitatori un loro clamoroso smarrimento,

evitandoci così di organizzare rischiose spedizioni del tipo:

alla ricerca dei dispersi…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!> concluse uno spiritoso Aleandro.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! grazie cari, non avrei mai osato tanto, siete uomini buoni e generosi, come del resto lo sono tutti i selenesi.

E’ così che ci si comporta tra….. pers…..> affermò Luminor.

<Okay okay, fratello mio! Va tutto bene…!!> rispose Aleandro.

<Ahahahah…!! Okay okay, anche per me “fratello mio”> aggiunse Alfonso.

Ciononostante tutto quel chiacchierio la loro dedizione verso le rispettive colazioni non venne certamente meno. Non fu un caso se la realtà commestibile traghettò nel virtuale, tanto che sul tavolo non ne rimase una briciola.

Nel frattempo anche Isabel e Alex decisero di consumare la loro esclusiva colazione al Bar Centrale.

Notarono con grande soddisfazione quell’allegro sbracciare di Aleandro e i suoi due amici che se ne stavano comodamente seduti con evidenti i segni di chi aveva già soddisfatto il proprio stomaco anche in maniera smodata…..

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 61°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Se il buon giorno si vede dal mattino!

<Guardate che noi eravamo qui in trepida attesa per una colazione da far evaporare in vostra compagnia…!…!!…!!! Ahahahah…!!> sogghignò Alfonso!

<Ahahahah…!!

Ma dai…?

Chi credi di prendere in giro…?> rispose Isabel.

<Proprio voi che la colazione l’avete già consumata…!!

E che dire….?

Vedendo tutti questi piattini “puliti puliti”,

posso pensarla anche parecchio godereccia..? Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Mmm….. Mi sa che Isabel, come sempre, ha ragione da vendere…!!> replicò Aleandro. Ma dovete sapere che Alfonso da quando ha conosciuto Alex è diventato un uomo brillante e spiritoso come pochi prima di lui, praticamente adesso non lo ferma più nessuno…!! Ahahahah…!!>

<L’ho notato anch’io.> aggiunse Isabel. Che dirvi, già mi andava bene così com’era ma adesso è diventato veramente un gran simpaticone…!!>

<Grazie…?? Ahahahah….!! Ahahahah…!!> replicò Alfonso.

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Non esageriamo, Uahahah…!!.

Comunque mi associo a Isabel perché anch’io vado molto d’accordo con Alfonso, sin dal primo momento che l’ho conosciuto…!!

Ti se proprio un bravo toso, altruista e anca spiritoso!

Uahahah…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Perdonalo Alfonso, ma alle volte Alex è proprio scemo…!!> disse una sorridente Isabel.

Che senza esitazione alcuna si rivolse ad Aleandro per perorare la causa del suo caro e simpatico amico terrestre.

<Posso approfittare di questo felice e fortunato incontro per chiederti un grande favore?>

<Chiedi e ti sarà concesso, mia cara Isabel. Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Alex vorrebbe farsi un giretto sulla Terra!

Giusto per sistemare alcune cose molto importanti che riguardano la sua vita privata.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 60°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Simpaticamente impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Ma non finisce qui.

Mi sono venute per la mente certe idee del tipo:

mettiamo delle scritte??

Una sopra l’entrata della galleria:

Galleria Oroset”.

Mentre sul cappello della porta che ti apre l’appartamento:

Casa Oroset”.

E sempre all’entrata della galleria ci starebbe a pennello una bella porta scorrevole?>

<Idee più che brillanti…!!> disse Alfonso. <Certamente ti renderanno meglio la visibilità.>

<In seguito ci lavoreremo ancora per portare ulteriori miglioramenti, vedi quelle porte così basse che andrebbero alzate. Lo stesso dicasi per l’arco a metà galleria?> aggiunse Aleandro.

<Io sono d’accordo sull’ingrandimento dell’arco nella galleria perché è evidente che lo si dovrà attraversare di frequente.> rispose Luminor. <Gli stessi controller che sicuramente porteranno il loro servizio anche da quelle parti. Mentre per il museo la musica mi suona ben diversa. Saremo principalmente noi sette a viverci buona parte del tempo e non i visitatori che si recheranno in quel posto per poco più di un istante!

Sono questi i giusti presupposti che permetteranno di esaltare quella splendida realtà orosetiana dove i veri protagonisti non superavano il metro e trenta. Pertanto quelle…… sono le porte di casa Oroset e guai a toccarle…?? Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Tutto questo anche per il rispetto che dobbiamo portare nei confronti degli ex inquilini.

Comunque ti volevo confessare, anche a nome dei miei fratelli, che il museo ci potrebbe rappresentare come un nuovo e stimolante percorso di vita.>

<Ma è esattamente quello che ci siamo auspicati noi tutti…!!> annuì Aleandro!

<Per i lavori ci affideremo alle squadre specializzate. Mentre per il resto condivido in pieno la tua tesi di lasciare esattamente tale e quale com’è, crimos compresi.

Più la scena sarà realistica e meglio ci si potrà rendere conto delle condizioni nelle quali erano comunque riusciti a sopravvivere per anni.

L’ambiente lo si potrà ulteriormente impreziosire con delle bacheche dove esporre il meglio che c’è.

Sicuramente il documento più importante: la traduzione del diario!

Non c’è che dire: siamo un laboratorio di trovate creative

che strada facendo dovranno esplodere una dopo l’altra…..>

<Le bacheche vanno benissimo. Aggiungiamo anche dei monitor attraverso i quali poter visionare il materiale lasciatoci in eredità!> aggiunse Alfonso.

<Eppoi non ci dobbiamo dimenticare tutta quella segnaletica che dovrà impedire ai visitatori un loro clamoroso smarrimento,

evitandoci così di organizzare rischiose spedizioni del tipo:

alla ricerca dei dispersi…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!> concluse uno spiritoso Aleandro.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! grazie cari, non avrei mai osato tanto, siete uomini buoni e generosi, come del resto lo sono tutti i selenesi.

E’ così che ci si comporta tra….. pers…..> affermò Luminor.

<Okay okay, fratello mio! Va tutto bene…!!> rispose Aleandro.

<Ahahahah…!! Okay okay, anche per me “fratello mio”> aggiunse Alfonso.

Ciononostante tutto quel chiacchierio la loro dedizione verso le rispettive colazioni non venne certamente meno. Non fu un caso se la realtà commestibile traghettò nel virtuale, tanto che sul tavolo non ne rimase una briciola.

Nel frattempo anche Isabel e Alex decisero di consumare la loro esclusiva colazione al Bar Centrale.

Notarono con grande soddisfazione quell’allegro sbracciare di Aleandro e i suoi due amici che se ne stavano comodamente seduti con evidenti i segni di chi aveva già soddisfatto il proprio stomaco anche in maniera smodata…..

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 61°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

Se il buon giorno si vede dal mattino!

<Guardate che noi eravamo qui in trepida attesa per una colazione da far evaporare in vostra compagnia…!…!!…!!! Ahahahah…!!> sogghignò Alfonso!

<Ahahahah…!!

Ma dai…?

Chi credi di prendere in giro…?> rispose Isabel.

<Proprio voi che la colazione l’avete già consumata…!!

E che dire….?

Vedendo tutti questi piattini “puliti puliti”,

posso pensarla anche parecchio godereccia..? Ahahahah…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Mmm….. Mi sa che Isabel, come sempre, ha ragione da vendere…!!> replicò Aleandro. Ma dovete sapere che Alfonso da quando ha conosciuto Alex è diventato un uomo brillante e spiritoso come pochi prima di lui, praticamente adesso non lo ferma più nessuno…!! Ahahahah…!!>

<L’ho notato anch’io.> aggiunse Isabel. Che dirvi, già mi andava bene così com’era ma adesso è diventato veramente un gran simpaticone…!!>

<Grazie…?? Ahahahah….!! Ahahahah…!!> replicò Alfonso.

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Non esageriamo, Uahahah…!!.

Comunque mi associo a Isabel perché anch’io vado molto d’accordo con Alfonso, sin dal primo momento che l’ho conosciuto…!!

Ti se proprio un bravo toso, altruista e anca spiritoso!

Uahahah…!! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Perdonalo Alfonso, ma alle volte Alex è proprio scemo…!!> disse una sorridente Isabel.

Che senza esitazione alcuna si rivolse ad Aleandro per perorare la causa del suo caro e simpatico amico terrestre.

<Posso approfittare di questo felice e fortunato incontro per chiederti un grande favore?>

<Chiedi e ti sarà concesso, mia cara Isabel. Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!!

<Alex vorrebbe farsi un giretto sulla Terra!

Giusto per sistemare alcune cose molto importanti che riguardano la sua vita privata.

Si può fare?>

<Si può fare, anzi si deve…!!

E se volete potete accordarvi sin d’ora con i piloti, che guarda la felice combinazione sono gli stessi dell’altra volta.>

<Grazie Aleandro!>

<Sono contento per Alex ma anche per te Isabel. Avviso subito il comandante Erasmo!

Adesso lasciamo in santa pace questi due piccioncini affamati.>

<Troppo, troppo buoni…!!> risposero in coro i due innamorati.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 60°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Simpaticamente impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Ma non finisce qui.

Mi sono venute per la mente certe idee del tipo:

mettiamo delle scritte??

Una sopra l’entrata della galleria:

Galleria Oroset”.

Mentre sul cappello della porta che ti apre l’appartamento:

Casa Oroset”.

E sempre all’entrata della galleria ci starebbe a pennello una bella porta scorrevole?>

<Idee più che brillanti…!!> disse Alfonso. <Certamente ti renderanno meglio la visibilità.>

<In seguito ci lavoreremo ancora per portare ulteriori miglioramenti, vedi quelle porte così basse che andrebbero alzate. Lo stesso dicasi per l’arco a metà galleria?> aggiunse Aleandro.

<Io sono d’accordo sull’ingrandimento dell’arco nella galleria perché è evidente che lo si dovrà attraversare di frequente.> rispose Luminor. <Gli stessi controller che sicuramente porteranno il loro servizio anche da quelle parti. Mentre per il museo la musica mi suona ben diversa. Saremo principalmente noi sette a viverci buona parte del tempo e non i visitatori che si recheranno in quel posto per poco più di un istante!

Sono questi i giusti presupposti che permetteranno di esaltare quella splendida realtà orosetiana dove i veri protagonisti non superavano il metro e trenta. Pertanto quelle…… sono le porte di casa Oroset e guai a toccarle…?? Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Tutto questo anche per il rispetto che dobbiamo portare nei confronti degli ex inquilini.

Comunque ti volevo confessare, anche a nome dei miei fratelli, che il museo ci potrebbe rappresentare come un nuovo e stimolante percorso di vita.>

<Ma è esattamente quello che ci siamo auspicati noi tutti…!!> annuì Aleandro!

<Per i lavori ci affideremo alle squadre specializzate. Mentre per il resto condivido in pieno la tua tesi di lasciare esattamente tale e quale com’è, crimos compresi.

Più la scena sarà realistica e meglio ci si potrà rendere conto delle condizioni nelle quali erano comunque riusciti a sopravvivere per anni.

L’ambiente lo si potrà ulteriormente impreziosire con delle bacheche dove esporre il meglio che c’è.

Sicuramente il documento più importante: la traduzione del diario!

Non c’è che dire: siamo un laboratorio di trovate creative

che strada facendo dovranno esplodere una dopo l’altra…..>

<Le bacheche vanno benissimo. Aggiungiamo anche dei monitor attraverso i quali poter visionare il materiale lasciatoci in eredità!> aggiunse Alfonso.

<Eppoi non ci dobbiamo dimenticare tutta quella segnaletica che dovrà impedire ai visitatori un loro clamoroso smarrimento,

evitandoci così di organizzare rischiose spedizioni del tipo:

alla ricerca dei dispersi…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!> concluse uno spiritoso Aleandro.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! grazie cari, non avrei mai osato tanto, siete uomini buoni e generosi, come del resto lo sono tutti i selenesi.

E’ così che ci si comporta tra….. pers…..> affermò Luminor.

<Okay okay, fratello mio! Va tutto bene…!!> rispose Aleandro.

<Ahahahah…!! Okay okay, anche per me “fratello mio”> aggiunse Alfonso.

Ciononostante tutto quel chiacchierio la loro dedizione verso le rispettive colazioni non venne certamente meno. Non fu un caso se la realtà commestibile traghettò nel virtuale, tanto che sul tavolo non ne rimase una briciola.

Nel frattempo anche Isabel e Alex decisero di consumare la loro esclusiva colazione al Bar Centrale.

Notarono con grande soddisfazione quell’allegro sbracciare di Aleandro e i suoi due amici che se ne stavano comodamente seduti con evidenti i segni di chi aveva già soddisfatto il proprio stomaco anche in maniera smodata…..

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 59°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

<Mamma mia!

Mi fai impressione ……………!!

Per l’intera durata della nostra vita…??

Dai su che scherzavo….!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Scherza, scherza sempre tu. Ma stai attento perché alle volte ti può succedere che scherzando con il fuoco rischi anche di bruciarti…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Domanda seria: ma allora vuoi veramente restare con me per tutta la vita…??>

<Eh certo che sì…!! E con chi altra sennò…??>

<Oh…… amore mioooooooo…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Ma perché ci viene sempre da ridere anche nei momenti….. seri…??> chiese Isabel.

<Perché noi siamo persone normalmente allegre e ben disposte….. Uahahah…!!> rispose Alex.

Dopo essersi abbracciati come meglio non potevano, si trasferirono sul loro magico lettone testimone perfetto di un amore che stava per diventare veramente grande.

Si amarono con tale forza e soavità che l’impavido Morfeo faticò per impossessarsi di entrambi.

Accarezzarsi e dormire in pace….

15 settembre

Ultimo dei quattordici giorni di buio

Bar Centrale, ore 9,00.

Luminor, Aleandro e Alfonso seduti attorno ad un semplice tavolo rotondo. Un piccolo tavolo se rapportato al loro prediletto con la panca al posto delle sedie.

Ordinazione: colazione completa per tre!

Nell’attesa voglio raccontarvi del lavoro sin qui realizzato….> aprì subito Luminor.

<Ma che simpatico che sei Luminor, dai….. sono proprio curioso di sapere cosa avete fatto di bello e di buono! Ahahahah…!!> ribatté Alfonso.

<Ahahahah…!! Perdonalo perché da quando frequenta Alex ne sta assorbendo la sua sin troppo divertente ironia…!!>

<Fantastico…!! Il bicchiere mezzo pieno di Alex è proprio un gran bell’esempio di positività contagiosa…..> riprese Luminor.

<Allora, esattamente ieri abbiamo tumulato i fratelli nel cimitero a noi dedicato…..>

Nel frattempo arrivarono le colazioni: tre cappuccini con diverse calde brioche.

<Bravi!> disse Aleandro. <Praticamente li avete inseriti all’interno dei fori praticati nella roccia, esattamente come gli altri?>

<Vero…!! Tutte le tombe sono già in perfetto ordine con le loro lapidi complete di fotografia, nome, data di nascita e di morte. Alla pari delle altre ventuno salme.>

<E i vostri personalissimi fori…??>

<Eseguiti anche quelli…!!

Ora, passando a cose decisamente meno tristi…..>

<Attento Luminor, stai attento a quello che stai per dire…?? Ahahahah…> aggiunse un divertito Alfonso.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Cercherò di dare il meglio di me stesso….. Ahahahah…!!

Comunque volevo raccontarvi della fortunata scoperta che abbiamo fatto ieri pomeriggio nell’individuare la loro discarica…..

Nient’altro che una grossa buca ricavata sul pavimento nell’angolo più estremo della stanza dei bottoni.

Non era stata notata prima perché la vigliacca se ne stava nascosta sotto una grande lastra di alluminio.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 60°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Simpaticamente impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Ma non finisce qui.

Mi sono venute per la mente certe idee del tipo:

mettiamo delle scritte??

Una sopra l’entrata della galleria:

Galleria Oroset”.

Mentre sul cappello della porta che ti apre l’appartamento:

Casa Oroset”.

E sempre all’entrata della galleria ci starebbe a pennello una bella porta scorrevole?>

<Idee più che brillanti…!!> disse Alfonso. <Certamente ti renderanno meglio la visibilità.>

<In seguito ci lavoreremo ancora per portare ulteriori miglioramenti, vedi quelle porte così basse che andrebbero alzate. Lo stesso dicasi per l’arco a metà galleria?> aggiunse Aleandro.

<Io sono d’accordo sull’ingrandimento dell’arco nella galleria perché è evidente che lo si dovrà attraversare di frequente.> rispose Luminor. <Gli stessi controller che sicuramente porteranno il loro servizio anche da quelle parti. Mentre per il museo la musica mi suona ben diversa. Saremo principalmente noi sette a viverci buona parte del tempo e non i visitatori che si recheranno in quel posto per poco più di un istante!

Sono questi i giusti presupposti che permetteranno di esaltare quella splendida realtà orosetiana dove i veri protagonisti non superavano il metro e trenta. Pertanto quelle…… sono le porte di casa Oroset e guai a toccarle…?? Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Tutto questo anche per il rispetto che dobbiamo portare nei confronti degli ex inquilini.

Comunque ti volevo confessare, anche a nome dei miei fratelli, che il museo ci potrebbe rappresentare come un nuovo e stimolante percorso di vita.>

<Ma è esattamente quello che ci siamo auspicati noi tutti…!!> annuì Aleandro!

<Per i lavori ci affideremo alle squadre specializzate. Mentre per il resto condivido in pieno la tua tesi di lasciare esattamente tale e quale com’è, crimos compresi.

Più la scena sarà realistica e meglio ci si potrà rendere conto delle condizioni nelle quali erano comunque riusciti a sopravvivere per anni.

L’ambiente lo si potrà ulteriormente impreziosire con delle bacheche dove esporre il meglio che c’è.

Sicuramente il documento più importante: la traduzione del diario!

Non c’è che dire: siamo un laboratorio di trovate creative

che strada facendo dovranno esplodere una dopo l’altra…..>

<Le bacheche vanno benissimo. Aggiungiamo anche dei monitor attraverso i quali poter visionare il materiale lasciatoci in eredità!> aggiunse Alfonso.

<Eppoi non ci dobbiamo dimenticare tutta quella segnaletica che dovrà impedire ai visitatori un loro clamoroso smarrimento,

evitandoci così di organizzare rischiose spedizioni del tipo:

alla ricerca dei dispersi…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!> concluse uno spiritoso Aleandro.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! grazie cari, non avrei mai osato tanto, siete uomini buoni e generosi, come del resto lo sono tutti i selenesi.

E’ così che ci si comporta tra….. pers…..> affermò Luminor.

<Okay okay, fratello mio! Va tutto bene…!!> rispose Aleandro.

<Ahahahah…!! Okay okay, anche per me “fratello mio”> aggiunse Alfonso.

Ciononostante tutto quel chiacchierio la loro dedizione verso le rispettive colazioni non venne certamente meno. Non fu un caso se la realtà commestibile traghettò nel virtuale, tanto che sul tavolo non ne rimase una briciola.

Nel frattempo anche Isabel e Alex decisero di consumare la loro esclusiva colazione al Bar Centrale.

Notarono con grande soddisfazione quell’allegro sbracciare di Aleandro e i suoi due amici che se ne stavano comodamente seduti con evidenti i segni di chi aveva già soddisfatto il proprio stomaco anche in maniera smodata…..

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 59°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

<Mamma mia!

Mi fai impressione ……………!!

Per l’intera durata della nostra vita…??

Dai su che scherzavo….!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Scherza, scherza sempre tu. Ma stai attento perché alle volte ti può succedere che scherzando con il fuoco rischi anche di bruciarti…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Domanda seria: ma allora vuoi veramente restare con me per tutta la vita…??>

<Eh certo che sì…!! E con chi altra sennò…??>

<Oh…… amore mioooooooo…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Ma perché ci viene sempre da ridere anche nei momenti….. seri…??> chiese Isabel.

<Perché noi siamo persone normalmente allegre e ben disposte….. Uahahah…!!> rispose Alex.

Dopo essersi abbracciati come meglio non potevano, si trasferirono sul loro magico lettone testimone perfetto di un amore che stava per diventare veramente grande.

Si amarono con tale forza e soavità che l’impavido Morfeo faticò per impossessarsi di entrambi.

Accarezzarsi e dormire in pace….

15 settembre

Ultimo dei quattordici giorni di buio

Bar Centrale, ore 9,00.

Luminor, Aleandro e Alfonso seduti attorno ad un semplice tavolo rotondo. Un piccolo tavolo se rapportato al loro prediletto con la panca al posto delle sedie.

Ordinazione: colazione completa per tre!

Nell’attesa voglio raccontarvi del lavoro sin qui realizzato….> aprì subito Luminor.

<Ma che simpatico che sei Luminor, dai….. sono proprio curioso di sapere cosa avete fatto di bello e di buono! Ahahahah…!!> ribatté Alfonso.

<Ahahahah…!! Perdonalo perché da quando frequenta Alex ne sta assorbendo la sua sin troppo divertente ironia…!!>

<Fantastico…!! Il bicchiere mezzo pieno di Alex è proprio un gran bell’esempio di positività contagiosa…..> riprese Luminor.

<Allora, esattamente ieri abbiamo tumulato i fratelli nel cimitero a noi dedicato…..>

Nel frattempo arrivarono le colazioni: tre cappuccini con diverse calde brioche.

<Bravi!> disse Aleandro. <Praticamente li avete inseriti all’interno dei fori praticati nella roccia, esattamente come gli altri?>

<Vero…!! Tutte le tombe sono già in perfetto ordine con le loro lapidi complete di fotografia, nome, data di nascita e di morte. Alla pari delle altre ventuno salme.>

<E i vostri personalissimi fori…??>

<Eseguiti anche quelli…!!

Ora, passando a cose decisamente meno tristi…..>

<Attento Luminor, stai attento a quello che stai per dire…?? Ahahahah…> aggiunse un divertito Alfonso.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Cercherò di dare il meglio di me stesso….. Ahahahah…!!

Comunque volevo raccontarvi della fortunata scoperta che abbiamo fatto ieri pomeriggio nell’individuare la loro discarica…..

Nient’altro che una grossa buca ricavata sul pavimento nell’angolo più estremo della stanza dei bottoni.

Non era stata notata prima perché la vigliacca se ne stava nascosta sotto una grande lastra di alluminio.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 60°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Simpaticamente impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Ma non finisce qui.

Mi sono venute per la mente certe idee del tipo:

mettiamo delle scritte??

Una sopra l’entrata della galleria:

Galleria Oroset”.

Mentre sul cappello della porta che ti apre l’appartamento:

Casa Oroset”.

E sempre all’entrata della galleria ci starebbe a pennello una bella porta scorrevole?>

<Idee più che brillanti…!!> disse Alfonso. <Certamente ti renderanno meglio la visibilità.>

<In seguito ci lavoreremo ancora per portare ulteriori miglioramenti, vedi quelle porte così basse che andrebbero alzate. Lo stesso dicasi per l’arco a metà galleria?> aggiunse Aleandro.

<Io sono d’accordo sull’ingrandimento dell’arco nella galleria perché è evidente che lo si dovrà attraversare di frequente.> rispose Luminor. <Gli stessi controller che sicuramente porteranno il loro servizio anche da quelle parti. Mentre per il museo la musica mi suona ben diversa. Saremo principalmente noi sette a viverci buona parte del tempo e non i visitatori che si recheranno in quel posto per poco più di un istante!

Sono questi i giusti presupposti che permetteranno di esaltare quella splendida realtà orosetiana dove i veri protagonisti non superavano il metro e trenta. Pertanto quelle…… sono le porte di casa Oroset e guai a toccarle…?? Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Tutto questo anche per il rispetto che dobbiamo portare nei confronti degli ex inquilini.

Comunque ti volevo confessare, anche a nome dei miei fratelli, che il museo ci potrebbe rappresentare come un nuovo e stimolante percorso di vita.>

<Ma è esattamente quello che ci siamo auspicati noi tutti…!!> annuì Aleandro!

<Per i lavori ci affideremo alle squadre specializzate. Mentre per il resto condivido in pieno la tua tesi di lasciare esattamente tale e quale com’è, crimos compresi.

Più la scena sarà realistica e meglio ci si potrà rendere conto delle condizioni nelle quali erano comunque riusciti a sopravvivere per anni.

L’ambiente lo si potrà ulteriormente impreziosire con delle bacheche dove esporre il meglio che c’è.

Sicuramente il documento più importante: la traduzione del diario!

Non c’è che dire: siamo un laboratorio di trovate creative

che strada facendo dovranno esplodere una dopo l’altra…..>

<Le bacheche vanno benissimo. Aggiungiamo anche dei monitor attraverso i quali poter visionare il materiale lasciatoci in eredità!> aggiunse Alfonso.

<Eppoi non ci dobbiamo dimenticare tutta quella segnaletica che dovrà impedire ai visitatori un loro clamoroso smarrimento,

evitandoci così di organizzare rischiose spedizioni del tipo:

alla ricerca dei dispersi…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!> concluse uno spiritoso Aleandro.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! grazie cari, non avrei mai osato tanto, siete uomini buoni e generosi, come del resto lo sono tutti i selenesi.

E’ così che ci si comporta tra….. pers…..> affermò Luminor.

<Okay okay, fratello mio! Va tutto bene…!!> rispose Aleandro.

<Ahahahah…!! Okay okay, anche per me “fratello mio”> aggiunse Alfonso.

Ciononostante tutto quel chiacchierio la loro dedizione verso le rispettive colazioni non venne certamente meno. Non fu un caso se la realtà commestibile traghettò nel virtuale, tanto che sul tavolo non ne rimase una briciola.

Nel frattempo anche Isabel e Alex decisero di consumare la loro esclusiva colazione al Bar Centrale.

Notarono con grande soddisfazione quell’allegro sbracciare di Aleandro e i suoi due amici che se ne stavano comodamente seduti con evidenti i segni di chi aveva già soddisfatto il proprio stomaco anche in maniera smodata…..

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 59°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

<Mamma mia!

Mi fai impressione ……………!!

Per l’intera durata della nostra vita…??

Dai su che scherzavo….!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Scherza, scherza sempre tu. Ma stai attento perché alle volte ti può succedere che scherzando con il fuoco rischi anche di bruciarti…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Domanda seria: ma allora vuoi veramente restare con me per tutta la vita…??>

<Eh certo che sì…!! E con chi altra sennò…??>

<Oh…… amore mioooooooo…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Ma perché ci viene sempre da ridere anche nei momenti….. seri…??> chiese Isabel.

<Perché noi siamo persone normalmente allegre e ben disposte….. Uahahah…!!> rispose Alex.

Dopo essersi abbracciati come meglio non potevano, si trasferirono sul loro magico lettone testimone perfetto di un amore che stava per diventare veramente grande.

Si amarono con tale forza e soavità che l’impavido Morfeo faticò per impossessarsi di entrambi.

Accarezzarsi e dormire in pace….

15 settembre

Ultimo dei quattordici giorni di buio

Bar Centrale, ore 9,00.

Luminor, Aleandro e Alfonso seduti attorno ad un semplice tavolo rotondo. Un piccolo tavolo se rapportato al loro prediletto con la panca al posto delle sedie.

Ordinazione: colazione completa per tre!

Nell’attesa voglio raccontarvi del lavoro sin qui realizzato….> aprì subito Luminor.

<Ma che simpatico che sei Luminor, dai….. sono proprio curioso di sapere cosa avete fatto di bello e di buono! Ahahahah…!!> ribatté Alfonso.

<Ahahahah…!! Perdonalo perché da quando frequenta Alex ne sta assorbendo la sua sin troppo divertente ironia…!!>

<Fantastico…!! Il bicchiere mezzo pieno di Alex è proprio un gran bell’esempio di positività contagiosa…..> riprese Luminor.

<Allora, esattamente ieri abbiamo tumulato i fratelli nel cimitero a noi dedicato…..>

Nel frattempo arrivarono le colazioni: tre cappuccini con diverse calde brioche.

<Bravi!> disse Aleandro. <Praticamente li avete inseriti all’interno dei fori praticati nella roccia, esattamente come gli altri?>

<Vero…!! Tutte le tombe sono già in perfetto ordine con le loro lapidi complete di fotografia, nome, data di nascita e di morte. Alla pari delle altre ventuno salme.>

<E i vostri personalissimi fori…??>

<Eseguiti anche quelli…!!

Ora, passando a cose decisamente meno tristi…..>

<Attento Luminor, stai attento a quello che stai per dire…?? Ahahahah…> aggiunse un divertito Alfonso.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Cercherò di dare il meglio di me stesso….. Ahahahah…!!

Comunque volevo raccontarvi della fortunata scoperta che abbiamo fatto ieri pomeriggio nell’individuare la loro discarica…..

Nient’altro che una grossa buca ricavata sul pavimento nell’angolo più estremo della stanza dei bottoni.

Non era stata notata prima perché la vigliacca se ne stava nascosta sotto una grande lastra di alluminio.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 60°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

 

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Simpaticamente impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

Ma non finisce qui.

Mi sono venute per la mente certe idee del tipo:

mettiamo delle scritte??

Una sopra l’entrata della galleria:

Galleria Oroset”.

Mentre sul cappello della porta che ti apre l’appartamento:

Casa Oroset”.

E sempre all’entrata della galleria ci starebbe a pennello una bella porta scorrevole?>

<Idee più che brillanti…!!> disse Alfonso. <Certamente ti renderanno meglio la visibilità.>

<In seguito ci lavoreremo ancora per portare ulteriori miglioramenti, vedi quelle porte così basse che andrebbero alzate. Lo stesso dicasi per l’arco a metà galleria?> aggiunse Aleandro.

<Io sono d’accordo sull’ingrandimento dell’arco nella galleria perché è evidente che lo si dovrà attraversare di frequente.> rispose Luminor. <Gli stessi controller che sicuramente porteranno il loro servizio anche da quelle parti. Mentre per il museo la musica mi suona ben diversa. Saremo principalmente noi sette a viverci buona parte del tempo e non i visitatori che si recheranno in quel posto per poco più di un istante!

Sono questi i giusti presupposti che permetteranno di esaltare quella splendida realtà orosetiana dove i veri protagonisti non superavano il metro e trenta. Pertanto quelle…… sono le porte di casa Oroset e guai a toccarle…?? Ahahahah…!!>

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Tutto questo anche per il rispetto che dobbiamo portare nei confronti degli ex inquilini.

Comunque ti volevo confessare, anche a nome dei miei fratelli, che il museo ci potrebbe rappresentare come un nuovo e stimolante percorso di vita.>

<Ma è esattamente quello che ci siamo auspicati noi tutti…!!> annuì Aleandro!

<Per i lavori ci affideremo alle squadre specializzate. Mentre per il resto condivido in pieno la tua tesi di lasciare esattamente tale e quale com’è, crimos compresi.

Più la scena sarà realistica e meglio ci si potrà rendere conto delle condizioni nelle quali erano comunque riusciti a sopravvivere per anni.

L’ambiente lo si potrà ulteriormente impreziosire con delle bacheche dove esporre il meglio che c’è.

Sicuramente il documento più importante: la traduzione del diario!

Non c’è che dire: siamo un laboratorio di trovate creative

che strada facendo dovranno esplodere una dopo l’altra…..>

<Le bacheche vanno benissimo. Aggiungiamo anche dei monitor attraverso i quali poter visionare il materiale lasciatoci in eredità!> aggiunse Alfonso.

<Eppoi non ci dobbiamo dimenticare tutta quella segnaletica che dovrà impedire ai visitatori un loro clamoroso smarrimento,

evitandoci così di organizzare rischiose spedizioni del tipo:

alla ricerca dei dispersi…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!> concluse uno spiritoso Aleandro.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Oh! grazie cari, non avrei mai osato tanto, siete uomini buoni e generosi, come del resto lo sono tutti i selenesi.

E’ così che ci si comporta tra….. pers…..> affermò Luminor.

<Okay okay, fratello mio! Va tutto bene…!!> rispose Aleandro.

<Ahahahah…!! Okay okay, anche per me “fratello mio”> aggiunse Alfonso.

Ciononostante tutto quel chiacchierio la loro dedizione verso le rispettive colazioni non venne certamente meno. Non fu un caso se la realtà commestibile traghettò nel virtuale, tanto che sul tavolo non ne rimase una briciola.

Nel frattempo anche Isabel e Alex decisero di consumare la loro esclusiva colazione al Bar Centrale.

Notarono con grande soddisfazione quell’allegro sbracciare di Aleandro e i suoi due amici che se ne stavano comodamente seduti con evidenti i segni di chi aveva già soddisfatto il proprio stomaco anche in maniera smodata…..

<Ciaoooo ragazzi…..> gridò una Isabel talmente felice che non poté trattenersi dal baciarli uno ad uno.

Poi fu la volta di Alex: <Ciaooo bellezze!> Per Luminor anche un personalissimo: <telleffono caaasaaa…….>

Uahahah…!! Ahahahaha…!!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 59°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

<Mamma mia!

Mi fai impressione ……………!!

Per l’intera durata della nostra vita…??

Dai su che scherzavo….!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Scherza, scherza sempre tu. Ma stai attento perché alle volte ti può succedere che scherzando con il fuoco rischi anche di bruciarti…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Domanda seria: ma allora vuoi veramente restare con me per tutta la vita…??>

<Eh certo che sì…!! E con chi altra sennò…??>

<Oh…… amore mioooooooo…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Ma perché ci viene sempre da ridere anche nei momenti….. seri…??> chiese Isabel.

<Perché noi siamo persone normalmente allegre e ben disposte….. Uahahah…!!> rispose Alex.

Dopo essersi abbracciati come meglio non potevano, si trasferirono sul loro magico lettone testimone perfetto di un amore che stava per diventare veramente grande.

Si amarono con tale forza e soavità che l’impavido Morfeo faticò per impossessarsi di entrambi.

Accarezzarsi e dormire in pace….

15 settembre

Ultimo dei quattordici giorni di buio

Bar Centrale, ore 9,00.

Luminor, Aleandro e Alfonso seduti attorno ad un semplice tavolo rotondo. Un piccolo tavolo se rapportato al loro prediletto con la panca al posto delle sedie.

Ordinazione: colazione completa per tre!

Nell’attesa voglio raccontarvi del lavoro sin qui realizzato….> aprì subito Luminor.

<Ma che simpatico che sei Luminor, dai….. sono proprio curioso di sapere cosa avete fatto di bello e di buono! Ahahahah…!!> ribatté Alfonso.

<Ahahahah…!! Perdonalo perché da quando frequenta Alex ne sta assorbendo la sua sin troppo divertente ironia…!!>

<Fantastico…!! Il bicchiere mezzo pieno di Alex è proprio un gran bell’esempio di positività contagiosa…..> riprese Luminor.

<Allora, esattamente ieri abbiamo tumulato i fratelli nel cimitero a noi dedicato…..>

Nel frattempo arrivarono le colazioni: tre cappuccini con diverse calde brioche.

<Bravi!> disse Aleandro. <Praticamente li avete inseriti all’interno dei fori praticati nella roccia, esattamente come gli altri?>

<Vero…!! Tutte le tombe sono già in perfetto ordine con le loro lapidi complete di fotografia, nome, data di nascita e di morte. Alla pari delle altre ventuno salme.>

<E i vostri personalissimi fori…??>

<Eseguiti anche quelli…!!

Ora, passando a cose decisamente meno tristi…..>

<Attento Luminor, stai attento a quello che stai per dire…?? Ahahahah…> aggiunse un divertito Alfonso.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Cercherò di dare il meglio di me stesso….. Ahahahah…!!

Comunque volevo raccontarvi della fortunata scoperta che abbiamo fatto ieri pomeriggio nell’individuare la loro discarica…..

Nient’altro che una grossa buca ricavata sul pavimento nell’angolo più estremo della stanza dei bottoni.

Non era stata notata prima perché la vigliacca se ne stava nascosta sotto una grande lastra di alluminio.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 59°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

<Mamma mia!

Mi fai impressione ……………!!

Per l’intera durata della nostra vita…??

Dai su che scherzavo….!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Scherza, scherza sempre tu. Ma stai attento perché alle volte ti può succedere che scherzando con il fuoco rischi anche di bruciarti…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Domanda seria: ma allora vuoi veramente restare con me per tutta la vita…??>

<Eh certo che sì…!! E con chi altra sennò…??>

<Oh…… amore mioooooooo…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Ma perché ci viene sempre da ridere anche nei momenti….. seri…??> chiese Isabel.

<Perché noi siamo persone normalmente allegre e ben disposte….. Uahahah…!!> rispose Alex.

Dopo essersi abbracciati come meglio non potevano, si trasferirono sul loro magico lettone testimone perfetto di un amore che stava per diventare veramente grande.

Si amarono con tale forza e soavità che l’impavido Morfeo faticò per impossessarsi di entrambi.

Accarezzarsi e dormire in pace….

15 settembre

Ultimo dei quattordici giorni di buio

Bar Centrale, ore 9,00.

Luminor, Aleandro e Alfonso seduti attorno ad un semplice tavolo rotondo. Un piccolo tavolo se rapportato al loro prediletto con la panca al posto delle sedie.

Ordinazione: colazione completa per tre!

Nell’attesa voglio raccontarvi del lavoro sin qui realizzato….> aprì subito Luminor.

<Ma che simpatico che sei Luminor, dai….. sono proprio curioso di sapere cosa avete fatto di bello e di buono! Ahahahah…!!> ribatté Alfonso.

<Ahahahah…!! Perdonalo perché da quando frequenta Alex ne sta assorbendo la sua sin troppo divertente ironia…!!>

<Fantastico…!! Il bicchiere mezzo pieno di Alex è proprio un gran bell’esempio di positività contagiosa…..> riprese Luminor.

<Allora, esattamente ieri abbiamo tumulato i fratelli nel cimitero a noi dedicato…..>

Nel frattempo arrivarono le colazioni: tre cappuccini con diverse calde brioche.

<Bravi!> disse Aleandro. <Praticamente li avete inseriti all’interno dei fori praticati nella roccia, esattamente come gli altri?>

<Vero…!! Tutte le tombe sono già in perfetto ordine con le loro lapidi complete di fotografia, nome, data di nascita e di morte. Alla pari delle altre ventuno salme.>

<E i vostri personalissimi fori…??>

<Eseguiti anche quelli…!!

Ora, passando a cose decisamente meno tristi…..>

<Attento Luminor, stai attento a quello che stai per dire…?? Ahahahah…> aggiunse un divertito Alfonso.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Cercherò di dare il meglio di me stesso….. Ahahahah…!!

Comunque volevo raccontarvi della fortunata scoperta che abbiamo fatto ieri pomeriggio nell’individuare la loro discarica…..

Nient’altro che una grossa buca ricavata sul pavimento nell’angolo più estremo della stanza dei bottoni.

Non era stata notata prima perché la vigliacca se ne stava nascosta sotto una grande lastra di alluminio.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 58°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

<Facciamolo subito. Volendo lo si potrebbe organizzare già per dopo domani.> osservò Isabel. <Se parti il sedici di sera arriverai il diciassette, sempre di sera, e potrai andare in ufficio il diciotto.

Esattamente dopo due giorni di assenza ingiustificata…!! Aahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Tanto sarai lì per presentare le tue personalissime e irrevocabili dimissioni…!!>

<Esatto…!! Quindi partendo alle ventitré arriveremo alle ventitré del giorno successivo.>

<Allora d’accordo Alex, domani andiamo ad organizzare il tuo viaggio premio, Okay?>

<Maaaa….. tu non vieni…??>

<Io non posso venire, l’altra volta ero in missione mentre

adesso la missione la devi compiere tu!

Se la vogliamo chiamare missione questa passeggiata….?? Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

<Io direi semplicemente una rimpatriata tra colleghi e “colleghe”!!??

E quando andrai dalla zia dovrai mettere da parte quelli che sono i tuoi sentimenti più belli.

Solamente con certi presupposti riuscirai a trovare la forza necessaria per raccontarle la tua storia…..

Una buona opportunità di lavoro, nientepopodimeno dove??? In Australia!!!

Intrigante come raramente capita…!!

Ma che razza di nipote sei…??

Falso e bugiardo….. Ahahahah…!!

Tutta colpa dell’amore, un’amore vero lanciato verso l’alto…..

Ma povera zia…..!!!>

<Che stronzo che sono….. mi sento una merda…!!

Però mi piace un sacco sentirti particolarmente partecipe ai miei problemi come fossero anche i tuoi…..

Ah…!! l’amore…!!

Vado a Mestre, l’ammazzo e torno.

Così si usa dire dalle nostre parti…..

E tu? Cosa farai senza di me?>

<Beh, cercherò di sopravvivere anche senza la tua importante e vivace presenza……!!?? Dovrò trattenermi dal piangere……!!??

Ma non ce ne sarà il bisogno perché non piangerò!

Cosa vuoi che siano tre giorni da separati?

Comunque la lontananza non può che farci del bene, viste e considerate le dicerie sull’amore da mettere alla prova…..

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 59°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

<Mamma mia!

Mi fai impressione ……………!!

Per l’intera durata della nostra vita…??

Dai su che scherzavo….!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Scherza, scherza sempre tu. Ma stai attento perché alle volte ti può succedere che scherzando con il fuoco rischi anche di bruciarti…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Domanda seria: ma allora vuoi veramente restare con me per tutta la vita…??>

<Eh certo che sì…!! E con chi altra sennò…??>

<Oh…… amore mioooooooo…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Ma perché ci viene sempre da ridere anche nei momenti….. seri…??> chiese Isabel.

<Perché noi siamo persone normalmente allegre e ben disposte….. Uahahah…!!> rispose Alex.

Dopo essersi abbracciati come meglio non potevano, si trasferirono sul loro magico lettone testimone perfetto di un amore che stava per diventare veramente grande.

Si amarono con tale forza e soavità che l’impavido Morfeo faticò per impossessarsi di entrambi.

Accarezzarsi e dormire in pace….

15 settembre

Ultimo dei quattordici giorni di buio

Bar Centrale, ore 9,00.

Luminor, Aleandro e Alfonso seduti attorno ad un semplice tavolo rotondo. Un piccolo tavolo se rapportato al loro prediletto con la panca al posto delle sedie.

Ordinazione: colazione completa per tre!

Nell’attesa voglio raccontarvi del lavoro sin qui realizzato….> aprì subito Luminor.

<Ma che simpatico che sei Luminor, dai….. sono proprio curioso di sapere cosa avete fatto di bello e di buono! Ahahahah…!!> ribatté Alfonso.

<Ahahahah…!! Perdonalo perché da quando frequenta Alex ne sta assorbendo la sua sin troppo divertente ironia…!!>

<Fantastico…!! Il bicchiere mezzo pieno di Alex è proprio un gran bell’esempio di positività contagiosa…..> riprese Luminor.

<Allora, esattamente ieri abbiamo tumulato i fratelli nel cimitero a noi dedicato…..>

Nel frattempo arrivarono le colazioni: tre cappuccini con diverse calde brioche.

<Bravi!> disse Aleandro. <Praticamente li avete inseriti all’interno dei fori praticati nella roccia, esattamente come gli altri?>

<Vero…!! Tutte le tombe sono già in perfetto ordine con le loro lapidi complete di fotografia, nome, data di nascita e di morte. Alla pari delle altre ventuno salme.>

<E i vostri personalissimi fori…??>

<Eseguiti anche quelli…!!

Ora, passando a cose decisamente meno tristi…..>

<Attento Luminor, stai attento a quello che stai per dire…?? Ahahahah…> aggiunse un divertito Alfonso.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Cercherò di dare il meglio di me stesso….. Ahahahah…!!

Comunque volevo raccontarvi della fortunata scoperta che abbiamo fatto ieri pomeriggio nell’individuare la loro discarica…..

Nient’altro che una grossa buca ricavata sul pavimento nell’angolo più estremo della stanza dei bottoni.

Non era stata notata prima perché la vigliacca se ne stava nascosta sotto una grande lastra di alluminio.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 58°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

<Facciamolo subito. Volendo lo si potrebbe organizzare già per dopo domani.> osservò Isabel. <Se parti il sedici di sera arriverai il diciassette, sempre di sera, e potrai andare in ufficio il diciotto.

Esattamente dopo due giorni di assenza ingiustificata…!! Aahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Tanto sarai lì per presentare le tue personalissime e irrevocabili dimissioni…!!>

<Esatto…!! Quindi partendo alle ventitré arriveremo alle ventitré del giorno successivo.>

<Allora d’accordo Alex, domani andiamo ad organizzare il tuo viaggio premio, Okay?>

<Maaaa….. tu non vieni…??>

<Io non posso venire, l’altra volta ero in missione mentre

adesso la missione la devi compiere tu!

Se la vogliamo chiamare missione questa passeggiata….?? Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

<Io direi semplicemente una rimpatriata tra colleghi e “colleghe”!!??

E quando andrai dalla zia dovrai mettere da parte quelli che sono i tuoi sentimenti più belli.

Solamente con certi presupposti riuscirai a trovare la forza necessaria per raccontarle la tua storia…..

Una buona opportunità di lavoro, nientepopodimeno dove??? In Australia!!!

Intrigante come raramente capita…!!

Ma che razza di nipote sei…??

Falso e bugiardo….. Ahahahah…!!

Tutta colpa dell’amore, un’amore vero lanciato verso l’alto…..

Ma povera zia…..!!!>

<Che stronzo che sono….. mi sento una merda…!!

Però mi piace un sacco sentirti particolarmente partecipe ai miei problemi come fossero anche i tuoi…..

Ah…!! l’amore…!!

Vado a Mestre, l’ammazzo e torno.

Così si usa dire dalle nostre parti…..

E tu? Cosa farai senza di me?>

<Beh, cercherò di sopravvivere anche senza la tua importante e vivace presenza……!!?? Dovrò trattenermi dal piangere……!!??

Ma non ce ne sarà il bisogno perché non piangerò!

Cosa vuoi che siano tre giorni da separati?

Comunque la lontananza non può che farci del bene, viste e considerate le dicerie sull’amore da mettere alla prova…..

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 59°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

<Mamma mia!

Mi fai impressione ……………!!

Per l’intera durata della nostra vita…??

Dai su che scherzavo….!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Scherza, scherza sempre tu. Ma stai attento perché alle volte ti può succedere che scherzando con il fuoco rischi anche di bruciarti…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Domanda seria: ma allora vuoi veramente restare con me per tutta la vita…??>

<Eh certo che sì…!! E con chi altra sennò…??>

<Oh…… amore mioooooooo…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Ma perché ci viene sempre da ridere anche nei momenti….. seri…??> chiese Isabel.

<Perché noi siamo persone normalmente allegre e ben disposte….. Uahahah…!!> rispose Alex.

Dopo essersi abbracciati come meglio non potevano, si trasferirono sul loro magico lettone testimone perfetto di un amore che stava per diventare veramente grande.

Si amarono con tale forza e soavità che l’impavido Morfeo faticò per impossessarsi di entrambi.

Accarezzarsi e dormire in pace….

15 settembre

Ultimo dei quattordici giorni di buio

Bar Centrale, ore 9,00.

Luminor, Aleandro e Alfonso seduti attorno ad un semplice tavolo rotondo. Un piccolo tavolo se rapportato al loro prediletto con la panca al posto delle sedie.

Ordinazione: colazione completa per tre!

Nell’attesa voglio raccontarvi del lavoro sin qui realizzato….> aprì subito Luminor.

<Ma che simpatico che sei Luminor, dai….. sono proprio curioso di sapere cosa avete fatto di bello e di buono! Ahahahah…!!> ribatté Alfonso.

<Ahahahah…!! Perdonalo perché da quando frequenta Alex ne sta assorbendo la sua sin troppo divertente ironia…!!>

<Fantastico…!! Il bicchiere mezzo pieno di Alex è proprio un gran bell’esempio di positività contagiosa…..> riprese Luminor.

<Allora, esattamente ieri abbiamo tumulato i fratelli nel cimitero a noi dedicato…..>

Nel frattempo arrivarono le colazioni: tre cappuccini con diverse calde brioche.

<Bravi!> disse Aleandro. <Praticamente li avete inseriti all’interno dei fori praticati nella roccia, esattamente come gli altri?>

<Vero…!! Tutte le tombe sono già in perfetto ordine con le loro lapidi complete di fotografia, nome, data di nascita e di morte. Alla pari delle altre ventuno salme.>

<E i vostri personalissimi fori…??>

<Eseguiti anche quelli…!!

Ora, passando a cose decisamente meno tristi…..>

<Attento Luminor, stai attento a quello che stai per dire…?? Ahahahah…> aggiunse un divertito Alfonso.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Cercherò di dare il meglio di me stesso….. Ahahahah…!!

Comunque volevo raccontarvi della fortunata scoperta che abbiamo fatto ieri pomeriggio nell’individuare la loro discarica…..

Nient’altro che una grossa buca ricavata sul pavimento nell’angolo più estremo della stanza dei bottoni.

Non era stata notata prima perché la vigliacca se ne stava nascosta sotto una grande lastra di alluminio.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 58°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

<Facciamolo subito. Volendo lo si potrebbe organizzare già per dopo domani.> osservò Isabel. <Se parti il sedici di sera arriverai il diciassette, sempre di sera, e potrai andare in ufficio il diciotto.

Esattamente dopo due giorni di assenza ingiustificata…!! Aahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Tanto sarai lì per presentare le tue personalissime e irrevocabili dimissioni…!!>

<Esatto…!! Quindi partendo alle ventitré arriveremo alle ventitré del giorno successivo.>

<Allora d’accordo Alex, domani andiamo ad organizzare il tuo viaggio premio, Okay?>

<Maaaa….. tu non vieni…??>

<Io non posso venire, l’altra volta ero in missione mentre

adesso la missione la devi compiere tu!

Se la vogliamo chiamare missione questa passeggiata….?? Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

<Io direi semplicemente una rimpatriata tra colleghi e “colleghe”!!??

E quando andrai dalla zia dovrai mettere da parte quelli che sono i tuoi sentimenti più belli.

Solamente con certi presupposti riuscirai a trovare la forza necessaria per raccontarle la tua storia…..

Una buona opportunità di lavoro, nientepopodimeno dove??? In Australia!!!

Intrigante come raramente capita…!!

Ma che razza di nipote sei…??

Falso e bugiardo….. Ahahahah…!!

Tutta colpa dell’amore, un’amore vero lanciato verso l’alto…..

Ma povera zia…..!!!>

<Che stronzo che sono….. mi sento una merda…!!

Però mi piace un sacco sentirti particolarmente partecipe ai miei problemi come fossero anche i tuoi…..

Ah…!! l’amore…!!

Vado a Mestre, l’ammazzo e torno.

Così si usa dire dalle nostre parti…..

E tu? Cosa farai senza di me?>

<Beh, cercherò di sopravvivere anche senza la tua importante e vivace presenza……!!?? Dovrò trattenermi dal piangere……!!??

Ma non ce ne sarà il bisogno perché non piangerò!

Cosa vuoi che siano tre giorni da separati?

Comunque la lontananza non può che farci del bene, viste e considerate le dicerie sull’amore da mettere alla prova…..

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 59°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

<Mamma mia!

Mi fai impressione ……………!!

Per l’intera durata della nostra vita…??

Dai su che scherzavo….!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Scherza, scherza sempre tu. Ma stai attento perché alle volte ti può succedere che scherzando con il fuoco rischi anche di bruciarti…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Domanda seria: ma allora vuoi veramente restare con me per tutta la vita…??>

<Eh certo che sì…!! E con chi altra sennò…??>

<Oh…… amore mioooooooo…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Ma perché ci viene sempre da ridere anche nei momenti….. seri…??> chiese Isabel.

<Perché noi siamo persone normalmente allegre e ben disposte….. Uahahah…!!> rispose Alex.

Dopo essersi abbracciati come meglio non potevano, si trasferirono sul loro magico lettone testimone perfetto di un amore che stava per diventare veramente grande.

Si amarono con tale forza e soavità che l’impavido Morfeo faticò per impossessarsi di entrambi.

Accarezzarsi e dormire in pace….

15 settembre

Ultimo dei quattordici giorni di buio

Bar Centrale, ore 9,00.

Luminor, Aleandro e Alfonso seduti attorno ad un semplice tavolo rotondo. Un piccolo tavolo se rapportato al loro prediletto con la panca al posto delle sedie.

Ordinazione: colazione completa per tre!

Nell’attesa voglio raccontarvi del lavoro sin qui realizzato….> aprì subito Luminor.

<Ma che simpatico che sei Luminor, dai….. sono proprio curioso di sapere cosa avete fatto di bello e di buono! Ahahahah…!!> ribatté Alfonso.

<Ahahahah…!! Perdonalo perché da quando frequenta Alex ne sta assorbendo la sua sin troppo divertente ironia…!!>

<Fantastico…!! Il bicchiere mezzo pieno di Alex è proprio un gran bell’esempio di positività contagiosa…..> riprese Luminor.

<Allora, esattamente ieri abbiamo tumulato i fratelli nel cimitero a noi dedicato…..>

Nel frattempo arrivarono le colazioni: tre cappuccini con diverse calde brioche.

<Bravi!> disse Aleandro. <Praticamente li avete inseriti all’interno dei fori praticati nella roccia, esattamente come gli altri?>

<Vero…!! Tutte le tombe sono già in perfetto ordine con le loro lapidi complete di fotografia, nome, data di nascita e di morte. Alla pari delle altre ventuno salme.>

<E i vostri personalissimi fori…??>

<Eseguiti anche quelli…!!

Ora, passando a cose decisamente meno tristi…..>

<Attento Luminor, stai attento a quello che stai per dire…?? Ahahahah…> aggiunse un divertito Alfonso.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Cercherò di dare il meglio di me stesso….. Ahahahah…!!

Comunque volevo raccontarvi della fortunata scoperta che abbiamo fatto ieri pomeriggio nell’individuare la loro discarica…..

Nient’altro che una grossa buca ricavata sul pavimento nell’angolo più estremo della stanza dei bottoni.

Non era stata notata prima perché la vigliacca se ne stava nascosta sotto una grande lastra di alluminio.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 59°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

<Mamma mia!

Mi fai impressione ……………!!

Per l’intera durata della nostra vita…??

Dai su che scherzavo….!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Scherza, scherza sempre tu. Ma stai attento perché alle volte ti può succedere che scherzando con il fuoco rischi anche di bruciarti…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Domanda seria: ma allora vuoi veramente restare con me per tutta la vita…??>

<Eh certo che sì…!! E con chi altra sennò…??>

<Oh…… amore mioooooooo…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Ma perché ci viene sempre da ridere anche nei momenti….. seri…??> chiese Isabel.

<Perché noi siamo persone normalmente allegre e ben disposte….. Uahahah…!!> rispose Alex.

Dopo essersi abbracciati come meglio non potevano, si trasferirono sul loro magico lettone testimone perfetto di un amore che stava per diventare veramente grande.

Si amarono con tale forza e soavità che l’impavido Morfeo faticò per impossessarsi di entrambi.

Accarezzarsi e dormire in pace….

15 settembre

Ultimo dei quattordici giorni di buio

Bar Centrale, ore 9,00.

Luminor, Aleandro e Alfonso seduti attorno ad un semplice tavolo rotondo. Un piccolo tavolo se rapportato al loro prediletto con la panca al posto delle sedie.

Ordinazione: colazione completa per tre!

Nell’attesa voglio raccontarvi del lavoro sin qui realizzato….> aprì subito Luminor.

<Ma che simpatico che sei Luminor, dai….. sono proprio curioso di sapere cosa avete fatto di bello e di buono! Ahahahah…!!> ribatté Alfonso.

<Ahahahah…!! Perdonalo perché da quando frequenta Alex ne sta assorbendo la sua sin troppo divertente ironia…!!>

<Fantastico…!! Il bicchiere mezzo pieno di Alex è proprio un gran bell’esempio di positività contagiosa…..> riprese Luminor.

<Allora, esattamente ieri abbiamo tumulato i fratelli nel cimitero a noi dedicato…..>

Nel frattempo arrivarono le colazioni: tre cappuccini con diverse calde brioche.

<Bravi!> disse Aleandro. <Praticamente li avete inseriti all’interno dei fori praticati nella roccia, esattamente come gli altri?>

<Vero…!! Tutte le tombe sono già in perfetto ordine con le loro lapidi complete di fotografia, nome, data di nascita e di morte. Alla pari delle altre ventuno salme.>

<E i vostri personalissimi fori…??>

<Eseguiti anche quelli…!!

Ora, passando a cose decisamente meno tristi…..>

<Attento Luminor, stai attento a quello che stai per dire…?? Ahahahah…> aggiunse un divertito Alfonso.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Cercherò di dare il meglio di me stesso….. Ahahahah…!!

Comunque volevo raccontarvi della fortunata scoperta che abbiamo fatto ieri pomeriggio nell’individuare la loro discarica…..

Nient’altro che una grossa buca ricavata sul pavimento nell’angolo più estremo della stanza dei bottoni.

Non era stata notata prima perché la vigliacca se ne stava nascosta sotto una grande lastra di alluminio.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 58°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

<Facciamolo subito. Volendo lo si potrebbe organizzare già per dopo domani.> osservò Isabel. <Se parti il sedici di sera arriverai il diciassette, sempre di sera, e potrai andare in ufficio il diciotto.

Esattamente dopo due giorni di assenza ingiustificata…!! Aahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Tanto sarai lì per presentare le tue personalissime e irrevocabili dimissioni…!!>

<Esatto…!! Quindi partendo alle ventitré arriveremo alle ventitré del giorno successivo.>

<Allora d’accordo Alex, domani andiamo ad organizzare il tuo viaggio premio, Okay?>

<Maaaa….. tu non vieni…??>

<Io non posso venire, l’altra volta ero in missione mentre

adesso la missione la devi compiere tu!

Se la vogliamo chiamare missione questa passeggiata….?? Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

<Io direi semplicemente una rimpatriata tra colleghi e “colleghe”!!??

E quando andrai dalla zia dovrai mettere da parte quelli che sono i tuoi sentimenti più belli.

Solamente con certi presupposti riuscirai a trovare la forza necessaria per raccontarle la tua storia…..

Una buona opportunità di lavoro, nientepopodimeno dove??? In Australia!!!

Intrigante come raramente capita…!!

Ma che razza di nipote sei…??

Falso e bugiardo….. Ahahahah…!!

Tutta colpa dell’amore, un’amore vero lanciato verso l’alto…..

Ma povera zia…..!!!>

<Che stronzo che sono….. mi sento una merda…!!

Però mi piace un sacco sentirti particolarmente partecipe ai miei problemi come fossero anche i tuoi…..

Ah…!! l’amore…!!

Vado a Mestre, l’ammazzo e torno.

Così si usa dire dalle nostre parti…..

E tu? Cosa farai senza di me?>

<Beh, cercherò di sopravvivere anche senza la tua importante e vivace presenza……!!?? Dovrò trattenermi dal piangere……!!??

Ma non ce ne sarà il bisogno perché non piangerò!

Cosa vuoi che siano tre giorni da separati?

Comunque la lontananza non può che farci del bene, viste e considerate le dicerie sull’amore da mettere alla prova…..

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 59°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

<Mamma mia!

Mi fai impressione ……………!!

Per l’intera durata della nostra vita…??

Dai su che scherzavo….!! Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Scherza, scherza sempre tu. Ma stai attento perché alle volte ti può succedere che scherzando con il fuoco rischi anche di bruciarti…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Domanda seria: ma allora vuoi veramente restare con me per tutta la vita…??>

<Eh certo che sì…!! E con chi altra sennò…??>

<Oh…… amore mioooooooo…!!>

Uahahah…!! Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

<Ma perché ci viene sempre da ridere anche nei momenti….. seri…??> chiese Isabel.

<Perché noi siamo persone normalmente allegre e ben disposte….. Uahahah…!!> rispose Alex.

Dopo essersi abbracciati come meglio non potevano, si trasferirono sul loro magico lettone testimone perfetto di un amore che stava per diventare veramente grande.

Si amarono con tale forza e soavità che l’impavido Morfeo faticò per impossessarsi di entrambi.

Accarezzarsi e dormire in pace….

15 settembre

Ultimo dei quattordici giorni di buio

Bar Centrale, ore 9,00.

Luminor, Aleandro e Alfonso seduti attorno ad un semplice tavolo rotondo. Un piccolo tavolo se rapportato al loro prediletto con la panca al posto delle sedie.

Ordinazione: colazione completa per tre!

Nell’attesa voglio raccontarvi del lavoro sin qui realizzato….> aprì subito Luminor.

<Ma che simpatico che sei Luminor, dai….. sono proprio curioso di sapere cosa avete fatto di bello e di buono! Ahahahah…!!> ribatté Alfonso.

<Ahahahah…!! Perdonalo perché da quando frequenta Alex ne sta assorbendo la sua sin troppo divertente ironia…!!>

<Fantastico…!! Il bicchiere mezzo pieno di Alex è proprio un gran bell’esempio di positività contagiosa…..> riprese Luminor.

<Allora, esattamente ieri abbiamo tumulato i fratelli nel cimitero a noi dedicato…..>

Nel frattempo arrivarono le colazioni: tre cappuccini con diverse calde brioche.

<Bravi!> disse Aleandro. <Praticamente li avete inseriti all’interno dei fori praticati nella roccia, esattamente come gli altri?>

<Vero…!! Tutte le tombe sono già in perfetto ordine con le loro lapidi complete di fotografia, nome, data di nascita e di morte. Alla pari delle altre ventuno salme.>

<E i vostri personalissimi fori…??>

<Eseguiti anche quelli…!!

Ora, passando a cose decisamente meno tristi…..>

<Attento Luminor, stai attento a quello che stai per dire…?? Ahahahah…> aggiunse un divertito Alfonso.

Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!! Ahahahah…!!

<Cercherò di dare il meglio di me stesso….. Ahahahah…!!

Comunque volevo raccontarvi della fortunata scoperta che abbiamo fatto ieri pomeriggio nell’individuare la loro discarica…..

Nient’altro che una grossa buca ricavata sul pavimento nell’angolo più estremo della stanza dei bottoni.

Non era stata notata prima perché la vigliacca se ne stava nascosta sotto una grande lastra di alluminio.

Tutti i rifiuti secchi li abbiamo piazzati nelle discariche differenziate.

Dell’umido non v’era traccia, com’era logico aspettarsi…..

Il loro cibo proveniva dalle scorte dell’astronave.

Praticamente cibi precotti e comunque tutti imbustati…!!

Semplicemente ci siamo impegnati per rendere l’ambiente più accogliente.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 58°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

<Facciamolo subito. Volendo lo si potrebbe organizzare già per dopo domani.> osservò Isabel. <Se parti il sedici di sera arriverai il diciassette, sempre di sera, e potrai andare in ufficio il diciotto.

Esattamente dopo due giorni di assenza ingiustificata…!! Aahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Tanto sarai lì per presentare le tue personalissime e irrevocabili dimissioni…!!>

<Esatto…!! Quindi partendo alle ventitré arriveremo alle ventitré del giorno successivo.>

<Allora d’accordo Alex, domani andiamo ad organizzare il tuo viaggio premio, Okay?>

<Maaaa….. tu non vieni…??>

<Io non posso venire, l’altra volta ero in missione mentre

adesso la missione la devi compiere tu!

Se la vogliamo chiamare missione questa passeggiata….?? Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

<Io direi semplicemente una rimpatriata tra colleghi e “colleghe”!!??

E quando andrai dalla zia dovrai mettere da parte quelli che sono i tuoi sentimenti più belli.

Solamente con certi presupposti riuscirai a trovare la forza necessaria per raccontarle la tua storia…..

Una buona opportunità di lavoro, nientepopodimeno dove??? In Australia!!!

Intrigante come raramente capita…!!

Ma che razza di nipote sei…??

Falso e bugiardo….. Ahahahah…!!

Tutta colpa dell’amore, un’amore vero lanciato verso l’alto…..

Ma povera zia…..!!!>

<Che stronzo che sono….. mi sento una merda…!!

Però mi piace un sacco sentirti particolarmente partecipe ai miei problemi come fossero anche i tuoi…..

Ah…!! l’amore…!!

Vado a Mestre, l’ammazzo e torno.

Così si usa dire dalle nostre parti…..

E tu? Cosa farai senza di me?>

<Beh, cercherò di sopravvivere anche senza la tua importante e vivace presenza……!!?? Dovrò trattenermi dal piangere……!!??

Ma non ce ne sarà il bisogno perché non piangerò!

Cosa vuoi che siano tre giorni da separati?

Comunque la lontananza non può che farci del bene, viste e considerate le dicerie sull’amore da mettere alla prova…..

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 58°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

<Facciamolo subito. Volendo lo si potrebbe organizzare già per dopo domani.> osservò Isabel. <Se parti il sedici di sera arriverai il diciassette, sempre di sera, e potrai andare in ufficio il diciotto.

Esattamente dopo due giorni di assenza ingiustificata…!! Aahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Tanto sarai lì per presentare le tue personalissime e irrevocabili dimissioni…!!>

<Esatto…!! Quindi partendo alle ventitré arriveremo alle ventitré del giorno successivo.>

<Allora d’accordo Alex, domani andiamo ad organizzare il tuo viaggio premio, Okay?>

<Maaaa….. tu non vieni…??>

<Io non posso venire, l’altra volta ero in missione mentre

adesso la missione la devi compiere tu!

Se la vogliamo chiamare missione questa passeggiata….?? Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

<Io direi semplicemente una rimpatriata tra colleghi e “colleghe”!!??

E quando andrai dalla zia dovrai mettere da parte quelli che sono i tuoi sentimenti più belli.

Solamente con certi presupposti riuscirai a trovare la forza necessaria per raccontarle la tua storia…..

Una buona opportunità di lavoro, nientepopodimeno dove??? In Australia!!!

Intrigante come raramente capita…!!

Ma che razza di nipote sei…??

Falso e bugiardo….. Ahahahah…!!

Tutta colpa dell’amore, un’amore vero lanciato verso l’alto…..

Ma povera zia…..!!!>

<Che stronzo che sono….. mi sento una merda…!!

Però mi piace un sacco sentirti particolarmente partecipe ai miei problemi come fossero anche i tuoi…..

Ah…!! l’amore…!!

Vado a Mestre, l’ammazzo e torno.

Così si usa dire dalle nostre parti…..

E tu? Cosa farai senza di me?>

<Beh, cercherò di sopravvivere anche senza la tua importante e vivace presenza……!!?? Dovrò trattenermi dal piangere……!!??

Ma non ce ne sarà il bisogno perché non piangerò!

Cosa vuoi che siano tre giorni da separati?

Comunque la lontananza non può che farci del bene, viste e considerate le dicerie sull’amore da mettere alla prova…..

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 57°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

fecero l’amore appassionatamente…..

Loro due e le loro emozioni, i loro odori e le loro sensazioni……

Dopodiché

sempre più ammaliati dalla bellezza dell’amore”

si addormentarono cadendo in un sonno profondo.

Dormire bene per svegliarsi ancora meglio alle sei di sera.

 

fecero l’amore appassionatamente…..

Loro due e le loro emozioni, i loro odori e le loro sensazioni……

Dopodiché

sempre più ammaliati dalla bellezza dell’amore”

si addormentarono cadendo in un sonno profondo.

Dormire bene per svegliarsi ancora meglio alle sei di sera.

Un pensiero subito seguito da una scossa di vitalità li fece alzare dal letto proiettandoli fuori casa per una bella e speranzosa “romantica” passeggiata!

Ci voleva proprio dopo la mangiata e la “dolce” dormita !!

E chi poteva stare meglio di loro: giovani, sani e belli. Con certe aspettative per nulla di poco conto….??

Beati loro…..

<Sai Alex, stavo pensando: e se andassimo al cinema?>

<Brillante idea Isabel, veramente….. ottima! Ah se non ci fossi tu cosa farei…?? Uahahah…!!>

<Ma che razza di stronzo che sei…!! Ahahahah…!!>

<Ma come? Uno pensa a far brillare il suo

diamante”

e viene considerato uno stronzo! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

Eccoli che, a proiezione in atto, riuscirono comunque a sistemarsi su due comodissime poltroncine.

Il secondo tragico Fantozzi”

che prometteva risate a crepapelle.

Nulla di inatteso:

verso le ventuno uscirono dal cinema collassati dalle risate.

<Troppo bello….. Fantozzi è proprio uno che ti fa morire dalle risate> osservò Isabel.

<Meraviglioso! Devi sapere che in Italia il primo Fantozzi è stato visto nel 1975. Da allora la sua serie si è arricchita di altri numerosi film. Tutti eccezionali, uno più bello dell’altro! Una garanzia totale in termini di risate!>

<Se poi ti va di esagerare un po’….. prima di ritornare a casa passiamo a salutare quelli del bar così ci mangiamo anche un boccone: un panino oppure un toast…??> propose Isabel.

<Beh allora….. oltrepassiamoli questi limiti e mettiamoci anche delle patatine mezza luna fritte da finire croccanti….. Uahahah…!!>

Anche se fugace quella cena non fu certamente risicata, considerata la quantità di cibo che riuscirono ad ingurgitare. Comunque sazi e felici per un tranquillo rientro a casa.

Rilassati sul divano nell’estasi di una virtuale contemplazione.

Alex, ispirato come raramente gli capitava, si sentì legittimato a dar fiato per un coinvolgimento della sua adorata Isabel in quella che era diventata la sua personalissima missione terrestre…..

<Amore, oggi è sabato e proprio ieri è scaduta la mia seconda settimana di ferie.

Così lunedì, praticamente dopodomani, in teoria dovrei ritornare in ufficio…?

Sai….. effettivamente pensavo fosse arrivato il “momento perfetto” per fare una capatina sulla Terra…..

Vado a dare le dimissioni dal servizio e poi passo a salutare

la zia per annunciarle la mia vigliacca partenza per l’Australia…..

Colpevole: “il lavoro”….??

In seguito, sbrigati questi due compiti….. ma cosa cavolo sto dicendo…?? Per la mia cara zia si tratta sempre di un grande e profondo piacere che sento dentro il mio cuore…!!

Ma dovendo, questa volta, raccontarle il falso si è generata in me una mortificazione che non avevo mai provato in vita mia!

Comunque alla fine ritornerò qui….. da te….. e non me ne andrò più via…!!

Mai più senza di te…!!>

<Oh, amore mio…>

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 58°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

<Facciamolo subito. Volendo lo si potrebbe organizzare già per dopo domani.> osservò Isabel. <Se parti il sedici di sera arriverai il diciassette, sempre di sera, e potrai andare in ufficio il diciotto.

Esattamente dopo due giorni di assenza ingiustificata…!! Aahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Tanto sarai lì per presentare le tue personalissime e irrevocabili dimissioni…!!>

<Esatto…!! Quindi partendo alle ventitré arriveremo alle ventitré del giorno successivo.>

<Allora d’accordo Alex, domani andiamo ad organizzare il tuo viaggio premio, Okay?>

<Maaaa….. tu non vieni…??>

<Io non posso venire, l’altra volta ero in missione mentre

adesso la missione la devi compiere tu!

Se la vogliamo chiamare missione questa passeggiata….?? Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

<Io direi semplicemente una rimpatriata tra colleghi e “colleghe”!!??

E quando andrai dalla zia dovrai mettere da parte quelli che sono i tuoi sentimenti più belli.

Solamente con certi presupposti riuscirai a trovare la forza necessaria per raccontarle la tua storia…..

Una buona opportunità di lavoro, nientepopodimeno dove??? In Australia!!!

Intrigante come raramente capita…!!

Ma che razza di nipote sei…??

Falso e bugiardo….. Ahahahah…!!

Tutta colpa dell’amore, un’amore vero lanciato verso l’alto…..

Ma povera zia…..!!!>

<Che stronzo che sono….. mi sento una merda…!!

Però mi piace un sacco sentirti particolarmente partecipe ai miei problemi come fossero anche i tuoi…..

Ah…!! l’amore…!!

Vado a Mestre, l’ammazzo e torno.

Così si usa dire dalle nostre parti…..

E tu? Cosa farai senza di me?>

<Beh, cercherò di sopravvivere anche senza la tua importante e vivace presenza……!!?? Dovrò trattenermi dal piangere……!!??

Ma non ce ne sarà il bisogno perché non piangerò!

Cosa vuoi che siano tre giorni da separati?

Comunque la lontananza non può che farci del bene, viste e considerate le dicerie sull’amore da mettere alla prova…..

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 57°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

fecero l’amore appassionatamente…..

Loro due e le loro emozioni, i loro odori e le loro sensazioni……

Dopodiché

sempre più ammaliati dalla bellezza dell’amore”

si addormentarono cadendo in un sonno profondo.

Dormire bene per svegliarsi ancora meglio alle sei di sera.

 

fecero l’amore appassionatamente…..

Loro due e le loro emozioni, i loro odori e le loro sensazioni……

Dopodiché

sempre più ammaliati dalla bellezza dell’amore”

si addormentarono cadendo in un sonno profondo.

Dormire bene per svegliarsi ancora meglio alle sei di sera.

Un pensiero subito seguito da una scossa di vitalità li fece alzare dal letto proiettandoli fuori casa per una bella e speranzosa “romantica” passeggiata!

Ci voleva proprio dopo la mangiata e la “dolce” dormita !!

E chi poteva stare meglio di loro: giovani, sani e belli. Con certe aspettative per nulla di poco conto….??

Beati loro…..

<Sai Alex, stavo pensando: e se andassimo al cinema?>

<Brillante idea Isabel, veramente….. ottima! Ah se non ci fossi tu cosa farei…?? Uahahah…!!>

<Ma che razza di stronzo che sei…!! Ahahahah…!!>

<Ma come? Uno pensa a far brillare il suo

diamante”

e viene considerato uno stronzo! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

Eccoli che, a proiezione in atto, riuscirono comunque a sistemarsi su due comodissime poltroncine.

Il secondo tragico Fantozzi”

che prometteva risate a crepapelle.

Nulla di inatteso:

verso le ventuno uscirono dal cinema collassati dalle risate.

<Troppo bello….. Fantozzi è proprio uno che ti fa morire dalle risate> osservò Isabel.

<Meraviglioso! Devi sapere che in Italia il primo Fantozzi è stato visto nel 1975. Da allora la sua serie si è arricchita di altri numerosi film. Tutti eccezionali, uno più bello dell’altro! Una garanzia totale in termini di risate!>

<Se poi ti va di esagerare un po’….. prima di ritornare a casa passiamo a salutare quelli del bar così ci mangiamo anche un boccone: un panino oppure un toast…??> propose Isabel.

<Beh allora….. oltrepassiamoli questi limiti e mettiamoci anche delle patatine mezza luna fritte da finire croccanti….. Uahahah…!!>

Anche se fugace quella cena non fu certamente risicata, considerata la quantità di cibo che riuscirono ad ingurgitare. Comunque sazi e felici per un tranquillo rientro a casa.

Rilassati sul divano nell’estasi di una virtuale contemplazione.

Alex, ispirato come raramente gli capitava, si sentì legittimato a dar fiato per un coinvolgimento della sua adorata Isabel in quella che era diventata la sua personalissima missione terrestre…..

<Amore, oggi è sabato e proprio ieri è scaduta la mia seconda settimana di ferie.

Così lunedì, praticamente dopodomani, in teoria dovrei ritornare in ufficio…?

Sai….. effettivamente pensavo fosse arrivato il “momento perfetto” per fare una capatina sulla Terra…..

Vado a dare le dimissioni dal servizio e poi passo a salutare

la zia per annunciarle la mia vigliacca partenza per l’Australia…..

Colpevole: “il lavoro”….??

In seguito, sbrigati questi due compiti….. ma cosa cavolo sto dicendo…?? Per la mia cara zia si tratta sempre di un grande e profondo piacere che sento dentro il mio cuore…!!

Ma dovendo, questa volta, raccontarle il falso si è generata in me una mortificazione che non avevo mai provato in vita mia!

Comunque alla fine ritornerò qui….. da te….. e non me ne andrò più via…!!

Mai più senza di te…!!>

<Oh, amore mio…>

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 58°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

 

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

<Facciamolo subito. Volendo lo si potrebbe organizzare già per dopo domani.> osservò Isabel. <Se parti il sedici di sera arriverai il diciassette, sempre di sera, e potrai andare in ufficio il diciotto.

Esattamente dopo due giorni di assenza ingiustificata…!! Aahahahah…!! Ahahahah…!!>

<Uahahah…!! Uahahah…!!>

<Tanto sarai lì per presentare le tue personalissime e irrevocabili dimissioni…!!>

<Esatto…!! Quindi partendo alle ventitré arriveremo alle ventitré del giorno successivo.>

<Allora d’accordo Alex, domani andiamo ad organizzare il tuo viaggio premio, Okay?>

<Maaaa….. tu non vieni…??>

<Io non posso venire, l’altra volta ero in missione mentre

adesso la missione la devi compiere tu!

Se la vogliamo chiamare missione questa passeggiata….?? Ahahahah…!!>

<Uahahah…!!>

<Io direi semplicemente una rimpatriata tra colleghi e “colleghe”!!??

E quando andrai dalla zia dovrai mettere da parte quelli che sono i tuoi sentimenti più belli.

Solamente con certi presupposti riuscirai a trovare la forza necessaria per raccontarle la tua storia…..

Una buona opportunità di lavoro, nientepopodimeno dove??? In Australia!!!

Intrigante come raramente capita…!!

Ma che razza di nipote sei…??

Falso e bugiardo….. Ahahahah…!!

Tutta colpa dell’amore, un’amore vero lanciato verso l’alto…..

Ma povera zia…..!!!>

<Che stronzo che sono….. mi sento una merda…!!

Però mi piace un sacco sentirti particolarmente partecipe ai miei problemi come fossero anche i tuoi…..

Ah…!! l’amore…!!

Vado a Mestre, l’ammazzo e torno.

Così si usa dire dalle nostre parti…..

E tu? Cosa farai senza di me?>

<Beh, cercherò di sopravvivere anche senza la tua importante e vivace presenza……!!?? Dovrò trattenermi dal piangere……!!??

Ma non ce ne sarà il bisogno perché non piangerò!

Cosa vuoi che siano tre giorni da separati?

Comunque la lontananza non può che farci del bene, viste e considerate le dicerie sull’amore da mettere alla prova…..

Poi quando ritornerai mi troverai qui ad aspettarti!

E allora…..io ti stringerò “stretto stretto” a me…..

per….. tutta la vita!!>

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 57°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

fecero l’amore appassionatamente…..

Loro due e le loro emozioni, i loro odori e le loro sensazioni……

Dopodiché

sempre più ammaliati dalla bellezza dell’amore”

si addormentarono cadendo in un sonno profondo.

Dormire bene per svegliarsi ancora meglio alle sei di sera.

 

fecero l’amore appassionatamente…..

Loro due e le loro emozioni, i loro odori e le loro sensazioni……

Dopodiché

sempre più ammaliati dalla bellezza dell’amore”

si addormentarono cadendo in un sonno profondo.

Dormire bene per svegliarsi ancora meglio alle sei di sera.

Un pensiero subito seguito da una scossa di vitalità li fece alzare dal letto proiettandoli fuori casa per una bella e speranzosa “romantica” passeggiata!

Ci voleva proprio dopo la mangiata e la “dolce” dormita !!

E chi poteva stare meglio di loro: giovani, sani e belli. Con certe aspettative per nulla di poco conto….??

Beati loro…..

<Sai Alex, stavo pensando: e se andassimo al cinema?>

<Brillante idea Isabel, veramente….. ottima! Ah se non ci fossi tu cosa farei…?? Uahahah…!!>

<Ma che razza di stronzo che sei…!! Ahahahah…!!>

<Ma come? Uno pensa a far brillare il suo

diamante”

e viene considerato uno stronzo! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

Eccoli che, a proiezione in atto, riuscirono comunque a sistemarsi su due comodissime poltroncine.

Il secondo tragico Fantozzi”

che prometteva risate a crepapelle.

Nulla di inatteso:

verso le ventuno uscirono dal cinema collassati dalle risate.

<Troppo bello….. Fantozzi è proprio uno che ti fa morire dalle risate> osservò Isabel.

<Meraviglioso! Devi sapere che in Italia il primo Fantozzi è stato visto nel 1975. Da allora la sua serie si è arricchita di altri numerosi film. Tutti eccezionali, uno più bello dell’altro! Una garanzia totale in termini di risate!>

<Se poi ti va di esagerare un po’….. prima di ritornare a casa passiamo a salutare quelli del bar così ci mangiamo anche un boccone: un panino oppure un toast…??> propose Isabel.

<Beh allora….. oltrepassiamoli questi limiti e mettiamoci anche delle patatine mezza luna fritte da finire croccanti….. Uahahah…!!>

Anche se fugace quella cena non fu certamente risicata, considerata la quantità di cibo che riuscirono ad ingurgitare. Comunque sazi e felici per un tranquillo rientro a casa.

Rilassati sul divano nell’estasi di una virtuale contemplazione.

Alex, ispirato come raramente gli capitava, si sentì legittimato a dar fiato per un coinvolgimento della sua adorata Isabel in quella che era diventata la sua personalissima missione terrestre…..

<Amore, oggi è sabato e proprio ieri è scaduta la mia seconda settimana di ferie.

Così lunedì, praticamente dopodomani, in teoria dovrei ritornare in ufficio…?

Sai….. effettivamente pensavo fosse arrivato il “momento perfetto” per fare una capatina sulla Terra…..

Vado a dare le dimissioni dal servizio e poi passo a salutare

la zia per annunciarle la mia vigliacca partenza per l’Australia…..

Colpevole: “il lavoro”….??

In seguito, sbrigati questi due compiti….. ma cosa cavolo sto dicendo…?? Per la mia cara zia si tratta sempre di un grande e profondo piacere che sento dentro il mio cuore…!!

Ma dovendo, questa volta, raccontarle il falso si è generata in me una mortificazione che non avevo mai provato in vita mia!

Comunque alla fine ritornerò qui….. da te….. e non me ne andrò più via…!!

Mai più senza di te…!!>

<Oh, amore mio…>

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 57°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

fecero l’amore appassionatamente…..

Loro due e le loro emozioni, i loro odori e le loro sensazioni……

Dopodiché

sempre più ammaliati dalla bellezza dell’amore”

si addormentarono cadendo in un sonno profondo.

Dormire bene per svegliarsi ancora meglio alle sei di sera.

 

fecero l’amore appassionatamente…..

Loro due e le loro emozioni, i loro odori e le loro sensazioni……

Dopodiché

sempre più ammaliati dalla bellezza dell’amore”

si addormentarono cadendo in un sonno profondo.

Dormire bene per svegliarsi ancora meglio alle sei di sera.

Un pensiero subito seguito da una scossa di vitalità li fece alzare dal letto proiettandoli fuori casa per una bella e speranzosa “romantica” passeggiata!

Ci voleva proprio dopo la mangiata e la “dolce” dormita !!

E chi poteva stare meglio di loro: giovani, sani e belli. Con certe aspettative per nulla di poco conto….??

Beati loro…..

<Sai Alex, stavo pensando: e se andassimo al cinema?>

<Brillante idea Isabel, veramente….. ottima! Ah se non ci fossi tu cosa farei…?? Uahahah…!!>

<Ma che razza di stronzo che sei…!! Ahahahah…!!>

<Ma come? Uno pensa a far brillare il suo

diamante”

e viene considerato uno stronzo! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

Eccoli che, a proiezione in atto, riuscirono comunque a sistemarsi su due comodissime poltroncine.

Il secondo tragico Fantozzi”

che prometteva risate a crepapelle.

Nulla di inatteso:

verso le ventuno uscirono dal cinema collassati dalle risate.

<Troppo bello….. Fantozzi è proprio uno che ti fa morire dalle risate> osservò Isabel.

<Meraviglioso! Devi sapere che in Italia il primo Fantozzi è stato visto nel 1975. Da allora la sua serie si è arricchita di altri numerosi film. Tutti eccezionali, uno più bello dell’altro! Una garanzia totale in termini di risate!>

<Se poi ti va di esagerare un po’….. prima di ritornare a casa passiamo a salutare quelli del bar così ci mangiamo anche un boccone: un panino oppure un toast…??> propose Isabel.

<Beh allora….. oltrepassiamoli questi limiti e mettiamoci anche delle patatine mezza luna fritte da finire croccanti….. Uahahah…!!>

Anche se fugace quella cena non fu certamente risicata, considerata la quantità di cibo che riuscirono ad ingurgitare. Comunque sazi e felici per un tranquillo rientro a casa.

Rilassati sul divano nell’estasi di una virtuale contemplazione.

Alex, ispirato come raramente gli capitava, si sentì legittimato a dar fiato per un coinvolgimento della sua adorata Isabel in quella che era diventata la sua personalissima missione terrestre…..

<Amore, oggi è sabato e proprio ieri è scaduta la mia seconda settimana di ferie.

Così lunedì, praticamente dopodomani, in teoria dovrei ritornare in ufficio…?

Sai….. effettivamente pensavo fosse arrivato il “momento perfetto” per fare una capatina sulla Terra…..

Vado a dare le dimissioni dal servizio e poi passo a salutare

la zia per annunciarle la mia vigliacca partenza per l’Australia…..

Colpevole: “il lavoro”….??

In seguito, sbrigati questi due compiti….. ma cosa cavolo sto dicendo…?? Per la mia cara zia si tratta sempre di un grande e profondo piacere che sento dentro il mio cuore…!!

Ma dovendo, questa volta, raccontarle il falso si è generata in me una mortificazione che non avevo mai provato in vita mia!

Comunque alla fine ritornerò qui….. da te….. e non me ne andrò più via…!!

Mai più senza di te…!!>

<Oh, amore mio…>

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 56°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Con la fine del canto andò effettivamente a chiudersi quel rito che ai più poteva anche aver dato l’impressione di un qualcosa di fuggevole. Ma in realtà si svolse nel pieno rispetto di un programma adeguato alle loro tradizioni.

 

Con la fine del canto andò effettivamente a chiudersi quel rito che ai più poteva anche aver dato l’impressione di un qualcosa di fuggevole. Ma in realtà si svolse nel pieno rispetto di un programma adeguato alle loro tradizioni.

A cerimonia finita i sette rimasero immobili davanti alle bare.

Ciò avrebbe consentito ai presenti di stringere loro le mani, guantoni permettendo…..

In seguito i nove eroi si sarebbero riuniti con i loro fratelli più giovani deceduti nell’astronave.

Alle tredici tutti i partecipanti alla cerimonia erano già rientrati alla base. I meno dotati accompagnati dai fuoristrada predisposti alla spola tra le due porte di accesso. Mentre per gli amanti della natura, certamente sterile ma incontaminata, una bella e divertente passeggiata di circa un’ora e mezza.

Solamente gli orosetiani rimasero sul posto per il disbrigo di certe faccende loro dovute anche per quell’amore verso una dolce e cara presenza familiare. Sicuramente una forte nostalgica emozione…!!

Isabel e Alex giunsero a casa ancora un po’ scossi ma felici per quel cavalcare l’onda dei grandi eventi di un bel momento ancora nella sua fase iniziale.

come la cerimonia svoltasi in mattinata!

Una dimensione, sotto l’umano punto di vista orosetiano,

di grande spessore!!

<Isabel se ti va oggi cucino io, un bel piatto di spaghetti alla carbonara?>

<Cucina, cucina pure amore mio…..

Io intanto mi distendo sul divano, accendo la televisione e……

che sollazzo!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

Ah! “l’amore l’amore” quante cose ti fa fare…..

l’amore….!

Pranzarono “divorando” un’eccellente spaghettata alla carbonara,

rigorosamente al dente”

come spesso desiderava far notare Alex.

Un momento delizioso per quelle due bocche accostabili ad altrettanti aspiratori con performance da oltre “2000 watt terrestri”.

L’entusiasmo fu tale che non scucirono neanche una parola finché i piatti non rividero la lucentezza dei loro fondi.

Per la spazzolata finale avevano l’abitudine di passare un pezzetto di pane giusto per l’ultimo piacere!

E la frutta…??

C’era sempre l’abitudine di consumarla lontano dai pasti…!!

<Che mangiata> affermò Isabel. Una donna estasiata, stremata e sazia, <sai Alex mi sento particolarmente stanca! “Quasi quasi” mi distenderei sul letto giusto per riposare un pochino.

Ci farà bene recuperare un po’ di sonno, anche se forse non si tratta esattamente di arretrato…??

Dai…… buttiamoci sul letto e vedrai che una volta sopra cadremo subito in un profondo letargo…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Garantito…!!>

<Sicuramente cadremo! Uahahah…!! Uahahah…!!

Ma come sei profetica oggi?

Comunque dai, prima di cadere, buttiamoci…..

Uahahah… Uahahah…!!

Prontiiiii…….

Uahahah…!!>

<Ahahahahahahah…!!

Sei il solito simpatico burlone!>

Effettivamente….. si buttarono sul lettone e, nonostante le morfeiche profezie isabelliane,

fecero l’amore appassionatamente…..

Loro due e le loro emozioni, i loro odori e le loro sensazioni……

Dopodiché

sempre più ammaliati dalla bellezza dell’amore”

si addormentarono cadendo in un sonno profondo.

Dormire bene per svegliarsi ancora meglio alle sei di sera.

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 57°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

fecero l’amore appassionatamente…..

Loro due e le loro emozioni, i loro odori e le loro sensazioni……

Dopodiché

sempre più ammaliati dalla bellezza dell’amore”

si addormentarono cadendo in un sonno profondo.

Dormire bene per svegliarsi ancora meglio alle sei di sera.

 

fecero l’amore appassionatamente…..

Loro due e le loro emozioni, i loro odori e le loro sensazioni……

Dopodiché

sempre più ammaliati dalla bellezza dell’amore”

si addormentarono cadendo in un sonno profondo.

Dormire bene per svegliarsi ancora meglio alle sei di sera.

Un pensiero subito seguito da una scossa di vitalità li fece alzare dal letto proiettandoli fuori casa per una bella e speranzosa “romantica” passeggiata!

Ci voleva proprio dopo la mangiata e la “dolce” dormita !!

E chi poteva stare meglio di loro: giovani, sani e belli. Con certe aspettative per nulla di poco conto….??

Beati loro…..

<Sai Alex, stavo pensando: e se andassimo al cinema?>

<Brillante idea Isabel, veramente….. ottima! Ah se non ci fossi tu cosa farei…?? Uahahah…!!>

<Ma che razza di stronzo che sei…!! Ahahahah…!!>

<Ma come? Uno pensa a far brillare il suo

diamante”

e viene considerato uno stronzo! Uahahah…!!>

Ahahahah…!! Uahahah…!! Ahahahah…!!

Eccoli che, a proiezione in atto, riuscirono comunque a sistemarsi su due comodissime poltroncine.

Il secondo tragico Fantozzi”

che prometteva risate a crepapelle.

Nulla di inatteso:

verso le ventuno uscirono dal cinema collassati dalle risate.

<Troppo bello….. Fantozzi è proprio uno che ti fa morire dalle risate> osservò Isabel.

<Meraviglioso! Devi sapere che in Italia il primo Fantozzi è stato visto nel 1975. Da allora la sua serie si è arricchita di altri numerosi film. Tutti eccezionali, uno più bello dell’altro! Una garanzia totale in termini di risate!>

<Se poi ti va di esagerare un po’….. prima di ritornare a casa passiamo a salutare quelli del bar così ci mangiamo anche un boccone: un panino oppure un toast…??> propose Isabel.

<Beh allora….. oltrepassiamoli questi limiti e mettiamoci anche delle patatine mezza luna fritte da finire croccanti….. Uahahah…!!>

Anche se fugace quella cena non fu certamente risicata, considerata la quantità di cibo che riuscirono ad ingurgitare. Comunque sazi e felici per un tranquillo rientro a casa.

Rilassati sul divano nell’estasi di una virtuale contemplazione.

Alex, ispirato come raramente gli capitava, si sentì legittimato a dar fiato per un coinvolgimento della sua adorata Isabel in quella che era diventata la sua personalissima missione terrestre…..

<Amore, oggi è sabato e proprio ieri è scaduta la mia seconda settimana di ferie.

Così lunedì, praticamente dopodomani, in teoria dovrei ritornare in ufficio…?

Sai….. effettivamente pensavo fosse arrivato il “momento perfetto” per fare una capatina sulla Terra…..

Vado a dare le dimissioni dal servizio e poi passo a salutare

la zia per annunciarle la mia vigliacca partenza per l’Australia…..

Colpevole: “il lavoro”….??

In seguito, sbrigati questi due compiti….. ma cosa cavolo sto dicendo…?? Per la mia cara zia si tratta sempre di un grande e profondo piacere che sento dentro il mio cuore…!!

Ma dovendo, questa volta, raccontarle il falso si è generata in me una mortificazione che non avevo mai provato in vita mia!

Comunque alla fine ritornerò qui….. da te….. e non me ne andrò più via…!!

Mai più senza di te…!!>

<Oh, amore mio…>

E l’abbraccio fu di una bellezza unica…..

Ah, l’amore che forza!

il mondo intero si muove con la forza dell’amore, senza amore non si muove nulla, se non a fatica!

segue…..

Il campanile di Oroset II (episodio 56°)


felice

Felice Tolfo 

seguito:

Con la fine del canto andò effettivamente a chiudersi quel rito che ai più poteva anche aver dato l’impressione di un qualcosa di fuggevole. Ma in realtà si svolse nel pieno rispetto di un programma adeguato alle loro tradizioni.

 

Con la fine del canto andò effettivamente a chiudersi quel rito che ai più poteva anche aver dato l’impressione di un qualcosa di fuggevole. Ma in realtà si svolse nel pieno rispetto di un programma adeguato alle loro tradizioni.

A cerimonia finita i sette rimasero immobili davanti alle bare.

Ciò avrebbe consentito ai presenti di stringere loro le mani, guantoni permettendo…..

In seguito i nove eroi si sarebbero riuniti con i loro fratelli più giovani deceduti nell’astronave.

Alle tredici tutti i partecipanti alla cerimonia erano già rientrati alla base. I meno dotati accompagnati dai fuoristrada predisposti alla spola tra le due porte di accesso. Mentre per gli amanti della natura, certamente sterile ma incontaminata, una bella e divertente passeggiata di circa un’ora e mezza.

Solamente gli orosetiani rimasero sul posto per il disbrigo di certe faccende loro dovute anche per quell’amore verso una dolce e cara presenza familiare. Sicuramente una forte nostalgica emozione…!!

Isabel e Alex giunsero a casa ancora un po’ scossi ma felici per quel cavalcare l’onda dei grandi eventi di un bel momento ancora nella sua fase iniziale.

come la cerimonia svoltasi in mattinata!

Una dimensione, sotto l’umano punto di vista orosetiano,

di grande spessore!!

<Isabel se ti va oggi cucino io, un bel piatto di spaghetti alla carbonara?>

<Cucina, cucina pure amore mio…..

Io intanto mi distendo sul divano, accendo la televisione e……

che sollazzo!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!>

Ah! “l’amore l’amore” quante cose ti fa fare…..

l’amore….!

Pranzarono “divorando” un’eccellente spaghettata alla carbonara,

rigorosamente al dente”

come spesso desiderava far notare Alex.

Un momento delizioso per quelle due bocche accostabili ad altrettanti aspiratori con performance da oltre “2000 watt terrestri”.

L’entusiasmo fu tale che non scucirono neanche una parola finché i piatti non rividero la lucentezza dei loro fondi.

Per la spazzolata finale avevano l’abitudine di passare un pezzetto di pane giusto per l’ultimo piacere!

E la frutta…??

C’era sempre l’abitudine di consumarla lontano dai pasti…!!

<Che mangiata> affermò Isabel. Una donna estasiata, stremata e sazia, <sai Alex mi sento particolarmente stanca! “Quasi quasi” mi distenderei sul letto giusto per riposare un pochino.

Ci farà bene recuperare un po’ di sonno, anche se forse non si tratta esattamente di arretrato…??

Dai…… buttiamoci sul letto e vedrai che una volta sopra cadremo subito in un profondo letargo…!!

Ahahahah…!! Ahahahah…!!

Garantito…!!>

<Sicuramente cadremo! Uahahah…!! Uahahah…!!

Ma come sei profetica oggi?

Comunque dai, prima di cadere, buttiamoci…..

Uahahah… Uahahah…!!

Prontiiiii…….

Uahahah…!!>

<Ahahahahahahah…!!

Sei il solito simpatico burlone!>

Effettivamente….. si buttarono sul lettone e, nonostante le morfeiche profezie isabelliane,

fecero l’amore appassionatamente…..

Loro due e le loro emozioni, i loro odori e le loro sensazioni……

Dopodiché

sempre più ammaliati dalla bellezza dell’amore”

si addormentarono cadendo in un sonno profondo.

Dormire bene per svegliarsi ancora meglio alle sei di sera.

segue…..