Community
 
Musashi_87
   
 
 

Messaggi di Luglio 2012

Purtroppo a volte non basta un sacchetto in testa... ;D

Post n°3223 pubblicato il 31 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Jenifer è una ragazza particolare: il suo corpo è splendido e sensuale, ma il suo volto è mostruoso, sfigurato, tanto da impedirle di parlare. Frank, un poliziotto, la salva da un uomo intento ad ucciderla: tra i due si instaurerà un rapporto morboso che andrà al di là delle atrocità compiute dalla ragazza, e per l'uomo sarà l’inizio della fine...

"Masters of Horror: Jenifer" è un film horror di Dario Argento, uscito nel 2005. Si tratta del quarto mediometraggio della prima stagione della serie "Masters of Horror" ed è basato su un fumetto di 10 pagine (QUI a piè di pagina) scritto da Bruce Jones e illustrato da Berni Wrightson, uscito nel 1974 sull'antologia horror "Creepy". In conferenza, Argento ha descritto la sua pellicola come "un film d'amore" e, in effetti, "Jenifer" unisce erotismo e splatter in egual misura. Purtroppo, però, la trama è banale e superficiale ~ non viene spiegato nulla della storia di Jenifer ~, nonché ricca di incongruenze ~ la famiglia di Frank sparisce così? Lui accetta tutto così passivamente? Perché? Solo per il sesso oppure Jenifer ha poteri da simil-succubus? ~ mentre la resa visiva non è il massimo, ma di chiaro stampo televisivo. Numerose le scene di sesso, in cui Argento riesce ad innalzare il testosterone, nonostante la repulsione data dal viso deforme di Jenifer. Il tettometro segna un 6/10. Ottima l'idea iniziale, chiaro citazionismo del cannibalismo tanto esplorato nei vecchi horror italiani (Joe D'Amato in primis) ma anche di 'mostri' come "The Elephant Man" di David Lynch, ma purtroppo non è stata resa in modo adeguato e ciò dimostra quanto Argento abbia perso quella grandezza che lo ha reso celebre in passato. 4.5/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°3222 pubblicato il 30 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Tag: .

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°3221 pubblicato il 29 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Tag: .

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Decadence: Incubo di mezz'estate @ Castelbrando, Cison di V. (TV)

Post n°3220 pubblicato il 28 Luglio 2012 da Musashi_87
 

"Ho visto cose che voi umani non potreste immaginarvi..." Sono stato al Decadence (evento di extreme clubbing) a Castelbrando stasera e sono ancora elettrizzato. Non so neanche bene come e cosa scrivere. Ho visto cose che non avrei mai pensato avrei visto. Se mi sono divertito? A dire il vero no, la musica non mi piaceva e non mi stimolava a ballare e mi sentivo completamente fuori luogo. Però mi è piaciuta come esperienza e vorrei già andarci di nuovo. La location era stupenda, anche se l'organizzazione peccava sotto alcuni aspetti (in primis la totale mancanza di cibo dopo l'1 AM). GG al Decadence, cmq.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°3219 pubblicato il 27 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Tag: .

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Lala è arrivata dallo spazio per movimentare le nostre vite! ♥

Post n°3218 pubblicato il 26 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Rito Yuuki, timido e imbranato, non riesce a confessare il suo amore alla sua compagna di classe Haruna. All'improvviso, mentre fa il bagno, una bellissima aliena sbuca fuori dalla vasca da bagno. Il suo nome è Lala, proviene da un pianeta chiamato Deviluke, e decide di vivere assieme a Rito e divenire sua moglie.

"To Love-Ru -Trouble-" è un manga romantico/harem-ecchi scritto da Hasemi Saki e disegnato da Kentaro Yabuki ("Black Cat"), pubblicato tra il 2006 e il 2009. La serie, composta da 18 volumetti, è uscita anche in Italia, pubblicata da Star Comics, tra il 2011 e il 2012. Pur avendo un concept simile alla celebre Lamù, l'ho trovato un manga stupendo. Innanzitutto è strutturato in modo che ogni volumetto contenga vari episodi brevi, tutti a sé stanti, anche se collegati tra loro da una storia principale. I toni, poi, sono di una leggerezza stratosferica, così che la lettura spesso risolleva anche gli umori più neri. I disegni sono davvero ottimi (si notano grandi passi avanti rispetto al già buon "Black Cat"), puliti e ultra-sensuali, e l'erotismo è a livelli altissimi, pur restando sempre delicato e per nulla volgare. I personaggi sono tutti caratterizzati molto bene e tutti simpaticissimi. Peccato solo per il finale un po' troppo aperto, ma c'era da aspettarselo. Non sarà un capolavoro insuperabile ma, tra i manga spensierati, è sicuramente uno dei migliori che abbia mai letto. 8.5/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Una brutta copia de "L'esorcista"? Non proprio, ma quasi.

Post n°3217 pubblicato il 25 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Un'affascinante avvocato, single e scontenta della sua vita sentimentale come di quella lavorativa, accetta un caso molto difficile, in cui si trova a dover difendere un prete dall’accusa di omicidio per aver praticato un esorcismo mortale su una giovane donna posseduta dal demonio. Ovviamente l'accusa cercherà in tutti i modi di metterle il bastone tra le ruote.

"The Exorcism of Emily Rose" è un film thriller/horror di Scott Derrickson, uscito nel 2005. Il film -ispirato ad una storia vera- è fatto bene, ben recitato e ben reso visivamente, eppure non mi ha convinto. Mi aspettavo qualcosa di spaventoso, invece il ritmo viene stemperato molto dalle continue scene in tribunale, tra interrogatori e sentenze, e nemmeno nelle poche scene relative all'esorcismo ho provato il benché minimo terrore. Peccato, perché ne avevo sentito parlare molto bene... 6.5/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Purtroppo non bastano due tette al silicone a rendere bello un film.

Post n°3216 pubblicato il 24 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: In un futuro non troppo lontano, un virus sviluppato in segreto dal Governo per rianimare i morti viene diffuso nella piccola cittadina bigotta di Sartre, nel Nebraska. Il virus colpisce in particolare lo strip club cittadino, rischiando di trasformare le bellissime spogliarelliste che vi si esibiscono in zombie assetati di sangue.

"Zombie Strippers" è una horror comedy trash di Jay Lee, con Jenna Jameson e Robert Englund ("Nightmare"), uscito nel 2008. Il film parte bene, con un alto tasso di comicità e battute ai limiti del demenziale -o anche oltre- e una spiegazione rapidissima del virus; procede, poi, con una parte centrale completamente incentrata sugli spogliarelli di Jenna e delle altre ragazze, e alla fine si ritorna al trash puro, con scene splatter ridicole, da quanto sono esagerate (e realizzate maluccio, quelle in CGI). In definitiva, il film si lascia guardare, se vi piace il trash, anche se non è nulla di speciale e la parte centrale è un po' noiosetta e mostra solo tette rifattissime, com'è di norma in America, cosa che odio (infatti il tettometro segna 6/10, più per la quantità che per la qualità). 5.5/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

"Este es mi dia! mi dia! mi dia...!!!"

Post n°3215 pubblicato il 23 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Clara e Koldo hanno organizzato il loro matrimonio in modo da renderlo il giorno più bello della loro vita. Non hanno previsto, però, che nessuno degli invitati potrà cancellare dalla mente quanto sta per accadere a causa di un misterioso virus che si propaga durante il ricevimento, scatenando un inferno di orrori da cui è impossibile fuggire…

"[REC]³ Génesis" è un film horror spagnolo di Paco Plaza (co-regista dei primi due), uscito nel 2012. Terzo di una (forse) tetralogia, è, in realtà, il prequel del primo [REC], anche se, a dire il vero, non spiega in modo appropriato le origini dell'epidemia ma mostra una storia a sé. Inoltre, anche a livello di stile, è molto diverso dai primi due: innanzitutto, solo il matrimonio -quindi i primi 15/18 min.- è girato con due camere a mano in stile mockumentary, mentre tutto il resto del film è con le classiche inquadrature fisse. E, mentre i primi due erano prevalentemente survival horror con l'intento principale di spaventare lo spettatore, questo è un action horror all'americana, con picchi di gore piuttosto elevati e un maggior intento intrattenitivo e addirittura qualche scena che si prende poco sul serio (vedi l'uomo-pupazzo Sponge-John, l'uccisione col frullino elettrico o quando la sposa impugna una motosega e taglia un pezzo di vestito, mostrando una coscia con tanto di giarrettiera). Nonostante questi stravolgimenti che faranno sicuramente storcere il naso a chi ha apprezzato lo stile dei primi film, ~ [REC] è sicuramente uno degli horror che più mi ha convinto, negli ultimi anni, anche se già il seguito mi aveva deluso enormemente, con la svolta religiosa ~ è tuttavia un horror che si lascia guardare con piacere, merito anche di una durata piuttosto breve (80'). 6.5/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Gli album della settimana

Post n°3214 pubblicato il 22 Luglio 2012 da Musashi_87
 

Settimana dal 16 al 22 luglio

"Anatomy of the Bear" - Anatomy of the Bear [2012]



Primo album, dopo l'EP "Awakening", per questo duo post-rock formato da Edward Gibbs e Ryan Westwood. L'album contiene dodici brani, molti dei quali solo strumentali, mentre altri vedono la voce soave di Gibbs amalgamarsi alle note di chitarre, basso, tastiere, batteria, xilofono e quant'altro. I brani hanno una durata media tra i 4 e i 7 minuti, a parte l'ultimo, "Fireworks", che dura 10' 33". Nonostante non ami il genere (mi stufa subito), il risultato è un ottimo album, con brani davvero d'atmosfera, specialmente nella prima metà. Il mio preferito è "A gentle breeze". 8/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Della serie 'se stavate a casa, era meglio'.

Post n°3213 pubblicato il 21 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Un gruppo di quattro ‘esploratori urbani’ non vede l’ora di avventurarsi nel mondo misterioso che si cela sotto la metropoli di Berlino e ingaggia una guida locale, Kris. Durante il percorso, però, Kris cade, facendosi male e perdendo conoscenza, così due ragazze del gruppo cercano aiuto, mentre gli altri restano nei tunnel in attesa dei soccorsi…

"Urban Explorer" è un film horror tedesco di Andy Fetscher, uscito nel 2011. Il film prende posto nel filone dei torture porn, posizionandosi molto vicino a film del genere quali "Hostel", ma soprattutto"Creep - il chirurgo", per le ambientazioni (fogne, tunnel metropolitani) e per il cattivo. Il risultato è un film che parte un po' in sordina, per poi accelerare nel finale, anche se il pedale del gore viene spinto solo in un paio di brevi sequenze (la migliore quella dello scuoiamento+sale). Nonostante il film si lasci guardare e molte recensioni (1 - 2 - 3) ne parlino bene, l'ho trovato un filmetto alquanto ingenuo sotto molti aspetti, coi soliti cliché (il buono che atterra il cattivo, ma lo lascia vivo, così questo poi si rialza e torna all'attacco è un topos che mi fa troppo girare il cazzo) e un eccessivo tremolio di camera nelle scene d'azione o inseguimento. Anche l'effetto sfocatura + bordi rosso sangue in alcune scene non è il massimo. Molto carina l'attrice di origini peruviane Nathalie Kelley ("Fast and Furious: Tokyo Drift"), anche se purtroppo il tettometro segna 0/10. Tuttavia, vabbè, il film si lascia guardare e le espressioni del villain interpretato da Klaus Stiglmeier sono il top. 6/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Il romanzo d'esordio di Amy MacKinnon.

Post n°3212 pubblicato il 20 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Clara Marsh è una giovane donna dal passato travagliato, che ama i fiori e il loro significato. Lavora in una ditta di pompe funebri dove si occupa di dare alle salme un aspetto presentabile. Quando il detective Mike Sullivan le chiede un aiuto per risolvere un caso di pedofilia, Clara dovrà superare le sue debolezze e trovare il coraggio.

"La ragazza dei fiori morti" è un romanzo thriller/drammatico di Amy MacKinnon, scritto nel 2008. Il libro tratta argomenti scottanti come la pedofilia e l'abuso, anche se il linguaggio sempre delicato della MacKinnon, aiuta a rendere il tutto meno pesante. Nonostante una prima parte lenta, il resto scorre via liscio e non mancano momenti di suspence, fino al finale non proprio prevedibilissimo. Buona la scrittura in prima persona, anche se alcune parti sono un po' confuse. Boh, non mi è dispiaciuto affatto, anche se i thriller contemporanei non sono il mio genere. 7-/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

R.I.P. nonno. Spero tu possa trovare la pace, lassù.

Post n°3211 pubblicato il 19 Luglio 2012 da Musashi_87
 

Venerdì scorso è morto mio nonno materno [ecco uno dei problemi per cui non postavo, anche se nessuno mi legge più, quindi gtfo]. Mi dispiace, anche se non ne ho sofferto più di tanto, avendolo conosciuto poco. Ciò che più mi fa male, però, è vedere che ha dovuto pagare tutto (funerale, bara, ecc...) mia nonna, divorziata da lui da tipo 30 anni, e pure al funerale, oggi, eravamo al massimo una dozzina (più le solite 4-5 vecchie che cantano). Nella sua vita ha conosciuto tantissima gente, in giro per l'Italia, e fa specie che nessuna si sia degnata di dargli un ultimo saluto. Certo, sicuramente c'è il problema della distanza, visto che fratelli, cugini, nipoti e gli altri due figli sono a Bari o Napoli, però boh... Egoisticamente, poi, soffro perché questo conferma la mia idea che siamo soli, perfino nella morte.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

A tavola! ~ Burger King (Jesolo, VE)

Post n°3210 pubblicato il 18 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Tag: Cucina
Foto di Musashi_87

Burger King, Via XIII Martiri, 316 - Jesolo (VE)

Vabbè, non sto qui a dare i soliti voti perché penso che -più o meno- i fast food siano uguali un po' ovunque. Dico solo che finalmente ha aperto anche a Jesolo, anche se aprirlo di fronte al Mc Donald's non so quanto sia stato furbo. Era meglio farlo in piazza Mazzini...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°3209 pubblicato il 17 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Tag: .

Ci sono vari problemi, per cui non so quando e se riuscirò a sistemare il blog ç_ç

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Un po' troppo simile al suo film precedente, ma non male.

Post n°3208 pubblicato il 16 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Samuel è aiuto infermiere in un ospedale parigino, sposato con la bella Nadia, incinta di sette mesi e mezzo. Il loro idillio prenatale va in frantumi quando viene ricoverato un uomo dall’identità sconosciuta. È Hugo Sartet, un noto criminale, che è stato investito da un’auto e gravemente ferito durante un inseguimento ad alta velocità.

"Point Blank" è un film thriller di Fred Cavayé, con Gilles Lellouche, uscito nel 2010. Secondo lungometraggio per il regista di "Pour elle", poi rifatto dagli americani con "The next three days". Il risultato è un film fin troppo simile al precedente, sempre con un marito che si improvvisa super-uomo, pur infrangendo decine di leggi, per salvare la moglie. Il film è ricco d'azione e non si sofferma minimamente sull'approfondimento dei personaggi. La recitazione è discreta, ma il film mi ha fatto pensare ai polizieschi televisivi tedeschi, non so perché. 6.5/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°3207 pubblicato il 15 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Tag: .

.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

"Questa è la tua cazzo di festa!!!"

Post n°3206 pubblicato il 14 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: tre apparentemente anonimi studenti tentano di costruirsi una reputazione. La loro idea è tutto sommato innocente: organizzare una festa indimenticabile! Purtroppo non sono preparati per questo tipo di festa. La voce si sparge in fretta tra sogni spezzati, record abbattuti e leggende che nascono.

"Project X - una festa che spacca" è il film di debutto di Nima Nourizadeh, uscito nel 2012. Sfruttando la scia di successo dello stile mockumentary (dopo horror, film sui superpoteri, ora ci mancava la commedia-devasto) e la fama di Todd Philips, regista di "Una notte da leoni", qui produttore, il film riprende la preparazione, prima, e lo svolgimento, poi, di una festa a dir poco epica, che doveva vedere "massimo 50 invitati" e finisce per averne "1500, forse 2000". Le riprese sono per il 95% in stile mockumentary, con una hand-cam di qualità media, quindi molto mosse e non nitidissime. Il cast è pressoché sconosciuto, con attori che hanno preso parte prevalentemente a corti o serie televisive (a parte il nano Martin Klebba, volto noto di film anche famosi come "Hancock" e "Pirati dei Caraibi") e la cosa buffa è che la maggior parte degli attori ha mantenuto lo stesso nome nel film (Thomas, Kirby, Alexis, Rob, ecc...). Il risultato è un film divertente, per quanto fortemente diseducativo, con tanta musica a palla e una manciata di tettine al vento qui e lì, che non guasta mai. 7-/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

L'ennesimo clone di "Non aprite quella porta", imho.

Post n°3205 pubblicato il 13 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Trama: Mentre sta guidando nella notte lungo una solitaria strada di montagna, Ellen si distrae armeggiando con la radio e va a sbattere contro un’auto parcheggiata sulla strada. Ripresasi dall’impatto, la donna si accorge che il veicolo è in panne e si incammina in cerca di aiuto, ma verrà assalita da un misterioso uomo dalla faccia deforme…

"Masters of Horror: Panico sulla montagna" (orig. "Incident on and off a Mountain Road") è un film horror di Don Coscarelli, uscito nel 2005. Il film è il primo mediometraggio della prima serie di raccolte Masters of Horror. Si nota un chiaro stampo televisivo e il budget non doveva essere elevatissimo, tuttavia il film si lascia guardare, grazie anche ad uno svolgimento che alterna scene di fuga/lotta tra Ellen e il villain Moon Face e flashback relativi alla passata vita sentimentale di Ellen, nonché agli addestramenti con il marito Bruce. Per il resto, nonostante molte recensioni (1 - 2 - 3 - 4) ne parlino bene, a me ha convinto poco. 4.5/10

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Anch'io voglio una Maserati nera! ♥

Post n°3204 pubblicato il 12 Luglio 2012 da Musashi_87
 
Foto di Musashi_87

Maserati XXX è una modella e attrice porno, nata a Kingston (Giamaica) l'8 gennaio 1986, anche se si è spostata a Los Angeles, dove ha iniziato la carriera pornografica nel 2011. E' alta 1.63m e pesa 66kg, mentre le sue misure sono 116-66-96, con uno splendido seno naturale taglia 36H. Ha una rosa tatuata sulla caviglia destra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Dicono di me...

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2012 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

Musashi_87delfina_rosaantropoeticominatoriaarte1245fenormone0tedoforo3arc_in_cieldaunfioremargherita.22Sky_Eaglestreet.hasslefabbro2004call.me.Ishmaelwakabayashi78
 
 



 
hit counter


 

My Fanlistings




 
Citazioni nei Blog Amici: 44
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Meez

 

Ultimi commenti