Creato da alex1309.a il 15/06/2009
I miei viaggi in un Universo misterioso.
 

 

 

 

Alien Crossing

 

For You...

Earth Hearth

Dedico questo blog ad una persona molto speciale, con la quale mi sento rivivere ogni volta che passiamo un pò di tempo insieme... Love you

 

 

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

 

Tag

 

Se gli alieni usassero davvero Mozilla, sarebbe anche interessante sapere cosa usano come "Anti-Virus"... O.o

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001.

 

 

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

albertoperstrainerpsicologiaforenseSBERLATOSTAroberth_milanomatginalex1309.arita30.rsabrinademori72moan0firebird1969WIDE_REDmix.mtEutonaale70rotamalf.cosmos
 

 

 
 

 

 

Blog Award

 


 

Chi pu scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Space U.F.O. SwarmLE LINEE DI NAZCA »

SCIE CHIMICHE

Post n°22 pubblicato il 25 Agosto 2009 da alex1309.a
 

 

Origine della teoria e ipotesi sulle caratteristiche delle presunte scie chimiche.

 

Alcune presunte scie chimiche

La teoria del complotto delle scie chimiche cominciò a diffondersi nel 1996 quando l'aeronautica militare statunitense fu accusata di "irrorare" le popolazioni con misteriose sostanze generando delle scie inusuali. L'Air Force rispose che questa accusa era una bufala alimentata in parte dalle citazioni di un testo redatto nell'istituto universitario dell'Air Force intitolato Weather as a Force Multiplier: Owning the Weather in 2025. Quel documento fu presentato in risposta alla richiesta dei militari di delineare le future strategie di modifiche del sistema climatico al fine di mantenere il predominio USA nell'anno 2025 e questo come fittizia rappresentazione di future situazioni e scenari. In seguito l'Air Force chiarì che tale documento non rifletteva le attuali politiche e pratiche militari e che non è in corso alcun esperimento di modifica del clima né è nei programmi futuri dell'Air Force.

Stessa datazione (seconda metà degli anni novanta) è data anche da altre fonti. Dalla seconda metà degli anni novanta, la teoria del complotto delle scie chimiche trova subito eco mediatica su programmi televisivi, radiofonici e su pubblicazioni riguardanti il cospirazionismo, che in numerose interrogazioni parlamentari in diversi paesi, come l'Italia.

I sostenitori di queste teorie sottolineano generalmente che esse apparirebbero diverse dalle normali scie di condensazione, delle quali non avrebbero la consistenza e le proprietà note. In particolare, le scie chimiche tenderebbero a persistere più a lungo, allargandosi pian piano invece di scomparire. Generalmente ritengono che siano formate da scie di condensazione (anche di tipo biologico) rilasciate su aree popolate per qualche motivo complottistico. La motivazione più di frequente ipotizzata è il tentativo di modifiche climatiche. Altre motivazioni ipotizzate chiamano in causa esperimenti governativi o militari, operazioni di corporazioni private, tentativi di condizionamento psicologico tramite agenti psicoattivi o addirittura il tentativo di frenare l'esplosione demografica mondiale, eliminando quattro miliardi di persone.

In un articolo dal titolo "The Chemtrail smoking gun" di Bruce Conway, si suggerisce che le scie chimiche siano l'implementazione di una strategia suggerita del 1992 dalla National Academy of Science nello studio "Policy Implications of Greenhouse Warming"; in particolare, riguarderebbero un progetto segreto per mitigare il riscaldamento globale.

Secondo Jeff Rense, che con Art Bell, conduce un programma radiofonico sui misteri, "le scie chimiche inizialmente sembrano normali scie, ma sono più spesse e si estendono per il cielo in forma di X o #. Invece di dissiparsi rapidamente, si allargano e si diramano. In meno di 30 minuti si aprono in formazioni che si uniscono tra loro formando un sottile velo di finte nuvole simili a cirri che rimangono persistenti per ore.”

Molti sostenitori delle scie chimiche non sono economicamente in grado di condurre analisi sulle scie nel momento dell'emissione in volo; tuttavia un sostenitore di tale teoria cospirazionista, lo statunitense Clifford Carnicom, sostiene di aver analizzato campioni di aria raccolti al livello del suolo in seguito ad operazioni di rilascio di scie chimiche. Ha affermato di aver trovato Alluminio e Bario in queste polveri, che sarebbero state ottenute tramite precipitazione elettrostatica Queste affermazioni non hanno avuto alcun riscontro, in quanto Carnicom non ha mai messo a disposizione di istituzioni terze i campioni, né ha esposto i metodi con cui avrebbe svolto le prove.

 

Il termine "scie chimiche" è menzionato anche nello Space Preservation Act del 2001, presentato dal rappresentante del Congresso Dennis Kucinich, dove compare in una lista di "sistemi d'arma esotici" da bandire. I sostenitori della teoria presentano questa lista come un riconoscimento ufficiale della possibilità di un tale sistema d'arma, in quanto il termine è effettivamente presente in questo documento ufficiale del Congresso Statunitense; il termine "scie chimiche" era presente in un paragrafo che elencava una serie di armi inesistenti o dai nomi improbabili (ad esempio: "armi ultrasoniche", "armi extraterrestri"), paragrafo poi tolto da una successiva versione del 2003.

In entrambi i casi la legge non fu approvata.

Il presunto fenomeno in Italia.

La teoria del complotto delle scie chimiche in Italia viene diffusa con blog, siti web, you tube e conferenze. Tra i più attivi sostenitori della teoria: Rosario Marcianò, diplomato geometra, il fratello Antonio Marcianò, laureato in lettere e docente di latino in un liceo;; Corrado Penna, laureato in Fisica, insegnante in una scuola superiore, autore dello scritto La scienza marcia in cui denuncia le falsità della "cultura ufficiale", la non infettività dell'AIDS, il Complotto psichiatrico e altre tematiche di ambiente cospirazionista; Giorgio Pattera, biologo e giornalista, attivo nel campo della ricerca ufologica.

La posizione dei sostenitori italiani non è molto dissimile da quelli di altri sostenitori nel mondo; essi ritengono che:

  • le scie di condensazione si formino solo a temperature inferiori a -40°, a 8000  metri di quota e con umidità relativa del 70%;

  • lo Space Preservation Act sia esplicitante l'esistenza del fenomeno; l'HAARP sia strumento di attuazione del piano; ad essere "irrorato" sarebbe un miscuglio di bario, alluminio, silicio e altre sostanze, lo scopo sarebbe quello di creare una sorta di "sandwich" elettroconduttivo anche con finalità di controllo mentale;

  • i servizi segreti, attraverso il DEBUNKER (come Paolo Attivissimo), il CICAP (del quale fondatore Piero Angela) e altri soggetti starebbero tentando di screditarne il lavoro con presunte minacce e azioni di sabotaggi. A capo dell'organizzazione ci sarebbero lo SMON e il Vaticano in collaborazione con la CIA, la NASA, Google, l'Inps e altro ancora.

Fonte: Wikipedia.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/PresenzaCosmica/trackback.php?msg=7567375

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
scheggia64
scheggia64 il 27/05/12 alle 19:29 via WEB
dobbiamo trovare un intento comune x fermare questo scempio
 
 
alex1309.a
alex1309.a il 28/05/12 alle 19:10 via WEB
Purtroppo non facile come si crede, sia trovare un intento comune che fermare questo scempio...
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.