Creato da: NoRiKo564 il 02/02/2011
piccole pieghe e grandi magie....
 
Citazioni nei Blog Amici: 66
 

Le immagini e alcuni testi
presenti in questo blog
sono tratti dal web, chiunque
ritenesse il loro uso improprio
è pregato di comunicarmelo e
provvederò alla loro immediata
rimozione.
I testi in cui non viene citato
l'autore sono di proprietà
dell'autrice del blog, e pertanto
il loro uso deve essere
autorizzato dalla stessa.

 

 

 

Stagioni

Post n°594 pubblicato il 21 Giugno 2018 da NoRiKo564

A ben vedere, la vita alla fine è fatta di un susseguirsi di accadimenti che, nel tempo, si ripetono, seppur con forme diverse. Così si perde, si ritrova, si cade, ci si rialza...

Non succede mai qualcosa di veramente nuovo. Soprattutto se si ha qualche anno sulle spalle. Questo da un lato, da tranquillità sai cosa aspettarti e come affrontarlo. Dall'altro lato un po' ti demotiva come se tutto fosse già scritto.

In questo susseguirsi di fasi "up" o "down" in forza degli eventi, tutto scorre veloce.

Siamo ad un altra estate che fuggira' come un pensiero impuro...sarà calda di desideri attesi o fredda di pensieri assillanti che nn fanno dormire...chissa'!

Godiamocela per quello che durerà...

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La forma dell'acqua...

Post n°593 pubblicato il 20 Maggio 2018 da NoRiKo564

 


Del film non posso dire nulla, di  proposito non ho voluto vederlo prima di aver letto il libro da cui è tratto.
Del libro posso dire che le atmosfere anni '50  che si vedono nel film, un po' mi erano sfuggite, tuttavia la storia è nella sua forma surreale e fantastica, una bella dimostrazione di come, a volte,  i mostri sono proprio i "belli e puliti" e che l'umanità è nascosta sotto le forme più strane di vita.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Una poesia....

Post n°592 pubblicato il 17 Maggio 2018 da NoRiKo564



È tempo che io vada,
ma tu non aspettare il mio ritorno...
Un giorno ci ritroveremo,
come non ci fossimo mai conosciuti
e ti dirò di nuovo il mio nome,
e tu mi dirai il tuo,
e sarà un giorno senza partenze,
un giorno per rimanere,
il giorno in cui ci chiameremo,
ancora una volta,
la prima volta,
il giorno in cui sapremo,
finalmente,
se questo addio sarà stato soltanto
lo smarrimento di un benvenuto.
(Loreto Orati)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Contraddizioni

Post n°591 pubblicato il 14 Aprile 2018 da NoRiKo564

Siamo ad Aprile...ma non è Primavera 

Abbiamo votato...ma non abbiamo un governo

Ho un contratto a tempo indeterminato...ma l'azienda è precaria

Vorrei fare movimento...ma mi si  è bloccato un ginocchio

Vorrei lavare l'automobile...ma piove sempre

...Insomma...dura la vita di questi tempi!


P.S. Un saluto a tutti Voi, sono poco presente ma non mi sono dimenticata di nessuno!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Quando Burian č dentro te...

Post n°590 pubblicato il 27 Febbraio 2018 da NoRiKo564

 

Il freddo di questi giorni, non eccezionale come tutti stanno blaterando nei mass media, ma solo un po' fuori stagione, ha il potere di scaldare quello che uno a volte,
anche inconsapevolmente si porta dentro.
Esite un freddo dell'anima e del cuore, che ognuno di noi, almeno una volta nella vita ha di sicuro provato.
Il freddo (o gelo) che accompagna certi momenti di solitudine, di difficoltà emotiva, che non c'è nulla che possa scaldare.
Anche le persone più care non ce la fanno, perchè certe "ere glaciali" si vivono e si superano in solitudine.
Perchè come potrebbero raccontare molti esperti di ascensioni in montagna il gelo ti uccide se stai fermo, devi per forza mantenere le tue arterie pulsanti e attive in modo che portino calore ai punti estremi del corpo e lo scaldino.
Anche il gelo che percepiamo interiormente, ha bisogno di questo stimolo del movimento, non si deve e non si può fermarsi e chiudersi in stessi aspettando che un miracolo lo faccia sciogliere.
Si deve mantenere la mente in movimento, si deve puntare ad obiettivi che sembrano impossibili, si deve guardare oltre il velo di ghiaccio che ci ottenebra la vista....

Stavo pensando, ma se facessimo un bel falò di tutte quelle figurine che da giorni ce la stanno smenando con la storia delle votazioni del 4 marzo?
Quella massa di bambini dell'asilo che non hanno di meglio che tirarsi le molliche di pane mentre fanno merenda e rinfacciarsi l'un l'altro di aver rotto i giocattoli degli italiani?

Insomma non so Voi, ma a me l'idea già mi infiamma!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »