Un blog creato da loscrittoremascherat il 31/12/2010

Scrittore Mascherato

Un blog su scrittura e libri

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 83
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Domenica pomeriggio

Post n°553 pubblicato il 19 Ottobre 2014 da loscrittoremascherat

Vorrei solo rilassarmi un po' ed invece stancamente cerco di fare buon viso a cattivo gioco, mostrando un sorriso che sembra quello dell'uomo che ride di Victor Hugo.

Sono sul balcone preso da una malinconia avvolgente e guardo in lontanza ma una foschia fastidiosa blocca la vista.

Vorrei...questa è la parola che mi viene in mente ma è il condizionale che mi frega.

Forse una birra mi risolleverà.

 
 
 

I mille volti

Post n°552 pubblicato il 16 Ottobre 2014 da loscrittoremascherat

Tolse la maschera e rimase nudo.

Mostrava tutto di se e non se ne vergognava.

Scrisse e visse sentimenti.

Poi rimise la maschera.

 
 
 

Alla ricerca di un libro

Post n°551 pubblicato il 15 Ottobre 2014 da loscrittoremascherat

Oggi sono andato alla ricerca di un libro a casa dei miei in camera mia (si perchè mi piace considerarla ancora mia) su una delle due librerie che sono presenti.

I miei libri, compagni di mille avventure, di intere nottate a sfogliare pagina dopo pagina per leggerne la fine e a rimpiangere di averli finiti.

Leggermente impolverati ma vissuti, con le orecchie alle pagine e sempre pronti ad essere riletti da me o chissà, da chi verrà dopo di me.

E ho visto elfi, nani, serial killer, donzelle in pericolo, astronavi nello spazio siderale, poliziotti eroici e agenti segreti, uomini e donne innamorati, qualche scena di sesso.

E improvvisamente una nostalgia pazzesca di tempi andati semplici e senza pensieri.

Ma loro ci sono ancora, magari in formato elettronico ma sempre con l'orecchia a tenere il segno, a tenere lontano la noia e l'inquietudine che tanto mi spaventano.

Troppo sincopato questo post.

 

 

 
 
 

Il viandante

Post n°550 pubblicato il 13 Ottobre 2014 da loscrittoremascherat

Chi mi conosce da tempo l'ha già letto.

Ma oggi lo sento mio come allora

Viandante che ti appresti ad attraversare questa landa sappi che a volte troverai un intricata selva a volte radure inondate di sole e si alterneranno senza soluzione di continuità.

A volte troverai dove meno te l’aspetti un punto di ristoro, completo di legna per scaldarti e cibo per sfamarti ma in quantità tali da bastare solo per qualche tempo.

Questa landa è vasta, senza confini ed una volta varcato il suo confine non sarà tanto una questione di quando e come ne uscirai, ma piuttosto di come l’attraverserai a testa alta e senza paura o mesto e chino soggiogato dalla paura e dalla timidezza.

Ti imbatterai in laghi straordinari, limpidi nelle cui acque si specchiano le imperiture vette delle montagne dalle nevi perenni e pozze di acqua stagnante, puzzolente e acquitrinosa, decidi tu in quale bere e sappi che nonostante tutto qualcuno sceglie le seconde senza sapere neanche il perché.

Fai attenzione alle belve e sappi che spesso i lupi ed altri animali non sono le più feroci o quelle di cui avere paura ma che anzi spesso saranno guida.

Sappi anche che troverai altri viandanti, alcuni continueranno per la loro strada, altri si accompagneranno a te per un tratto di strada mentre altri decideranno di percorrerla con te per sempre e tu deciderai se consentirglielo o meno, ma ricordati che in questa selva l’aiuto di una mano amica sarà necessario per potere proseguire senza sbandare o trovarti in luoghi da cui è molto difficile uscire.

Ed un ultima cosa viandante, sei tu l’artefice della tua strada, non nel senso che sempre potrai decidere se andare a destra o sinistra perché questo alle volte non sarà possibile, ma piuttosto che potrai decidere come procedere e se spesso non cambierà il punto di arrivo ne determinerà invece la qualità del cammino.

 

 
 
 

Domenica

Post n°549 pubblicato il 12 Ottobre 2014 da loscrittoremascherat

Ci sono giornate che vanno male per definizione.

Brutte, tristi e grigie.

Quando il cuore stilla sangue.

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

deteriora_sequorselenezarloscrittoremascheratPhoenix_from_Marsetere_ascrittoreinnamoratoDr.UBacardiAndColapaperinopa_1974carmelina59_2009MarquisDeLaPhoenixvaniloquiolumil_0bisou_fatal
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom