Community
 
Musashi_87
   
 
 

 

.

Post n°3939 pubblicato il 27 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Tag: .

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°3938 pubblicato il 26 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Tag: .

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Tornano (in gran stile!) gli zombie nazisti di "Dead Snow"!

Post n°3936 pubblicato il 23 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: i raccapriccianti zombie nazisti sbucati dalla neve sono tornati per portare a termine la loro missione, ma Martin, unico sopravvissuto al loro precedente attacco e “nemico” altrettanto determinato oltre che per nulla disposto a morire, sta riunendo il suo esercito per la lotta finale, insieme alla Zombie Squad e ad una squadra di zombie russi…

"Dead Snow 2: Red vs. Dead" è una commedia horror norvegese di Tommy Wirkola ("Hansel & Gretel - Cacciatori di Streghe"), con Vegar Hoel e Martin Starr, uscito nel 2014. Dopo un primo capitolo che non mi aveva convinto e un ottimo esordio mainstream, Wirkola torna sui suoi passi con gli zombie nazisti e lo fa in grande stile. Se il primo DS era penalizzato da un budget molto ridotto e da un ritmo che impiegava troppo ad ingranare, con questo seguito le cose cambiano totalmente. Resta il tono scanzonato e folle del primo film, ma il budget è di gran lunga superiore e questo implica un evidente miglioramento tanto per quanto riguarda gli effetti speciali quanto per trucco e costumi degli zombie. Anche il ritmo è migliore, dinamico e frizzante sin dai primi minuti e senza un solo minuto di pausa. Inoltre Wirkola, insieme agli amici/colleghi Stig Frode Henriksen e Vegar Hoel (co-sceneggiatori, oltre che attori principali), devono essersi fatti un infuso di idee, perché la pellicola pullula di trovate geniali ad ogni scena: lo scambio di braccia tra Martin e Herzog, la Squadra Zombie composta da tre nerd sfigati (tra cui una fan sfegatata di "Star Wars" che non lesina citazioni a go go), il custode del museo di guerra dark e gay, lo zombie buono, la lotta tra zombie russi e zombie nazisti e un gran numero di uccisioni macabre, anche a danni di bambini (MERAVIGLIOSA la palla di cannone che colpisce due mamme intente a fare jogging col passeggino e un neonato che viene sparato direttamente in primo piano!),... Tanta, tantissima azione e un buon divertimento, grazie a personaggi azzeccatissimi, numerose idee efficaci e ad una maggior esperienza dietro la cinepresa. Non sarà un capolavoro, ma è sicuramente un gran passo avanti rispetto all'esordio e una commedia  che strapperà più di qualche sorriso, soprattutto agli amanti dell'horror. 7.5/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Pancakes allo sciroppo d'acero

Post n°3935 pubblicato il 22 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Tag: Cucina

Ingredienti:
- 100 gr di farina
- 150 ml di latte
- 1 uovo
- 1 cucchiaio di zucchero o fruttosio
- 1 cucchiaino scarso di lievito
- olio di semi q.b.
- succo d'acero q.b.


Procedimento:
In una ciotola capiente versate prima gli ingredienti secchi, mescolando con cura, per poi aggiungere l'uovo e il latte e mescolare con una frusta, così da ottenere un impasto omogeneo. Versate un goccio d'olio in una padella e passateci sopra un tovagliolo, così da distribuirlo su tutta la superficie senza lasciare ristagni. Accendete il fuoco e, una volta scaldata la padella, versateci sopra un mestolo di impasto. Cuocete a fuoco lento. Quando il pancake inizierà a fare le bolle sul lato superiore, sarà il momento di girarlo con una paletta. In media, bastano 4-5 minuti per lato, ma dipende molto dallo spessore del pancake. Una volta cotto, cuocete anche gli altri (a me ne vengono tre, con questi ingredienti) e, infine, irrorateli con lo sciroppo d'acero e, se volete, guarnite con frutta, granella di mandorle, ecc...

Risultato! Al contrario di quelli allo yogurt greco, i pancakes classici mi sono venuti bene entrambe le volte. Sono semplici e veloci da preparare, ma ultra golosi. E lo sciroppo d'acero (mai assaggiato prima) è davvero sublime! ♥

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

"Sampei, Sampei, pescatore grandi orecchie a sventola..." ♫♪

Post n°3934 pubblicato il 21 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Sanpei Mihira vive con il nonno Ippei, artigiano produttore di canne da pesca di bambù, in un paesino rurale della regione Tohoku. Sanpei ama la pesca, passione ereditata dal padre e dal nonno. Quando sua sorella torna da Tokyo per portarlo con lei, Sanpei dovrà catturare un salmerino gigante, aiutato dal campione Gyoshin Ayukawa, se vuole restare...

"Tsurikichi Sanpei" (trad. "Sampei the Fisher Boy") è un film live action di Yojiro Takita ("Departures"), con Takashi Tsukamoto ("Battle Royale"), uscito nel 2009. "Sampei" è stato un compagno per tutti coloro nati negli anni '80 (ma anche prima e dopo), trasmesso per decenni su varie emittenti regionali; si tratta di un anime (tratto dal manga di Takao Yaguchi) che inneggia tanto la pesca quanto i paesaggi rurali del Giappone e sono proprio i paesaggi i veri protagonisti del film, così come avviene nel recente live action di "Belle e Sebastien". Takita evidenzia la differenza tra gli abitanti della campagna e quelli di Tokyo, ben visibile tra Sampei e la sorella Aiko, che considera la pesca solo una stupida perdita di tempo, e ci regala uno spaccato della bellezza della natura incontaminata che ancora sopravvive in Giappone. Il resto è poca cosa, con una sceneggiatura poco incisiva (che riprende alcuni episodi iniziali della serie) e un ritmo piuttosto lento. Buona la recitazione, in pieno stile giapponese. Un film consigliato ai nostalgici del giovane pescatore dalle orecchie a sventola. 6.5/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

A tavola! ~ Cooperativa L'Oasi del Pesce (Lignano Sabbiadoro)

Post n°3933 pubblicato il 20 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Tag: Cucina

L'Oasi del Pesce, Viale Europa 146 - Lignano Sabbiadoro (UD)



Locale: ?
Più che un ristorante, sembra di essere in sagra, con grandi tavolate e panche in legno all'esterno e all'interno di una sorta di grande capannone. Tutto molto spartano e poco romantico, sicuramente, ma molto vicino al clima delle sagre, con tanto di musica dal vivo. Non ho visto il bagno, mentre a pochi metri è presente un enorme parcheggio gratuito.

Servizio: ?
Il servizio è in stile mensa self-service, con un paio di ragazze che riempiono il piatto con la pietanza scelta e un uomo in cassa che dà da bere e fa il conto. Nulla da segnalare, anche se ovviamente è diverso rispetto ai normali ristoranti.

Cucina: 8
Nonostante la scarsa varietà delle pietanze (3-4 antipasti e 5-6 secondi), il pesce è molto fresco (sicuramente il pescato quotidiano, trattandosi di una cooperativa di pescatori) e cucinato molto bene, secondo la tradizione. Ho provato la piovra con patate (buona, morbida) e l'orata con polenta e pescetti fritti (tutto buonissimo) - FOTO. Peccato per le porzioni non generosissime e la mancanza di primi.

Prezzi: 8
Nonostante alcuni piatti poco al di sotto della media (fritto misto a 8€, per es., quando al ristorante costa circa 10/12€), alcuni piatti sono davvero economici: gli antipasti e l'orata/branzino alla griglia con polenta, per es., costano solo 4.90€. Con un euro in più, si può avere anche un po' di frittura (alici e altri pescetti). Certo, le porzioni non sono abbondanti, ma a questo prezzo di pesce fresco non se ne trova molto in giro.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

L'esordio cinematografico di Nicki Minaj ♥

Post n°3932 pubblicato il 19 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Una donna scopre che l’uomo con cui ha una relazione è già sposato. Decide così di incontrare la moglie tradita e, con grande sorpresa,realizza di avere molto in comune con lei, diventandone amica. Quando poi le due scoprono che il fedifrago ha un’ennesima storia extraconiugale, uniscono le forze con la terza malcapitata e pianificano la loro vendetta…

"Tutte contro lui" (orig. "The other woman") è un film commedia di Nick Cassavetes ("Alpha Dog"), con Cameron Diaz, Leslie Mann ("Bling Ring"), Kate Upton e Nikolaj Coster-Waldau ("Il Trono di Spade"), uscito nel 2014. Poco da dire, ho aspettato a lungo questo film per un solo motivo: Nicki Minaj (che purtroppo non supera i due minuti su schermo, ma secondo me fa il suo lavoro alla grande). Per il resto, si tratta della classica commediola americana che fa poco ridere. Nonostante la sceneggiatura poco originale e priva di colpi di scena e una comicità banale, c'è da dire, però, che il film si salva grazie all'esperienza e alla bravura del cast principale, quasi tutto al femminile, non fosse per Nikolaj e alcuni comprimari. Peccato davvero il film sia poca cosa, in quanto a divertimento, perché poteva rivelarsi una commedia molto interessante. 6/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°3931 pubblicato il 18 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: (dopo)

"Fate/Stay Night" è un manga shonen di Dat Nishiwaki, composto da 20 volumetti, e pubblicato tra il 2005 e il 2012. Il manga si basa su uno scenario della visual novel omonima creata dalla software house Type-MOON, da cui sono tratti anche l'anime e alcuni videogiochi.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Melanzane ripiene di riso

Post n°3930 pubblicato il 17 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Tag: Cucina

Ingredienti:
- 2 melanzane
- 1 carota piccola
- 80 gr di riso roma
- 100 gr di carne trita
- 3 cucchiai di pangrattato
- 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
- 1 dado
- olio e.v., sale, erba cipollina, pepe q.b.


Procedimento:
Lavate le melanzane e, aiutandovi con un coltello affilato, scavatele "a barchetta", lasciando circa 5-6 mm di polpa attaccata alla buccia. Cuocete le "barchette" in forno a 180°C per circa 8-10 minuti. Non buttate la polpa, ma tagliatela a cubetti. Nel frattempo preparate del soffritto con olio, erba cipollina e la carota grattugiata. Aggiungete il riso e fatelo rosolare qualche minuto, dopodiché aggiungete il dado, la carne e due bicchieri di acqua calda. Lasciate cucinare 15-20 minuti, finché il riso è ben cotto, aggiustando di sale e pepe. Una volta cotto, usatelo per riempire le melanzane. Mischiate pangrattato e parmigiano e spolveratelo sopra le melanzane ripiene. Aggiungete un filo d'olio e cucinate altri 10 minuti in forno a 180°C.

Risultato! Le ho fatte a caso, senza alcuna ricetta, ma sono venute davvero ottime, leggere e squisite, un vero successo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Classica esagerazione della pubblicità italiana, per un filmetto onesto.

Post n°3929 pubblicato il 16 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Un professore universitario con metodi poco ortodossi raggruppa i suoi migliori studenti con l’obiettivo di condurre un esperimento mai tentato prima: sondare con la scienza il paranormale. Sulla base della teoria che l’attività paranormale è generata dall’energia negativa umana, eseguirà gli esperimenti su Jane, una giovane ragazza...

"Le origini del male" è un film horror di John Pogue ("Quarantena 2"), con Jared Harris (il prof. Moriarty in "Sherlock Holmes - Gioco di ombre"), uscito nel 2014. Pompato un po' troppo dalla pubblicità italiana ("Un'esperienza cinematografica oltre ogni immaginazione", ma anche no, suvvia, non scherziamo!), è in realtà un film molto onesto. Prodotto dalla britannica Hammer Film, casa di produzione cinematografica celebre negli anni '60-'80 e tornata in vita nel 2008 con "The Woman in Black" (che a me piacque), è un ritorno all'horror d'atmosfera tipico del passato, senza troppi effetti speciali e con un ritmo che impiega parecchio ad ingranare. Buona la recitazione e ottima la scelta di limitare le riprese dirette, in stile found footage, che finalmente viene sfruttato nel modo giusto e non risulta invadente e fastidioso come nell'80% degli horror post "Paranormal Activity". Certo, la sceneggiatura è tutt'altro che originale e il film non spaventa quasi mai, ma la visione risulta comunque piacevole, se priva delle aspettative esagerate create dagli spot italiani. 6.75/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°3928 pubblicato il 15 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Tag: .

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°3927 pubblicato il 14 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Tag: .

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°3926 pubblicato il 13 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Tag: .

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

A tavola! ~ Ristorante/Pizzeria Doppio ZERO (Jesolo Lido)

Post n°3925 pubblicato il 12 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Tag: Cucina

Ristorante/Pizzeria Doppio ZERO, Via Altinate 67 - Jesolo Lido (VE)



Locale: 7.5
Molto carino ed elegante il locale, nato da qualche anno. Carini e curati sia gli spazi interni, sia la terrazza esterna, che dà su una strada (le sere estive) pedonale. Comodi tavoli e sedie, mentre manca un parcheggio riservato (un lato della strada presenta posti auto a pagamento, ma dalle 20.00 alle 6.00 c'è divieto di sosta). Non ho visto il bagno.

Servizio: 6
Gentili i camerieri, ma (per quanto il locale fosse praticamente pieno) ci sono voluti circa 15-20 minuti prima che qualcuno venisse a prendere le ordinazioni e almeno un'altra mezz'ora prima di ricevere le pizze. Poi, vabbè, quando ho risposto di sì alla domanda "Vuole origano?" mi è stato portato un vasetto di rosmarino, ma può capitare...

Cucina: 8
Molto vario il menù, sia per quanto riguarda primi e secondi di carne o pesce (abbastanza forniti, nella media) sia (soprattutto) per quanto riguarda le pizze, molto numerose e con alcuni abbinamenti originali. Ho provato solo la pizza ed era davvero ottima, ben tirata, leggera e ben cotta, con la giusta quantità di pomodoro, mozzarella e ingredienti aggiuntivi. Non ho provato altro, purtroppo.

Prezzi: 7 - 4 (per l'aggiunta)
Nella media i prezzi del menù, ma sono rimasto enormemente deluso di aver pagato 2.20€ in più per aver fatto sostituire il salamino con lo speck, nella mia pizza. Sinceramente è la prima volta che mi capita una cosa simile e trovo sia un fatto molto negativo, specie in questi tempi di crisi. Che poi, volendo essere onesti, se proprio dovevano aggiungere i soldi dello speck (aggiunto), allora avrebbero dovuto scontarmi quelli del salamino (non messo). Pér il resto, comunque, prezzi nella media.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Retro-movie: "L'ultimo dei Mohicani" (1992)

Post n°3924 pubblicato il 11 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Occhio di Falco è un giovane bianco cresciuto nella tribù dei Mohicani, di cui Chingachgook e suo figlio Uncas sono gli ultimi superstiti. Il maggiore Heyward accompagna a Forte Henry Cora e Alice, figlie del colonnello Munro. La loro guida è Magua, un Urone che si finge fedele, ma è in realtà venduto ai Francesi...

"L'ultimo dei Mohicani" è un film d'avventura di Michael Mann ("Heat - La sfida", "Miami Vice"), con Daniel Day-Lewis ("Lincoln") e Wes Studi ("Avatar"), uscito nel 1992. Il film è tratto dall'omonimo romanzo di James Fenimore Cooper (1826), anche se si ispira principalmente alla sceneggiatura dell’omonimo film di Clarence Brown e Maurice Tourneur (1920) e a quella dell’omonimo film di George B. Seitz (1936). E' il classico film d'avventura anni Novanta, ben girato e ben recitato, nonostante la trama non molto originale. 7/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Il lupo perde il pelo... e diventa un investigatore.

Post n°3923 pubblicato il 10 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Tag: Games
Foto di Musashi_87

Finito anche "The Wolf among us", avventura grafica prodotta da Telltale Games, basata sul fumetto "Fables" di Bill Willingham e suddivisa in cinque capitoli. Il genere è lo stesso di TWD, anche se con trama e ambientazione completamente diverse e più incentrato sull'indagine investigativa. Molto carino, con personaggi interessanti e un ottimo doppiaggio (uk).

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°3922 pubblicato il 09 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Tag: .

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Still a better love story than "Twilight"...

Post n°3921 pubblicato il 08 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Peter Parker è in difficoltà: è diviso tra combattere i malvagi e i criminali indossando i panni di Spider-man e passare del tempo con Gwen, la ragazza che ama. Anche se non ha dimenticato la promessa fatta al padre di Gwen, che gli ha chiesto di stare lontano da sua figlia per non esporla a pericoli, Peter non è riuscito a mantenerla...

"The Amazing Spider-Man 2" è un film romantico (camuffato da film sui supereroi) Marvel di Marc Webb, con Andrew Garfield, Emma Stone e Jamie Foxx, uscito nel 2014. Webb nasce come regista di video musicali (No Doubt, Green Day, Jesse McCartney), per poi girare l'ottimo film romantico "(500) giorni insieme" e il (pessimo) primo film sullo straordinario uomo ragno. Questo seguito, così come già il primo, si avvicina ulteriormente al genere romantico, assomigliando sempre più alla saga di "Twilight", forse riducendo ancora il numero di scene d'azione. In 142' di durata, i combattimenti occuperanno non più di un quarto d'ora, mentre più di 100' vedranno impegnati Peter e Gwen in scambi di frasi dolci ("Hai ricevuto il mio messaggio? Sai che dice? Dice ti amo. Perché io ti amo. E senza offesa ma ti sbagli sul fatto che siamo su binari diversi: non sono diversi. Tu sei il mio binario e lo sarai per sempre. Lo so, ci sono un milione di motivi per cui non dovremmo stare insieme, lo so, ma sono stanco di sentirli. Ognuno deve fare una scelta e io scelgo te.") et simila. I villains sono qualcosa di davvero atroce (Electro è uno sfigato, Green Goblin si vede circa 30" e Rhino è un enorme robot alla Transformers, molto diverso da come me lo ricordavo) e le (poche) scene d'azione sono realizzate in un'ottima CGI, ma decisamente troppo finta, che stacca totalmente dal resto della pellicola e dà l'idea di guardare il trailer di un videogioco per ps4 o roba così. Non lo so, a me questa versione di Webb non riesce proprio a convincere; la serie (fumetto) di Spiderman ha il pregio di riuscire a mixare alla perfezione azione, lovestory, vita quotidiana, ironia e quant'altro, senza mai tralasciare nessuno di questi aspetti. Questi due film di Webb, invece, si focalizzano quasi esclusivamente sul lato sentimentale di Peter (finora limitandosi entrambi alla figura di Gwen Stacy, ma sicuramente nel terzo Mary Jane prenderà il suo posto), lasciando davvero troppo poco spazio agli scontri con i cattivi. Come film d'amore, quindi, il film scorre che è un piacere, tanto da meritarsi un bel 7.5 (che è più o meno il punteggio che ha su Imdb, dove però è inserito come 'action/adventure/fantasy'); come film d'azione sui supereroi, però, che è ciò che dovrebbe essere, per me non raggiunge minimamente la sufficienza, rivelandosi un merdoso filmetto d'amore per teenagers. 4/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

A tavola! ~ Ristorante mediorientale Mille e una notte (Trieste)

Post n°3920 pubblicato il 07 Luglio 2014 da Musashi_87
 
Tag: Cucina

Ristorante arabo "Mille e una notte", Viale XX Settembre 16 - Trieste (TS)



Locale: 6.75
Molto carino il locale, arredato in stile arabo, ma poco caratteristico. Comodi tavoli e sedie, disponibili sia all'interno sia all'esterno, su un viale tranquillo ma ricco di vita. Non ho visto il bagno e non sono disponibili posti auto riservati, essendo su una via pedonale.

Servizio: 7
Nulla da segnalare sul servizio, veloce e senza problemi, anche se il ristorante era praticamente vuoto.

Cucina: 7.5
Molto vario il menù, contenente un buon numero di antipasti, primi, secondi, dessert e bevande tipiche della cucina mediorientale. Oltre ai classici kebab e falafel, si possono ordinare moussaka, hommus, tabbulé, couscous con verdure, carne o pesce, ec... Ho assaggiato solo l'antipasto misto ed era tutto molto buono. Avrei assaggiato tutto molto volentieri...

Prezzi: 6.5
Nella media i prezzi, non bassissimi. In due abbiamo preso un antipasto misto e una bottiglia d'acqua (1l) e abbiamo pagato 14.60€ (8.80 + 2.80 + 3€ di coperto). Nella norma per quanto riguarda i ristoranti, ma considerando i prezzi dei menù all you can eat asiatici o dei fast-food, non è il massimo della convenienza.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Dicono di me...

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

maandraxcipriano_michaelSky_Eaglemusica_x_tesensibilealcuoreMusashi_87MarquisDeLaPhoenixDJ_Ponhzipsicologiaforensechristie_malrylacky.procinomauriziocamagnaantropoeticominatoriabelladinotte16
 
 



 
hit counter


 

My Fanlistings




 
Citazioni nei Blog Amici: 44
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Meez

 

Ultimi commenti

Il manga, dici? Sì, in effetti... Speravo finissero insieme...
Inviato da: Musashi_87
il 25/07/2014 alle 22:26
 
la storia d'ammmore me la ricordo..quello che mi ha un...
Inviato da: minatoria
il 23/07/2014 alle 17:45
 
ho finalmente finito di leggere l'anime...che fine...
Inviato da: minatoria
il 23/07/2014 alle 17:42
 
Ah beh, un cult!
Inviato da: Duochrome
il 23/06/2014 alle 22:50
 
Peccato...
Inviato da: Musashi_87
il 08/04/2014 alle 00:35