Lo sfogo social di Mario Balotelli: «Non si sputa nel piatto in cui si è mangiato»

Lo sfogo social di Mario Balotelli, il giorno dopo Italia Spagna, fa riflettere. In molti hanno esultato ieri sera insultando Mario, senza motivo. A poche ore dalla finale di Euro 2020 conquistata dagli Azzuri, Mario Balotelli si sfoga in una storia Instagram non capendo l’odio riversato nei suoi confronti.

x6067329_1736_balotelli_copertina.jpg.pagespeed.ic.wVMB_5qZm-

«Ho visto tanti insulti nei miei confronti e come sapete non ho problemi a esprimere i miei pensieri. Non capisco tutto questo odio nei miei confronti da parte di tanti di voi italiani». Inizia così lo sfogo del nuovo giocatore dell’ Adana Demirspor, squadra neopromossa della massima serie turca.

«L’Italia sta facendo un grande europeo – continua SuperMario – e io non ci sono perché i ragazzi in questi anni hanno meritato più di me la convocazione. Con questo, a che serve scrivermi ‘sei scarso, stai a casa, non vali niente, non sei italiano’?».

Mario Balotelli non ci sta e lancia una sfida, soprattutto a se stesso: un mondiale che non vede solo come un sogno. «Ci avete mai pensato – prosegue – che il mondiale è un torneo difficile da conquistare per me, ma non impossibile? E cosa dovrei dire se dovessi meritarlo? No, non mi riconosco in voi, quindi addio nazionale? Pensate prima di scrivere, non si sputa nel piatto dove si è mangiato. Comunque ora forza Italia, tutti insieme».

Lo sfogo social di Mario Balotelli: «Non si sputa nel piatto in cui si è mangiato»ultima modifica: 2021-07-08T09:53:22+02:00da manuela_man27

2 thoughts on “Lo sfogo social di Mario Balotelli: «Non si sputa nel piatto in cui si è mangiato»

  1. CARO BALOTELLI,
    NON CI FAR CASO ALLA STUPIDITA’ UMANA, PURTROPPO SEI STATO CARNEFICE E VITTIMA DI UN SISTEMA MARCIO E CRUDELE QUELLO DELLA POPOLARITA’ CALCISTICA. COME ITALIANA TI AUGURO BUONA FORTUNA IN TUTTI I CAMPI DELLA VITA. SALUTI

  2. amico mio nel calcio si corre o si corricchia nel campo , non si cammina o ci si ferma come quando si va per negozi e si guardano le vetrine , nel calcio si é tutti uniti dentro e fuori dallo spogliatoio , non ci si isola e non si fanno i fatti propri quando si é in squadra , nel calcio esistono regole di comportamento ed orari da rispettare che non prevedono bravate da consumarsi in pieno giorno o di notte , nel calcio e nello sport si deve avere il coraggio delle proprie azioni e comportamenti e non rispondere alle critiche dando dei razzisti a dei semplici tifosi che razzisti non lo sono per niente, troppo comodo; questo é il calcio mr. Balo

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.