Community
 
capejeaspaje1
   
 
Creato da capejeaspaje1 il 12/05/2006
delle formiche
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 
immagine
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

capejeaspaje1Aridelia_sono_iov.masotti_2009unamamma1maxi1947sorrisodikareninpiedinocaldomaippiufrizzolo59gladlunatikamorgana_a71gold_bloggers_blogviolette51Tutorcepuluce.sorgente
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Post N° 27

Post n°27 pubblicato il 19 Agosto 2008 da capejeaspaje1

Salve Gente

Una formichina, dell'apparato giudiziario ha deciso di oscurare il sito thepiratebay.org.
Con una decisione che ha dell'incredibile, la formichina GIP del Tribunale di Bergamo ha ordinato
l'oscuramento del sito svedese, intimando ai provider
italiani di fare in modo che le pagine web
di thepiratebay non siano più
raggiungibili dagli utenti italiani.
Le formichine svedesi che gestiscono il sito insorgono, additando lo Stato Italiano come fascista,
le formichine delle case discografiche esultano,
considerando questo risultato come una vittoria
a sostegno dei propri interessi
economici, le formichine “smanettone” dei propri personal computer
(in giro per la rete
se ne trovano sempre di più) sogghignano, le formichine “comuni”, cioè i
semplici utenti che a malapena sanno accendere un pc, a detta del giornalista de “La Repubblica”,
uno dei tanti che ha composto un articolo sulla vicenda,
sono le sole “vittime” del provvedimento.
Le formichine che pongono le varie associazioni tra cui l'ADUSBEF e Altroconsumo creano il solito
allarmismo, anche se in questo caso giustificato, adducendo al
fatto che, così facendo, qualsiasi
pagina web potrebbe essere oscurata a seguito
di una denuncia presentata dalla parte avversa.
Ma quello che mi lascia più perplesso è il fatto che il provvedimento, ancora una volta, colpisce solo
una parte delle formiche italiane, le più indifese.

Come al solito, forti con i deboli, deboli con i forti.
Mi spiace caro Gip del Tribunale di Bergamo, ma la sua ordinanza fa acqua datutte le parti; non so
se questo sia voluto o sia frutto solo di una disarmante
superficialità dettata da pressioni esterne o
da una sua personale avversità
al filesharing in genere.
Mi spiace caro Gip del Tribunale di Bergamo, ma un provvedimento è veramente efficace quando
non può essere aggirato da chicchessia, quando chi ne viola
gli emendamenti commette un atto
illecito.

Orbene! Lei ha ordinato ai provider italiani di oscurare la connessione con il sito di thepiratebay.org,
e i suddetti da brave formichine hanno obbedito.

Vuol dire, in tal senso, che se riesco a raggiungere il sito in questione attraverso altre vie, non
commetto illecito?

Significa che cambiando semplicemente i DNS (Domain Name Server) della mia connessione, ad
esempio quelli di openDNS, i DNS di FranceTelecom o di
qualsiasi altro provider europeo, non
commetto illecito?

Per puro caso, utilizzando la rete TOR (basta l'installazione di un plugin su Firefox), non commetto
illecito?

La rete pullula ormai di forum e di istruzioni su come raggiungere thepiratebay.
Grazie Signor Gip, in questo modo sta contribuendo all'informatizzazione delle “comuni” formichine
italiane che si sentiranno meno indifese e meno ignoranti.

In fin dei conti thepiratebay non contiene solo file musicali o filmati coperti da diritti d'autore, ma
anche una buona percentuale di programmi open suorce, di
software liberamente distribuibile e non
vedo perchè le formichine italiane ne
debbano essere private.

Alla prossima puntata.

 
 
 

Post N° 26

Post n°26 pubblicato il 07 Aprile 2008 da capejeaspaje1


Salve gente

IO NON VOTERO'.
Questa volta non andrò a votare.
Giusto? Sbagliato? Rinuncio ad un mio sacrosanto diritto di cittadino?
Non me ne importa nulla.
La politica è compromesso, è presa per i fondelli, è tutto e l'incontrario di tutto.
Basta !!!
Voglio mettere la testa sotto la sabbia e imitare gli struzzi.
Basta !!!
Mi sono stufato di questa politica che non sa prendere decisioni coraggiose.
Che di questo Nostro Paese se ne infischia altamente. Che pensa solo al proprio tornaconto.
Sono qui a masticare ogni metro di questa difficile salita che si chiama vita, e vi posso dire che mi sta andando indigesta.
Basterebbe davvero poco per far funzionare questa povera, tapina Italia:
1. Una politica fiscale veramente equa. (qualche idea ce l'avrei in merito ma diventerei veramente logorroico se dovessi sviscerare l'argomento in maniera comprensibile)
2. Un sistema giudiziario completamente da rifondare, sopratutto per quanto riguarda il Codice di Procedura Penale. Non si possono vedere imputati di reato che ritrattano dopo una confessione effettuata con meticolosità di particolari tutti circostanziati e concordanti tra di loro. Sono innocenti? Si portino delle controprove concrete, ma fino a quel momento se ne stanno in galera a scontare fino all'ultimo minuto la propria pena.
3. Un controllo efficace sull'andamento dei prezzi, non le barzellette messe in atto in questi ultimi tempi, solo per dare fumo negli occhi.

Corto come programma?? Beh sì, forse, in effetti, d'accordo con voi che sia veramente scarno, ma già attuare e completare questi punti risolveremmo il 50% dei problemi di questo Paese chiamato Italia.

Un piccolo lato negativo, in effetti ci sarebbe. Commercialisti, Avvocati, Pubblici Ministeri qualche Giudice e molti speculatori senza scrupoli sarebbero a spasso!!

Alla prossima puntata

 
 
 

Post N° 25

Post n°25 pubblicato il 07 Aprile 2008 da capejeaspaje1


Salve gente

Stavolta rivolgo una domanda a coloro che passeranno da questo blog.
Ma Giuliano Ferrara e' pro o contro l'aborto?
Ho letto e riletto più volte il suo programma politico e, mi pare, e dico, mi pare di aver capito che è pro-vita.
Insomma non si schiera apertamente contro l'aborto, ma invero chiede il diritto alla vita dall'atto del concepimento della vita stessa, sino allal sua morte naturale.
Le solite cose all'Italiana.
La legge 194, mi è parso di capire, “giustifica” l'aborto solo ed esclusivamente a tutela della salute fisica e psichica della gestante ovvero quando vine messa in pericolo la sua vita.
Quindi non per futili motivi, quindi non perchè il feto è palesemente malforme.
Dico io, ma può stabilire a priori Ferrara e soci quale sarà lo stato psichico di una madre che quel bambino non l'ha desiderato?
Può stabilire quale sarà lo stato mentale di quella madre che concepirà un bambino che sarà infelice per tutta la vita, a causa di gravi malformazioni sin dalla nascita?
Perchè bisogna ritornare a discutere di problematiche risolte 30 anni fa?
Gli Italiani hanno deciso già a suo tempo, le donne italiane non sono obbligate ad abortire, lo fanno consapevolmente.
Abrogando la Legge sull'aborto, pensano lor signori, di eliminare gli aborti clandestini? Di cancellare dalla faccia della terra, medici senza scrupoli che praticano questi interventi in una sala ambulatoriale?
Nooooo, mia brutta e grassa formichina (si fa per dire), anzi formicona, a mio giudizio stai calvalcando una gran brutta onda.
Eppoi ricorda una cosa, se una ha le possibilità economiche, se ne va in Svizzera, in Francia, in Croazia, in Albania, in culo al mondo ad abortire.
Le fesse senza una lira (già valeva poco prima, ora è anche fuori corso) continueranno a versare lacrime e sangue, perchè qualcuno ha detto NO all'aborto.

Alla prossima puntata.

 
 
 

Post N° 23

Post n°23 pubblicato il 07 Aprile 2008 da capejeaspaje1

Salve gente.

Sfalciato il giardino, pulito il formicaio, dato di bianco alle pareti, torno a scrivere dopo tempo immemorabile sul mio blog.
Dopo mesi di apatia, ho trovato qualcosa da scrivere anche se la ruggine attanaglia ancora le articolazioni e le idee.

Spero vorrete passare di qua di tanto in tanto.

Alla prossima puntata.



 
 
 

Post N° 22

Post n°22 pubblicato il 07 Giugno 2007 da capejeaspaje1

Riporto qui sotto il post di una mia amica, mi e' stato chiesto di farlo girare e lo faccio volentieri.


""Il 23 giugno si terrà la giornata Mondiale dell'orgoglio Pedofilo,(boyloveday
international) questo è il sito della manifestazione : http://www.ibld.net/ibld.cgi, non è un sito illegale, non contiene pornografia, anzi questi signori si impegnano a convincere i loro lettori di agire nel bene, di volersi differenziare dai criminali, da chi fa atti violenti, da chi costringe i bambini, i ragazzi, dicendo che loro li amano.

Interessante la galleria di immagini,http://www.ibld.net/artscruf.html,  dove anche babbo natale viene mostrato come pedofilo e interessante questa immagine http://www.ibld.net/ibld99dcc.jpg dove addirittura viene mostrato un prete amorevole con un ragazzo, si evince un desiderio di far apparire assolutamente normale o come perversione sessuale, che ne sò come partecipare ad un'orgia, un rapporto amoroso da tra un ragazzino e un adulto.

Non è una novità, sono 8 anni che questa giornata esiste, che questo sito è on line, nell'indifferenza di tutto gli organismi internazionali, qualcuno ha addirittura richiesto l'intervento dell' ONU, ma tutto è rimasto così comè.

Questa è la prima risposta a questa giornata:

UNA FIACCOLATA A PALERMO CONTRO LA PEDOFILIA
L'Associazione per la Mobilitazione Sociale di Palermo, chiede che vengono oscurati tutti i siti web che in qualche modo danno voce e spazio alla pedofilia. Le istituzioni prendano una ferma posizione considerando reato anche la solo promozione on line di questo turpe mercato. Un fermo "No" contro la "Giornata Internazionale dell'orgoglio pedofilo".

La parola pedofilia a volte l'avviciniamo a un concetto astratto, bambini molestati, ma l'orrore non ci pervade fino in fondo, invece io voglio suscitare quell'orrore, che sia forte fortissimo, e mi scuso se  riporto questo racconto tratto dal libro:  Predatori di Bambini scritto ma Massimiliano Frassi

Il  missionario si chiama Shay Cullen...la bambina, invece, Rosario ( con la 'o' finale ), Rosario Bayont per l'esattezza. Le loro vite si incrociano in una camera d'ospedale. Rosario è stata ricoverata la sera prima con fortissimi dolori alla pancia. Ha dieci forse dodici anni e vive in condizioni inimmaginabili per la maggior parte dei suoi coetanei italiani. Malgrado questo le analisi non riscontrano alcuna grave malattia e gli evidenti segni segni di penetrazione vaginale e anale, sostengono i medici, non possono
essere la causa di un dolore così continuativo nel tempo e non controllabile nemmeno con potenti sedativi. Il motivo verrà scoperto solo dopo una lunga e terribile agonia, durata una decina di giorni,  quando con la morte di Rosario viene fatta l'obbligatoria autopsia di rito. E così, dal ventre della bimba ecco emergere la risposta ai quesiti dei medici per i suoi insopportabili dolori: il pezzo di un vibratore.
Pezzo rottosi, durante la violenza a cui pare l'avesse obbligata un marine della locale base americana.

Bloggers fate girare il messaggio perche' è molto importante. Sono sicura che possiamo fare qualcosa

grazie ""

Non ho parole

 
 
 
Successivi »