Creato da fatamorgana.festival il 20/11/2008

Fata Morgana

blog ufficiale del festival

 

FESTIVAL VISIONI DI FATA MORGANA

28 novembre – 6 dicembre
Giornate Internazionali del Cinema Contemporaneo
I edizione
FestivArt - PTU Piccolo Teatro Unical - Arcavacata di Rende


 
Cala il sipario del Piccolo Teatro dell’università della Calabria sul Festival Visioni di Fata Morgana, primo esperimento di Festival organizzato per la prima volta interamente da un’Università.
Oltre cinquanta proiezioni tra film, documentari e cortometraggi, ed ancora tavole rotonde, presentazioni di libri e riviste, incontri-dibattito tra registi, attori, studenti e pubblico in sala.
I professori Roberto De Gaetano e Bruno Roberti, rispettivamente Presidente e Direttore Artistico del Festival hanno espresso viva soddisfazione per la riuscita della manifestazione. In particolare il prof. De Gaetano ha affermato: “Si è conclusa felicemente un’iniziativa unica in Italia, il primo seme per un progetto che ci impegniamo a far durare e che collochi questo Festival stabilmente nel panorama dei grandi Festival nazionali”.
In serata, dopo un’ultima giornata piena di eventi, si è svolta la triplice premiazione: il Premio Fata Morgana assegnato dal comitato direttivo della rivista omonima ( Direttore Roberto De Gaetano, Bruno Roberti, Daniele Dottorini, Marcello Walter Bruno, Alessia Cervini) al film Tramas di Augusto Contento per la sorprendente capacità di far lavorare l’immagine e il suono all’interno di un progetto filmico teso a restituire il sentire contemporaneo; il premio Visioni di Fata Morgana all’attrice Giulia di Quilio per la sua interpretazione come protagonista de Al termine della notte di Samuel Mac Fadden, per la sensibilità con la quale dà vita ad una presenza femminile di “donna del bandito” nella migliore tradizione del noir cinematografico. Infine è stato premiato il film più votato dal pubblico per il concorso “Le immagini della contemporaneità” che ha ottenuto il 9,10 delle preferenze, Vogliamo anche le rose della regista Alina Marazzi.
Erano presenti, oltre gli organizzatori, il prof. Gino Crisci, la prof.ssa Margherita Ganeri, il regista Diego Ronsisvalle, l’attrice Giulia di Quilio, i regist Samuel Mac Fadden, Tommaso Cotronei Maurizio Gibertini, Manuela Costa, Carlo Luglio e il produttore Gaetano Di Vaio.
Al termine della serata è seguita la proiezione, l’ultima del festival, Un amore di Gide con Olivia Magnani e Alessandro Haber a cui è intervenuto il regista Diego Ronsisvalle. Il film è stato realizzato in pellicola ed ha la particolarità di unire alle normali riprese delle scene ambientate in epoca attuale, interi spezzoni d'archivio che illustrano la Taormina degli anni '50 ed è tratto da un romanzo di Vanni Ronsisvalle.
skip to main | skip to sidebar

Arcavacata di Rende, 7 dicembre 2008 

 
 
 

FESTIVAL VISIONI DI FATA MORGANA

Post n°22 pubblicato il 06 Dicembre 2008 da fatamorgana.festival


28 novembre – 6 dicembre
Giornate Internazionali del Cinema Contemporaneo
I edizione
FestivArt - PTU Piccolo Teatro Unical - Arcavacata di Rende


 
Giornata conclusiva per il Festival Visioni di Fata Morgana dedicata al Cinema Esperienza del reale.
In apertura si è svolta la Tavola Rotonda Allegoria: Cinema, letteratura, realtà dopo il postmoderno, con la presentazione del numero 57 della rivista diretta da Romano Luperini Allegoria a cura di Margherita Ganeri.
Alla discussione sono intervenuti il Preside di Lettere e Filosofia Raffaele Perrelli, Tommaso Cotronei, Gaetano di Vaio, Carlo Luglio, Maurizio Gibertini, Manuela Costa, Diego Ronsisvalle e Gilda Policastro che ha contribuito attivamente alla rivista Allegoria con l’intervento su Luigi Weber e sul Ritorno alla realtà? Otto interviste a narratori italiani in collaborazione con  Raffaele Donnarumma.
Il tema del ritorno alla realtà discusso in via interrogativa ha incontrato, presso gli studiosi cultori di letteratura e cinema un vivace dibattito tra istanze resistenti all’idea di un realismo esemplificativo e l’idea di una realtà orientata a non rimanere più fuori dai libri, dai film o dall’arte in generale.
Il cineasta calabrese Tommaso Cotronei ha inquadrato il reale come falsato dall’ ideologia, dalla cultura e dalla cattiva coscienza. Cotronei, dall’angolo visuale della sua esperienza ha parlato del vizio intellettuale italiano di intendere l’altro come distante da se; insieme agli intellettuali, sia i documentaristi che i registi di fiction, che affrontano il reale, hanno un modo elegante di lavarsi la coscienza senza essere realmente legati alla realtà, considerando esaurito il loro compito di denuncia. Gli intellettuali di sempre si beano di belle parole, e di belle immagini, per poi avere i figli nelle migliori scuole e nelle università più blasonate. Bisogna invece identificarsi con il reale fino a farne parte, fino a parlare delle proprie esperienze dirette.
 In tarda mattinata è stato proiettato il film, in concorso,  Sotto la stessa luna di Carlo Luglio in cui Gaetano Di Vaio  interpreta il secondo “scagnozzo” di un Boss.
A seguire le proiezioni di Non essere qui è come non esistere, in concorso, di Maurizio Gibertini; Il mio paese di Daniele Vicari; Preparativi di fuga, film in concorso, di Tommaso Cotronei e il video di Ivana Russo Santa Lucia
In serata è prevista la premiazione del Concorso Le immagini della contemporaneità,  e la consegna del premio “Visioni di Fata Morgana” e un riconoscimento all’attrice Giulia Di Quilio, protagonista del film Al termine della notte di Samuel Mac Fadden, cui seguirà l’ultima proiezione del festival Un amore di Gide a cui interverrà il regista Diego Ronsisvalle. Il film è stato realizzato in pellicola ed ha la particolarità di unire alle normali riprese delle scene ambientate in epoca attuale, interi spezzoni d'archivio che illustrano la Taormina degli anni '50 ed è tratto da un romanzo di Vanni Ronsisvalle.
Arcavacata di Rende, 06 dicembre 2008 

 
 
 

Cinema Esperienza del reale


Sabato 6 dicembre
La giornata conclusiva si apre con la tavola rotonda  dedicata a “Allegoria: Cinema, letteratura, realtà dopo il Postmoderno”, presentazione del n° 57 della rivista“Allegoria”, in una discussione sul “ritorno del reale” tra giovane cinema e giovane letteratura italiana.
Interverranno: Margherita Ganeri, Raffaele Perrelli, Gilda Policastro, Tommaso Cotronei, Tommaso Ottonieri, Carlo Luglio, Gaetano Di Vaio, Diego Ronsisvalle, Maurizio Gibertini. E si vedrà a conclusione della mattinata un film molto forte, duro e appassionato “Sotto la stessa luna” di Carlo Luglio, sulla realtà di Scampia, che fa anche da cornice a “Gomorra”, e che qui racconta un incontro-scontro tra Rom e ragazzi a rischio.
Quindi vedremo le immagini sulla prima manifestazione-corteo di Rom-Sinti girate da Maurizio Gibertini. Il documentario di Daniele Vicari “Il mio paese” ci racconterà le tensioni e le trasformazioni dell'Italia di oggi. E l'anteprima italiana di “Preparativi di fuga”, di Tommaso Cotronei, reduce dal festival di Locarno, che illumina la condizione inquieta e difficile dei giovani calabresi.
Quindi un omaggio alla immensa Nannarella, in occasione del centenario della nascita, sarà il giusto suggello alla premiazione del concorso e alla proiezione in anteprima di “Un amore di Gide” , il nuovo film di Diego Ronsisvalle interpretato dalla nipote della grande Anna, Olivia Magnani.

-ore 10:00
Tavola rotonda “Allegoria: Cinema, letteratura, realtà dopo il Postmoderno”
Presentazione del n. 57 della rivista “Allegoria”
A cura di Margherita Ganeri
Presentazione Raffaele Perrelli (Preside Facoltà di Lettere e Filosofia)
Intervengono: Gilda Policastro, Tommaso Cotronei, Tommaso Ottonieri, Carlo Luglio, Gaetano Di Vaio, Diego Ronsisvalle, Maurizio Gibertini
-ore 12:00
Sotto la stessa luna di Carlo Luglio (Italia 2006, 90’ - in concorso)
Alla proiezione sarà presente il regista
-ore 15:00
Non essere qui è come non esistere di  Maurizio Gibertini  (Italia 2008, 45’ - in concorso)
Alla proiezione sarà presente il regista
-ore 16:00
Il mio paese di Daniele Vicari (Italia 2006, 113’)
-ore 18:00
Preparativi di fuga di Tommaso Cotronei (Italia 2008, 40’ - in concorso)
Alla proiezione sarà presente il regista
-ore 19:00
Anna Magnani di Sandro Lai e Daniela Piccioni (Italia 2008, 57’)
-ore 20:30
Premiazione Concorso “Le immagini della contemporaneità”
-ore 21:30
Un amore di Gide di Diego Ronsisvalle (Italia 2008, 92’)

 
 
 

FESTIVAL VISIONI DI FATA MORGANA

FESTIVAL VISIONI DI FATA MORGANA
28 novembre – 6 dicembre
Giornate Internazionali del Cinema Contemporaneo
I edizione
FestivArt - PTU Piccolo Teatro Unical - Arcavacata di Rende


Il pomeriggio del 4 dicembre è proseguito con la proiezione  di  The pervert’s guide to cinema part 1, 2, 3 di Slavoj Žižek e Sophie Finnies e Bildmakarna/The image Maker di Ingmar Bergman.
Di seguito, alla presenza del regista Samuel Mac Fadden e dell’attrice Giulia di Quilio, è stato proiettato Al termine della notte.
Sono stati  inoltre proposti i lavori  del giovane studente e regista Gianluca Sia autore del  corto Occhi spenti e della puntata pilota della fiction University life.
La serata si è conclusa con la Notte Bianca - Masters of horror, che prevedeva la proiezione di Jennifer di Dario Argento (Italia 2005, 60’ - inedito) e Cigarette burns-Incubo mortale di John Carpenter (Germania 2001, 94’ - inedito).

La penultima giornata di Festival dedicata alla Natura non indifferente della visione si è aperta con l’incontro-lezione su Heimat di Edgar Reitz a cura di Paolo Jedlowski.
Diretto dal Prof. Roberto De Gaetano, l’incontro è partito da una presentazione della serie tedesca con riferimento al primo ciclo in cui si è evidenziata l’intenzione di Reitz verso la ricostruzione delle mancanze della storia collettiva. Il sociologo ha posto attenzione in particolare sulle potenzialità di ri-appropriazione storica da parte del linguaggio cinematografico.

Il primo pomeriggio proseguirà con gli straordinari paesaggi di un cinema al limite della pittura e della poesia zen con Five dedicated to Ozu di Abbas Kiarostami. Cinque sequenze compongono il film, un insieme di quadri ambientati al limite del mare in cui ordinarie visitazioni si rivelano insolite e sconcertanti.
Successivamente verrà presentato il nuovo volume Fata Morgana – Limite (Pellegrini Editore). Alla presentazione interverranno Marcello Walter Bruno, Felice Cimatti, Silvia Vizzardelli, Roberto De Gaetano e Daniela Angelucci.
Nel corso del pomeriggio verrà proiettato il film Antonioni-Hitchcock a imagem em fuga (L’immagine in fuga) di Julio Bressane che condensa in sè, sei film dei due registi in un montaggio particolare. I luoghi comuni di Hitchcock rivisitati da un grande inventore di immagini del cinema italiano.
Più tardi sarà la volta  di Frammenti della casa di luce di Graziano Misuraca alla cui proiezione saranno presenti gli attori e il regista.
A seguire il pluripremiato Dong di Jia Zhang-Ke, film in concorso, e Abel Ferrara: The Mith di Rosa Pianeta.
In conclusione di serata verrà proposto Haiti Chérie di Claudio Del Punta e il film di Silvana Maya Ossidiana, interpretato da Teresa Saponangelo.

Si ricorda infine che domani, alle ore 20.30, verrà consegnato il “Premio Fata Morgana” al film Tramas di Augusto Contento, assegnato dal Comitato direttivo della rivista omonima, composto dal Direttore Roberto De Gaetano, da Marcello Walter Bruno, Alessia Cervini, Daniele Dottorini e Bruno Roberti.
Seguirà l’assegnazione del “Premio Visioni di Fata Morgana” all’attrice Giulia Di Quilio, madrina del Festival, per la sua partecipazione al film Al termine della notte di Samuel Mac Fadden.
La serata culminerà con il “Premio immagini della contemporaneità” al  miglior film votato dal pubblico.

 
 
 

Programma Venerdì 5 Dicembre


Venerdì 5 dicembre
La Natura non indifferente della visione

 
ore 10:00
Incontro-lezione su Heimat di Edgar Reitz
A cura di Paolo Jedlowski


ore 15:00
Five dedicated to Ozu di Abbas Kiarostami (Iran 2005, 50’)
 

ore 16:00
Presentazione del volume Fata Morgana - Limite (Pellegrini Editore)
Intervengono: Daniela Angelucci, Marcello W. Bruno, Felice Cimatti, Roberto De Gaetano, Paolo Virno

 
ore 17:00
Antonioni-Hitchcock a imagem em fuga di Julio Bressane (Brasile 2002, 29’)
 

ore 17:30
Frammenti della casa di luce di Graziano Misuraca (Italia 2008, 30’)
Alla proiezione saranno presenti regista e attori

 
ore 18:30
Dong di Jia Zhang-ke (Cina 2007, 60’ - in concorso)

 
ore 20:00
Abel Ferrara: The Mith di Rosa Pianeta (Italia 2007, 15’)
 

ore 20:30
Haiti Cherie di Claudio Del Punta (Italia-Haiti 2008, 99’- in concorso)


ore 22:30
FILM A SORPRESA

 
 
 
Successivi »
 
   Ecco il programma del festival (clicca sull'immagine per ingrandire)
Per consultare la versione completa e dettagliata clicca qui
 

I MIEI LINK PREFERITI

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

piernelwebfulviagiovannoneodiocorona1Maloofra.globmarcolivieri2vallone.veronicaCoachFactoryadranamnesigiulia.diquilioandrinzbeacantoretiresia1981eroticamantegiorgio870
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom