Creato da quattro_amici_al_bar il 05/12/2007

QUATTRO AMICI AL BAR

il blog ufficiale della stanza 4 AMICI AL BAR :D

 

Troll e altro ....

Post n°358 pubblicato il 08 Luglio 2011 da L.Eco.Del.Server

Ultimamante  si presentano il stanza lei nick  che amano provocare .

Tutti escluso nessuno sono ben noti  a chi fa frequentato stanze  che  ora sono vuote.

Si sta verificando un'agitazione alla quale noi  non siamo stati abituati.

I primi tempi i nick che amano provocare si prsentavano durante la notte.

Ora si presentano anche di giorno. Questo a volte crea imbarazzo in stanza e anche se molti di noi li ignorano non basta perche' arrivano dallea ltre stanze persone che  gettano benzina sul fuoco.

Noi del bar sappiamo vivere la nostra stanza sia di giorno che di notte. 

Di solito da mazzanotte in poi  anche perche' ci sono meno utenti abbiamo la possibilita di ascoltare mucisa,di ridere e di scherzare  senza le tensioni che  potrebbero esserci durante il giorno.

Ora non ci sono piu  quei momenti che tenevano viva questa stanza e la rendevano speciale.

Uno dei motivi e'  l apresenza di alcuni nick, estranei  alla stanza che restano qui fino all'alba  facendo sentire la loro presenza e il loro fiato su collo.

A volte e quando siamo noi dell astanza a gentire la situazione  riusciamo ad emerginarli.

Allegra una delle sere precedenti ha fatto un bellissimo discorso facendo capir ebene a chi voleva disturbare che  noi, utenti di questa stanza vogliamo e riusciamo  a vivere  in pace. Che preferiamo la noia dei nostri litigi noiosi per loro e che comunue siamo decisi di tenre fuori chi recca disturbo.

Altri utenti hanno esperesso  la loro opinione che era identica a quella di Allegra e che condivido anch'io.

Ma purtroppo ora quei nick si presentano anche di giorno quando in stanza entrano molti piu ' utenti .

Io vorrei  esprimere la mia amarezza per quelo che sta succedendo... vorrei dirvi solo che ho gia visto le stesse situazioni create dagli stessi nick in altre stanze.

In quei casi la maggior parte degli utenti aveva deciso di spostarsi  sperando che questo avrebbe risolto il problema ma non ee stato cosi purtroppo .

Quindi noi dobbiamo stare qui  ed accogliere chi vuole far parte dellanostra piccola comunita' ma escludendo chi disturba .

Come abbiamo fatto finora:ignorandoli sperando che  prima o poi si decidono di spostare il loro mirino altrove ...

Io personalmente restero' in silenzio  evitando da parte mia  ogni tensione

 

 

 

 

 
 
 

migrazione e lourdes (4 Amici al Bar)

Post n°357 pubblicato il 08 Luglio 2011 da FreddoComeGhiaccio2

Parliamo oggi di migrazioni  e lourdes in 4 Amici al Bar. Come ben sapete sono forse non ricordo circa 10 giorni che "amministro" la stanza e da circa 25 persone siamo arrivati a toccare la soglia di 60. Per taluni la cosa è positiva mentre per altri è un fastidio in quanto viene a mancare la tranquillità. E' un paradosso ma non posso dar torto a nessuno delle due fazioni. La chat come spesso ho detto è un luogo di incontro virtuale dove si chiacchiera di tutto e di più, dove si fa amicizia o si sparano solo 4 caxxate per passare anche solo 5 minuti del poco tempo che ognuno di noi ha a disposizione. Mi è stato detto che chi entra di nuovo si dovrebbe adeguare ai ritmi della stanza e, la mia risposta è stata che nessuno si deve adeguare a nulla, purtroppo adeguarsi porterebbe ad essere insoddisfatti di ciò che sta accadendo. Deve venire dal cuore comportarsi come sempre quindi migliorare e peggiorare è solo una questione di soddisfazione o insoddisfazione dipende dal caso in  questione. Cosa c'entra lourdes? Semplcie man mano che mi si legge e hanno modo di conoscermi sperano in un miracolo   Non voglio ovviamente quale può essere tale miracolo ma una cosa è certa se hanno la mia stessa fortuna o hanno trovato il giorno di chiusura oppure mancava acqua santa o sciopero generale dei santi miracoli.

Scherzi a parte grazie a tutti voi perchè non sono io che sto facendo qualcosa ma tutti voi. Il mio compito è solo quello di farmi cazziare continuamente da chiunque, se necessario anche far da sputacchiera o pungiball (o come si scrive) anche perchè scriviamoci chiaro, meglio veniate da me a sfogarvi in malomodo che creare guerre immaginarie per un niente. I tempi cambiano inesorabili, le chat nascono e muoiono e quelle che nascono hanno stanze che oggi sono mezze vuote e domani pmezze piene e domani piene ma, dopodomani vuote. Si insomma .............. GRAZIE A TUTTI VOI SIETE DAVVERO FANTASTICI.

Non lasciate commenti altrimenti mi emoziono //lol

 
 
 

Il nostro blog

Post n°356 pubblicato il 07 Luglio 2011 da L.Eco.Del.Server

Eccomi qua,  pronta a scrivere... ma cosa? 

Questa e una domanda che mi ponevo da gionrni ... cosa potrei scrivere in un blog di una stanza?

In nome di questa stanza e' "4 amici al bar"  questo mi rendeva piu' confusa di quanto  io non lo sia  normalmente.

Si potrebbe scrivere solo di coktails, di tramezzini o dei diversi tipi di caffe'? Di ricette di  dolci? Perche' no?  Tutto potrebbe essere un argolmento valido per indurci a scrivere un post qui .

Ho passato molto tempo osservando gli argomenti della stanza per poter trovare una cosa che  potrebbe essere interessante a chi leggera'  il mio post o ch efara decidere agli utenti di entrare in questo blog e leggerlo.

Ieri sera mi sono resa conto che qualsiasi argomento e valido per un post al blog della nostra stanza.

Quando ho creato questo nick l'ho fatto  con inteto di provocare,pensieri, riflessioni su cosa siamo noi qui.

La realta' e' che io ci considero delle persone e non solo dei nick e il fatto che molti di  voi vi conoscete da anni e di persona ne e 'la prova.

Una cosa resta vera in questo mio nick che tutto svanisce nel nulla come un' eco. Quotidianamente scriviamo per comunicare tra noi infinito numero di linee che va perso nel nulla come l'eco che la senti per un po ma poi svanisce.... si confonde con l'aria.

Questo blog e' il nostro modo di mettere parte delle nostre riflessioni, preoccupazioni a volte che altrimenti vanno perdute.

Inoltre il tempo che abbiamo per scrivere qui e' diverso da quello che abbiamo in chat che e piu immediato ma a volte non ci permette di riflettere e scrivere nel modo che noi avremmo voluto i nostri pensieri.

Forse non ho scoperto l'acqua calda ma ora la nostra stanza  vive momenti di mutamento che a volte   ci fanno  riflettere o essere perplessi. Allora bisogna scrivere e confrontarsi anche qui . Esprimere  quello che snetiamo veramente dentro e farequesto momento di mutamento piu' positivo possibile.

Se scriviamo possiamo far capire  le nostre preoccupazioni ai nostri leaders e loro possono o aiutarci in un problema  o quello ch enoi consideriamo un problema e venirci incontro se noi riteniamo  che ci si aun problema  nei nostri rapporti con loro.

Ringrazio chi leggera' questo post e chiedo a noi tutti di fare parte della nostra stanza questo blog perche' in effetti lo e' e ora che la stanza lo ha bisogno scrivete, non importa che voi lo consideriate importante o meno ...Scrivete e leggete quello che gi utenti di questa stannza forse scriveranno ...

 
 
 

Ecco un esempio di cosa fa il troll

Post n°355 pubblicato il 04 Luglio 2011 da NoAiTroll

Come promesso vi davo dimostrazione di casa fanno i grandissimi troll. Nella loro pochezza entrano nei vari privati ad offendere chiunque e, l'esempio più eclatante lo potete proprio vedere quando vi arrivano privati OFFENSIVI. Voi pensate sono magari mandati da un nick che consoscete ma guarda un pò, il troll ha creato un clone e con questo si permette di far ciò che vuole.

I Troll si dividono a parer nostro in sue categorie.

Quella meno dannosa è la categoria dei burloni o comunemente detti disturbatori, entrano nelle stanze fanno un pò di caciara qualche battuta volante e poi si dileguano in altra stanza (oppure rimangono la visto che la considerano loro9

La più dannosa invece è di quei poveracci che vi entrano in privato offendendovi voi e famiglia, quelli che magari in chiaro provanoa  ridicolizzare e soprattutto cosa ben peggiore SPAVENTARE gli utenti con messaggi poco piacevoli facendo credere che sono onnipotenti ed onnipresenti sempre ed ovunque.

Non spaventatevi sono dei perfetti idioti........

A presto rileggerci con la speranza che tutti possiate dire

 

no ai troll

 

 

 

 
 
 

STALKING

Post n°354 pubblicato il 04 Luglio 2011 da allegra.desantis

STALKING
Post n°7 pubblicato il 04 Luglio 2011 da allegra.desantis

 

StalkingStalking

Io, oggetto di stalking da parte di un nik... 

Sono rammaricata, in quanto non avvezza a tale paranoia... (da tenere presente che non ho mai avuto contatti con tale personaggio... o è proprio questo il problema? ...mmmhhh...)

...come sempre dichiarato e confermato anche dal vissuto, per me questo “luogo” è un momento ludico, per cui, male accetto e “sopporto” attacchi di tal genere.

Anche volendo soprassedere alle varie meschine provocazioni, ritengo non sia corretto il suo non rapportarsi agli altri: offensivo, deridente, gretto.

Nel corso delle sue invettive nei miei confronti, (non sono la prima, né penso che sarò l’ultima) ho notato sempre un riferimento di interesse personale nei suoi confronti: ha un troppo alto senso di sè! Troppo cieco per riuscire a vedere che l’autocelebrazione non fà di certo grande l’uomo, anzi, lo rende piccino!

Certo, è la chat che ha creato il personaggio: molto probabilmente, uscendo dal virtuale potremmo trovare una tutt’altra persona (non so perchè ma lo immagino somigliante ad un botolo umano, avvezzo a spiare da dietro il balcone il passaggio della prossima pseudo-vittima da riempire di insulti in quanto inavvicinabile). 

Però, ho notato nelle parole di alcuni, una certa giustificazione del suo operato: bhè, è questo che mi ha piuttosto deluso.

Non si può giustificare asserendo che recita il suo ruolo: dietro ogni nik, c’è una persona. Ed a nessuno è “concesso” il diritto di offendere!

Anche se in un mondo virtuale, l’agressione verbale è sempre da biasimare, non da giustificare: foss’anche lo scemo del villaggio! Se poi, in nome della tolleranza, giustifichiamo tali comportamenti, non meravigliamoci, poi, del trasferimento di tali idiosincrasie nella vita reale.

infine....  

Invitata ad andare a vendere lumini al cimitero, esorto il latore di tale invito a riflettere, sempre che il suo pseudo-ego non abbia, ormai, ottenebrato quel pò di lume della ragione che il Padreterno ha donato a tutti noi, che nel caso non avessi la mia adorata professione, non esiterei ad andarci, anche perchè, per quanto possa essere definito umile, è pur sempre un onesto lavoro... 

...e stiamo sempre sotto il cielo!

allegra.desantis

 
 
 

Vademecun del troll

Post n°353 pubblicato il 03 Luglio 2011 da NoAiTroll
Foto di quattro_amici_al_bar

Anzitutto per chi ancora non sapesse(preso da wikipedia)

Il Troll - nel gergo di Internet, e in particolare delle comunità virtuali - è un soggetto che interagisce con gli altri utenti tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, con l'obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi.Di norma l'obiettivo di un troll è far perdere la pazienza agli altri utenti, spingendoli a insultare e aggredire a loro volta (generando una flame war). Una tecnica comune del troll consiste nel prendere posizione in modo plateale, superficiale e arrogante su una questione vissuta come sensibile e già lungamente dibattuta degli altri membri della comunità (per esempio una religion war). In altri casi, il troll interviene in modo apparentemente insensato o volutamente ingenuo, con lo scopo di irridere quegli utenti che, non capendone gli obiettivi, si sforzano di rispondere a tono ingenerando ulteriore discussione e senza giungere ad alcuna conclusione concreta.Il cross posting, ovvero la pubblicazione di messaggi identici in più sezioni diverse, è un sistema utilizzato dal troll per infastidire più gruppi contemporaneamente.La figura del troll può coincidere in alcuni aspetti con quella del fake, ovvero colui che disturba una comunità fingendosi qualcun altro. Tuttavia, un fake potrebbe partecipare in modo disciplinato e costruttivo alla conversazione (diversamente dal troll), mentre un troll potrebbe non celare né falsificare la propria identità (diversamente dal fake). Sovente le due figure, però, hanno obiettivi sovrapponibili.

Alcuni tipi di messaggi e attività associati all'azione del troll:

  • L'invio di messaggi intenzionalmente sgarbati, volgari, offensivi, aggressivi o irritanti.
  • L'invio di messaggi con contenuti senza senso (come: semplici lettere, emoticon, testi casuali).
  • L'invio di un numero di messaggi, anche se non particolarmente provocatori o insensati, tale da impedire il normale svolgimento delle discussioni.
  • L'invio di messaggi volutamente fuori tema (con frasi come: "come sviluppo la mia pagina web?", in un forum nel quale si parla di musica).
  • L'invio di messaggi contenenti errori portati avanti con finta convinzione (con frasi come: "Così è la vita è certamente il miglior film di Roberto Benigni, checché ne diciate!").
  • Il perorare intenzionalmente e con tensione un'argomentazione basata su un errore difficile da dimostrare o su opinioni potenzialmente verosimili, facendosi seguire nella discussione dalla comunità.
  • Il pubblicare contenuti di disturbo come suoni, immagini o link a siti offensivi, sovente mimetizzandoli come innocui.
  • Lo svelare trame di film o libri senza avvertire.
  • Lo sbagliare deliberatamente e ripetutamente i nomi (di persone o cose) o regole grammaticali per irritare gli altri utenti.
  • L'attribuire a tanti l'opinione di uno, vittimizzandosi e non rispondendo nel merito, spingendo possibilmente altri utenti a prendere le proprie difese (con frasi come: "vi siete coalizzati contro di me").
  • Il ridicolizzare o denigrare ripetutamente gli interventi di un utente "concorrente".
  • Lo scrivere deliberatamente messaggi enfatici su un dato argomento divertendosi alla spalle di chi corrobora poi la propria fasulla tesi.
Contromisure alle azioni di disturbo

La soluzione più comune alle azioni del troll è ignorare le provocazioni, resistendo alla tentazione di rispondere. Quando un troll viene ignorato, solitamente inizia a produrre messaggi sempre più offensivi cercando di provocare una reazione, sovente scadendo anche nel grottesco, per poi abbandonare il gruppo.

 

TUTTI INSIEME POSSIAMO E DOBBIAMO COMBATTERE QUESTI REPRESSI E NON PERMETTERE LORO DI SPORCARE GLI AMBIENTI DOVE PASSAIMO ANCHE SOLO 5 MINUTI. NON SONO FORTI MA SOLO POVERETTI CHE CERCANO COMPRENSIONE PER LA LORO DEBOLEZZA. ESATTAMENTE SONO DEBOLI E SI ACCANISCONO PER DIMOSTRARE A LORO STESSI CHE NON E' COSì ..........

Al prossimo arogmento

 
 
 

Il potere dei Bambini

Post n°352 pubblicato il 01 Luglio 2011 da FreddoComeGhiaccio2
Foto di quattro_amici_al_bar

Quanti di voi vorrebbero tornare bambini? La risposta è tutti!

Qualcuno direbbe si ma a condizione che non faccio questo o quast'altro, altri non tornerebbero mai a scuola, altri ancora rifarebbero tutto.
Si diciamola la verità, chi più chi meno, vuole tornarebambino.

Perchè tutto questo? Bhe semplicemente perchè il mondo degli adulti è uno schifo. Vediamo il bambino puro, giocare senza paura, fare amicizia con chiunque senza preoccuparsi se lo sta facendo con un meretto un giallino o uno sulla sedia a rotelle.

Già, sono puri. A noi tutti manca proprio questa purezza. Ormai guardiamo avanti e giudichiamo, ci allontaniamo se un individuo puzza di alcol, giriamo la testa se un altro fa abuso di potere su altri. Viviamo con la paura non degli altri ma di noi stessi.

Freddino qualche giorno fa mi disse "papà adesso so che eri tu che facevi babbo natale, mi chiedo come riuscissi a fare oh oh oh e come riuscivi ad entrare vestito senza far capire chi eri"

Giustamente era ora capisse questa cosa ma, ciò che disse in seguito è stato "Io credo lo stesso in babbo natale perchè fa sorridere i bambini e porta tanti doni".

Poter sorridere....... questa è la chiave di tutto!

A noi manca tutto, non importa i soldi che possediamo(io sono povero in canna quindi non faccio testo), non importa il lusso, le belle macchine, tante donne o uomini ma, quel che ci manca è la serenità interiore che i bambini posseggono.

uando due genitori si separano infatti il o i figli cominciano un declino psicologico non perchè si è allontanato uno o l'altro ma perchè non ha più serenitò, perchè il sorriso si è spento dalle loro labbra e dal loro cuore.

Colpa dell'adulto represso. Già, colpa di tutti noi poveri inetti che pensiamo di trovare la soluzione per ogni cosa senza però vedere che ce l'abbiamo davanti.

La soluzione sono proprio i bambini.

Riflettiamo tutti appassionatamente forse dovremmo....................

By Albert

 

 
 
 

Perchè chattare!

Post n°351 pubblicato il 30 Giugno 2011 da FreddoComeGhiaccio2
 
Tag: Chat
Foto di quattro_amici_al_bar

oniamo le classiche domande che si fanno parecchi utenti di questa o tante altre chat oppure ovviamente utenti che vorrebbero cominciare ad entrare in questo fantastico mondo.

- Perchè tutti dicono che chattare è da sfigati?
- Perchè quando tento di chattare con qualcuno nessuno mi risponde ?
- Perchè quando entro vengo sempre attaccato/a?

-
-
- Perchè esiste la chat?

Gia quante domande ed ognuno di noi sicuramente ha la risposta più giusta tanto per se stesso quanto per tanti altri.

La chat come ho sempre detto è un'ottimo deterrente per parecchie situazioni e soluzioni. Persone sole entrano e sorridono sapendo che la solitudine non è con queste in quel preciso istante, altri entrano perchè hanno amici e non solo virtuali come si può pensare. Ci sono utenti che si sono addirituttra sposati, sono andati a convivere oppure hanno avuto seppur per breve tempo una relazione che ha permesso loro di credere nuovamente e fantasticare.

Ma parliamoci chiaro, la chat non è solo un accoppiarsi ma, soprattutto un poter rivivere in qualche modo, cominciare magari a riprendere possesso di tante cose che nella vita si sono perse. Serve per tornare nuovamente a credere in se stessi.

L'altra faccia della medaglia? orvare poveri inetti che usano la chat per fare stalking, attaccare le persone "deboli" ma, i veri deboli sono loro stessi che non sanno affrontare il quootidiano come dovrebebro e, sfogano la loro rabbia accusando la società dove nel nostro contesto per società intendo noi tutti.

Da quando chatto? 12 lunghi anni sempre e solo su Digiland. Ho riso, ho gioito e mi sono anche inc..... ma sono ancora vivo e vegeto con un compito in più.

Quale? non sicuramente quello di usare un tastino per fare da padrone visto che ognuno è padrone di se stesso ma, per aiutare anche solo una persone a capire come funziona anzitutto digiland ma, soprattutto in merito alla mia lunga esperienza a non cadere in trappole senza via di uscita create dai cosiddetti troll o disturbatori o come li volete chiamare voi.

Ho potuto appurare in questa settimana come amministratore che il troll purtroppo agisce solo  per il gusto di ferire ed in questa stanza ho notato che i chatters amano entrare per divertirsi e non per trovare persone che fanno addirittura dello stalking. Io voglio dire a tutti quanti nessuno escluso che nel reale c'è davvero da piangere, bambini che perdono in un modo  o nell'altro i propri genitori,  persone che si ammalano sapendo che hanno ancora poco da vivere, persone che vengono stuprate sessualmente e psicologicamente. La chat dev'essere davvero il cosiddetto parco del divertimento. Non ci sono giostre ma, siamo noi la giostra, siamo tutti noi la grande ruota che fa girare il sistema della chat.

Aiutiamoci a vicenda per migliorarla e renderla bella anche dinanzi agli occhi di chi non ha mai chattato ed è convinto sia solo un posto per il sesso facile perchè così non è (o quasi )

Provate a commentare magari con tanti commenti chi legge ha modo anche di avere delle risposte che potrebbero essere utili.

By Albert

 
 
 

“Crisi Del Lavoro, Chi Sono I Colpevoli”

Post n°350 pubblicato il 29 Giugno 2011 da FreddoComeGhiaccio2
 
Tag: Lavoro
Foto di quattro_amici_al_bar


parecchie responsabilità nel creare la ‘catastrofe disoccupazione’ vanno attribuite a coloro che hanno ideato, sostenuto, approvato la cosiddetta ‘Legge Biagi’, a tutti coloro che contribuiscono alla sua cattiva interpretazione e soprattutto alla ‘gestione manageriale delle aziende italiane’.Gli investimenti servono ad ottenere risultati nel medio-lungo termine e il fattore indispensabile per la sopravvivenza dell’azienda è il cliente.La soddisfazione del cliente si ottiene fornendogli qualità, prezzo, servizio. Essendo troppo dispendioso lavorare su questi tre fattori, le aziende devono basare la loro impostazione sul solo fattore qualità (non inteso come semplice qualità del prodotto ma come adeguatezza all’uso che ne farà l’utente), puntando sul miglioramento continuo dei processi aziendali. La filosofia del miglioramento continuo può essere attuata solo con il coinvolgimento e la forte valorizzazione delle risorse umane.
Questo modo di gestire le aziende è stato quasi del tutto soppiantato dalla gestione ‘manageriale’ che impone profitti immediati a qualunque costo.Dati alla mano questo tipo di gestione ha portato all’impoverimento o distruzione di moltissime aziende. Gli insuccessi ottenuti in tutti i campi dai ‘giovani manager con l’inglese fluente’ sono stati prontamente attribuiti all’elevato ‘costo’ delle maestranze nelle aziende italiane e, negli ultimi tempi, alla crisi internazionale che è diventata l’ancora di salvezza di tutti gli incapaci. ‘Giustamente’ le aziende hanno dato carta bianca ai ‘giovani manager con l’inglese fluente’ per procedere con le ‘geniali ristrutturazioni aziendali’ che permettono di abbattere gli ‘enormi’ costi del personale licenziando gran parte dei vecchi dipendenti e sostituendoli con personale interinale che ‘grazie’ alla legge Biagi costa poco nulla, non gode di nessun diritto e può essere buttato fuori a calci senza problemi quando il ‘giovane manager con l’inglese fluente’ di turno decide di trasferire la produzione in un paese sottosviluppato dove è ancora più conveniente sfruttare la monodopera. In questo contesto le stesse aziende rappresentano solo qualcosa da spremere il più possibile per realizzare profitto immediatamente.
Le statistiche internazionali dicono che a causa della saturazione del mercato globale attualmente riescono a sopravvivere solo le aziende che producono prodotti ad alto contenuto tecnologico. Mi dite come fanno aziende sature di personale sfruttato, sottopagato, scarsamente addestrato e soprattutto demotivato a progettare, sviluppare, produrre e commercializzare prodotti di alta qualità?
Oltretutto dietro i nomi altisonanti di molte di queste multinazionali, con centinaia di stabilimenti in tutto il mondo, spesso in Italia ci si trova davanti ad azienducole ridotte in miseria con un capitale sociale ridicolo. Inutile sottolineare che aziende in queste condizioni non possono competere ad armi pari con le rivali storiche dei paesi occidentali e nemmeno con le aziende asiatiche che producono prodotti di scarsa qualità ma con costi nettamente inferiori ai nostri.
Per concludere vorrei porre una domanda ai grandi capitalisti e speculatori: a chi pensate di vendere i vostri prodotti, fabbricati a basso costo in Cina, se la maggior parte dei lavoratori italiani sono ridotti in miseria?

 

By Albert

 

 

 
 
 

si riparte ..........

Post n°349 pubblicato il 25 Giugno 2011 da quattro_amici_al_bar

con immenso piacere possiamo augurarvi un fantastico viaggio nel VOSTRO blog.

Esattamente questo è il blog di tutti noi, un piccolo bar dove poter esprimere le proprie idee sempre nel rispetto di tutti coloro che leggeranno e scriveranno.

L'intento di tutti è quello di SORRIDERE, di poter aver informazioni utili per se stessi o chi per esso.

In questo post il ringraziamento lo dobbiamo dare soprattutto a lady e a Serena. Serena è una collaboratrice preziosa del blog e, semmai a chiunque di voi dovesse balenare qualche idea su come migliorarlo può far riferimento a lei a lady o al sottoposto FreddoComeGhiaccio.

Detto questo ...................... buona scrittura e buona lettura a tutti!

 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

superzarcosclaudiodealerwxeniawa.accianinembonemocattadoririccardoNoise_Stormfrancy46fede.cicconienya1985principessa660carmelodgl2c.pluison93pasquale.pato7
 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 14