Creato da terremalaspiniane il 25/04/2009

Terre Malaspiniane

Azienda Agricola Terre Malaspiniane

 

 

Lavori nell'oliveto: Tempo di potatura

Post n°29 pubblicato il 07 Marzo 2011 da terremalaspiniane
 

Con il mese di marzo inizia il periodo della potatura degli olivi anche se variando da zona a zona bisogna attendere il passaggio del gelo più intenso onde evitare chw un fraddo tardivo danneggi i germogli nuoi. e comprometta la pinaa.

Potare l’olivo non è certamente una cosa semplice ma non per questo impossibile; è necessario acquisire una maggiore esperienza che deve essere completata anche da una verifica sul comportamento delle piante nel corso dell’anno successivo al
nostro intervento.

In campagna gli agricoltori insegnano che per imparare a potare  un pesco o una vite, basta essere guidati per almeno dieci piante appartenenti ad una forma di allevamento definita, e che poi si è in grado di proseguire da soli, mentre per l’olivo questo si potrà
raggiungere dopo avere lavorato su almeno 80-100 piante, che sicuramente si presentano con forme e caratteristiche differenti tra loro, quando si opera nell’olivicoltura di tipo tradizionale.

Con la potatura si deve tentare di pilotare le energie della pianta verso la produzione di frasca fruttifera, riducendo lo sviluppo di quella vegetazione vigorosa e sfruttatrice, che non produce olive se non dopo un periodo più lungo.

È vero che inizialmente, dopo un intervento di taglio, l’olivo presenta un’apparente ripresa vegetativa, ma questo si realizza a seguito dello squilibrio provocato con la potatura, a causa della maggiore disponibilità di elementi nutritivi di riserva presenti
nel legno, che si distribuiscono su una minore superficie foliare. È come una dispensa alimentare che deve servire per nutrire un minor numero di persone che staranno meglio di un gruppo più numeroso, fin tanto che la dispensa sarà fornita, ma che poi potranno soffrire la fame, se questa non verrà nuovamente riempita.


Se nell’oliveto non sono mantenute o meglio incrementate le riserve nutritive del terreno, si tende inevitabilmente a favorire il crearsi di una condizione più simile ad una sopravvivenza dell’oliveto che ad una vera e propria produttività agricola.

 
 
 

Recensione Olio Toscano di eccellenza su 'Sommelier Toscana'

Foto di terremalaspiniane

Nell'ultimo numero della rivista 'Sommelier Toscana' che premia le eccellenze nel campo vinicolo sono state inserite le recensioni degli oli toscani di eccellenza valutati da una commissione di esperti del settore.
Ottimo risultato per l'olio extravergine monocultivar frantoio 'Le Gignole' che ha ottenuto quasi il massimo della valutazione.
Leggi il PDF delle pagine relative alla recensione effettuata.

 
 
 

Idee regalo Terre Malaspiniane

Post n°27 pubblicato il 12 Dicembre 2010 da terremalaspiniane
 

Acquista e regala i nostri pacchi natalizi preziosi ed esclusivi.
Confezioni in legno pregiato da 3 o 6 bottiglie da 500 o 750ml; pagandole anticipatamente a mezzo bonifico o carta di credito potrai inviarle direttamente a casa di amici o parenti con biglietto di auguri personalizzato.

Visita il nostro negozio on-line...

Sconti per quantitativi... contattandoci all'indirizzo info@terremalaspiniane.it

 
 
 

Annata 2010-2011 - Una produzione qualitativamente eccellente

Post n°26 pubblicato il 29 Novembre 2010 da terremalaspiniane
 

 

Sono disponibili tutte le nuove produzioni 2010 degli extravergini Terre Malaspiniane!

Annata di raccolta qualitativamente molto interessante; i nuovi extravergini sono prodotti rispettando le miscele di cultivar della scorsa stagione e hanno caratteristiche chimiche ed organolettiche di alta qualità.

Ciascun raccolto è stato franto in giornata entro 2 ore dalla raccolta, filtrato entro 3 giorni dalla raccolta, imbottigliato il giorno successivo e conservato in ambienti idonei per garantire un eccellente prodotto al consumatore.
ACQUISTA I NOSTRI PRODOTTI ORA... FINO AL 20 DICEMBRE SPESE DI SPEDIZIONE GRATUITE!!

 
 
 

Nuova produzione 2010

Post n°25 pubblicato il 25 Novembre 2010 da terremalaspiniane
 

E' avviata la vendita dei nuovi extravergini 2010; anche quest'anno la qualità dei nostri prodotti è estremamente elevata.

Sono in produzione sia il nuovo monocultivar frantoio 'Le Gignole' che rappresenta la punta di diamante della produzione con caratteristiche sensoriali qualitativamente monto interessanti, l'olio extravergine Pilastri da una composizione del 80% di cultivar leccino e 20% frantoio e il blend Malaspino da una composizione del 50% frantoio, 30% leccino e 20% moraiolo.

Tutti i nostri prodotti seguono precise e definite procedure durante tutta la fase che va dalla raccolta all'imbottigliamento.

In particolare tutto il prodotto raccolto in giornata passa alla fase di frangitura entro 2 ore dalla fine della raccolata attraverso il sistema di frangitura a freddo con temeprature che non superano i 25-27 gradi. Dopo 3-4 giorni dalla frangitura ogni prodotto frutto di una raccolta viene filtrato e passate 48 ore dalla filtratura viene imbottigliato e stoccato in locali idonei alla conservazione. Ad ogni frangitura viene eseguita una prima analisi chimica per determinare acidità e perossidi ed in  valori sono sempre al di sotto dei 0,05 i primi e di <5 i secondi.

Il prodotto risultante sono oli di elevate qualità sia chimiche che organolettiche.

Aquista i nostri prodotti on-line (consegna in 3 giorni lavorativi) sul nostro sito http://www.terremalaspiniane.it

 
 
 
Successivi »
 

I MIEI LINK PREFERITI

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

fabio.dattolisalvo53rizzoalfbaldoiorawatandremaggie1fra.massafra2004utcfcuccatango_1963olioaoddol.albano1954caretti2ilfiduaminotti72il.pollice.verdekaicconpty
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom