Prezzo del petrolio in orbita, pesano le tensioni geopolitiche

Il prezzo del petrolio ha ripreso a correre in maniera vigorosa, tanto che il Brent è riuscito a riportarsi sui massimi di 3 anni. Il WTI invece è riuscito ad andare oltre i 67 dollari al barile. Sono le tensioni geopolitiche ad alimentare rally dell’oro nero, che torna a far parlare di sé i quotidiani internazionali dopo un breve periodo d’ombra. Le dichiarazioni di Trump riguardo Siria e Russia anno aumentato le tensioni, al punto tale che Eurocontrol – ovvero l’organo europeo di vigilanza sulla sicurezza del traffico aereo – ha messo in allerta le compagnie riguardo i passaggi dei voli sul Mediterraneo Orientale. Il presidente Usa inoltre, via Twitter ha intimato alla Russia di prepararsi all’arrivo di missili in Siria.

I driver che muovono il prezzo del petrolio

petrolioLe ripercussioni sul mercato petrolifero non devono stupire. Del resto il Medio Oriente è l’aria cruciale per i rifornimenti di greggio. E’ chiaro che il timore dei mercati riguarda possibili interruzioni lei rifornimenti. Se a tutto questo aggiungiamo anche il timore di guerre commerciali, il cui impatto sarebbe notevole sulla crescita dell’economia globale, il quadro geopolitico è completo e teso. Chiunque vuole fare trading online (recensioni dei broker e opinioni) dovrà tenerne conto. Peraltro le tensioni crescono anche su altri fronti. Houthi, fazione ribelle sciita che controlla lo Yemen del Nord, ha messo sotto attacco le infrastrutture petrolifere saudite.

Si spiega così il motivo per cui il Brant al barile ha raggiunto il massimo dalla fine del 2015. Viaggia a ritmo spedito anche il WTI che è salito 67 dollari al barile. Sfruttando una delle app bonus trading senza deposito abbiamo visto il quadro tecnico puntare ancora la rialzo. Eppure ci sarebbe un fattore che spinge verso il basso, ovvero l’impennata produttiva dello shale Oil americano, ulteriormente scoraggiata dalla crescita dei pezzi del barile. Ben presto gli USA saranno il maggiore produttore di petrolio al mondo. Ma al momento sul mercato prevalgono le spinte derivanti dalle tensioni internazionali.

Prezzo del petrolio in orbita, pesano le tensioni geopoliticheultima modifica: 2018-04-12T10:41:15+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.