Community
 
quelchenonm...
Profilo
Blog
Sito
Foto
   
 
Creato da quelchenonmimanca il 12/04/2010

Do it better

manuale semiserio su sesso e dintorni scritto a più mani

 

« I sogni son desideri???Di achille e dei suoi talloni »

equilibri gravitazionali

Post n°13 pubblicato il 21 Ottobre 2010 da quelchenonmimanca
 

Nell'attesa che la spettinata trovi il tempo per raccontarvi di un party inglese cui ha partecipato, ho deciso di tediarvi con alcune considerazioni discretamente banali che prendono spunto dal colore dell'erba del vicino.

Storie di tutti i giorni. Relazioni di coppia sopraffatte dalla quotidianità, dai nuovi ruoli che diventano giorno dopo giorno sempre più aderenti a ciò che gli altri si aspettano da noi, ed in cui finiamo per identificarci.

Parto dall'antefatto. Qualche giorno fa, a pranzo con un fornitore, si stava discutendo degli equilibri familiari, e lui mi ha offerto una prospettiva che effettivamente è suggestiva. Secondo questa teoria quando un equilibrio si spezza è perchè non si è rispettato l'assetto originale, diciamo.
Mi spiego. Marito, moglie e due figli. Ma anche solo marito e moglie. Perchè la relazione riesca ad andare avanti, entrambi devono ricordare cos'erano prima di essere marito e moglie, cioè fidanzati ed amanti. E mano a mano che la vita aggiunge elementi, sempre più bisogna preservare gli equilibri che hanno dato vita alle nostre scelte.

Perchè questa teoria possa trovare applicazione esistono due requisiti fondamentali: che la coppia sia sana (cioè che non si stia insieme perchè non si riesce a star da soli) e che entrambi si condivida questa prospettiva.
Vero è che ci sono sere in cui le microcazzate che non funzionano sono così tante, che verrebbe voglia di prendersi una pausa rigenerante e che viene davvero difficile pensare che si possa riuscire a stare insieme come quando problemi non ce n'erano.
Ma io ancora ricordo com'era. Ricordo l'emozione nel salire le scale di casa sua, di trovarlo con le luci spente e l'acqua della doccia che gli scrosciava addosso, l'eccitazione nel sentire le sue mani che mi cercavano. Perchè non potrebbe essere più così?? 

In effetti, almeno nel mio caso, qualunque motivo di possibile crisi trova applicazione in questa teoria degli equilibri. E cioè oggi, da madre e da moglie, ogni tanto un po' mi manca non sentirmi "la zoccola" di mio marito. Ma visto che non ci sto assieme tanto per passare le giornate, ho deciso di provare ad applicare il concetto alla mia relazione.

Non è semplice. Entrambi siamo fuori casa tutto il giorno per lavoro, c'è la bimba che cresce e che reclama attenzioni, entrambi abbiamo altri interessi e pochissimo tempo da vivere unicamente come coppia. Ma la teoria funziona.

D'altronde che c'è di sbagliato nel concedersi ogni tanto il lusso di fare "gli amanti"? Ovvio, che bisogna preservare un'intesa che già esisteva, perchè se l'intesa non è mai esistita, cioè se io cercassi in lui cose che non è mai stato in grado di darmi, se lui avesse su di me fantasie che non condivido, inevitabilmente le frustrazioni si amplificherebbero.. ed in questo caso le soluzioni sono solo due. Lasciarsi o trovarsi una valvola di sfogo.
Altrettanto ovvio è che ciascuno possa avere la sua idea di "fare gli amanti", dal concedersi uscite a lume di candela ad andare in locali di scambisti. De gustibus. Purchè la scelta sia condivisa.
Per me, che di esperienze di tradimento in passato ne ho avute davvero tantissime, la traslazione è effettivamente molto semplice. Cioè ricercare quella complicità e quelle attenzioni che io cerco in ogni corteggiamento. E così, anzichè corteggiare qualcun altro o farmi corteggiare da qualcun altro, ho deciso di corteggiare lui. Di comportarmi come se fosse "l'amante". Di raccontargli le mie fantasie e di scrivergli messaggi spinti se ne ho voglia. Di chiedergli appuntamenti fuori dall'orario familiare e ricordargli come erano i primi tempi, quando bastava guardarsi per desiderarsi. Di presentarmi sotto una luce che non abbia nulla a che vedere con le figure di moglie e di madre, senza alcun imbarazzo. In fondo l'ho scelto per costruire la mia famiglia, avrà più senso che impieghi energie con lui che con un qualunque aitante sconosciuto??

Non è sempre so easy, non sempre regala le emozioni e l'adrenalina di una nuova conquista, forse non c'entra nemmeno molto con la teoria degli equilibri, ma ragazzi, in questi giorni sto davvero gran bene. ; ) 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

LE IDEATRICI DEL BLOG:

quelchenonmimanca Foto di quelchenonmimanca

Sesso: F - Età: 37 

ElleCi

 

spettinatadentro Foto di spettinatadentro

Sesso: F - Età: 37


ElleEffe
 

ULTIME VISITE AL BLOG

quelchenonmimancail.lordneroriccardo.alesslibrimusicaeciboLord_Taliesinil_parresiastatempo_instabileragdoll953draaculaoLAFORZADELSUDandreaconsentinoschiri_9greywolf61espertooffresi3cerino59
 

ULTIMI COMMENTI

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

I MIEI LINK PREFERITI