A tavola! ~ Trattoria/pizzeria Al Funghetto (Ca' Savio)

Post n°4335 pubblicato il 29 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Tag: Cucina

Trattoria/pizzeria Al Funghetto, Via di Cà Savio 59 - Ca' Savio (VE)



Locale:

Servizio:

Cucina:

Prezzi:

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°4334 pubblicato il 28 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°4333 pubblicato il 27 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°4332 pubblicato il 26 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Tag: .

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Non guardatelo! Questo film "è merda che caga merda".

Post n°4331 pubblicato il 25 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Sette amici che trascorrono un fine settimana in campeggio si ritrovano a passare davanti a un fatiscente cimitero. Secondo una leggenda metropolitana, di fronte ai cimiteri occorre trattenere il respiro per non permettere agli spiriti maligni di prendere il sopravvento. Uno degli amici si dimentica di farlo e, inconsapevolmente, libera lo spirito di un noto serial killer…

"Hold your breath - Trattieni il respiro" è un film horror di Jared Cohn ("12/12/12", "Atlantic Rim"), con Katrina Bowden ("30 Rock", "Piranha 3DD", "Nurse 3D"), uscito nel 2012. Non spreco minimamente tempo a recensire questa ennesima merdata prodotta dalla Asylum, perché non si salva davvero nulla ~o quasi: i nostalgici ritroveranno praticamente TUTTI i luoghi comuni degli slasher di serie B anni '80-'90 e i più smaliziati gradiranno la scena di sesso di Erin Marie Hogan, che si dilunga per un minuto abbondante, con rallenty e musichetta di sottofondo che ricordano moltissimo quelle dei filmetti sconci in seconda serata sulle emittenti regionali ~ Recitazione oscena, regia inesistente, effetti speciali da dimenticare, sceneggiatura scritta su un quadratino di carta igienica,... Un film adatto solo a chi vuole farsi del male per 87', senza guadagnarci nulla. 2/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°4330 pubblicato il 24 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Tag: .

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Gardaland + Sealife 2015

Post n°4328 pubblicato il 22 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Dopo quattro anni che Elisa mi chiedeva di andare a Gardaland e approfittando dei biglietti ottenuti coi punti dell'Alì, oggi ci siamo andati. Fortunatamente abbiamo trovato bel tempo, ma c'era tantissima gente e non siamo riusciti a fare metà attrazioni, optando invece per Sea Life (alquanto deludente, visto che ci solo solo pescetti e niente di sensazionale).

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

A tavola! ~ Black Cat Pub (Jesolo)

Post n°4327 pubblicato il 21 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Tag: Cucina

Black Cat Pub, Via Silvio Trentin 40 - Jesolo (VE)



Locale: 6.75
Pub dallo stile molto semplice, con tavoli e panche in legno, piuttosto comodi, e un arredamento essenziale e abbastanza anonimo. Ottima la posizione, in pieno centro, a due passi da Piazza Mazzini. Non ho visto il bagno. Data la posizione, come tutti i locali nella zona, non dispone di parcheggio riservato e i posti auto sulla strada sono a pagamento (nel periodo estivo).

Servizio:
7
Nulla da dire sul servizio. Non velocissimi nel portare le pietanze, ma cmq gentili, educati e molto attenti (il mio amico ha rovesciato un po' di sidro per terra e ben due cameriere si sono accorte che il pavimento era bagnato, uscendo subito a pulire).

Cucina: 7
Tipico menù da pub inglese, con English breakfast varie (uova, bacon, pane tostato, fagioli, salsiccia), una manciata di club sandwich, tostoni, bruschette e hamburger, oltre ad alcuni primi (carbonara, amatriciana, ecc...) e secondi di carne. Consigliati i dolci, anche se purtroppo non li ho provati. In due abbiamo ordinato due panini (un baconburger e un chickenburger): entrambi piuttosto buoni, ma niente di eccezionale e privi di personalità (pane, carne, una fetta di insalata e una di pomodoro. Classicissimi e qualitativamente nella media).

Prezzi: 7-
Prezzi nella media della zona. I panini costano 6€ semplici e 8.50€ con patatine, i primi circa 7€, i dolci 5€ e così via. Di due panini con patatine, una coca media e un sidro da 0.33, ho pagato 22.50€, che non sono pochissimi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°4326 pubblicato il 20 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

I paradossi temporali iniziano ad intripparmi non poco ♥

Post n°4325 pubblicato il 19 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Il pittore Finn, la sua ragazza Callie e il loro amico Jasper vivono accanto alla casa di un vecchio scienziato. Non avendo sue notizie da giorni, i tre entrano nel suo appartamento e trovano uno strano macchinario, che scopriranno essere una fotocamera che scatta fotografie del futuro. Dopo i primi successi, le cose inizieranno a prendere una brutta piega...

"Time Lapse" è un thriller fantascientifico di Bradley King, con Danielle Panabaker ("Venerdì 13", "La città verrà distrutta all'alba", "Piranha 3D"), Matt O'Leary ("In time", "Death Sentence") e George Finn ("LOL - Pazza del mio migliore amico"), uscito nel 2014. Film d'esordio di King, dopo alcuni corti, scritto insieme all'amico produttore BP Cooper., è l'esempio lampante di come sia possibile fare un gran bel film, pur partendo da un'idea non originalissima, avendo a disposizione un budget ridotto, un cast composto da una manciata di attori semi-sconosciuti e un curriculum quasi vuoto. Una macchina fotografa 24 ore nel futuro. Stop. Questo metterà in moto tutta una serie di dinamiche interne ai tre coinquilini, che coinvolgeranno gelosia, gioco d'azzardo, malavita, omicidi e tradimenti. Quindi la fantascienza è innanzitutto un modo per mettere a nudo la psicologia umana. Ma, guardando il film fino alla fine, si capisce che esiste tutta una serie di paradossi temporali (i ragazzi che, anziché sfruttare le previsioni per cambiare il futuro, fanno di tutto per viverlo esattamente allo stesso modo; le foto delle 8 AM; la possibilità di cambiare il passato) che rende il film un vero e proprio compendio della fantascienza. Un applauso a piene mani va fatto al cast tecnico, per essere riuscito a rendere così interessante e godibile un film basato su un'idea alquanto abusata, nel genere, confezionando un'ottima fotografia e un montaggio semplice, chiaro e godibile. Molto bravi anche i tre attori principali, che portano a casa la parte senza grandi sbavature (e complimenti alla mamma di Danielle). Bello anche il finale, così fatalista, che insegna che, in fin dei conti, non si può far nulla per cambiare il destino (o sì?). In un periodo in cui i film sui paradossi temporali vanno alla grande (vedi i recenti "Project Almanac" e "Predestination"), il film di King si lascia guardare con piacere e lascia ben sperare per il futuro del giovane regista. 7/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°4324 pubblicato il 18 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Alex è un escursionista esperto mentre per la sua ragazza Jenn, avvocato aziendale, è la prima volta. Dopo molti dubbi, lei accetta di accompagnarlo nelle profondità di una foresta, meta ambita per le escursioni, dove lui vuole mostrarle uno splendido lago. Dopo alcuni giorni di campeggio, però, i due capiranno di non essere soli...

"Backcountry" è un film thriller/horror scritto e diretto da Adam MacDonald, con Missy Peregrym ("Heroes", "Smalville", "Rookie Blue"), Jeff Roop ("Vampire High", "11 Cameras") e Eric Balfour ("Skyline", "Non aprite quella porta", "24"), uscito nel 2014. MacDonald è al suo esordio dietro la cinepresa, dopo una ventina d'anni da attore (prevalentemente in serie tv, come "Being Erika" e "Rookie Blue"), e ci propone un horror semplice e pulito, in cui la vera protagonista è la wilderness, la natura incontaminata delle foreste canadesi. Una coppia di ragazzi si reca in campeggio in un bosco, scegliendo sentieri poco frequentati, e, dopo un primo incontro con un estraneo, che si dice essere una guida e che metterà un po' di pepe dal punto di vista ansiogeno, se la dovrà vedere con la Natura, tra lo smarrimento e un orso che dà loro la caccia. MacDonald lavora con pochissimi, semplici ingredienti: la bellezza del verde suolo canadese, innanzitutto, che nella prima metà della pellicola ci viene mostrata quasi all'esagerazione, diventando vera incontrastata protagonista; un cast ridotto all'osso, composto da tre soli attori, di cui due reggono da soli l'interezza della vicenda; un orso, mostrato in un minutaggio molto basso, che però riesce a suscitare la giusta ansia e si comporta in maniera piuttosto verosimile, spinto dall'istinto e dalla fame e non da chissà quali forze demoniache o vendicative. Il risultato, quindi, è un film ben girato e ben riuscito, che sicuramente si lascia guardare con piacere e saprà regalare qualche brivido ai meno avvezzi al genere. Pecca, purtroppo, sul versante dell'originalità, non offrendo assolutamente nullo di nuovo ad un genere che avrebbe bisogno di una bufera, più che di una semplice ventata d'aria fresca. L'ambientazione naturalistica mi ha ricordato molto il poco conosciuto "A lonely place to die", anche se il primo film che torna alla memoria è sicuramente "L'urlo dell'odio" ('97), in cui Alec Baldwin e Anthony Hopkins erano braccati da un orso in una foresta molto simile. 6.75/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Mai titolo fu più esplicativo. SPARA A TANTI ROBOTS!

Post n°4323 pubblicato il 17 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Tag: Games



Finito (a Normale e Difficile, manca Folle) "Shoot Many Robots", divertente sparatutto a scorrimento orizzontale sviluppato da Demiurge Studios (suo il porting su PC di "Mass Effect") e pubblicato da Ubisoft nel 2012. Come da titolo, lo scopo sarà quello di distruggere migliaia di robot grazie ad un'infinità di armi da fuoco (a cui si aggiunge un attacco fisico, utile a districarsi negli scontri ravvicinati). La giocabilità è molto semplice e riprende lo stile classico, con un solo stick analogico atto sia a muovere il personaggio sia a direzionare la sua mira (andando, quindi, contro alla moda degli ultimi anni che vede coinvolti entrambi gli stick analogici). Divertente anche la componente gdr, con un'infinità di pezzi di equipaggiamento (arma principale e secondaria, casco, zaino e pantaloni), ognuna con i suoi attributi personali (+danno, + velocità, +medikit, +salto, ecc...), che rendono fortemente personalizzabile (sia a livello di gameplay, sia a livello estetico) l'unico personaggio selezionabile. Sì, perché il difetto principale è proprio la presenza di un solo personaggio, quando sarebbe stato molto più interessante poter scegliere tra una manciata di "eroi", ognuno con caratteristiche proprie (come le 4 classi di "Borderlands"). Nonostante questo, però, il gioco regala parecchie ore di divertimento, grazie ad un ritmo velocissimo e alla forte ironia che permea ogni livello. 7/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

A tavola! ~ Ristorante/Pizzeria Reginella (Caorle)

Post n°4322 pubblicato il 16 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Tag: Cucina

Ristorante/Pizzeria Reginella, Via Rive delle Caorline - Caorle (VE)



Locale: 8
Ristorantino molto elegante di fronte al centro storico di Caorle. Ottima la posizione per chi arriva a piedi dal parcheggio di Aquafollie. Molto curati sia gli interni (sala piccola), sia la terrazza esterna, tutto con tonalità sul bianco. Comodi tavoli e sedie. Belli e puliti i bagni, a cui si accede tramite un separè in cartongesso decorato con sabbia e conchiglie: una chicca davvero carina. Nelle vicinanze sono disponibili alcuni parcheggi a pagamento (nel periodo estivo).

Servizio: 6.5
Nulla da dire sul servizio, nonostante una certa lentezza. All'arrivo di una violenta tempesta, il personale si è prodigato di spostare i tavoli dalla terrazza esterna alla sala interna, senza troppi problemi, anche se questo ha causato una certa confusione nell'abbinare i piatti ordinati fuori ai nuovi numeri di tavolo. Infine, alla richiesta di effettuare conti separati, la cassiera ci ha risposto "Non so come si fa".

Cucina: 6.75
Piuttosto vario il menù, che comprende un buon numero di piatti a base di carne ma soprattutto pesce e parecchie pizze. Nulla di esagerato, ma la scelta non manca. In tre, abbiamo provato un primo (paccheri al ragù di scorfano) e tre fritti di pesce. Tutto abbastanza buono, ma le porzioni erano parecchio striminzite. Non abbiamo provato i dolci, dato il prezzo altino (5€ una porzioncina di tiramisù).

Prezzi:
6
Nella media (molto alta) della zona i prezzi. 11€ i calamari fritti, 13€ calamari+gamberetti, 16€ un fritto di Paranza. 1.50€ il coperto. 2.50€ l'acqua da 0.75L. 5€ una porzione di patatine o un dolce.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Seconda Guerra Mondiale. Una famiglia a pezzi e tanto amore per i cani ♥

Post n°4321 pubblicato il 15 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Stanley, un ragazzino di quattordici anni, vive con un padre assente e divorato dal dolore, dopo la morte della moglie e la partenza del figlio più grande per la guerra. L'unico bagliore di speranza del ragazzo è Soldier, il cucciolo a cui salva la vita appena nato. Quando il padre annega il cucciolo, Stanley fugge di casa e si arruola nell'esercito per ritrovare suo fratello Tom.

"Per te qualsiasi cosa" è un romanzo drammatico di Sam Angus, uscito nel 2013. E' un romanzo di guerra, ma anche di amore per i cani, trasmesso attraverso il giovane Stanley, l'alano Bones e il meticcio Soldier. Mi sono innamorato di questo libro dalla copertina appena lo vidi in libreria, due anni fa, ma ho aspettato uscisse l'edizione economica. Una volta iniziata la lettura, sono rimasto inizialmente deluso, dato il ritmo lento e il racconto in terza persona, così freddo e impersonale (sono un amante della prima persona, che trovo MOLTO più coinvolgente). Man mano che la storia procede, però, le cose si fanno più interessanti e il destino di Stanley e dei suoi cani fa sì che risulti difficile chiudere le pagine senza voler procedere nella lettura. Un bel libro, che mostra le figure dei Segnalatori (armati di filo, pinzette e nastro adesivo) e dei Cani Messaggeri, figure importantissime che hanno aiutato a portare a termine la guerra, trasmettendo messaggi di vitale importanza da una trincea all'altra. Un romanzo che farà di certo battere il cuore a chi, come me, ama i cani. 7/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

La classica commedia francese in stile "Asterix & Obelix"

Post n°4320 pubblicato il 14 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Il giornalista Dan Geraldo è arrivato nelle selvagge terre della Palombia per inseguire un clamoroso scoop, quando si ritrova di fronte a una situazione che non aveva mai osato immaginare. Grazie all’intraprendente guida locale Pablito, è infatti coinvolto in una spettacolare avventura che lo spinge fino al cospetto del marsupilami, una mitica e dispettosa creatura dalla lunga coda pelosa…

"Marsupilami" (orig. "Sur la piste du Marsupilami") è un film commedia di Alain Chabat ("Asterix & Obelix - Missione Cleopatra"), con Alain Chabat ("Una notte al museo 2 - La fuga"), Jamel Debbouze ("Il favoloso mondo di Amélie", "Asterix alle olimpiadi") e Lambert Wilson ("Babylon A.D.", "Catwoman"), uscito nel 2013. Si tratta della classica commedia francese un po' scemotta, alla "Asterix & Obelix", appunto, con personaggi strampalati e situazioni ai limiti dell'assurdo. Il concept nasce dalla figura del pestifero animaletto mitologico protagonista di alcune strisce a fumetti, disegnate da André Franquin nel 1955, e di due serie animate (una nei primi anni Novanta e una nel decennio successivo). Divertenti alcune scene, grazie anche all'accoppiata riuscitissima tra Chabat e Debbouze e a macchiette bizzarre come il Generale Pochero, con la sua morbosa passione per Céline Dion, mentre altre risultano a tratti forzate (con alcuni espedienti bassissimi come la vocina del gigante Bolo). Nel cast, anche il gigante Dalip Singh ("L'altra sporca ultima meta") e la bella Aïssa Maïga ("Bambole russe", "Bianco e Nero"). Buona la CGI che anima il marsupilami e alcuni effetti molto cartoon, così come i colori vivacissimi. 6/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Festival Show 2015 - Jesolo (VE)

Post n°4319 pubblicato il 13 Agosto 2015 da Musashi_87
 



E' da quando ero ragazzino che esiste questo festival musicale itinerante che passa praticamente ogni anno per la mia città, quindi (quando non ho nulla di meglio da fare) ci passo sempre volentieri. Stavolta, purtroppo, ero da solo, arrivato di fretta subito dopo aver finito tardi a lavoro. Nel cast, non c'era nulla che mi entusiasmasse (Nesli l'ho già visto live al New Age qualche anno fa). Brava Bianca Atzei, con una bellissima voce anche dal vivo, così come Noemi e Chiara (anche se quest'ultima non mi è mai piaciuta granché). Valerio Scanu è passato ad un genere pseudo latineggiante che mi fa cagare, mentre Dino... lasciamolo dove stava, che è meglio. Bravo Klingande (o, meglio, il suo sassofonista), mentre Guè Pequeno è rimasto pochissimo sul palco (ma tanto non mi piace, quindi sticazzi). Giorgia Palmas, molto bella anche dal vivo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

..

Post n°4318 pubblicato il 12 Agosto 2015 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Katerina Hartlova (aka Katrin Kozy o Katarina Dubrova) è una modella e attrice porno ceca nata il 19 settembre 1985 a Chlumek. Ha iniziato come modella nel 2003 posando nuda per siti come Scoreland e DDF Busty, per poi passare all'hardcore alcuni anni dopo. E' alta 1.63m e pesa 58kg, mentre le sue misure sono 34FF-25-37, con uno splendido seno naturale.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

Musashi_87tarcentopostaossimoraalphabethaadelfina.nera1soleila1immobiliareamanzoniyrfLisa20141carosaklumil_0xxxx820Sky_Eaglefugattoficcanasoil.trasandato
 
 

Dicono di me...

Citazioni nei Blog Amici: 45
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Meez