Pagamento delle fatture, la PA italiana continua a farlo in ritardo

Il pagamento delle fatture da parte della Pubblica Amministrazione continua ad essere troppo lento, sebbene ci siano dei passi avanti. Nel 2017 sono infatti scesi a 55 giorni i tempi medi per ottenere quanto dovuto dalle PA, ovvero 3 giorni in meno rispetto alla media del 2016. Ma siamo comunque lontanissimi dai 30 che sono imposti dalla Legge (60 se si fa riferimento al Servizio sanitario nazionale).

Il pagamento delle fatture da parte delle PA

pagamento-fattureIl ritardo nei pagamenti delle fatture da parte della Pubblica Amministrazione è un problema emerso con prepotenza nel 2012, quando i debiti totali avevano raggiunto la quota record di 5,8% del Pil reale del Paese. Da quel momento la politica corse ai ripari stabilendo per legge i tempi massimi di pagamento. Ma non è bastato, evidentemente, visto che più della metà degli enti pubblici paga ancora costantemente in ritardo (62%).

I dati più recenti sono stati pubblicati dal ministero dell’Economia, che evidenzia altresì anche qualcosa di allarmante: il 17% delle fatture non sono state ancora pagate! Si tratta di 40 milioni di euro relativi a prestazioni effettuate lo scorso anno, per le quali le PA ancora non hanno versato il dovuto. L’insolvenza riguarda 6.892 amministrazioni sulle 13.484 che compaiono come debitrici nell’elenco del ministero. C’è anche in questo caso un lieve miglioramento rispetto al passato (nel 2016 erano 45,4 miliardi inevasi, pari al 26%).

Se negli ultimi anni l’introduzione della fatturazione elettronica (obbligatoria per tutte le pubbliche amministrazioni dal 31 marzo 2015) ha ridotto i tempi medi di pagamento delle pubbliche amministrazioni, la carta vincente che il ministero dell’Economia è convinto darà i suoi frutti è il sistema automatico di registrazione delle fatture, che entrerà a regime nel 2019. Intanto però dobbiamo fare i conti con al realtà, che dice che in Europa la forbice con gli altri paesi è ampia e ci restituisce un terzultimo posto nel ranking europeo basato sull’indice di rischiosità dei pagamenti. Dietro di noi solo Grecia e Portogallo.

Pagamento delle fatture, la PA italiana continua a farlo in ritardoultima modifica: 2018-10-15T10:01:29+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.