Economia italiana: Pil +1,4% nel 2017, al top da sette anni

Arrivano buone notizie per l’economia italiana. Secondo le rilevazioni del Istat, infatti il Prodotto Interno Lordo in Italia è cresciuto nel 2017 dell’1,4% rispetto all’anno precedente. Si tratterebbe del ritmo migliore degli ultimi 7 anni. L’economia italiana infatti non cresceva a ritmi così alti dal 2010, quando la crescita fu di 1,7%. L’incremento congiunturale è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto nel comparto dell’agricoltura e di un aumento nell’industria e nei servizi, spiega l’Istat nella nota.

I dati sull’economia italiana

risparmio mercato immobiliareIl dato tuttavia dovrà essere ancora confermato, perché la prima stima dell’Istat nella è effettuata infatti in termini grezzi, basata su dati trimestrali. Bisognerà quindi aspettare il prossimo primo marzo per conoscere il dato definitivo sull’economia italiana. I conti nazionali per il 2017 saranno diffusi il primo marzo, mentre quelli trimestrali coerenti con i nuovi dati annuali verranno comunicati il 2 marzo.

Tuttavia, le previsioni del Governo erano ancora più ottimistiche e indicavano una crescita di 1,5%. Questo dato si ottiene però se il report del Istat viene corretto in base agli effetti di calendario, dal momento che nel 2017 ci sono state due giornate lavorative in meno rispetto a quelle avute nel 2016 nell’economia italiana.

Se facciamo riferimento soltanto all’ultimo trimestre del 2017, il prodotto interno lordo ha avuto una crescita ancora più alta: +1,6%. il dato è espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2010, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dell’1,6% nei confronti del quarto trimestre del 2016. Il quarto trimestre ha avuto tre giornate lavorative in meno del trimestre precedente e una in meno rispetto al quarto trimestre 2016.

Economia italiana: Pil +1,4% nel 2017, al top da sette anniultima modifica: 2018-02-14T10:57:13+01:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.