Creato da archetypon il 03/08/2005

Ombre di Luce

Davanti a me fluttua un'immagine, uomo o ombra, più ombra che uomo, più immagine che ombra. (W.B. Yeats)

 

« senza futuroil pasto del mostro »

siamo in panchina

Post n°685 pubblicato il 08 Ottobre 2008 da archetypon
 


A T. che me lo ha ispirato.
A tutti i panchinari.
 A noi.


Siamo in panchina, già…

E come lo dici all'allenatore, buon Dio, che hai una voglia pazza di giocare, di rientrare in partita, che ne hai di energie, che sei disposto a morirci sul quel dannato bel campo, e non qui su questa panchina che brucia il cuore?

È uno tosto questo allenatore, buon Dio: non t'ascolta, o se t'ascolta ha già i suoi tempi in testa, dall'inizio alla fine. E pure gli schemi non capisci: perché quelli lì sul campo giocano e tu no, che nello schema potresti starci benissimo?

Ma forse il trucco — ma quale senso: il trucco! — è che bisogna essere pronti, pur rimanendo in panchina. Perché questo allenatore, buon Dio, è capace che ti ri/chiama improvvisamente. E se non sei pronto, ma pronto veramente, avendo anche pensato a tutti gli errori che hai commesso nel gioco precedente che hai giocato nella tua testa o realmente — il che è lo stesso — allora l’allenatore, buon Dio, se ne accorge e non ti farà rientrare in partita...

Così dice l'allenatore, buon Dio: non dimenticare che sei in panchina e non dimenticare che tra un minuto potresti essere in campo.


Commenti al Post:
Sylvia.P
Sylvia.P il 08/10/08 alle 08:56 via WEB
già, in campo, non lì "su quella panchina che brucia il cuore". Buona giornata Archetypon.
 
 
archetypon
archetypon il 08/10/08 alle 09:10 via WEB
a te, cara. non scottarti...
 
MioDestino
MioDestino il 08/10/08 alle 09:07 via WEB
MioDio..... Ascolta il buon Dio?
 
 
archetypon
archetypon il 08/10/08 alle 09:10 via WEB
il mister, il coach sono sempre una sorta di "divinità". Tu dici che non c'è mister o coach? Possibile...
 
UlisseErrante
UlisseErrante il 08/10/08 alle 09:09 via WEB
A volte, quando non si vince, si cambia allenatore.
 
 
archetypon
archetypon il 08/10/08 alle 09:11 via WEB
allora saremo anche i soli "presidenti" del club! Anche questo è possibile.
 
   
UlisseErrante
UlisseErrante il 08/10/08 alle 09:14 via WEB
In qualche caso, più che presidenti, siamo direttori sportivi o ... tifosi.
 
MareMatta
MareMatta il 08/10/08 alle 10:27 via WEB
sì è così....perchè mi ha sbattuta qua non so! (okokok modero i termini prima che mi inviti a prender posto in tribuna:)

sì proprio così. quando senti quell'adreanalina, quando sai che puoi dare dare dare, che tutte le tue energie sono sprecate, non possono andar bruciate così. nel nulla. senza che nessuno le colga. senza che tu stesso le colga... perchè che te ne fai di tutto questo desiderio di sentirti amato, e di amare, se sei in panchina?

e poi, sì, correggere gli errori..per quanto ce ne siano alcuni destinati a ripetersi. per esempio donarsi completamente. non risparmiarsi. non ascoltare l'orgoglio.


.....e poi la panchina è scomoda!
t. :)
(come sono andata? :)
 
 
archetypon
archetypon il 08/10/08 alle 10:38 via WEB
ottimamente. amica mia, peccato che siedi in panchina per un club lontano, altrimenti ti proporrei di giocare, oh pardon! di sederti sulla panchina del mio club... :)
 
Writer_lady
Writer_lady il 08/10/08 alle 12:22 via WEB
Hai presente "la finestra sul cortile"? Beh, c'è chi resta legato a una condizione di contemplazione dell'altro tanto a lungo che, quando vorrebbe intervenire per modificare gli eventi, non può né sa più farlo, metaforicamente "ingessato"...
 
 
archetypon
archetypon il 08/10/08 alle 14:02 via WEB
ci sono atti che sono volitivi. Altri meno: provengono da zone remote... Nella ragione che si indaga queste non hanno peso. Penso che echi lontani da tali zone, sono in grado di s-gessare. Ma io sono un semplice esploratore...
 
DolceA0
DolceA0 il 08/10/08 alle 12:51 via WEB
poi però una volta in campo devi fare in modo di nn ritornare in panchina...chissà se vale la pena...
 
 
archetypon
archetypon il 08/10/08 alle 14:06 via WEB
certo: ma ti puoi far male, puoi farti esplellere, puoi avere il fiato corto, puoi...
 
ragtime_fly
ragtime_fly il 08/10/08 alle 13:40 via WEB
Il problema è quando ti ci metti da solo in panchina, senza che nessuno te l'abbia chiesto...ti chiedi dove siano i tuoi talenti?dove siano i tuoi assi nella manica?La gente che ti dice: Dai alzati!Vieni a giocare! E tu li guardi con aria annoiata perchè quel gioco non ti interessa proprio, quelle persone ti sembrano tutte uguali come un branco di pecore.Dopo un pò che ci rimani a lungo su questa benedetta panchina,oltre ad avere un fondo schiena intorpidito dal lungo star seduti hai l'animo che ormai ci si è abituato e inizia a sostenere che lo sport migliore che sai praticare è quello di stare in panchina ad osservare.In realtà per alzarsi basterebbe che ci fosse qualche d'uno che creda veramente in te e ti dica anche in modo brusco: Dai alzati! Andiamo a vedere altri giochi.
 
 
archetypon
archetypon il 08/10/08 alle 14:05 via WEB
Ci sono giochi a cui vogliamo giocare altri che preferiamo osservare. Ci sta. Ma se è vero che puoi rimane seduta, nulla esclude che improvvisamente (e forse non lo è improvvisamente) puoi trovarti "in gioco".
 
IlFioccoDiSeta
IlFioccoDiSeta il 08/10/08 alle 14:29 via WEB
Se veramente vali ci sarà qualche altra squadra pronta a prenderti a dispetto di quell'allenatore.Nella vita si dovrebbe dare sempre il massimo di noi stessi ,andare sempre per vincere e non partecipare.
 
DONNADISTRADA
DONNADISTRADA il 08/10/08 alle 18:04 via WEB
è difficile ricordarselo
quando sei in panchina e quel gioco avresti voluto farlo
sembra che l'universo scoppi così tanto che ti sta crollando addosso!!
anche dell'allenatore ci si dimentica!!
 
vi_di
vi_di il 08/10/08 alle 22:10 via WEB
... e se il gioco fosse proprio stare in panchina?
 
cinciagio
cinciagio il 12/10/08 alle 15:13 via WEB
son qui in panchina, buon Dio...ma il mio cuore è già lì, in campo
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

AVVERTENZE

Leggerete in trenta secondi;
poi torneremo al silenzio.

I testi in corsivo sono citazioni.

Protected by Copyscape DMCA Takedown Notice Checker

 

TAG

 

ULTIME VISITE AL BLOG

tekilalSignorina_Golightlyadorable2017archetyponapungi1950_1IrrequietaDmarittiellaVasilissaskunkolgy120ishtar.deavololowannamatrigianoLa_Cura_dgldaunfioreRoberta_dgl8
 

CIÒ CHE ORA LEGGO

A MEMORIA

Si può mancare non solo la propria felicità, ma anche la propria colpa decisiva senza la quale un uomo non raggiunge mai la propria totalità.

- C.G. Jung
 -


Quando uno ha avuto una volta la fortuna di amare intensamente, passa la vita a cercare di nuovo quell'ardore e quella luce.

- A. Camus -



Il serpente aveva appena guardato quella venerabile immagine quando il re prese a parlare e domandò: «Da dove vieni?». «Dai crepacci in cui abita l'oro» rispose il serpente. «Che cosa è più stupendo dell'oro?» domandò il re. «La luce» rispose il serpente. «Che cosa è più vivificante della luce?» domandò il primo. «Il dialogo» rispose il secondo.

- Goethe -


Quando devi scegliere tra due cammini, chiediti quale abbia un cuore. Chi sceglie il cammino del cuore non sbaglia mai.
- Popol Vuh -

 

Chiunque prende la strada sicura è come se fosse morto.

- C.G. Jung -

 

Nel coltivare se stessi non esiste la parola "fine". Chi si ritiene completo, in realtà, ha voltato le spalle alla Via.

- Yamamoto Tsunetomo -


La vita, per compiersi, ha bisogno non della perfezione ma della completezza. Di questa fa parte "la spina nella carne", la tolleranza all'imperfezione, senza la quale non c'è né progresso né ascesa.

- C. G. Jung -


Un uomo che dubiti del suo proprio amore può, o meglio deve dubitare di qualsiasi altra cosa meno importante.

- S. Freud -

 

Io sono, più di ogni altra cosa, quel che non sono riuscito a compiere. La più vera delle vite che indosso, come un fascio di serpenti annodato a un'estremità, è la vita non vissuta. Sono un uomo che ha vissuto immensamente. E che nella stessa misura non ha vissuto.

- V. Vosganian -


Tutto ciò che teniamo dentro di noi senza viverlo cresce contro di noi.

- M.L. von Franz -


E poi ti voglio bene, nel tempo e nel freddo.

- Julio Cortàzar -

 

TWITTER

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 181
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova